mercoledì 23 ago
  • “M’illumino di meno”, Rosalio aderisce

    Oggi è la giornata nazionale per il risparmio energetico (anniversario dell’entrata in vigore del protocollo di Kyoto), promossa da Caterpillar, programma di Radio Due. M’illumino di meno è l’iniziativa che invita tutti a spegnere le luci e tutti i dispositivi elettrici non indispensabili alle ore 18:00 di oggi.

    Ciascuno aderisce in modo diverso: negli anni passati molti ristoranti hanno organizzato cene a lume di candela e le amministrazioni locali hanno spento simbolicamente l’illuminazione delle grandi piazze italiane e dei monumenti più importanti. Lo scorso anno si risparmiò, nella sola ora e mezza di durata della trasmissione, l’equivalente del consumo medio quotidiano di una regione come l’Umbria.

    Quest’anno l’iniziativa è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali.

    A Palermo hanno aderito la Provincia, che ha recentemente inaugurato un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, e il Comune (verranno spente dalle 18:00 alle 18:05 le luci a Villa Niscemi, sede di rappresentanza, e a Palazzo delle Aquile, sede del Consiglio comunale).

    Si segnala l’iniziativa di Palermo ciclabile che organizza una pedalata/marcia con partenza dalla stazione Notarbartolo (piazza M. Boiardo) alle 16:30 con percorso via Notarbartolo, via Libertà,
    via Ruggero Settimo e via Maqueda.

    Rosalio aderisce all’iniziativa e mostrerà una testata con Palermo virtualmente oscurata per la serata e la notte di oggi.

    Palermo, Rosalio
  • 9 commenti a ““M’illumino di meno”, Rosalio aderisce”

    1. Grandiiii!!!!

    2. …. e bravo Rosalio!! 🙂

    3. Ma che bello l’header che si illumina di meno!!! 😉

    4. Ragazzi che sballo ! è stato veramente bello vedere spegnere le luci a Palazzo delle Aquile e Palazzo Comitini; ritengo che sia riuscita come iniziativa anche se poteva esserci una maggiore partecipazione.Due le delusioni.La prima la rinuncia dell’ARS la seconda che il comune si sia quasi assunta la paternità della manifestazione.Comunque è andata.Ma è ora che Palermo si svegli !

    5. stupendo!

    6. Voglio annotare un paio di cose su questo evento di oggi.
      La prima: è stato incredibile quello che le associazioni ambientaliste di Palermo hanno fatto, ( e non il sindaco) sono riuscite a far spegnere due palazzi di Palermo ed addiritura piazza Pretoria, ed e stato emozionante immaginare di essere come altre città d’italia, ti fà sperare e credere che qualcosa possa cambiare in questa città, però (questo è il secondo punto) poi ti giri a guardare i partecipanti che felici partecipano e li conti, lì ti accorgi che siamo veramente pochi e non si può nemmeno dire “ma non è stata pubblicizzata”, puoi dire solamente che a Palermo la maggior parte della gente è brava solo a parlare, solo a dire “bravi avete ragione”, per il resto non è capace di mettersi in prima linea ed affrontare le circostanze, non parlo solo di problemi (visto che oggi era tutto organizzato ed avevamo anche la scorta della polizia municipale).
      Parlo in questo modo sapendo che in diverse mailing list era stata divulgata la notizia e nessuno si è fatto vedere.
      Mi rattrista e mi sconforta vedere scene simili,ma non per questo bisogna arrendersi, speriamo nel prossimo anno.
      Scusate lo sfogo

    7. Grazie di avere aderito anche voi!!! mi sarebbe piaciuto vedere molti più siti con esposto il banner della manifestazione, visto che in città troneggiano maestosi cartelli di stupidaggini e non ce n’è uno che parli di un progetto importante nel suo piccolo.. sarebbe stato bello vederlo ed averlo su internet come promemoria per tutti quelli che non ne sapevano niente, ed erano veramente tanti!!! invece anche alcuni tra i più importanti siti ambientalisti non lo riportavano nemmeno.. 🙁 ma voi ci siete stati!!! GRAZIE!!

    8. è un vero peccato… eravamo pochini… sarà perché magari a quell’ora la maggior parte della gente era a lavoro…non saprei… ma dobbiamo muoverci… altrimenti le cose non cambiano… 😀

    Lascia un commento (policy dei commenti)