giovedì 19 ott
  • Palermo prima per superamenti PM10

    Legambiente ha reso noti i dati relativi ai superamenti della presenza consentita nell’aria di PM10 (il limite è 50 microgrammi per metro cubo da non superare per più di 35 volte in un anno). Palermo è prima in Italia con 206 sforamenti al 4 dicembre. Soltanto Belluno e Perugia sono entro i limiti.

    Classifica completa.

    Palermo
  • 14 commenti a “Palermo prima per superamenti PM10”

    1. Primi! siamo proprio la citta’ piu’ cool di italia (anna)

    2. Finalmente un primato…

    3. Ricordiamoci che ancora nn siamo pienamente sotto le feste.
      Il comune nn vuole prendere provvedimenti, e quando finge di prenderli trova pure la scusa per ritirare le ordinanze, mi riferisco ai giovedì mattina con il centro chiuso, infatti in quei giorni i valori sono solo aumentati, il sindaco fa finta di andare in bici, ed i commercianti si lamentano che non lavorano (vorrei sapere che tipo di guadagni intendevano fare il giovedì mattina quando la gente normale di norma lavora?) , ed alla fine arriva una tempesta di un paio di giorni che riduce i valori e subito siamo apposto scateniamo le auto per ricominciare da capo.

    4. diciamo che la politica ambientale della citta’ la fanno i commercianti.

    5. Per infrangere i primati negativi sembra che (purtroppo) la Sicilia sbaragli tutti!!! La mentalitá é di usare il “motore” o la macchina anche per fare due metri. E di certo il funzionamento dei trasporti pubblici non aiuta a sradicare questo vizio. Prima camminare un pó faceva bene, adesso rischi di avvelenarti se fai quattro passi in cittá…..SVEGLIA PALERMITANI!!! Ogni tanto pensate alla salute (almeno la vostra).

    6. Forse dovremmo anche capire quali sono i gravi danni per l’organismo. Avere un tumore al polmone e non fumare, ma respirare l’aria di Palermo…
      Basta con le chiacchiere! Passiamo ai fatti!

    7. Aveva ragione Benigni: il vero problema di palermo è il trafficooooo!

    8. questo primato merita un altro stendardo rosso per le vie di palermo !!!
      Chissà quando faremo RESET ????

    9. Ho un dilemma. A Firenze, dove vivo, su pressione dei commercianti(!), nel periodo delle feste l’accesso al centro storico viene ancora più ridotto. Ciò vuol dire che in situazioni normali l’accesso è consentito solo la domenica e festivi, per le feste natalizie neanche la domenica e festivi!
      Essi (i commercianti) pensano che la gente, in special modo i turisti, se liberi di passeggiare per le strade senza puzzo, senza rumori infernali e fra fioriere opportunamente dislocate, sono portati a fermarsi di più alle vetrine ed a “consumare” di più. Questa convinzione è abbastanza generale e in tutte le città “civili” è pressapoco così.
      Il dilemma è questo: quali sono i commercianti che prendono decisioni contrarie al loro interesse? Insomma, secondo il berlusconipensiero, chi sono i co*lioni?

    10. …immaginatevi in un passeggino…alti ke ne so…un 80-90 cm…un ciucciotto in bocca, un orasacchiotto tra le mani…e il nasino?!!? proprio all’altezza di quel nasino tubi di scappamento…orrorrrrrrre. se non è troppo tardi per noi..(siamo ottimisti come al solito..!) cerchiamo di avere la quasi certezza di rendere piu respirabile l’ aria (per Loro)

    11. Più di Milano?
      davvero sorprendente!

    12. Che strano,non ci sono fabriche, ci sono un quinto di auto in meno rispetto a Roma o Milano, ma che caspita fate durante la giornata cari politici palemmitani.
      Consiglio:
      Assumere il manager dell’emergenza acqua in Sicilia ( quello che guadagna più di 1.500,00 euro al giorno)che sicuramente risolverà anche il problema delle polveri sottili, o no

    13. puzzo. io puzzo.
      ebbene, mi lavo. di frequente anche.
      sai, la doccia, lo shampoo, queste cose qui…
      però ho capito il problema…
      eheheh sissì, il problema è proprio quello: vado a lavoro (a far la spesa, ovunque) in bici. non sono dentro la scatoletta sigillata. il fatto è che per non impuzzare gli altri con i miei gas, allora me li devo respirare e mi devo impuzzare.
      ah che bella cosa, la coscienza ambientale…
      ma una bella campagna di sensibilizzazione la vogliamo fare noi? al sindaco pare non fregare nulla… noi ci intossichiamo. il popolo di palermo si intossica in silenzio, anzi sbrumbando con auto e moto a tutto gas, è il caso di dire! io mi sono rotta le scatole. mi bruciano gli occhi e la gola e puzzo! puzzo di smog! ma vi pare giusto? e, come dice mari, ai bambini ci pensiamo?
      penso che se il palermitano non ha una coscienza e se non è in grado di fare delle scelte ecologiche, allora per il bene della comunità, è il caso di imporre dei divieti. con la dolcezza non funziona…
      muoviamoci!

    14. liberateci dallo smog..sono una studentessa che cammina sempre a piedi o cn i mezzi pubblici..tornare a casa la sera con il naso che prude, i capelli che sanno di benzina e i vestiti all’essenza di fumo non è fantastico..a volte ho provato la bici,ma è piu uno slalom tra le auto che altro..a volte la sogno palermo pulita con aria pura e gente in mezzi pubblici o a piedi..in fondo nn ci sn troppe salite e discese,anzi!..uscire a piedi per me sta diventando come fumare 20 sigarette al giorno!

    Lascia un commento (policy dei commenti)