sabato 18 nov
  • Palermo vibrante!

    Sono orgoglioso di presentarvi due dischi che appartengono a due band palermitane.

    Herself aka Gioele Valenti (scrittore, musicista, factotum del progetto) con “God is a major” su etichetta Jestrai, label bergamasca presso la quale di recente si sono accasati anche i francesi Ulan Bator.
    Album che arriva a distanza di un anno dal fortunato “Please, please please leave me now” pubblicato dalla piccolissima Subcasotto records, che ottima visibilità e soprattutto recensioni lusinghiere ha procurato al nostro. Orientato su un cantautorato dalle sonorità folk, low-fi, intimo e claustofobico, con qualche spruzzata psichedelica qua e la (“To become a trappist aerolith”), l’uso della sei corde acustica è accompagnato da rumori, campioni, loop, contrabbasso e batteria che arriva quasi alla fine del cidì.
    Herself sarà in tour dal 20 ottobre in tutta Italia, la prima a Bergamo e poi via, via lungo tutto lo stivale, accompagnato da Sergio Serradifalco, per una serie di show minimali ed intimisti.

    Tenendo conto anche del primo cd “Storie poco normali” (2002), una sorta di demo, contenente provini e idee sparse, ancora acerbe non messe bene a fuoco, I Famelika con “Maschere felici” (autoprodotto) giungono alla loro seconda esperienza discografica. Lavoro realizzato fra Palermo e Genova (alla corte dei Meganoidi) dove è avvenuto gran parte del missaggio del disco.
    Il repertorio del combo di Misilmeri spazia dal folk-rock, a sonorità più hard, dure e compatte, con testi immaginifici/visionari tra fiaba e cruda realtà. Chiaramente non manca la denuncia, fra echi “Pirandelliani” e riferimenti ai classici De Andrè e Battiato, (“La ballata dell’evasione”, “Servo”) le liriche trasudano grande passionalità e sentimento. Disco gradevolissimo di rara bellezza!
    Prossimo appuntamento live con i Famelika il 14 ottobre in piazza Sant’Anna a Palermo.
    I miei più sentiti complimenti agli amici Gioele e Antonio, “Artisti” con la A maiuscola…
    Il grande pubblico del rock se ne accorgerà? Vedremo…

    Nella Palermo vibrante ci sono anche i Pivirama che attendiamo al varco con il loro secondo lavoro in fase di “recoding session”, alla prossima recensione…

    Ospiti
  • 4 commenti a “Palermo vibrante!”

    1. tale cu cc’è machisi ggeraci!

    2. Spero sia una piacevole sorpresa per te!
      ciao

    3. fantastici famelika…un vanto per la città.

    4. Sono d’accordissimo, non per niente li ho recensiti! Band davvero eccellente dal grande spessore tecnico e artistico.
      Bravi! Cara Lara78 hai buon gusto, spero che come te in giro ci siano tanti altri che apprezzino le cose “belle” siciliane…

    Lascia un commento (policy dei commenti)