giovedì 24 ago
  • Un venerdì nella “Palermo bene”

    Venerdì ho fatto una full-immersion in tre eventi della “Palermo bene” e ve la voglio raccontare. Ok, ho detto “Palermo bene” però trovo questa espressione vagamente razzista (nel senso estensivo dell’aggettivo) e classista all’incontrario (se usata con livore). Giusto per capire di che cosa si parla.

    Si parte da Hanami, il ristorante global dell’Antica Focacceria San Francesco (via A. Paternostro, 56). Il cuoco cinese Taco prepara sushi e tempura, ma anche piatti tipici dell’Africa del sud, del Messico, dei Caraibi, dell’Argentina, degli Stati Uniti, della Thailandia, dell’India e della Grecia come la zuppa di zucca, l’unagui don, l’anguilla arrostita in salsa teryaki e servita su un letto di riso, la t-bone steak o il pollo alla pueblana. Il tavolo centrale è ricavato da uno dei battenti originali della focacceria che è aperta dal 1834 e si prenotano le singole sedie per mangiare gomito a gomito con altri avventori. L’occasione è la presentazione de La Dolce Vita 2006, evento per la promozione dell’italian style a Londra in cui sarà presente uno stand della Regione Sicilia con prodotti siciliani. C’è poca gente e qualche problema con le bacchettine per il sushi, che notoriamente non è “schietto” o “maritato”.

    Ci spostiamo alla concessionaria Audi per la presentazione della nuova Q7. A parte il fatto che il motore è minimo un 3000 e mi viene da pensare al dispositivo antiparticolato omologato, la presentazione è fatta molto bene: vino bianco delizioso, luci soffuse, Mauro Tre al pianoforte e Kumi Watanabe (cantante che collabora con Franco Battiato) che canta. A un certo punto irrompono le ballerine/ladre dell’Associazione Stage Centro Danza di Caterina Girgenti con le calzamaglie e le torcie e cominciano a girare danzando intorno alle due Q7 ancora coperte fino a svelarle. La presentazione è a cura di Anna Burgio che sa decisamente fare il suo lavoro; ad altre presentazioni mi ero annoiato e avevo trovato il tutto molto banale. Paradossalmente il fatto che quasi tutte le cose che faccia funzionino sembra spiegare le cattiverie che ho letto nei commenti ai suoi post: invidia?

    Fine serata alla Tonnara Florio al Disco Wine Party di Sicilia en primeur 2006. Beviamo un Regaleali bianco dei Conti Tasca d’Almerita buonissimo. Quasi mi commuovo alla vista dei produttori di vino siciliano in grande difficoltà nel destreggiarsi con le lingue straniere, visto che qui di italiani ce ne sono davvero pochi. Il cibo siciliano offerto è molto apprezzato dagli ospiti. Una cinese attentissima consulta il depliant con i vini, controlla tutto, prende appunti e mi fa pensare che se i produttori siciliani non faranno molta attenzione alle politiche dei prezzi i vini californiani e cinesi tra qualche anno distruggeranno la supremazia del vino siciliano.

    La prossima volta mi faccio i dreadlock e vado a fare il reportage da via Candelai, forse.

    Per questo post non sono state ricevute mazzette e non è stata maltrattata nessuna figlia-di-papà.

    Palermo
  • 35 commenti a “Un venerdì nella “Palermo bene””

    1. ..no comment…..

    2. Siino dopo un venerdì nella PALERMO BENE NON POTEVI NON ESSERE NELLA PALERMO DI FONDO PATTI (PALAZZETTO DELLO SPORT) A FARE LA CLACK AL TUO PRESIDENTE.
      Che fine settimana memorabile!
      Tu si che sai parlare di Palermo, che sai cogliere a pieno i rumors di questa città!

    3. maria che braaaaavo questo “reporter” !!!
      Sei sprecato in questa città irriconoscente!!!
      Con la sua stoffa potresti gravitare nella frizzante big apple o nel mondo al vetriolo di MTV (jackass)!
      Tony ma chi ci fai mPaliaimmu ?
      U bigliettu tu facemu nuatri….

    4. Cominciavo ad avere il vago sospetto che questo blog si nutrsse della sindrome di Opinion Leader(un mito in tv) adesso e’ una certezza.Bravo Siino una bella ca*ata sulla rete….
      mentefredda

    5. Un eccellente reportage dell’ottimo Tony in sinergia con l’altra mente pensante di Rosalio, Anna.
      100 di questi post!

