mercoledì 16 ago
  • Papà, tu non capisci: io lo amo!!!

    L’antefatto
    Qualche mese fa Burruano con un gesto teatrale e cruento, ha trasformato in realtà quello che qualunque padre in fondo al cuore desidererebbe fare (ma si guarda bene dal farlo veramente) ad un genero non degno della propria figliola: l’ha preso a coltellate. Ok, magari ha esagerato un po’. Bastava una timpulata. Ricordate? Nel bel mezzo di una bella giornata di sole l’attore si fa prendere dal demone di Mario Merola e rende la piazzetta di Mondello palcoscenico di un episodio da sceneggiata napoletana. Purtroppo però non era fiction, ma realtà.

    Atto unico
    Luigi Maria Burruano, protagonista de “I cento passi” e di altri film, nel settembre scorso finisce in galera per tentato omicidio. Ora la sua vicenda giudiziaria è tutta in discesa: alla fine di dicembre il reato contetastato a Burruano era stato derubricato da tentato omicidio in lesioni gravi. Nei giorni scorsi il genero di Burruano, Fabio Guida, aveva già raggiunto un accordo economico con il suocero, che prevede il risarcimento di trentamila euro, da pagare in tre comode rate.

    Epilogo
    La giovane coppia ha fatto pace ed è tornata a vivere sotto lo stesso tetto. È una vicenda surreale, un po’ da tragedia greca, un po’ da Beautiful… I coniugi compreranno i pannolini ai figli con i soldi che il nonno ha dato come risarcimento, dopo aver accoltellato il papà… Poi a Natale tutti insieme. Picchì chi è? L’unità della famiglia non viene forse prima di tutto?

    Palermo
  • 26 commenti a “Papà, tu non capisci: io lo amo!!!”

    1. Splendido il lieto fine: come volevasi dimostrare, ah! 😉
      E complimenti per la leggerezza della tua scrittura, Cri!

    2. Bella storia veramente, mi ha commosso sin dal primo momento e speravo segretamente in un lieto fine. Insieme alle teste di capretto, ed alle sempre più numerose questioni di Onore mi restituisce tante speranze per il futuro. Baciamo le mani.

    3. Mi meraviglia la meraviglia(2)

    4. molto divertente 😀 brava!

    5. “Grazie dei complimenti Cari, grazie! Sono commossa!” disse Cristiana, sentendosi come “Uanda” Osiris quando scendeva dalla scalinata e distribuiva rose rosse a gambo lungo agli ospiti nel parterre… hahaha 😀

    6. Grande gigi Maria Burruano,grandissimo,e onore a lui

    7. Nel senso che ha fatto bene ad accoltellare il genero?

    8. “Poi a Natale tutti insieme.”

      però il coltello per tagliare il panettone lo usa la mamma, eh?

    9. …..Non vi sono + valori; che schifo !

    10. poi con quest’euro!
      Non c’è più il valore di una volta

    11. uaah la famigghia è tra i valori più impottanti per il palemmitano… ricoddatelo…
      s’abbinirica, baciamo le mani…

    12. una coltellata neanche per 30000€, nemmeno se sono in contanti;per il resto ……….. ………. …………
      ………… ………… …………………… ………….. ………………………… …………… ………………. …………. …………….. ………. ……………. ……………………of course.

    13. No dott Puglisi,onore a lui,perchè tradito ancora una volta dalla figlia,quest’uomo merita tutto il mio rispetto,mi sembra di rivedere la aprte di un film che ha girato lui,adeso non ricordo il titolo,ma era ambientato al nord credo in abruzzo,lui seprato abbandonato anceh dai figli,caduto in depressione.

    14. Vedo che lei conosce fatti, antefatti e anfratti. E ciò rende reciso il suo giudizio. Ma come fa? O c’entra la palermitanità del nostro? Fosse stato altoatesino…

    15. Si in effetti un po di solidarietà palermitana c’è,ma non solo,oggi la figura del padre sembra essere stata ridimensionata e non è assolutamente cosi,proprio lei ha scritto un post cavalcando i ricordi di suo padre,un post pregno di umanità e amore verso il padre,non conosco direttamente Burruano,ma una volta lo chiamammoper un intervista,dato che gestivamo a Roma presso una Radio privata uno spazio di 60 minuti sul Palermo calcio e Palermo città,ci disse(stava girando un film a Catania) felice di poter parlare con voi,daltronde mi sento figlio di Palermo,e padre di molti ragazzi palermitani,ancora oggi cerco di spiegarmi cosa intendeva dire,forse dopo questo gesto mi è chiaro qualcosa in più.
      Un gesto folle sicuramente,ma dettato dall’amore verso una figlia,che più volte ha visto soccombere psicologicamente e fisicamente. Ancora una volta tradito…io non me la sento di tradirlo e lasciarlo da solo,Burruano onore a te.

