giovedì 23 nov
  • Palcoscenico Palermo

    È stato presentato stamattina a Villa Niscemi da Diego Cammarata il programma di Palcoscenico Palermo – Musica e teatro nelle ville, sul mare e sul monte organizzato dal Comune di Palermo. Il contenitore di manifestazioni teatrali e musicali si affianca a Kals’art, durerà 47 giorni, dal 10 agosto al 27 settembre e comprenderà 40 spettacoli teatrali, 41 concerti e 9 performance miste tra musica e arti visive. I luoghi della manifestazione, scelti con l’intento di «esportare e decentrare i contenuti di Kals’art in giro per Palermo», saranno il Giardino della Zisa, Villa Pantelleria (bene sequestrato alla mafia e recuperato), la Città dei Ragazzi, Mondello, Sferracavallo e Monte Pellegrino.

    Villa Pantelleria

    Le rassegne inserite in Palcoscenico Palermo sono sei. Parco Villa Pantelleria Teatro Festival (a Villa Pantelleria, vicolo Pantelleria, dal 20 agosto al 25 settembre; spettacoli alle ore 21:00, costo del biglietto 3 euro fatta eccezione per i sei spettacoli di teatro nazionale a 7 euro) porterà sulla scena 27 spettacoli su Palermo con attori e registi palermitani (tra cui Stefania Blandeburgo, Luigi Maria Burruano, Pino Caruso, Giacomo Civiletti, Lollo Franco, Ernesto Maria Ponte, Toni Sperandeo e Sergio Vespertino) e sei spettacoli con Antonio e Michele, Lello Arena, Giovanni Cacioppo, Paola Gassman, Valentina Persia e Max Pisu. Il direttore artistico è Lollo Franco e gli spettatori saranno accolti in abiti settecenteschi; il parco della villa verrà aperto anche di giorno. Alla Città dei Ragazzi (via Duca degli Abruzzi, 1; spettacoli alle ore 17:30) sono previste sei pièce sul tema del degrado ambientale per bambini e ragazzi tra il 23 agosto e il 27 settembre.

    La Zisa

    Al Giardino della Zisa (piazza Zisa) ci saranno due rassegne: Profumo di jazz alla Zisa (dal 18 al 23 agosto, a cura di Sergio Munafò) e Suoni della città (dal 24 agosto al 6 settembre, a cura di Dario Sulis). La prima rassegna conta otto concerti con nomi come Anna Bonomolo, Diego Spitaleri e Gaetano Riccobono. La seconda comprende 13 concerti musicalmente molto eterogenei. Fuori rassegna canterà Aida Satta Flores e dal 29 agosto al 6 settembre in Le terrazze della Zisa (dalle 23:00) sono previsti dj set, workshop, liveset ecc. L’ingresso è libero.

    Al molo pescatori a Mondello (dove sarà allestito un palco ispirato al transatlantico Rex che portava i siciliani a Ellis Island), alla villa a mare a Sferracavallo e al piazzale del santuario di Santa Rosalia a Monte Pellegrino si svolgerà la rassegna Rex Sud Festival – Meridionali (dal 10 al 23 agosto), con diciannove concerti (tra cui quello di Enzo Gragnaniello e del giovane e famosissimo sassofonista Francesco Cafiso) uno spettacolo teatrale e quattro incontri con uomini di cultura e giornalisti sul tema dell’emigrazione verso gli Stati Uniti. Tutte le serate saranno presentate da Marcello Mordino. L’ingresso è libero.

    Cultura e legalità sono quindi i temi che caratterizzano Palcoscenico Palermo insieme alla forte presenza di artisti palermitani.

