lunedì 21 ago
  • Affamato sì, mica fesso

    Questa è successa un po’ di tempo fa. A Milano c’era la fiera dell’artigianato e si era sparsa voce che tra uno stand e l’altro ci sarebbe stata qualcosa da mangiare. Aggratiss, ovviamente. Così si è mossa in direzione fiera la piccola colonia palermitana in-continente (d’ora in poi pcp-inc), senza chiedersi cosa ci potesse essere di artigianale nel cibo a scrocco.

    La pcp-inc capisce di essere nel posto giusto quando, arrivata al piano mangereccio della fiera, vede una grossa freccia separare gli stand delle regioni del nord – targati “Italia” – da quelli siculi. Si fionda su quelli siculi come chi vaga alla ricerca della terra promessa e si ritrova subito circondato da odori familiari. Da più parti della Sicilia, gli espositori sono venuti qua a far assaggiare le loro meraviglie sotto forma di arancine.

    La dicitura “arancini” insospettisce la pcp-inc, da sempre convinta che una cosa così buona non può che essere femmina. Tuttavia un esponente della Colonia (non identificabile con il sottoscritto) decide di farsi avanti e porre la fatidica domanda all’uomo dietro il bancone:
    «Mi scusi, quant’è un’arancina?»
    «Tre euro».
    «Quanto?».
    «Tre euro».
    «C’ha po’ vinniri ai Milanisi a tri euro».

    Sorriso di comprensione dall’altra parte. Amaro digiuno da questa parte. Meglio provare con gli stand calabresi.

    Cassate da Milano
  • 13 commenti a “Affamato sì, mica fesso”

    1. arancina è femminile come stand 😉
      ma su sto blog lo staff latita? ci sono più autori ospiti che altro…

    2. Il femminile di stand è sicuramente Standa.
      Del resto il supermercato è un luogo dove gli stand sono tutti ordinati per categoria (casalinghi, generi alimentari, detersivi etc.)
      È stato facile, per chi ha inventato il nome Standa. Bella la creatività di una volta!

      Mi spiace dirlo ma purtroppo anche arancini si può dire.
      Un piatto ermafroditico ed afrodisiaco. Credo l’unico in Italia.

    3. Adesso che mi trasferirò pure io a Milano sto già pensando di organizzare uno spaccio clandestino di arancine a casa mia!…Io sono una brava cuoca di arancine!!!..La prima prova sarà gratis e poi avevo pensato al ragionevole prezzo di 1,50 euro cadauno/a..tanto per arrontondare un pò!
      che dite, potrebbe funzionare?
      😛

    4. Lo so che si può dire, purtroppo 🙂

      Maria Pia, giusto ieri ho visto una rosticceria che vendeva “arancini” a 1,50. devi proporrre un prezzo ancora più concorrenziale.

    5. uhmmmm ma si dai tutti a milano , mi sento nel dopoguerra con tutte queste partenze per ” Il continente” non so se ridere o piangere di una situazione così allarmante.

    6. Ragazzi io ho ovviato al problema le arancinE con la E maiuscola (e non ci sono caz.. che tengono),dato che mi trovo da un anno a Milano(sono dunque una pcp-inc) me le faccio spedire da un noto bar palermitano (non fritte) e poi me le magno alla faccia di questi orribili arancini che i milanesi spacciano per originali!Ma come si permettono!

    7. Se non vi piace Milano, i milanesi e il nord…un caldo consiglio….statevene a casa…d’altronde la Sicilia e’ bellissima perche vi ostinate a vivere in un posto che non vi piace?

    8. in realtà dalla Sicilia si scappa Elena.

    9. Se stiamo parlando della fiera dell’artigianato di Milano posso assicurare che gli arancini sono siculi(lavoravo nello stand sella sicilia). Si pagano molto perchè mangiare arancini originali a Milano è come pretendere di mangiare lasagne artigianali in Cina.Siciliani sempre un po troppo diffidenti..mattiamola così..pagate cara qui la vostra cucina e vi risparmiate un viaggio! p.s La fiera comunque fa schifooooo!!!!!!!!!!!!!

    10. l’arancina è femmina!
      a palermo è femmina.
      a palermo molti “generi” si scambiano rispetto all’italia.
      e qui rubo la scena al mio ragazzo – panormo-napoletano – che è moooOlto documentato su questo nostro “particolare” modo di cambiare il sesso alle cose.
      come l’arancina, LA filadelfia (formaggio spalmabile: philadelphia) è femmina.
      LA fagiola-pasta (fagioli borlotti, cucinati di solito con la pasta) è femmina.
      LA fagiolina (i fagiolini), di conseguenza è femmina.
      addirittura IL critical mass, lo abbiamo fatto diventare LA critical mass.
      Ed il mio ragazzo saprebbe arricchire di molto questo elenco.
      da qui si evince che: l’inglese è un’opinione, l’italiano è la lingua ufficiale, ma il palermitano è una lingua indipendente!

    11. ahahah! meraviglioso post!!! Ciao jenny-j! ma oggi rosalio è infestato dagli amici miei!!!

    12. Ed anche gli autobus a palermo sono femmine, la 101, la 107… e cosi’ via.

    13. Ed anche gli euro sono al femminile…fateci caso!
      Una arancina costa tre euro? E allora non pagarmi con cinque euro chè poi non ci ho LE DUE da darti di resto!

    Lascia un commento (policy dei commenti)