    16. …io credo che, una volta per tutte, la si dovrebbe smettere di usare questa parolona “ONORE”. Ma onore di che? Di essere arrivato quasi a un tentato omicidio? La famiglia? La famiglia, purtroppo è padre, madre e figli….. E determinati valori seri, seriosi, importanti, etici sono validissimi lì;poi si attenuano, si placano e purtroppo, talvolta cambiano….. Indipendentemente dai “loro fatti privati” è un episodio gravissimo, ingiustificabile, incivile, amorale e fuorilegge. Ma quale onore ! ! !

    17. Concordo con Maurizio Gambino questa visione ridicola e caricaturale dell’ onore è legata alla cultura mafiosa e deve essere estirpata senza compromessi. Noi siciliani dovremmo mostrare più sensibilità in tal senso visto il contesto in cui viviamo.Vorrei ricordare ai vari ammiratori di questi gesti che almeno in teoria viviamo in una società fatta di leggi e regole. Se gradite accoltellamenti e forti passioni accontentatevi della Cavalleria Rusticana…

    18. Onore a Burruano

    19. Nat, io capisco quello che vuoi dire (la smettiamo con questo ridicolo lei?) Ma sono d’accordo solo in parte con te, anche se riconosco alle tue parole il pregio del valore dell’appartenenza che mi porta istintivamente a volerti bene. Ti spiego il mio dubbio: non è che ci fa simpatia perchè è famoso e perchè abbiamo ascoltato solo la sua campana? A te.

    20. Onore, onore…… onore all’Ispettore Filippo Raciti, onore ai Vigili del Fuoco, onore ai MEDICI, onore agli ambasciatori di pace, onore ai volontari sparsi nel mondo….. onore a chi fa beneficenza e non lo dice…. onore a chi aiuta il suo prossimo….. Altro che LMB…. Ma finiamola……..

    21. Ma si Roberto,diamoci del tu
      Daccordo con te,ma Burruano,è stato tradito,e non da una persona semplice,ma da quella persona che lui ama tantissimo che ha difeso,probabilmente in modo sbagliato,oggi lui si ritrova con una denuncia per tentato omicidio,usa figlia e suo genere,quello che da anni,gli ha sempre dato noie,sono felici e contenti
      Onore all’amore sviscerato e forse scellerato che dimostrato nei confronti della sua famiglia,è sempre facile criticare una persona quando le cose non ci toccano da vicino,io lo capisco,perchè parto dal presupposto che darei la vita per un amico,figuriamoci per un familiare diretto per giunta.
      se poi gambino vuole continuare la polemica sulla parola onore,che continui.

    22. Onore? Io penso che non ci sîano onori che sono piu’ grandi di altri.
      Io capisco Nat quando dice Onore a Burruano, non condivido quanto questi ha fatto ma capisco che per certi versi possa essere apprezzato. Cio’ non toglie che se fossi giudice ( per fortuna ne’ lo sono ne’ potrei mai esserlo)non mi dovrei lasciare prendere dalla chiamamola simpatia oppure comprensione ma applicherei cio’ che le leggi stabiliscano per un reato del genere.
      Ma si puo’ onorare una persona anche se questa dovra’ pagare un debito con la giustizia.Spero di non essere frainteso.

    23. Ognuno onora come vuole,per me merita onore lui che un padre che abbandona i suoi figli.

    24. onorevoli.

    25. L’amore ai figli non si dimostra così. Onore perchè? Perchè ha ceduto all’istinto di farsi giustizia, la sua giustizia, da sè? Questi gesti non meritano alcun onore, fomentano solo l’odio e la cultura del far west, a prescindere dalle motivazioni.

    26. ancora con questa questione di Onore siamo ahhhh??? miezzeca ne faccio questione di Onore!!! ieh poi non è vero che l’Onore ieè uguale pè tutti il mio iè chiù grosso del tuo ci siamo capiti ahhh???

    Lascia un commento (policy dei commenti)