giovedì 19 ott
  • Arrivano i troll!

    Troll

    Guardo i commenti di Rosalio e mi viene da sorridere. Sorrido perché sono finalmente arrivati i troll. Un troll è «un individuo che interagisce con la comunità tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente stupidi, allo scopo di disturbare gli scambi normali e appropriati. Spesso l’obiettivo specifico di un troll è causare una catena di insulti (flame war), oppure di mettere in ridicolo quegli utenti che, non riconoscendo immediatamente il troll come tale, si sforzano di rispondere a tono al suo messaggio». La presenza dei troll è un segno (ahimé) che la fase di lancio del blog è compiuta. Manca lo spam nei commenti e ci siamo! È arrivato pure lo spam nei commenti: ci siamo!

    Il troll è per definizione stupido, pensa che l’IP sia un distributore di carburante e che sia impossibile monitorarlo. Per esempio, giusto per capire, carmelo pensa che non sappiamo che è anche salvatore e prozac+; oppure che Ambasciatore, occhidilince, zuppiddu, classista, taormina e leoluca in realtà sono un’unica persona. Dovremmo cominciare a pubblicare gli indirizzi IP. Fermo restando che potrebbero essere più improbabili utilizzatori dello stesso computer o potrebbero passare per lo stesso gateway; rimane il beneficio del dubbio. Vogliamo parlare di quanto siano costruttive invece le critiche dell’esotica Roberta Valencia?

    Altri tentano “benevolmente” di orientare la discussione e stabilire l’agenda senza averne titolo. Rosalio fa gli auguri e parte un mega-topic/off-topic elettorale. Rosalio, che in casa sua ha il diritto di stabilire le regole, lo fa notare ma ormai il livore monta e i commenti proliferano. Volendo proporre un tema si può scrivere un post e inviarlo alla e-mail del blog.

    Per non parlare delle e-mail fittizie che non possono essere tollerate se si usa lo pseudo-anonimato per dire delle cose che sono suscettibili di denuncia. Rosalio interviene (seguendo la policy dei commenti) e si parla di censura. Mi ricorda qualcosa del dibattito politico italiano…

    Che dire? Ciascuno ha diritto ad avere una sua scatoletta di sabbia dove giocare nelle fredde notti siciliane. Però un blog è una cosa seria e Rosalio si è consultato con me sul da farsi. Io, da estremista, gli ho consigliato di essere più rigido, prendere in considerazione la richiesta di iscrizione e la moderazione dei commenti. Non è esattamente il massimo porre questo limite, ma un progetto come questo merita di potere costruire e di avere una comunità sana che lo segua e che capirà che in certi casi un “antiparassitario” è il male minore.

    Infine, cari utenti per bene di Rosalio che conoscete la netiquette, fate attenzione ai troll, ignorateli e isolateli. Le comunità virtuali hanno gli anticorpi per sanzionare socialmente chi cerca di avvelenarle.

    Rosalio
  • 29 commenti a “Arrivano i troll!”

    1. Se posso permettermi, la tua e’ una storia poco attendible.
      Si puo’ essere collegati ad un PC aziendale che ‘esce’ su internet con un unico IP.
      Si puo’ essere collegati a un proxy, o a provider com Fastweb che assegnano un singolo IP a migliaia di clienti ‘interni’ alla loro rete.
      In teoria questo post che viene dall’IP potrebbero seguire altri mille di persone diverse che apparentemente sembrano la stessa. Viceversa, un singolo utente (o un ‘troll’…se preferisci) puo’ postare cento diversi commenti da cento IP differenti (sfruttando proxy, tunnel o soks).
      Credo che la regola principale sia quella ormai decennale che regna la rete sin dai suoi esordi: DFTT, acronimo dell’imperativo anti rompiscatole ‘Dont feed the troll”. Un imperativo che con questo post, caro Rosalio, tu hai appena tradito…

