venerdì 18 ago
  • Palermo Campione d’Italia di tennis over 60

    Una piccola gioia sportiva per noi palermitani si aggiunge a quella storica di ieri sera: Palermo è Campione d’Italia di Tennis, nella categoria over 60. La squadra palermitana, formata da Antonio Ardizzone, Paolo Lazzari, Peter Pokorny, Enrico Piacenti, Giorgio Rorhich, Salvo Scalia e Bepi Zambon, ha conquistato il Titolo Italiano ed ha fatto gli onori di casa, ospitando le tre squadre semifinaliste ad una cena a bordo piscina, al Circolo del Tennis Palermo e ad una cena esclusiva nelle terrazze della casa del direttore del Giornale di Sicilia Antonio Ardizzone, nel cuore del centro storico. Tra i presenti, alcuni presidenti dei circoli tennistici più prestigiosi di Palermo, giornalisti e naturalmente tanti sportivi. La cena a base di pesce (molto finger food) ottima come ogni anno, era accompagnata esclusivamente dal vino bianco, prodotto nelle campagne dei padroni di casa e da champagne.

    Palermo
  • 19 commenti a “Palermo Campione d’Italia di tennis over 60”

    1. Penso che queste sciocchezze interessino soltanto te…
      SMETTILA prova a lavorare seriamente.

    2. Mi spiace ma devo concordare con “Toti”
      Queste cose non interessano a nessuno .
      Usiamo questi spazi per cose piu’ interessanti .
      Ciao

    3. finger fooddddd???????

    4. Toti ed essi i contenuti li decideremmo noi, se permettete. Qualora voleste suggerire dei temi li valuteremo.

    5. Scusatemi ma il mio intento non era assolutamente quello di essere offensivo nei confronti di nessuno .
      Ho criticato forse in mal modo un articolo redatto in questo spazio .
      Penso che Rosalio sia uno spazio veramente importante per Palermo e quindi vorrei sempre vedere il meglio sopratutto nei contenuti .

    6. Il mio ruolo è contemplato tra le figure che raccontano la città in questo blog, perchè il mio è uno dei diversi punti di vista attraverso il quale è possibile leggere la realtà palermitana. rosalio è anche questo. palermo è anche questo. non c’è niente di male a considerare anche l’aspetto mondano e più leggero di Palermo, fatto di feste ed eventi. è giusto che ci sia spazio per le notizie importanti, a volte pesanti, ma anche per quelle focalizzate su divertimento e intrattenimento. essi: se dici che “rosalio è uno spazio importante x palermo” ne deduco che sei abb. legato alla tua città. se ciò è vero, mi chiedo come mai non tu non riesca ad essere orgoglioso che la nostra città abbia vinto il titolo italiano. tra l’altro siamo arrivati primi per tre anni di fila, abbiamo vinto gli europei l’anno scorso e in questi giorni la squadra si trova a salisburgo per disputare per la seconda volta i campionati europei. Il nostro è uno squadrone. per vostra informazione siamo le teste di serie n. 1 degli europei. toti: non mi sembrano questi i toni giusti ed educati con i quali ci si rivolge ad una signorina che non si conosce. Farò una buona azione: il prossimo post lo dedico a te: avrà come oggetto l’ABC del galateo e della buona educazione. Mai sentito parlare di netiquette? in bocca al lupo ai Campioni d’Italia!!!

    7. Sperando di non offendere nessuno..
      Vedi cara Cristiana, non ci sarebbe nulla di male a considerare “l’aspetto leggero e mondano” se Palermo fosse una città normale e non una delle ultime nella graduatoria della qualità di vità.
      Percepisco quindi che molti lettori di questo blog sono più propensi a stimoli che sveglino i palermitani dal torpore e che li spinga a indignarsi che non a compiacersi di qualche banalità.
      D’altra parte quando la nave affonda cè sempre qualcuno che continua a ballare….!

