sabato 16 dic
  • Sondaggio online sul ponte di Messina

    È online sul sito della Regione Siciliana un sondaggio rivolto ai visitatori del sito per sapere se sono favorevoli o contrari alla realizzazione del ponte di Messina. Il sondaggio, voluto dal presidente della Regione Salvatore Cuffaro, resterà online per sei mesi e utilizza degli accorgimenti tecnici per rendere più difficoltosi voti ripetuti.

    Il ponte sullo stretto di Messina. SI o NO?

    Sicilia
  • 26 commenti a “Sondaggio online sul ponte di Messina”

    1. Ma possono votare tutti o conditio sine qua non è l’essere siciliani? Perchè avrei votato, in un raptus convulsivo da sindrome del clickaggio!!!

    2. Votate gente, votate.

    3. Il Ponte di Messina ? Non lo faranno MAI ! Io è da 40 anni (circa) che lo aspetto…… Oramai ho rinunciato però mi piacerebbe.

    4. Secondo me le votazioni sono un pò falsate….io cmq ho votato NO! Oltre a non essere un’opera necessaria tra le altre priorità che incombono sulla nostra isola, va a ledere un’ecosistema senza tenere conto poi della rilevanza di fenomeni sismici nella zona. Una cattedrale nel deserto che non ha alcuna ragione di essere realizzata.

    5. Mi sono passato un po’ il tempo ad hackerare il sondaggio. Il controllo del voto non è effettuato a livello di cookie ma di IP, quindi non si può votare più volte con lo stesso IP. Non ho avuto modo di controllare per quanto tempo viene inibito il voto a un IP da cui si è già votato.

    6. Il voto è segreto! Vietato influenzare!!!!! Vota antò vota antò vota antòniognius

    7. e io che voto da un IP condiviso da un ufficio di cento persone e forse più?

    8. viene controllato l’ip e viene inviato un cookie. basta cancellare il cookie e cambiare l’ip e si può rivotare

    9. Cmq da quando è stato pubblicato questo post ho notato che le votazioni non favorevoli alla realizzazione del ponte sono sensibilmente aumentate. Bravi i rosalii….

    10. daccordo con isola81… non sono daccordo con la costruzione del ponte per una serie di motivi, non ultimo quello dell’impatto ambientale. ma magari ne parleremo in un’altra sede…

    11. In ogni caso il sondaggio mi sembra formulato in modo leggermente tendenzioso: sono presenti due varianti della risposta “Si” (che al momento della presentazioni dei risultati possono essere sapientemente accorpati) che tuttavia nel loro contenuto non rispondono esattamente al testo della domanda “sei favorevole”, bensì alla domanda alternativa “ritieni utile il ponte per lo sviluppo”. Insomma, con intenzioni diverse si sarebbe potuto pure rendere la seconda risposta (alla domanda “sei favorevole”) come: “NO: ancorché utile per lo sviluppo non lo ritengo in alcun modo prioritario”…
      Ma siccome tutti i sigiliani vogliono il ponte…

    12. bello molto bello ancje il sondaggione aggiunge corpo alla millenaria vicenda Ponte.
      Consiglio a riguardo ai cari amici rosaliani la lettura di ” Gli anni perduti” Vitaliano Brancati.

    13. Io ho letto stamattina sulla sicilia online di questo bel sondaggio e prontamente ho mandato mail comunitaria e messo post nel mio blog.
      Il ponte sullo stretto….opera impossibile da realizzare. Li ci sono dei sic: alias siti di importanza comunitaria. Praticamente abbiamo sottoscritto delle direttive europee: prima uccelli e poi Habitat e qualora venisse costruito il ponte(ma non credo proprio) andremmo contro quello a cui il nostro stato ha aderito.. Infatti l’italia ha ricevuto delle lettere di messa in mora della commissione europea PER VIOLAZIONE DELLA DIRETTIVA UCCELLI E DELLA DIRETTIVA HABITAT visto il non NON CORRETTO SVOLGIMENTO DELLA VALUTAZIONE DI INCIDENZA DEL PROGETTO DEL PONTE SULLO STRETTO. La stessa cosa è successa a venezia con il “mose”…e qualcuno ci faceva pure campagna elettorale chiamandole…. grandi opere (di sta..)