    2. H725 sono commenti vicini tra loro cronologicamente, con stile analogo (tipo le k al posto dei ch) e dallo stesso IP. Comunque l’ho scritto: «rimane il beneficio del dubbio».
      Riguardo al DFTT invece, ti assicuro che questo post è “una tantum”. D’ora in poi si parla meno e si agisce di più.
      🙂

    3. Ormai siete lanciati verso il successo: niente e nessuno vi fermerà! 🙂

    4. è un onore essere citata nel tuo editoriale, un po’ meno essere assimilata ai troll solo perchè non ho commentato i vostri articoli con gli applausi… cmq c’è chi ha già sottolineato la tua crassa ignoranza sulle modalità di comunicazione in internet e non voglio infierire

    5. hai proprio raggione: i trol sono fastidiosissimi e vanno evitati come la peste.
      però non capisco perchè invece di ignorali 1) gli hai dedicato loro un articolo (a tratti autocelebrativo nei confronti di rosalio)
      2) hai cancellato i loro commenti: erano così terribili? oppure temi che i lettori di rosalio non siano abbastanza adulti da riconoscerli e isolarli!

      buona fortuna!

    6. Cara Roberta, per tua informazione gli “articoli” di un blog si chiamano post, non editoriali.

    7. posto che devo postare un post, per farlo devo appostarmi apposta fuori dalla posta?

    8. Vincenzo, i commenti che non violano la policy dei commenti sono online.

    9. peccato che la vostra policy è così restrittiva che riuscirebbe a falcidiare tre quarti della divina commedia 🙂

    10. Penso che rosalio abbia le carte in regola per diventare un autentico spazio di libertà e comunicazione libera, però, dobbiamo fare noi tutti uno sforzo comune per conquistarcelo:abbandonare le vecchie e rinomate ed ultra praticate regole dell’OMERTA’.
      commentare con un nickname e lasciare una mail indefinita ma autentica non è omertà, ingiuriare qualcuno e nascondere la propria identità è secondo me piu o meno la stessa cosa del “non vedo, non sento e non parlo”
      forse stiamo attraversando una evoluzione culturale rispetto alle nostre generazioni precedenti, forse i nostri nonni non vedevano, non sentivano e non parlavano mentre adesso noi tendiamo a vedere ed a sentire si…, ma a parlare “nascosti”, a lanciare il classico sasso senza mostrare la mano. Forse dobbiamo renderci conto che il sasso così lanciato si perde nel mare, non crea massa critica, non serve a nulla.
      Gli spazi di libertà vanno conquistati e non acquisiti per dato di fatto. anche perchè, si dice spesso, la libertà è tale in quanto non pregiudica i diritti e le libertà altrui.
      Io, oggi, mi sono preso il mio piccolo spazio di libertà.
      ps. riguardo alla storia dei troll, sarebbe interessante sapere quanti dei visitatori di rosalio, prima di oggi conoscevano questo termine. in questo blog io stesso scopro cose nuove sulla mia città e sui personaggi che la popolano: dalle strisce di ALBO http://albo.splinder.com/ alla storia di piazza bologni…e poi… chissà perché… pensavo che il Presidente Cuffaro preferisse la cassata al panettone/pandoro.

    11. Guardando bene la foto…
      Ehi Toni non sei venuto proprio male. Certo, ti vedo un pò affaticato.
      Ti avranno fatto male queste vacanze???

    12. tony, capisco che a forza di leggere la burgio ti sei assuefatto alle virgolette, ma datti una calmata valà, fallo per rosalio se non per te stesso

    13. …Nemmeno io conoscevo il significato di questo termine…le cose che scrive Tony sono sempre molto interessanti e costruttive…Con o senza virgolette sei sempre il migliore!
      …ricordati che l’invidia però è una malattia molto diffusa…
      …Ma so che tu sei superiore anche a questo!
      un bacio

