sabato 21 ott
  • Precisazioni

    Agenzia Italia (AGI) oggi ha diramato la notizia, ripresa da molti giornali, che a Palermo sono stati sequestrati 1300 kg di pane in vendita per le strade. Per precisione, il corrispondente locale dell’AGI ha aggiunto che i venditori abusivi erano inoltre del tutto sconosciuti al fisco.

    Palermo
  • 15 commenti a “Precisazioni”

    1. Ma era pane o… panetti?

    2. È chiaro no?
      se sono abusivi non pagano le tasse.
      Come dire che le case abusive non risultano al catasto.
      certo è che i giornalisti sono strani.

    3. Come dire, a Palermo tutto segue un Filone, appunto.

    4. Ma il problema è: chi è il/la corrispondente palermitano dell’AGI? Leggiamo un altra news diffusa e ripresa oggi dalla stessa agenzia: “sta bene la neonata trovata ieri sera, poco prima delle 21, in un cassonetto della spazzatura, alla periferia di Palermo. La piccola, di carnagione molto chiara, sarebbe italiana: dunque, appare escluso che sia extracomunitaria.” Primo, questo è razzismo, perchè si deve presumere che le madri extracomunitarie abbandonino più facilemente i loro figli? Secondo, è inesatto che tutti gli extracomunitari a Palermo siano di colore, ce n’è tantissimi con la carnagione chiara.

    5. “Una sola cosa mi meraviglia più della stupidità con la quale la maggior parte degli uomini vive la sua vita: l’intelligenza che c’è in questa stupidità”.
      da “Il libro dell’inquietudine” di Fernando Pessoa.
      In questo caso però la parola “uomini” la sostituirei con “giornalisti che affollano le redazioni dei giornali e gli uffici stampa dell’isola”.

    6. …e della penisola
      😉

    7. …della penisola senza dubbio. ma è solo in questa nostra amata isola che la disinformazione, elevata a sistema, e l’asservimento al potere assumono aspetti tragicomici.

    8. Pirandello si sarebbe fatto i bagni!

    9. …ad ogni modo, a pensarci bene, è solo un indecoroso pullulare di moscerini nemici della sintassi e delle buone letture, uno sbracato esercito di precari mascherati a dispetto del roboante titolo di cui indebitamente si fregiano (addetti stampa) e che, nel tentativo di unire il pranzo con la cena, hanno invaso le amministrazioni degli enti pubblici con il solo scopo di raggiungere l’agognato “posto fisso”, pronti a tirare prossimamente la volata al buon vasa vasa.

    10. Siete offensivi nei confronti dei giornalisti e degli addetti stampa che fanno bene il loro lavoro. Vi invito a non generalizzare.

    11. Nessun furore alla Kraus contro la categoria, per carità.
      Registravo solo uno strano fenomeno.
      E’ sufficiente andare un pò in giro per l’isola per accorgersene. Il ricorso generalizzato agli addetti stampa,in carenza di legislazione, senza l’ombra di una selezione e persino in comuni con poche migliaia di anime. E spesso con scelte non sempre le più felici.
      Chiedo. A cosa si deve tanta solerzia?
      A comunicare che i bilanci sempre più striminziti impediscono persino interventi di prima necessità?
      Ad addolcire la pillola al cittadino utente, tartassato da aumenti ici, tarsu e quant’altro?
      O semplicemente ad un processo di “modernizzazione” alla siciliana?
      Porre tale quesito equivale ad essere offensivi?
      E’ scioccante comunque ricevere rimbrotti
      da parte di chi crede nella libera circolazione delle idee.
      E quale miglior veicolo se non quello del blog?

    12. molto probabilmente il corrispondente palermitano dell’AGI è un incompetente. Probabilmente viene dalla scuola di Emilio Fede

    13. a volte ho l’impressione che la piega che prendono certi argomentì ad a.siini e gestori diano fastidio.
      Ma se si voleva fare una specie di INFORMA PALERMO si poteva dire…
      per chi non lo sapesse la rivista sopracitata è il periodico della Palermo immaginaria, dove scrivono tanti giornalistucoli che vengono dal GdS e hanno la coscienza che non ci può manco la candeggina…..

    14. Rosalio qualche post fa scrive: “Siete offensivi nei confronti dei giornalisti e degli addetti stampa che fanno bene il loro lavoro. Vi invito a non generalizzare”.

      Un commento a tal proposito ho postato e non ho generalizzato, ho particolareggiato, Non sono stato censurato bensì cancellato.
      Tra l’altro non ho fatto né nomi né tantomeno cognomi.
      In cosa ho sbagliato?
      Se mi posso permettere e non oso più di tanto, vorrei delle spiegazioni dal censore; sicché possa ravvedermi nei miei prossimi commenti.
      Mi scuso anticipatamente qualora la mia richiesta possa, in qualche modo, ledere l’attività del blog.

    15. Vi invito a non fare commenti fuori tema. Totò il tuo commento è stato rimosso perché contrario alla policy dei commenti. Sarò lieto di darti tutte le spiegazioni per e-mail. Qui sarebbe off-topic.

    Lascia un commento (policy dei commenti)