    6. Palermo bene? Esiste?

    7. boh… praticamente è un reportage del nulla, completamente vuoto. Vuoti gli eventi, vuoto il narratore.

    8. …toni, è tutta invidia…i ragazzi qui si rodono da morire perchè loro a questi eventi mondani non sono stati invitati!!!
      …Io ironizzo ovviemnte ma mi chiedo come mai tanto accanimento per un normalissimo post…Siamo alle solite..tutti pronti a criticare con la presunzione che ciò che per noi è poco interessante deve essere poco interessante anche per gli altri…
      Rosalio è il mio blog poliedrico preferito…ci sono post che proprio non mi interessano e che non leggo, ce ne sono altri che invece mi incuriosiscono e leggo con piacere…
      …Esiste la libertà di espressione del pensiero ed esiste la liberta di leggere quello che ci pare…
      Tonuzzo…non ti curar di loro…sei u megghiu!

    9. Invidiare chi partecipa agli eventi palermobene? hihihi Per quanto mi riguarda, trovo l’argomento patetico per le stesse ragioni di fondo che ho marginalmente accennato nei miei post sul ttrraffico. Bentinteso: l’argomento, non il redattore del post. Patetico però non vuol dire poco interessante, anzi! Me lo sono riletto un paio di volte. Mi sovvengono antiche pulsioni antropologiche accantonate per far posto a più prosaici interessi hitech. Non essere razzisti o classisti è un dovere che può costare un immane sforzo 🙂 In fondo esistono subculturee pseudoevolute in ogni parte del mondo, perché non anche a Palermo? Saluti

    10. Scusate, per quanto mi riguarda il caro Tony (non ci conosciamo, ma visto i posti che frequenti e che conosci solo tu, sarai “caro” senz’altro)può partecipare a tutte le iniziative “bene” della nostra bene-amata città per-bene senza che la mia vita subisca traumi irreversibili; non capisco, però, l’alternativa dreadlook per andare ai candelai. Puoi andarci tranquillamente anche col taglio fashion o con le mash o rasato, lì nessuno criticherà il tuo taglio al massimo ti piglieranno per il c**o. Siamo alla frutta e ancora non s’è capito… Santa Rosalia aiutaci tu!

    11. ma cos’è uno scherzo?e poi perchè il reportage ai candelai lo farai,forse??che tristezza!!che ottusità!!Spero che tu e MariaPia convoliate a giuste nozze,ovviamente il trattenimento va fatto nell’incantevole cornice di Villa Igea,noblesse oblige…

    12. Villa Igea???
      Zio Silvio si offende se non facciamo tutto ad Arcore!!!
      =)
      PS:…vi rendete conto di aver montato una polemica per nulla???!!!

    13. potresti anche farti un giro allo zen2, al cep, bonagia, borgo vecchio, noce… vai vai… vedi come vive la gente ….

    14. cucì, non avranno pagato te per fare il reportage ma tale Anna Burgio…che è l’autrice di quale blog? (Ma in considerazione che bisogna pur vivere meglio lei che altre….se poi è brava come dici).
      A parte questo non trovo nulla di male a riferire dei “Venerdì nella Palermo bene” a parte che si parli anche anche di quello che accade in via Candelai, allo Zen , al cep etc etc, senza ma e senza forse……., così informerai me e tanti altri che dicono di saperlo (anche se sono sicuro che nemmeno sanno dove si trovano questi quartieri)

    15. …Io conosco molta gente dello zen, del cep e di bonagia…e vi assicuro che fanno le stesse identiche cose dei ragazzi di palermo centro…vi dirò di più…nella mia comitiva l’unica che vive in centro sono io!

