giovedì 24 ago
  • Attraverso le terre, il mare

    Insieme a Claudia Cincotta quattro anni fa in un giorno di classica disperazione palermitana in cui tutto tace e niente si muove, abbiamo avuto l’idea di mettere in piedi una notte di racconti, così è nata la prima notte al porto di Palermo e il successo è stato straordinario.

    Quello che ci ha colpite sin dall’inizio è la semplicità dell’evento: alcune sedie, delle piccole pedane e centinaia di persone che ascoltano.

    Infatti La notte dei mille racconti non è altro che una fiera di parole, dal tramonto all’alba, che mette in campo racconti su racconti, storie che si accavallano e s’intrecciano. È la costruzione di una piazza che di per sé è l’evento sonoro del racconto, una staffetta di letture, tra musica, degustazioni, presentazioni, piccoli fuochi. Dal tramonto all’alba si narrano centinaia di racconti mentre il pubblico si muove nello spazio circoscritto e può “viaggiare” da un racconto a un altro, seguendo i tracciati di una mappa. All’interno de La notte c’è una gara e collegandovi al nostro sito potrete trovare il bando che scade il 30 aprile.

    Dunque vi aspettiamo l’otto luglio dal tramonto all’alba.

    Ospiti
  • 6 commenti a “Attraverso le terre, il mare”

    1. Questa e’ una gran bella iniziativa. Come dicevo ieri fortunatamente a Palermo ci sta gente con idee originali e grande voglia di fare…oltre che preparazione. Complimenti alle due fanciulle!!

    2. Ops!!! Come mai l’anno scorso mi sono persa una così “magica” manifestazione forse perchè a Palermo mancava Rosalio?
      Sono troppo “lecchina” spero di no….
      e anche se fosse? Sono quantomeno sincera
      Bravi ragazzi bisogna ricordarlo che Palermo, la Sicilia sono anche: Poesia,Musica,Arte,Letteratura,Sport Cinema ecc. e che i siciliani “pur se con i loro tempi” si distinguono in tutto ciò che pensano e fanno(per questa volta vi risparmio gli esempi)
      Ora torno a lavoro che insieme alla cultura “nobilita l’uomo”) …..Buona giornata a tutti!

    3. Ho avuto la fortuna di assistere alle ultime due edizioni de “La notte dei mille racconti”, la trovo una bellissima iniziativa, molto intelligente ed utile per chi volesse avvicinarsi a questo mondo.
      Devo però ammettere che l’edizione di due estati fa, tenutasi presso la biblioteca di casa professa, è stata di gran lunga superiore rispetto all’ultima.
      Forse anche grazie al contributo organizzativo della libreria modus vivendi,durante quella manifestazione ho potuto assistere alla presentazione di libri molto interessanti, conoscere nuovi scrittori e ascoltare scrittori già affermati.
      Spero che questo evento possa crescere ancora qualitativamente, per il bene della nostra bella città
      Aspetto con ansia l’otto luglio.

    4. Ho assistito la scorsa estate alla seconda edizione di questa gradevolissima manifestazione. Penso che questa iniziativa, oltre a rappresentare un valido stimolo ad approcciare la lettura e la scrittura con rinnovato interesse, sia foriera di scoperte letterarie piacevolmente originali.
      Mi piacerebbe che quest’anno la lettura dei racconti, piuttosto che a semplici lettori, venisse affidata a degli attori. Affidare questo aspetto della manifestazione a dei professionisti renderebbe l’iniziativa più coinvolgente per gli spettatori e forse più appagante anche per gli scrittori.
      Complimenti agli organizzatori, che hanno saputo dare vita ad un evento culturale così invitante.

    5. rispondo a Bulgakov : chi ha letto i racconti, almeno nelle due ultime edizioni, erano attori professionisti… non so volevi forse Nando Gazzolo?

    6. Preferirei Elio Pandolfi.. è più il mio genere.

    Lascia un commento (policy dei commenti)