    14. Leggo note di invidia in questi commenti… ragazzi.. a chi non piace rosalio.. c’e’ cosi tanto da leggere nel web !

    15. La polemica è il migliore strumento per fare audience. Viva Palermo e Santo Rosalio!!!

    16. Ciao a tutti!!! Volevo innanzitutto complimentarmi con tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di questo blog… Finalmente qualcosa di bello da leggere su Palermo!!!! E poi… mi chiedevo il perchè di tanta acidità nei commenti da parte di qualche visitatore…. Non credo ce ne sia motivo… Credo che i commenti, anche negativi, possano essere molto costruttivi… purchè fatti con classe e stile e, soprattutto, con rispetto nei confronti delle persone che hanno lavorato in modo serio e impegnato alla realizzazione di un sito davvero importante per Palermo…
      Tony, non badarci… e ricorda sei eccezionale!!!! E… Continua così!!! 🙂

    17. “un progetto come questo merita di potere costruire e di avere una comunità sana che lo segua e che capirà che in certi casi un “antiparassitario” è il male minore”

      il solito snobismo di sinistra, che prevede di “imporre la virtù anche con la forza” (indovina chi l’ha detto?).

      i sani siete solo voi, gli altri sono quelli che non capiscono.

      invece di arroccarvi su posizioni antistoriche (oh ragazzi, sveglia! siete su internet, IN-TER-NET! non sul giornalino della parrocchietta) perchè non ci spiegate chiaramente quali sono gli obiettivi di rosalio?

    18. IO sarei di sinistra??? Mangiapane porta i sali per favore!

    19. Confermo che Tony Siino è di destra, almeno quanto D’Alema è di sinistra! (hehehe)

    20. Bravo Rosalio mantieni la linea dura…..e insegna a ‘STI TROLL a rispettare le regole di questo blog almeno…!!! Ma nn consentirgli di uscire allo scoperto è + divertente così
      W noi di destra.

    21. Tacciare Tony di crassa ignoranza è una grossa stupidaggine. Chi lo dice non lo conosce sicuramente, non ha letto l’articolo (che faceva un esempio legato ai gateway e lasciava un dubbio) e non sa nulla di quello che ha fatto (http://www.blogitalia.it ad esempio). Rosalio è un blog molto interessante e ha una formula innovativa e credo che faccia bene a cercare di mettere alla porta qualche idiota che pensa di poterci scrivere quello che gli pare senza seguire nessuna regola. Ciò è nell’interesse di tutti.
      Complimenti a tutti gli autori.

    22. l’IP non è molto conveniente.
      preferisco la Esso.

    23. ..e io..che mi ritengo un trollogrodita mi dovrei
      sentire stupido??? bha! impariamo ad ignorare e concentriamoci
      sulle cose di valore… se poi si ha tempo da sprecare!!!

    24. Tony di sinistra e’ la cosa piu’ bella che abbia letto da un po’ di tempi a questa parte. Complimenti.

    25. Complimenti comunque,
      il tema oggetto di questo post è molto vantaggioso per il blog: una valanga di commenti.La platea si accende.
      La bravura di un moderatore si vede anche da queste cose.

      ciao rosalìì

    26. ….Troll…???…..della serie rompi-blog??….purtroppo Toni ce ne sono dappertutto in giro per il web, gente che unn’avi chiffari…!..:))..
      molto interessante ROSALIO….l’ho linkato anche nel mio blog…;)
      un bacione

    27. NO alla censura.

    28. …che Tony fosse di destra ce lo siamo squarato da tempo, anche chi non lo conosce (come me), basta vedere come modera: non accetta assolutamente commenti negativi o non in linea con quanto affermato da autori e vari. E’ questo che pensa chi legge i messaggi col fatidico incipit ” COMMENTO RIMOSSO perché violava la policy dei commenti.
      Rosalio” (scusate le virgolette:)
      Se si lasciasse più spazio ai blogger sani di valutare chi isolare o meno forse i troll se non seguiti se ne andrebbero ad infestare un altro blog… non credete?

    29. Il punto non è questo. Ti consiglio una lettura più approfondita dei commenti. Ne troverai molti “negativi” o “non in linea” (quale linea?) che però ci sono perché non violano la policy.

    Lascia un commento (policy dei commenti)