    16. montare una polemica per nulla???!!!
      ehhh ehhh ehhhhh ehhhhh….
      Visto che gli argomenti di carattere culturale (settimane scientifiche e mostre artistiche varie) su Rosalio non attecchiscono perchè si leggono un paio di interventi, il Siino deve far svampare la discussione e le partecipazioni su qualche argomento, se no’ Rosalio rischia di appassire e così monta reportage sulla palermobene, luoghi chic e fimmini pittati (si mummia pure le cinesi intenditrici di vino!!! …. ma almeno ti ci ‘ntricasti cucì?).
      Fateci caso, quando gli ultimi argomenti postati non riscuotono ampia partecipazione ecco che l’alta direzione provvede con argomenti che possano infiammare gli animi!
      Cara Maria Pia altro che polemica per nulla: Quà ALTA STRATEGIA SIINIANA C’E’!!!!!!!!! Conosce bene le dinamiche del blog: questo bisogna riconoscerlo!!!
      Sfortunatamente per lui la maggior parte degli interventi arrivano da un pubblico non molto centrodestroide e quindi si kafudda a go-go. Solo qualche graziosa creatura trova fiori da lanciare all’eroico reporter palermitano del venerdì sera.

    17. Ho letto con attenzione i commenti e non ho voglia di polemizzare, pur sapendo che se ribattessi a ogni commento che non condivido probabilmente l’audience del blog si alzerebbe.
      Il mio fine è quello di potere liberamente dire quello che penso e continuerò a farlo, qualunque cosa accada. Nessuno di noi viene obbligato a leggere il blog né un post in particolare e a me i commenti screanzati, cospirazionisti o ideologici fanno sorridere. Finché rispettate la policy siete liberi di farli e io non mi offendo mica; rido. 🙂
      Secondo me raccontare Palermo, tenendo conto di tutti i punti di vista, è *anche* parlare di “Palermo bene” (provocatoriamente la chiamo così), che piaccia o meno.
      Infine preciso di non avere “cuci'” nel mio pedigree. 😉

    18. ….devi essere pronto al “cucì” volante e ripetuto se vuoi andare in via candelai x il prossimo reportage !!!!!
      Se levi Tonnara Florio, Villa Igiea, La Cuba, Country Club, e qualche clubetto dalle parti di via DeGasperi-Strasburgo et similia… chi t’arresta ? A Palermu ri i “cucì”….. !!!!!!
      I cucì sono sempre in agguato…….(cucì na sigariatta l’hai? – cucì ki ura è? …..).
      A Palermo possiamo organizzare “il grande cucì”, invece del grande fratello, te l’accolli Tony, con selezione del personale su Rosalio. Mi sembra TOCA come idea, ci facciamo entrare un po’ di persone della palermo bene e un po’ della palermo male (x PAR CONDICIO!!!). Un esperimento esplosivo! Con un bel po’ di sponsor ce la possiamo fare. Nchiuemu i picciotti rintra na villa a FONDANFOSSI e ghittamu a chiavi. Quattro telecamere e trasmettiamo in un canale spasciato palermitano che ci ho un amico che ci puo’ aiutare (nisciu a simana passata i l’Ucciaiudduni).
      Fammi sapere Tony!
      IL GRANDE CUCI’

    19. Questa non è male. 🙂

    20. lo sapevo che ti piaceva !!!
      Questo dimostra che sei un picciotto di bella !!!

    21. Ma se uno non appartiene alla Palermo male allora appartiene alla Palermo bene?

    22. naturalmente il posto di conduttrice del “grande cucì” mi sembra ovvio che spetti alla mitica Burgio!!!!!
      I personaggi eliminati verranno accompagnati da FONDANFOSSI allo studio televisivo rigorosamente in LAPA (con adesivi della nuova Audi x sponsor nelle sponde laterali).
      Il vino per allitrarsi nella villa del grande cucì lo possiamo scroccare a una ventina di aziende siciliane che se l’accollano a volo (io nni canuciu na pocu).
      I ragazzi del grande cucì avranno alcune prove impegnative da superare: mangiare frittola a colazione in 1 giorno, carcagnolo a pranzo in un altro e musso a cena in un altro ancora.
      Altre prove consisteranno nell’abbannio del pescivendolo e fruttivendolo con una giuria in studio composta da rappresentanti della categoria selezionati nei mercati di ballarò e capo.
      Altre Prove di coraggio: mangiare un melone sano ed emettere rutti da urlo cercando di cantare canzoni.
      Poi si possono organizzate altre cose un po’ piu’ fini dove i palermitani grezzi si dovranno impegnare un bel po’ (non me ne vengono in mente perchè sono della latata piu grezza). Così a turno si ride tutti.
      Insomma una traccia del programma giusto per iniziare a discuterne…….
      Ma la cosa affascinate è costituita dal fatto che ci mettiamo dentro (staff organizzativo e personaggi del grande cucì) gente di ambedue le palermo…….
      così rompiamo una volta per tutte questi inutili confini e parliamo definitivamente ed esclusivamente di PALERMO.

