domenica 20 ago
  • Ero Barbie Luce di Stelle

    La fine del carnevale mi mette sempre un po’ di tristezza. Non so perchè. In fondo non è una festa che amo particolarmente, non l’aspetto per tutto il resto dell’anno. Poco prima che cominci, di certo non sono tutta un fremito, nell’attesa di quell’tripudio di coriandoli, inchiostro simpatico e piritiere…anzi, questa festività mi coglie sempre un po’ di sorpresa: “Ah, già siamo a Carnevale?!”, dico stupita. “E sticazzi?”, penso poeticamente subito dopo, con lo sguardo tra le nuvole. Le feste in maschera per grandi, in città sono state tantissime. Vorrei segnalare la festa del 161, dove si sono avvicendate un migliaio di persone, la maggior parte, a differenza degli anni scorsi, mascherate. Diciamo subito che chi non ci è andato si è perso Gery Palazzotto vestito da geisha. Si dice che sia uscito quatto quatto dalla redazione del Giornale di Sicilia, già truccato e vestito… La maschera più bella, a cui spettava l’open bar per tutta la sera, è stata quella di Fiamma Formisano, che si è vestita da indigena: tutta dipinta di nero, i capelli raccolti con un osso e la gonna di paglia. Si aggiravano per l’161 anche un cardinale “vastaso” stile Uccelli di rovo, un numero imprecisato di streghette, un membro del Ku Klux Klan, un gruppetto di Elvis Presley. I baristi erano vestiti da marines e i dj, tra cui ha suonato Arturo Gioia, erano in tuta mimetica. C’erano anche Giuseppe Formisano vestito da esquimese, Mario Lo Cascio da sceicco arabo, Sandra Mauro da Regina di cuori di Alice nel paese delle Meraviglie e Tata Castronovo da due di picche. La questione “come mi travesto a carnevale” ha interessanti risvolti. In fondo non portiamo una maschera tutto l’anno? Anzi ne indossiamo molte, in base a dove siamo e con chi ci troviamo. Certe volte anche con noi stessi. Travestirsi significa indossare la maschera di ciò che non si è, o al contrario esasperare ciò che siamo davvero ma che normalmente non possiamo esprimere? Ma già che ci siamo: “la vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio?” Una cosa è certa: è soprattutto la festa dei bambini e noi cominciamo a familiarizzare con i costumi carnevaleschi già da piccoli. Talvolta con conseguenze tragicomiche sulla nostra vita futura… Il mio primo costumino fu all’età di cinque anni, mia mamma mi fece vestire da BALLERINA TAILANDESE. Ovviamente gli altri bambini, nè tantomeno io, capivano che vestito fosse. Voi potete capire cosa significhi per una bimba ricevere l’imbarazzante domanda: “Da che cosa sei vestita?”, Neanche sapevo cosa significasse “tailandese”, quindi per evitare altre domande lo farfugliavo senza farlo capire alla bambina ficcanaso in questione. “Sono vestita da ballerina scvhgtllrss”, dicevo. Sul volto della bimba si dipingeva lo sgomento. “Le ballerine hanno il tutu rosa, non dei pinocchietti azzurri lucidi con l’elastico e lo sbuffo alla fine!”, sembrava dire. L’esordio fu indubbiamente traumatico. Seguirono in ordine, i costumi da: Arlecchino, Crocerossina (che ha condizionato tutta la mia vita amorosa negli anni a venire), l’inevitabile travestimento da Punk e, nell’età della ragione smisi di rendermi totalmente ridicola e optai per il travestimento da Strega. Questi sono quelli che ricordo. Ma vogliamo parlare del mio costume da Arlecchino e in generale delle femminucce costrette in travestimenti maschili, come quello da clown? (personaggio che inspiegabilmente mi ha sempre inquietato non poco). Perchè travestire una bambina con un costume maschile, quando l’unica cosa che desidera è ricoprirsi di tutte le nuance che vanno dal rosa pallido al fucsia intenso, di volant, paillettes, perline e tutto quanto di più pacchiano l’universo tessile possa offrire? Da bambine siamo tasce dentro. Poi, crescendo, raffiniamo il nostro gusto estetico. Alcune di noi, perlomeno. Nel lontano 1988 mia madre assecondò questa voglia matta di kitsch e mi fece travestire da Barbie Luce di Stelle. Il corpetto era fucsia (manco a dirlo), con lo scollo a cuore e la gonna (rosa, ovviamente) era piena di stelline che al buio s’illuminavano. Era bellissimo! E mi manca. Se lo recupero, lo taglio, lo cucio e me lo metto venerdì? Sarei tartassata di richieste di tariffe, peggio di un call center. Evitiamo.

