domenica 19 nov
  • La Siragusa rifiuta la candidatura alle primarie

    Alessandra Siragusa, che era stata proposta dai Democratici di Sinistra di Palermo per le primarie per la scelta del candidato sindaco del centrosinistra, ha rifiutato la candidatura. La Siragusa ha dichiarato che non crede ci siano le condizioni per costruire un percorso e che le primarie sono purtroppo diventate cosa troppo diversa da ciò che dovrebbero essere.

    Palermo
  • 8 commenti a “La Siragusa rifiuta la candidatura alle primarie”

    1. Chissà quali sono i retroscena di questa decisione…

    2. Si saranno appattati con Orlando.

    3. Ma appattati di che? Tanto perdono. 🙂

    4. probabilmente la signora non voleva scendere a compromessi :). Probabilmente é facile giudicare quando non si sá a quali compromessi bisogna scendere per avere il potere 🙂

    5. per tutti i letterati di Rosalio, scusatemi se continuo a scrivere sa con l’accento, ma é un difetto che mi porto appresso ed é dovuto al fatto che scrivo meccanicamente sulla tastiera (sono una mitragliatrice 🙂 )

    6. Siino, nel senso che se sale Orlando, lei si sarà appattata una possibile carica, in questo senso intendevo.

    7. c’è chi decide di fare politica soprattutto con le centinaia di associazioni (non legate ai partiti) che operano nella nostra società …
      c’è chi decide di fare politica solo ed esclusivamente in alcune ristrette stanze di qualche sede politica…..comunicando ai giornali le decisioni prese.
      A leggere il comunicato stampa della Siragusa ho tratto questa conclusione. Si perde lo spirito delle primarie se non viene effettuato un ragionamento insieme a quanta piu’ gente possibile nella società. E siccome le associazioni oggi sono numerose, bisogna stare ad ascoltarle anche se non hanno tessere di partito. Posso sbagliarmi ma credo che questo sia lo spirito della decisione della Siragusa.
      Se non c’è una diffusa consapeolezza di cio’ probabilmente significa che la maggior parte dei cittadini stanno al di fuori sia della politica partitica che da quella dell’associazionismo, che rappresenta una linfa vitale della società! Insomma quella fetta di società che pretende migliore qualità della vita senza alzare un dito o sacrificare un minuto della propria giornata.
      Quindi credo che non si dovrebbe avere nessuna pretesa nei confronti della nuova amministrazione (sia di destra che di sinistra) se una volta al potere amministra “lontano” (non solo geograficamente)dalle esigenze reali della gente !!!
      C’è chi si muove quotidianamente incontrando nelle scuole, e in altri luoghi pubblici, gente comune, associazioni per sentire e costruire un percorso politico programmatico comune, c’è chi invece decide di fare tutto da sè (una sorta di one man politic), approfittando della atavica (e ormai tradizionale) indecisione dei 2 maggiori partiti del centrosinistra locale e, cosa assai paradossale, approfittando anche delle indecisioni partitiche nella scelta dei candidati del centrodestra concorrenti con l’attuale sindaco uscente (Lo Porto caldeggiato da Fini, e Musotto se non dovessero fargli la legge regionale ad hoc per il 3° mandato alla provincia, almeno così si leggeva sui giornali)!
      Perchè mi sembra di capire che nel centrodestra non è che sia ancora tutto chiaro per il/i candidato/i!
      Mi domando: per qualcuno che concorre alla poltrona di futuro sindaco, si tratta di furbizia o di intelligenza nella direzione che ha deciso di seguire? Ancora io non l’ho capito. O forse l’ho capito e me lo tengo per me (perche non ho elementi per le verifiche pratiche e non mi sento di dare giudizi finali). Ma una certa atmosfera che si è venuta a creare ultimamente, per chi vuole riflettere………
      Spero di sbagliarmi per le convinzioni che mi son fatta, ma solo per la futura qualità della vita di palermitani che vivono con tanti problemi.

    8. La Siragusa ha presentato il suo programma elettorale in una convention presso la scuola media Piazzi di Palermo.
      Mi chiedo: come mai la Siragusa usa per scopi elettorali una istituzione pubblica come una scuola statale? chi l’ha autorizzata? forse il fatto che è consulente del Ministro della pubblica istruzione Fioroni le permette queste licenze? Mi ricordo quando l’allora vice premier Fini tenne una conferenza stampa al Conservatorio di Palermo. Il Giornale “Repubblica” per una settimana scatenò una guerra mediatica, il direttore del Conservatorio ricevette ben 2 ispezioni ministeriali, i deputati nazionali di Rif. Comunista presentarono interrogazioni al governo, i DS dichiararono il loro personale sdegno per “questo vigliacco modo di approfittare dei beni dello Stato per precipui scopi elettorali( da DS magazine). E ora? La riunione della Siragusa è stata autorizzata dal Consiglio d’Istituto? l’uso di una scuola statale per scopi elettorali rientra nelle competenze di una consulente del Ministro Fioroni? Chi paga lo straordinario del personale che ha dovuto tenere la scuola aperta per questa riunione? Adesso mi aspetto le stesse interrogazioni parlamentari dai deputati di rifondazione Comunista, mi aspetto lo stesso sdegno e condanna dai DS, aspetto lo stesso battage mediatico da “Repubblica” (per la cronaca, il giornale in questione ha volutamente ignorato un mio comunicato stampa).
      Mi viene in mente un proverbio palermitano: fai zoccu ti ricu io e un fari zoccu fazzu io!!!!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)