giovedì 23 nov
  • Forza Zoro

    Ci sono voluti tre mesi e un piccolo, sconosciuto, paesino del Salento. Dopo il “no” sdegnato del sindaco di Milano e l’indifferenza della Sicilia. Alla fine a Cursi, in provincia di Lecce, qualcuno ha pensato che il gesto di Marc Zoro contro i tifosi razzisti dell’Inter che lo insultavano, meritasse un riconoscimento. E così da oggi Marc, difensore centrale del Messina e della Costa d’Avorio, è cittadino onorario di questo centro pugliese. «Sono felice ed emozionato, per un gesto che mi ha colpito profondamente e che voglio che sia trasmesso ai più piccoli, come questi bambini che ho di fronte, perché loro un domani, capiscano che nel c’è solo una razza e un colore, quello dell’umanità», ha detto Zoro commosso nell’aula del Consiglio comunale. «È un gesto che non potrei più rifare — ha poi proseguito il difensore ivoriano — perché non fu programmato ma estemporaneo. Da allora credo che qualcosa un po’ sia cambiato negli stadi nei confronti di noi giocatori di colore. Ricordo ancora gli applausi allo stadio di Treviso, considerato uno dei più a rischio razzismo. Forse si è incominciato a capire che il calcio è un fenomeno che unisce e non deve dividere».

    In una terra nella quale i movimenti autonomisti si alleano con la Lega di Calderoli, l’intelligenza del mio amico Marc merita attenzione e rispetto. Non dico che qualcuno potrebbe spingersi a candidarlo alle elezioni, ma visto chi ci andrà a rappresentare, una persona come lui non sfigurerebbe affatto. Anzi, ne sovrasterebbe tanti. E non solo per l’altezza.

    Ghiaccioli...online!
  • 7 commenti a “Forza Zoro”

    1. Grazie Lucio per avermi segnalato questa notizia, e ricordato il gesto di Zoro. Tutto giorno radio, tv, giornali hanno detto che bisogna proteggere i “grandi campioni”. Non avevo ancora sentito il nome di Marc.
      Ci volevi tu.

    2. Molto bella la lettera che hai pubblicato in “Ghiaccioli all’arancia”, quella sui “dipendenti” Diego Cammarata e Salvatore Cuffaro!! Ho riso per mezzora… prima di piangere per la triste realtà che descrive… Se ci sono le risposte che attendiamo, ma ne dubito… le pubblichi anche qui??? Grazie!!

    3. se arrivano risposte… le pubblico… ma temo che nessuno risponderà

    4. Che diceva questa lettera? Dove si può leggere “Ghiaccioli all’arancia” online? Non compro repubblica ogni giorno…

      Ne approfitto per i complimenti a Lucio, è un raro esempio di giornalista sportivo che scrive cose divertenti e mai banali!!!! Lontano dalla massa!!!

    5. Ghiaccioli all’arancio (e non arancia… è il classico urlo di battaglia dei ghiacciolari allo stadio) esce sempre il martedì e il giorno dopo di tutte le partite del Palermo… per esempio, la prossima puntata esce domani… segnalo a chiunque fosse interessato che sul sito http://www.palermo.repubblica.it/speciali/ghiaccioli/index.html
      ci sono tutti quelli di quest’anno e dell’anno passato… così faccio un po’ di markette pure io…
      Grazie Anna Maria, sei troppo gentile

    6. lucio, ti segnalo una novità da stadio. il classico ghiacciolaro, in qualche caso, in gradinata, invece di urlare “ghiaccioli all’arancio…u sapuri ru gol” adesso urla: “connetti…connetti…connetti gelato…connetti”. Ghiacciolaro multimediale?

    7. Secondo me dovremmo fare più casino… quelli se ne vanno a Barcellona e Praga con i SOLDI NOSTRI. E’ vero che così non fanno danno qui (io pagherei per tenerli sempre a praga quei due), ma mi sembra una magra consolazione. Non è possibile farsi le trasferte a spese dei cittadini!!!!!!! C’è un limite a tutto, questo è indecente!

    Lascia un commento (policy dei commenti)