domenica 19 nov
  • Droga dell’obbligo

    L’altro giorno mi trovavo a casa di una anziana zia che mi aveva gentilmente invitato a pranzo. Uno dei soliti pranzi luculliani con le quali le vecchie zie misurano la quantità di affetto scambiato (non mangi i 200 gr di pasta con le sarde, o lasci una delle 3.000 patate al forno glassate nel burro? Forse stai male o, peggio ancora, non le vuoi più bene come quando eri piccolo e ti ricordi venivi sempre dalla zia a mangiare il panino con la mortadella alle 4 del pomeriggio…). Dicevo, mi trovavo da mia zia e dopo pranzo la “pinnica” mi aveva inevitabilmente trascinato sulla poltrona. Lei lì accanto a me parlava, parlava, parlava…….stavo quasi per addormentarmi quando il telefono squillò.
    E lei “Niiiino ciaaaao – pausa – ma che mi diiiiici! Cose ri fuoddi… va bene, ciao ciao.”
    La mia faccia, che aveva ormai perso la rilassatezza indotta dal pisolino, assomigliava più a punto interrogativo. La guardo stranita e preoccupata anche per la notizia sconvolgente che aveva appena ascoltato e le chiedo “zia che fu?” e lei allarmata con la bocca in una smorfia a forma di “O” perfetta e le mani sul viso come lo scantato del presepe “Era me frate, assurdo!” Io sempre più incuriosita e lei sempre più scantata “ u capisti che ficiro? Ora il governo ha deciso ca ‘A DROGA si può vinniri a scola! Tu stai accuuuura!”. Dopo dieci secondi di spiazzamento capisco.
    Impossibile spiegarle che il nuovo decreto ministeriale emanato dal ministro Livia Turco innalza semplicemente da 500 a 1000 milligrammi il quantitativo massimo di cannabis (espresso in principio attivo) detenibile ad uso personale.
    Impossibile conteggiare quante persone, come lei, non riescono a farsi un’idea chiara delle decisioni che i “nostri rappresentanti” del governo prendono lì a Roma.
    E poi è ancora più impossibile spiegarle anche che io, a scuola, non ci vado più da una decina d’anni.

    Palermo
  • 5 commenti a “Droga dell’obbligo”

    1. Senza contare poi il vecchio mito di genitori e nonni, che credono ancora che ti vengono a cercare per regalartela…

    2. e poi, non accettare sigarette dagli sconosciuti, o peggio ancora, non chiedere mai le sigarette (piuttosto te le compri senza dirmi niente 😉 )che possono essere piene di TROGA…
      già perchè c’è differenza con quella con la D…
      magari un’altra volta ve la spiego!

    3. non ci credo XD

    4. Droga dell’obbligo, non si parla dell’obbligo di cocaina o della marijuana per i politici, vero? Di altra Droga dell’obbligo si parla?

    5. Ahahahahahahahahahahahahahahahahahah!

    Lascia un commento (policy dei commenti)