    Palermo
  • 109 commenti a “Ero Barbie Luce di Stelle”

    1. se ci avessi risparmiato i soliti nomi di sti VIPS sconosciuti sarei stata pronta a giudicare il tuo articolo carino…
      ma i nomi ci devono essere…
      e come dici tu “E sticazzi?”…
      cmq complimenti…
      penso come te e come Maria Cubito che del Carnevale non freghi niente a nessuno, ma ci lasciamo trascinare da quello che va fatto a tutti i costi purchè non si debba dire che “io non c’ero”…
      buon lavoro…

    2. Sono andato a fotografare i bambini in maschera che domenica scorsa sfilavano a Villa Giulia. Da circa 150 istantanee – ottenute con un potente tele e quindi a distanza che non potesse influenzare l’aspetto o la posa dei soggetti – ho notato che la maggior parte dei bambini”mascherati” era composta da tantissimi incazzati, da parecchi quantomeno seri e solo da pochissimi sorridenti. Qualcuno mi potrebbe spiegare perchè quel gran numero di incazzati, che poi erano quelli con i costumi più sontuosi?

    3. COMPLIMENTI!!!
      Vale la pena di aspettare se i risultati sono questi!!!
      X dici 72: Ormai,i nomi sono necessari negli articoli, xchè il buon palermitano se la canta, se la suona e poi fa un concerto con amici e parenti :)!
      X Lucio: Quando si è bambini, si è quasi sempre incazzati…il problema è che quando si diventa grandi si è ancora + incazzati, xchè non si è + bambini :)!!!

      A presto rosalini!

    4. maledizione!! non ero al 161…mi sono perso:”Fiamma Formisano, che si è vestita da indigena: tutta dipinta di nero, i capelli raccolti con un osso e la gonna di paglia” e dalla tua descrizione era anche con le pere di fuori in versione polinesia…ed io che mi ero vestito da drugo con tanto di rimmel su sopracciglio destro, bombetta e scettro…

    5. “Ero Barbie luce di stelle” è il titolo più poeticamente geniale degli ultimi anni.

    6. …cristiana un antidoto per favore! c’è tanto veleno in giro…ragazzi m

    7. ma alleggeritevi…credo che con tutti i problemi che ci sono provare a fare e dire ogni tanto qualcosa di “semplicemente” poco impegnato non sia un reato! ma ogni volta che questa povera crista scrive qualcosa ci sono sempre questi pubblici ministeri pieni di astio e livore che sputano veleno. Mamma mia che pesantezza

    8. FRANCESCA… ERI ANCHE TU AL 161… SONO CERTA…
      PER QUANTO MI RIGUARDA QUESTA VOLTA HO APPREZZATO L’ARTICOLO…
      NON AMO I NOMI CITATI COME SE FOSSERO IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA…
      ANCHE PERCHè NON RIESCO AD APPREZZARE VISTO CHE ALCUNI DI NOI NON HANNO IDEA DI CHI SIANO… NON MOLTI DI NOI… SOLTANTO ALCUNI DI NOI…
      LA PROSSIMA VOLTA CONSIGLIEREI DI ALLEGARE DELLE PHOTOES COME HAI FATTO PER IL FAMOSO GIORNALISTA…
      HO MOLTO APPREZZATO…
      MI SONO SENTITA PARTE IN CAUSA…
      GRAZIE…

    9. …ovviamente ero anch’io al 161…e anche se anch’io non conosco molti di quei nomi non ci vedo o se li fanno e non condanno e non sbeffeggio cristiana…chisi tanto anche tu ognsà se andassi…forse ti verrebbe un po’ di buon umore. Prova!

    10. CERTAMENTE…
      SONO D’ACCORDO CON TE…
      PERCHè GENERALMENTE CHI NON FREQUENTA IL 161 è DI CATTIVO UMORE…
      MA IO NON HO SBEFFEGGIATO (COME DICI TU) CRISTIANA…
      LE HO DATO UN MODESTO CONSIGLIO…
      MENO NOMI E PIù FATTI…
      BUON LAVORO CRISTIANA…

    11. Onde evitare fraintendimenti “saffici”, il messaggio “Francesca TI AMO” era un modo ironico ed esagerato per esprimere il mio consenso alle parole della commentatrice…
      Saluti.

