giovedì 14 dic
  • Protesta e tafferugli alla Provincia

    Oggi come già ieri davanti alla sede della Provincia di Palermo si svolge una protesta contro l’assegnazione a privati del servizio idrico.

    Ieri era stato spintonato il consigliere di Alleanza Nazionale Salvo Coppolino e oggi è toccato al vicesindaco Giampiero Cannella, colpito al torace. Le sue condizioni non sarebbero gravi.

    AGGIORNAMENTO: Cannella è stato dimesso con una prognosi di sette giorni.

    Palermo
  • 7 commenti a “Protesta e tafferugli alla Provincia”

    1. Tafferugli e aggressioni sono azioni riprovevoli, ma per me la notizia è l’affidamento a privati del servizio idrico di Palermo e provincia, un argomento di una certà gravità. Ho come l’impressione, sicuramente causata dalla mia relativaa indifferenza in materia di politica e società, dicevo che ho l’impressione che questa decisione sia transitata, per così dire, come lieve brezza sulla testa dei cittadini, elettori, contribuenti che con le loro tasse hanno pagato la ristrutturazione della rete della città. Veloce ricerca con google e ne sappiamo di più (fonte AFX, 05/09/2006): “Acque Potabili si e’ aggiudicata, quale capofila di un raggruppamento di imprese tra cui Amga Genova e Smat Torino, la gara di affidamento trentennale del servizio idrico integrato nella provincia di Palermo. La valutazione della Commissione di gara, precisa una nota della societa’, e’ stata ratificata ieri dalla Conferenza dei sindaci dell’ambito di Palermo. Il bacino di utenza dell’ambito comprende, oltre alla citta’ capoluogo, 81 Comuni per un totale di 1,2 milioni di abitanti serviti con una produzione idrica complessiva che si attestera’ intorno ai 130 milioni di metri cubi all’anno. Il piano industriale presentato dal raggruppamento prevede investimenti per piu’ di 850 milioni di euro, dei quali 290 milioni nei primi cinque anni di gestione e una tariffa che, partendo da 1,3 euro al metro cubo, si assestera’, gradualmente negli anni, attorno a valori in linea con la media nazionale. L’organico della societa’ sara’ formato da risorse provenienti da gestioni esistenti e da nuove assunzioni.” Forse non c’è denaro per costruire acquedotti (ma non vengono finanziati dalla UE?) e perciò ci si affida a privati ma in cambio viene loro concessa la gestione di un bene vitale del NOSTRO sottosuolo e ci viene sottratta la possibilità di decidere in sede tecnico-politica LOCALE quale deve essere il prezzo dell’acqua. Mi sbaglio?

    2. In via ufficiosa persone che erano lì a protestare mi hanno detto che non c’è stato nessun tafferuglio.
      Cmq mi informerò…

    3. Cosa volete che sia mai qualche spintone per uno che sceglie la colonna sonora dell’Ultimo dei Mohicani per il suo sito (si fa sdrammatizzare, eh?)

    4. in via ufficiosa ho avuto anch’io la stessa notizia…non ci sifà refertare per una spinta…
      cmq oggi bloccavano l’autostrada a scillato

    5. …volevo far notare che il questore ha smentito l’aggressione sui giornali e ha parlato di politici in cerca di pubblicità…diamo a cesare quel che che è di cesare…

    6. marìa che cabaret…
      si miritassinu una manciata ri lignati per come si deve…e poi il referto c’u fazzu io.

    7. Privatizziamo l’acqua? E per l’aria, quando si decide?
      Toh, tu puoi respirare tot mc, se no poi l’azienda privata te la dismette.
      Ti daranno una dilazione nel caso di quasi asfissia, se riesci a dimostrarla.

      Scherziamo?

    Lascia un commento (policy dei commenti)