venerdì 12 feb

Archivio del 1 gennaio 2006

  • Da mio fratello Salvatore

    Mio fratello Salvatore mi ha incaricato di farvi gli auguri. Lì negli Usa stanno brindando proprio adesso che qui sono le cinque e noi siamo tutti già discretamente rincoglioniti. Rosi si è addormentata vestita, Geiar ha telefonato e dice che va direttamente a correre alla Favorita mentre Desirè si sciarriò con lo zito che per capodanno è un classico. E io? Io vi auguro tante cose belle. Le più belle. E se non vi succedono pazienza, ci siamo abituati e rideremo anche dei guai. Tanto, più scuro di mezzanotte non può fare e il 2006 durerà esattamente 365 giorni come il 2005. E passerà anche lui. Buon anno da Vicè

    Carissimo fratello Salvatore