    (crosspostato su Palermo24h)

    Palermo
  • 17 commenti a “Palcoscenico Palermo”

    1. prima di pensare ai divertimenti,occupiamoci dei ‘morti di fame’
      saluti

    2. …e occupiamoci di più della città
      saluti

    3. si occupiamoci dei divertimenti e dei morti di fame, ok, ma facciamo si che chi porta soldi a questa città, i turisti ad esempio, non sia continuamente scippato, rapinato e malmenato da questi poveri balordi e morti di fame, sotto casa mia, in corso vittorio emanuele è una storia continua io ce l’ho con questo sindaco che pare non accorgersi di tutto questo

    4. CLAUDIO,prima i palermitani eravamo come le scimmie Giapponesi:muti sordi e orbi,oggi siamo TUTTI IMPARATI ma sempre ORBI E SORDI
      Noi siciliani siamo ognuno ‘LA SICILIA’
      ma io cerco da 40anni ‘MOSCHE BIANCHE’ per EDUCARE ISTUIRE RICREARE L’UOMO.
      ‘leggimi se vuoi.ho il mio sito:http;//
      salvatore vitrano interfree.it
      oppure: mo.de,sto.CIAO

    5. Salvatore Vitrano, tenatiato in tutti i modi di cercare il tuo sito.
      l’indirizzo non é corretto, per cui nonostante abbia avuto molta curiosità di vedere il tuo sito, questa cosa é risultata facile come la ricerca dell’araba fenice.
      Prima delle feste occupiamoci dei ‘morti di fame’. ok
      Chi sono
      che fanno? attualmente a quali risorse pubbliche fanno riferimento?
      Ce ne sono non ce ne sono? Sono efficienti, o no?
      Parliamone. Non diventiamo generici e genericamente demagogici.

    6. Teres,NON MI HAI DETTO SE IL SITO L’HO
      HAI TROVATO O NO,
      HO POCA DIMISTICHEZZA CON IL COMPUTER,MA FACCIO QUELLO CHE POSSO.
      MI PUOI MANDARE UNA E-MAIL.
      IL MESE ENTRANTE FARò DELLE DOMANDE :CHI VUOLE IL PONTE O CHI NO SULLO STRETTO DI messina
      SALUTI SALVATORE

    7. io lo voglio il ponte… si, si , si lo voglio, lo voglio, sisisisi!!!!!!!!
      Così i “morti di fame” invece di fare i “morti di fame” magari possono andare a lavorare.

    8. te lo scrivo prima. io no. ci servirebbe più un sito aereoportuale che sia hub peri mediterraneo, una linea di treni veloci, che ci colleghi fra noi, una bell’eroporto commerciale come si deve, ed una disciplina delle nostre linee marittime ad uso commerciale, come anche di trasporto gestite da noi.
      Quei pochi km di ponte, non mi sembrano così essenziali, alla fine.

    9. PS. Slavatorevitrano, credo tu abbia scritto male la pagina internet.

    10. TERESA,se vuoi vedere il mio Sito ,lo trovi su google;mo.de.sto.
      oppure una e-mail salvatorevitrano@virgilio.it
      ciao

    11. Visto.

    12. MA QUANTO SIAMO BUZZURRI? MI METTO PURE IO TRA VOI. MA VI SEMBRA IL CASO DI IMBRATTARE QUESTA PAGINA CON FRASI TIPO:
      SIAMO MORTI DI FAME;
      SI AL PONTE;
      MA L’INDIRIZZO DEL SITO è GIUSTO?;
      MI FATE PROPRIO RIDERE…E CONSIDERATE CHE INTERNET è ACCESSIBILE A TUTTI E LE BAGGIANATE CHE SCRIVETE LE VEDONO ANCHE I CINESI…USATE IL TELEFONO LA PROSSIMA VOLTA.
      +++CAMPAGNA PER RIEDUCARE I PALERMITANI++

    13. cerco’MOSCHE BIANCHE’per educare istruire ricreare L’UOMO
      ‘QUANDO IL MOTIVO C’E’ LA VOLONTA’ CAMMINA’

    14. ma insomma chi sono queste famose mosche bianche ?
      vorrei sapere se tu sei una mosca bianca o nera .
      ho visitato il tuo sito……meglio non parlarne…….

    15. gentile signora teresa campisi.desidero contattarla
      ecco la mia email salvatorevitrano@alice.it
      a presto

    16. cerco teresa campisi scrivimi per favore , ho bisogno di parlarti.
      ciao salvatore

    17. Salvatore ti invito a non utilizzare i commenti come messaggeria personale. Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)