    14. E’ la prima volta che sento difendere la tesi del NO AL PONTE con la direttiva uccelli … confesso di ignorarla, spero si tratti solo di un problema di tipo aviario, non vorrei che l’erezione di un pilone causasse problemi di altra natura a consimili

    15. Bulgakov, l’erezione di un pilone, così … a naso e a memoria, dovrebbe essere non solo prevista ma caldeggiata da una direttiva uccelli! Che confusione, c’è da informarsi e studiare.

    16. Albi ho appena preso il testo aggiornato delle norme tecniche sulle costruzioni, gli eurocodici e l’ordinanza n°3274, si parla di sisma, vento, urti, esplosioni ma niene che faccia pensare alla necessità di consultare un andrologo … mi sa che ora cerco tra la bibliografia di Willy Pasini

    17. l’erezione del pilone e la direttiva dell’uccello…mi sembra tutto appropriato

    18. Sintetizzare in due righe un sì o un no, di questa portata, è come, più o meno, riuscire a spiegare in tre righe il “Teorema di correttezza e completezza per i tableaux semantici nel calcolo dei predicati”. E non so se è poco. Poi, magari, qualcuno col dono della sintesi potrebbe anche avere tali capacità, ma non è di noi umani. Traduco. La questione del ponte sullo Stretto di Messina non ha nulla a che vedere con le contingenze, che sono più finanziarie che strutturali – e uso tale termine, non me ne voglia Mangiapane, alla maniera saussuriana. Si declinano progetti di “attraversamento stabile” (termine più corretto e allineato con le norme in materia), in epoca moderna, almeno dal 1922. I progetti più eclatanti, per il nome dei progettisti o per la qualità della proposta, sono del 1937, del 1948, del 1971, del 1989. Qualcuno di voi pensa che c’entrasse qualcosa, in merito al progetto, la politica di Cuffaro o di Loiero (pro e contro) in queste epoche? Voi pensate che esiste una ragionevole alternativa all’attraversamento stabile fuori terra (o ponte)? Basta leggere Wikipedia alla voce “ponte sullo stretto” per avere un’idea, sommaria, delle storie a cui è legata l’opera. Ma se proprio vogliamo farla tutta sono disposto a promuovere un seminario pubblico, con tanto di blog in diretta, sulla “memoria” e sulle “ipotesi” di attraversamento stabile…

    19. pensieri fallocentrici…parlavo di avifauna 🙂

    20. Domenico raccolgo la sfida. In 3 righe? Ci provo:

      I tableaux consentono di dimostrare per confutazione la veridicità di una formula in una teoria. Secondo il teorema in questione la formula P è valida se e solo se il tableau per il complemento di P è chiuso.

      Serena meno male, sta notizia della direttiva uccelli non mi ha fatto chiudere occhio stanotte

      Questa me la rivendo per fare bella figura in società

    21. botta di sale ho sforato … avevi ragione tu in tre righe è difficile

    22. I tableaux dimostrano per confutazione la veridicità di una formula in una teoria. Il teorema dice: la formula P è valida se e solo se il tableau per il complemento di P è chiuso.

    23. E bravo Totò … ma così Domenico ci resta male ;D

    24. non sapevo che drogarsi avesse questi effetti…

    25. Applicato il teorema alla dimostrazione dell’enunciato “il ponte serve” o al suo contrario, i rami del tableau restano aperti! Sorvolando sui passaggi, impossibili da trascrivere per la presenza dei simboli con cui si indicano i connettivi, concludiamo che la questione è non univoca.
      A questo punto, visto il ocmmento di Claudio, è il momento di fare outing. Non ho mai fumato neanche uno spinello, anche perchè aspetto di andare in Giamaica con Gianfranco Fini! Mi sniffo, ogni tanto, il tartufo, il cuo solo profumo può avere effetti inaspettatti. Ma qui siamo in Appennino, e lo si trova a prezzi concorrenziali. Se vuoi te ne spedisco un po’!!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)