    23. Cuciiì! Mi piaiciu assai a t’o pinsata. Fozza Paliemmu ora e ppì siempri tasciuna! Evvai ki stigghiOlaaaa!!! nNa vasata d’u zu Piddu.

    24. facciamo chiarezza, Anna burgio fa bene il suo lavoro come altre mille persone fanno bene il loro lavoro.eh punto
      che palle che in qualsiasi blog o argomento ci sia un riferimento a lei? pure gli autori ci si mettono?
      ma invidia di che?
      lasciamo stare e parliamo di altro
      sostanza invece che apparenze.
      grazie

    25. Se vado a mangiare stigghiola dallo stigghiolaro della strada appartengo a una classe sociale bassa?
      Ma se le stigghiola sono offerte alla Cuba e me le mangio appartengo alla palermo bene?

      Se un mio collega di periferia mi segnala un milzaro corna dure in periferia questa segnalazione può comparire su opinion leader nella rubrica Palermo in quindici bancarelle?

    26. allo zen ….si fanno i ca… della loro squadra, quindi lasciamoli stare!
      al country puoi andare a vedere la partita del palermo e i cocktails…. sono a tre euro….
      anna burgio è brava e forse la versione mediterranea di a. marcuzzi….
      INVIDIOSI E COMPLESSATI
      bisogna sapersi muovere, ragazzi!

      “e passo al bar dei gran minchioni,
      riparto in corpo tre negroni…..”
      incantevole vinicio

    27. allura…. isati a manu cu s’accolla a partecipare al grande cucì, proponete ruoli (nella villa a FONDANFOSSI o allo studio televisivo e nella logistica). Organizziamoci …e per l’estate si puo’ fare !!!!
      Dai che ci divertiamo un po’ e a finemu cu sta schifiu i morale, invidie e fissarie varie pi discursi i tri sordi…
      Addivirtemunni….

    28. X Tony Siino :
      mi spighi cosa significa avere ( o non avere come nel tuo caso )cucì nel proprio pedigree? Ammetto la mia ignoranza ….. è qualcosa che mi sfugge e spero non ci sia niente di male in questo.
      QUANTO A “CUCI'” e “GRANDE CUCI'” SE SIETE CUCI’ DI TONY SIETE ANCHE MIEI CUCI’ …. QUESTO E’ SOTTOINTESO.
      Infine concordo che occorre raccontare Palermo sotto tutti i punti di vista e non fare solo del disfattismo di comodo, tanto caro ai denigratori della città.

    29. scusate..chi è annaburgio?

    30. …tony c’è riuscito…magari userà le vostre reazioni per qualche bel seminario presto in onda nelle nostre aule universitarie…
      ah…e magari “fagociterà” la vostra idea del grande cucì…è troppo interessante e creativa…ciao

    31. ohhhhh stam’attenti !!!!!! Un babbiamu cu i cosi seri!!!
      Se “grande cucì” si farà io ci voglio essere!!!!
      perbacco…. l’idea a me è venuta !!!!
      Non voglio il copyright, un minni futti nenti ri sti cosi da mondo capitalista! Ma almeno panza e prisenza!!!!
      Uomo avvisato ……..
      un ti fari i cosi a sulu o aumma aumma cull’amici to, pikkì tutti cosi ti sconsu, ovunque tu possa organizzare ti vegnu a trovu ca a me lapa carrica i cani i bancata riuni i tri ghiorna!!!
      Quindi serietà e niente pighiati pi fissa. Sono sicuro che ci divertiamo tutti, finulicchi e tasciuna, realizziamo un operazione mai vista prima, epocale e tutti un giorno la potremo raccontare ai nostri figli come un avventura DOP, a denominazione di origine palermitana !!!
      saluti a tutti l’amici di Rosalio

    32. uhm..vorrei proporre in sequenza il “Grande Cumpà”….

    33. Molto interessante. Farei un servizio sui 40 enni che ancora vanno alle feste universitarie

    Lascia un commento (policy dei commenti)