mercoledì 23 ago
  • Arrestato il deputato Mercadante

    Giovanni Mercadante

    Giovanni Mercadante, primario di radiologia all’ospedale Civico di Palermo e deputato regionale appena rieletto per Forza Italia, è stato arrestato ieri. Il nome di Mercadante sarebbe comparso più volte nelle intercettazioni che hanno portato in carcere molti boss palermitani negli ultimi mesi. È accusato di aver favorito Bernardo Provenzano.

    L’ordine di custodia cautelare in carcere è firmato dal gip Maria Pino ed è stato richiesto dal procuratore aggiunto Giuseppe Pignatone e dai pm Maurizio De Lucia, Michele Prestipino, Nino Di Matteo e Domenico Gozzo.

    Sicilia
  • 6 commenti a “Arrestato il deputato Mercadante”

    1. Che goduria!Si inizia a ragionare!Chi sarà il prossimo?

    2. Questo è stato uno dei maggiori fautori dell’imbrattamento delle mura palermitane a mezzo manifesti elettorali!

      A quanto sembra la carta è la sua specialità: pare se la cavi anche coi pizzini 🙂

    3. Sicilia: una Regione in buone mani..Arrestato Consigliere di Forza italia «Uomo di Provenzano»
      Arrestato nel pomeriggio di lunedì 10 luglio 2006 il deputato regionale di Forza Italia, Giovanni Mercadante.
      L´accusa è pesante, anzi pesantissima: associazione mafiosa per «costituito un punto di riferimentoper la cura degli interessi del boss Bernardo Provenzano, nel periodo della sua latitanza».

    4. Senza parole.

    5. Non fa onore alla Sicilia, ancora una volta mafia e politica si incrociano, anzi si incasellano…
      Ciao Ravazzata

    6. Beh non vedo quale sia la novità …
      Purtroppo tutti gli sforzi fatti da noi vengono comunque resi vani dall’organizzazione mafiosa che con i propri tentacoli riesce sempre ad essere al vertice del potere .
      Pensate che non ci siano altri politici “d’onore” che in questo momento hanno delle cariche istituzionali di rilievo ?
      Se pensate veramente che non ce ne siano mi sa che appartenete anche voi ai poveri illusi che credano veramente che la Sicilia stia cambiando .
      Le cose sono sempre le stesse , cambiano le facce , i nomi ed anche i modi in cui vengono commessi i fatti delittuosi ma la
      sostanza è sempre la stessa .
      Sicilia ( purtroppo ) = Mafia .
      Come al solito ci sarà chi in questo momento dirà che non si puo’ generalizzare ed io concordo … e concordo in pieno … ma un dubbio più che lecito qualcuno deve pur togliermelo da dove arrivano i voti a volte di misura sconcertanti anche il 70% !! che servono ad eleggere i nostri politici facenti parte “Alla banda del pizzino” ?
      Siamo noi a votarli e a dargli forza … e quindi usando una frase tipicamente palermitana ( i puritani mi scusino )
      Che minchia vogliamo ?
      Il tempo passa ma le cose non cambiano
      Luca 30 Palermo .

    Lascia un commento (policy dei commenti)