    12. I consigli e le preferenze sono sempre ben accetti, ma se Cristiana ritiene opportuno scrivere i nomi (e, IMHO, per una cronista mondana ciò è obbligatorio) dovrete farvene una ragione.;)

    13. credo che il lavoro di un posto come il 161 non possa essere che questo…cioè offrire dei servizi! far mangiare, far bere bene i clienti, che farli stare in un posto dove si sentano a loro agio, dove possano passare un pò di tempo rilassati, a chiaccherare, a sentire della musica. Ci sforziamo anche di programmare delle serate, dei piccoli eventi per provare a far divertire la gente…in quasi tutti i posti questo nostro sforzo forse lo apprezzerebbero, qui ogni volta che si parla di 161 si scatena un vespaio, polemiche, accuse, astio…vai a capire perchè

    14. I CONSIGLI NON SONO OBBLIGHI…
      è UN BLOG E SI INTERSCAMBIANO PARERI…
      SE SI ACCETTANO SOLTANTI CONSENSI ALLORA L’UTILITà DEL CONFRONTO SVANISCE…
      COME PREFERITE…

    15. NON è IL 161 IL PROBLEMA…
      è UN LOCALE COME TANTI…
      MA è CITATO COME VETRINA DI VIPS E NON PER TUTTE LE INIZIATIVE GRADEVOLI CHE SONO SICURA è IN GRADO DI OFFRIRE…

    16. Dici72 sei liberissima di scrivere quello che preferisci, così come Cristiana è libera di fare i nomi. 😉

    17. può essere che hai ragione tu….il fatto è che io in questi commenti o consigli come li chiami tu ci vedo spessissimo – forse sbaglio – acredine non volontà di misurarsi in un contesto positivo, semplice voglia di criticare

    18. NON è IL MIO CASO…
      HO DETTO SUBITO CHE AVEVO TROVATO CARINO L’ARTICOLO…
      BUON PRANZO E BUON LAVORO…

    19. cristiana…nessun fraintendimento! non avevo dubbi che il tuo non fosse altro che un modo ironico ed esagerato per mostrare apprezzamento al mio commento…nessuna delle due è Gay!

    20. arridaglie co sta vetrina di VIPS…dici72 (mi fa un pò ridere doverti chiamare così, ma usare il proprio nome, cosa è una violazione della privacy o la possibilità e la voglia di poter dire tutto senza assumersene la responsabilità?) il 161 è frequentato da molta gente…tu alcuni li chiami VIPS…io no. Salvo ficarra ier ha festeggiato il compleanno della moglie al 161, ma la differenza è che per me Fiacarra è semplicemente un cliente che ha avuto il piacere – bonta sua – di passare la serata con degli amici al 161. Devo crocifiggermi per questo? Poi è lapalissiana la considerazione per cui, per il fatto che persone conosciute vengano, ci sia chi, a differenza di chi contesta questo, ha voglia e piacere di vedere VIPS…fosse soltanto per prendersi la briga di scrivere poi su un blog e ironizzare su di loro….
      p.s. sei comunque invitato/a al 161 ti offrirò con piacere un bicchiere di vino

    21. che confusione….

    22. Tralascio nomi e luoghi nel mio commento e mi concentro,mooolto brevemente,sul vero oggetto della discussione,il carnevale.Io lo adoro.Si,avete capito bene,sono uno dei più grandi estimatori del carnevale che abbia mai conosciuto.E mi travesto ogni anno.Non per essere quello che non posso essere nella vita di tutti i giorni,ma per essere “insano”,come dicevano i latini,folle e,soprattutto,divertente.Si,divertente.O almeni ci provo.Ed ecco che,molto tempo prima deli fatidici “giorni grassi” sono lì,carta e penna in mano,a oranizzare trasferte lì dove il carnevale è una festa veramente per tutti,randi e piccini. Parte così il weekend ad Acireale o a Sciacca dove,credetemi,non abbiamo nulla da invidiare a Viareggio o Venezia. Abbiamo(noi siciliani,intendo)tradizioni carnevalesche altrettanto importanti e antiche. E se il carnevale è un’occasione per trascorrere tre giorni in compagnia di amici cari a ridere e scherzare,un’occasione che mi permette di tornare a casa(perchè,diciamolo,lavoro nella grigia lombardia),di divertirmi rompendo la monotonia….è un peccato che ce ne sia soltanto uno durante l’anno.

      Amo il carnevale!!

    23. DARIO… NON RIESCO A SPIEGARMI…
      INTANTO MI CHIAMO DANIELA E COME HO DETTO ALTRE VOLTE POSSO DARTI TUTTE LE INFORMAZIONI CHE DESIDERI IN ALTRA SEDE…
      MI SENTO RESPONSABILISSIMA DI TUTTO QUELLO CHE SOSTENGO E SONO PRONTA A MOTIVARE OGNI MIA AFFERMAZIONE…
      PER QUANTO RIGUARDA IL TUO LOCALE NON è UN PROBLEMA SE CI SIANO O MENO PERSONE PIù O MENO NOTE O CHE SIA UNA VETRINA… SONO CONTENTA SE CI SONO DELLE PERSONE CHE LAVORANO E DANNO LAVORO ONESTAMENTE…
      MA DA DOVE SI EVINCE CHE IL TUO LOCALE NON MI STA BENE?
      PERCHè NON ME NE SONO ACCORTA…
      DANIELA

