martedì 21 nov
  • Palermo primeggia per l’aumento delle aree verdi

    Uno studio dell’Istat vede Palermo terza tra le città italiane (dopo Terni e Torino) che hanno registrato il maggiore incremento di aree verdi negli ultimi cinque anni (+14%).

    Ogni palermitano può contare su 32,3 metri quadrati di verde (0,5 di verde attrezzato, 27,5 di parchi urbani, 0,4 di verde storico, 0,9 di aree di arredo urbano, 0,5 di giardini scolastici, 0,3 di orti botanici e vivai, 0,4 di cimiteri urbani, 2,1 di altro). Negli ultimi cinque anni sono stati realizzati o riqualificati circa ottanta ettari di verde in città con oltre 25 mila alberi e 50 mila specie tra piante e arbusti vari. Gli interventi principali riguardano il prato del Foro Italico, il giardino della Zisa, le villette a San Filippo Neri e a Borgo Nuovo, i quartieri Cruillas, Cuba-Calatafimi, Bonagia e Pallavicino e la zona della Stazione centrale.

    Palermo
  • 3 commenti a “Palermo primeggia per l’aumento delle aree verdi”

    1. Volete dirmi che dobbiamo ringraziare la giunta Cammarata?
      Mi pare troppo.

      Cordialmente

    2. Beh, visto che 1+1=2 dà un incrcemento del 100% e 100+1=101 dà un incremento dell’1%, non è che significhi poi molto in sè e per sè la statistica ISTAT…
      …però è pur sempre qualcosa!

    3. se ci sono stati dei passi in avanti purtroppo questi possono offuscare quelli negativi indietro! le ultime restanti aree ‘libere'(si fa per dire…quasi sempre si tratta di aree verdi agrumeti etc)del territorio comunale stanno venendo costruite, vedi la zona di corso calatafimi alta, la zona di cardillo e tommaso natale. ora non demoliscono più le bellissime ville…semplicemente le accerchiano con nuovi edifici!saturare ulteriormente la città o recuperare quella già esistente?avete dubbi?io no…

    Lascia un commento (policy dei commenti)