giovedì 19 ott
  • Smog a Palermo nei limiti per l’Amia

    Ieri è stata presentata la Commissione tecnico scientifica antismog appena istituita insieme ad alcuni dati sullo stato dell’aria palermitana negli ultimi cinque anni. Le concentrazioni medie annue di PM10 (polveri sottili) e di benzene rilevate dalle centraline Amia restano complessivamente al di sotto del tetto massimo fissato dalla legge per la protezione della salute umana; il biossido di zolfo è sempre nella norma, il biossido d’azoto è in netta diminuzione e con livelli medi ormai in regola da due anni e il monossido di carbonio e l’ozono sono in pieno trend positivo.

    Relativamente al PM10, la quantità media annua a Palermo è stata nel 2006 di 38,6 microgrammi per metro cubo e nei precedenti quattro sempre inferiore a 40. Altre città hanno dati più preoccupanti. Il fenomeno smog riguarderebbe quindi alcuni valori di punta giornalieri, fortemente influenzati non soltanto dal traffico ma anche da fattori contingenti come le condizioni meteo ed eventuali cantieri, o dal contesto in cui vengono effettuate le misurazioni.

    Palermo
  • 7 commenti a “Smog a Palermo nei limiti per l’Amia”

    1. Se solo si decidesse di valorizzare il centro storico proibendo in modo permanente (festivi e non, quindi) l’accesso alle auto da piazza Croci al Teatro Massimo avremmo non solo un’aria più pulita ma maggiori spazi vivibili, per apprezzare la città…..

    2. quello che mi chiedo io (ma non solo): si aspetta che sforino le centraline per prendere dei provvedimenti? forse non siamo messi così male come dice legambiente (ma ne dubito) ma sicuramente non siamo messi bene.
      Parola di uno che l’aria la respira giornalmente a pieni polmoni per tutta la ciità 😉

      ps: se poi aspettiamo che sfori pure la centralina che c’è a Boccadifalco possiamo stare freschi.
      pps: Gianni il centro storico non è quel pezzo di via Libertà, soprattutto quando ci vantiamo di avere uno dei centri storici più grandi della galassia 😛

    3. massì aspettiamo di soffocare prima di prendere provvedimenti! suvvia! ;D

    4. ah…bene …. se la situazione è così, allora posso finalmente finire di fare escursioni nelle Madonie per prendere un po’ d’aria fresca il fine settimana.
      E io che mi ero illusa per tanto tempo di pulire i miei polmoni in montagna.
      Visto che la Commissione tecnico scientifica antismog ha detto questo, …posso fare le mie escursioni a pieni polmoni in via Belgio, al Politema, in via Maqueda, ecc.
      grazie grazie grazie
      LUI x president again !!!

    5. BLOCCARE IL TRAFFICO..SUBITO!..I DATI SONO NUMERI…SOLO I NOSTRI POLMONI SANNO QUANTO LA NOSTRA ARIA FACCIA SCHIFO!..è inutile, forse non mi crederanno ma respirare a Palermo è una serie di sigarette eteroindotte!..per chi cammina a piedi o in bici ovviamente!

    6. non è criminale solo chi uccide anche chi nega l’evidenza !!!!!!!

    7. Credo che sia arrivato anche per Palermo, e forse siamo in notevole ritardo,il momento di chiudere definitivamente al traffico dalla statua alla cattedralemi dispiace per i commercianti,i quali secondo me,sbagliano a temere per i loro commerci, ma ormai al punto in cui siamo…e poi vorrei chiedere ci sono un mare di città con il centro chiuso al traffico,eppure i commercianti non osano lamentarsi,basta agli egoismi e tra l’altro anche loro respirano smog e sigarette che fumano davanti ai negozi,muovetevi…..

    Lascia un commento (policy dei commenti)