    8. Quindi se ho ben capito, ad esempio, se qui si fanno 500 post sulla mafia Palermo si sveglia dal torpore e la qualità della vita s’impenna, giusto? 😛

    9. non vorrei ripetermi ma mi costringete. non è il compito ESCLUSIVO di rosalio e non è il mio compito in particolare dentro questo blog dare “stimoli che sveglino i palermitani dal torpore e che li spingano a indignarsi”. questo blog è stato concepito in un modo da contemplare diverse anime dell’informazione. datevi pace. non è monotematico. chi è più propenso verso i post che riguardano la vivibilità di palermo e argomenti simili, è libero di “bypassare” i miei. rosalio non è la versione palermitana del blog di beppe grillo. non so se ve ne eravate accorti… non è (solo) un blog di denuncia. può essere ANCHE questo. ma di per sè è un’altra cosa. ci sono persone a cui possibilmente non frega niente di informarsi sulla vivibilità della città, e il bello sta nel fatto che un argomento non esclude l’altro e che c’è spazio per tutti. senza offesa, mi sembra un atteggiamento un po’ moralista, bacchettone e rigido.

    10. … boh!

    11. Concordo pienamente con Cristiana.

    12. Dissento completamente dai primi due. Su Rosalio ho pubblicato un articolo in due parti sul termovalorizzatore di Bellolampo, documentarmi mi è costato tempo e fatica perché non è la mia materia e non conoscevo l’argomento. Pensavo che ai lettori di Rosalio, massimamente palermitani, interessasse sapere come sarà il cielo sopra Palermo tra qualche anno, ma l’articolo non ha ricevuto neanche un “grazie ma sapevo già tutta la storia”. Cristiana Rizzo ha diritto a pubblicare i suoi articoli leggeri e Rosalio è un blog trasversale ma in ogni caso non val la pena andare oltre. Altro che spazi per cose più interessanti! Senza orgoglio.

    13. Che si abbia diritto di scrivere articoli leggeri o no, mi sembra la scoperta dell’acqua calda. Che i lettori abbiano comunque il diritto di giudicare quello che leggono più o meno interessante mi sembra altrettanto sacrosanto. (mi si consentirà di non avere alcuna emozione nell’apprendere che Palermo ha i campioni di tennis over 60? )

    14. A non emozionarsi siamo in due. A Palermo sono garantiti tutti i diritti, non solo quello di giudicare un articolo più o meno interessante: di trasformare una strada del centro commerciale (Via Laurana) in una discarica oppure di bloccare per ore altri cittadini con la propria auto in doppia fila senza temere interventi dei Vigili Urbani (altre priorità!), per non dire di Mondello su cui non c’è più niente da dire etc etc. Se non è interessante neanche la composizione dell’aria che respirano e dell’acqua che bevono, mi chiedo cosa è interessante, per i palermitani. Non è una questione personale: magari qualcuno avesse scritto “Articolo orribile, notizie preoccupanti”! La mia conclusione è che questa è una città intrisa di morte, a dispetto della sua apparente solarità. D’altra parte il simbolo mitico di questa città è il Genio di Palermo, una raffigurazione saturnina: Saturno divora i suoi figli. Pertanto sono felice che gli over 60 palermitani siano diventato Campioni d’Italia: i figli non se li è mangiati tutti 🙂

    15. Magari se ci fosse limitati a dare le lieta novella senza lanciarsi in una delirante panegirico sulla meravigliosa casa ed il buonissimo vino e l’eccezionale pesce non si sarebbe scatenata la polemica. Della dorata vita di Ardizzone francamente chi se ne frega?

    16. Stanton scrive:
      #

      Della dorata vita di Ardizzone francamente chi se ne frega?
      Cristiana Rizzo scrive:
      18 Luglio 2006 alle 14:26

      …invidioso?

      Cristiana con il tuo diritto di replica avevi fatto il tuo dovere rispondendo in maniera garbata ed abbastanza intelligente ma con questo commento fatto su Stanton sei stata abbastanza cafona e non venirci a parlare di netiquette poi …

    17. complimenti per il senso dell’umorismo… ragazzi RILASSATEVI!

    Lascia un commento (policy dei commenti)