    24. Elenco di nomi? Non avete visto niente! Domani faccio un post con l’elenco telefonico al completo, così imparate! 😉 Scrivo su rosalio da quasi un anno e ogni volta che faccio un articolo su un evento mondano si scatena un vespaio. E vabè, pazienza. Il fatto è che a dispetto del tempo che passa e dell’evoluzione a cui, di conseguenza, ciascuno dovrebbe essere soggetto, gli argomenti di discussione sono sempre gli stessi. Siamo fermi. E’ triste. Andiamo oltre. Un saluto a Dario che a mio avviso ha ragione SU TUTTO ed è un signore. Daniela Nonmihaidettocome (dici72), dovresti apprezzare la sua educazione e carineria, ti ha invitato più volte nel suo locale nonostante le tue parole non troppo gentili. Lo sai che scrivere in maiuscolo equivale a urlare? Nonostante anche tu sia ferma su considerazioni che ritengo sterili, una piccola evoluzione l’hai fatta: rispetto alle altre volte ti trovo ammorbidita. Non ti sarai mica fidanzata?! hihihi… Scherzo ovviamente. Grazie dei complimenti.

    25. Daniela NonMiHaiDettoCome – grazie per avermi suggerito il cognome cristiana – quale sarebbe questa altra sede in cui potresti/dovresti darmi tutte le altre informazioni? Cristiana, l’avevo già invitata altre volte?….E NON E’ VENUTA?
      SENZA DIRMI NON POSSO/VOGLIO GRAZIE COMUNQUE? ma allora è maleducazione!

    26. Cara Cristiana mi sono fatta quattro risate leggendo il tuo post…a parte la consueta polemica sui nomi (che noia, però!!!)ho invidiato tremendamente il tuo vestito da barbie luce di stelle…a me toccò solo arcobaleno…vabbè.Baci, Crì.

    27. Scrivo in maiuscolo per pigrizia, perchè così non sono costretta a giocare con il Maiuscolo/minuscolo…
      Ripeto di non avere alcun problema con il 161 ne con la CUBA ne con altri locali a qualsiasi TARGET essi appartengano, li frequento tutti senza distinzione alcuna, ma come ti ho già detto in un’altra occasione vado nei locali per stare bene e non per farmi riconoscere…
      ti consiglio e non ti obbligo, sia chiaro, ad alzare il livello delle tue osservazioni e discostarti dalla paura che dire TI AMO ad una donna può essere frainteso o che chi è fidanzato è meno aggressivo di chi non lo è…
      inoltre e concludo, io mi prendo le mie responsabilità, ma non mi pare che i commenti ai tuoi articoli in generale vedano soltanto in me una osservatrice ostile…
      daniela…
      e quando vuoi tu ti dico anche cognome e numero di telefono…

    28. …niente da fare cri…non servono soltanto gli antidoti perchè non è soltanto veleno…prova anche con il malox per l’acidità

    29. mi arrendo…

    30. ..ho begato tanto parlando di sterile polemica etc…e quindi non vorrei darti la sensazione di essere io a farla…però toglimi un ultima curiosità: quando scrivi “…ti ripeto che vado nei locali per stare bene e non per farmi riconoscere…” cosa ti dà la sensazione che andando in giro per locali qualcuno possa “riconoscerti”?

    31. intendo dire che non vado nei locali affinchè qualcuno possa dire …”lo sai chi c’era?”… o magari per poter dire …”lo sai c’ero anch’io”… vado per stare bene e non perchè è necessario esserci…
      Quando si racconta di una divertente festa di Carnevale in un locale e della simpatica conclusione che il vestito LUCE DI STELLE potrebbe essere ritoccato per adattarlo ad un uscita del momento (idea che io ho avuto spesso con i miei vestiti)mi chiedo…
      ma questi signori citati, che c’erano, migliorano la festa?
      Non era già divertente l’articolo anche senza di loro?

    32. Daniela ma chi ti ha detto che le persone che cito nei miei post vadano nel locale per farsi riconoscere? Chi ti ha detto che si sentano “Vips” come li chiami TU?? Perchè questi pregiudizi? Tristezza e noia!!! Loro neanche sanno che il giorno dopo parlerò di loro negli articoli, sia chiaro! IO ti invito ad alzare il livello e ad emanciparti da certi luoghi comuni e stereotipi. Per quel che riguarda il “ti amo”, ho imparato a difendermi dalla pignoleria esasperante di alcune persone (tra cui te) che commentano in questo blog. Purtroppo per far sì che alcune persone (tra cui te) capiscano, bisogna specificare TUTTO. Tanto è vero che non hai compreso nemmeno l’umorismo che stava dietro alla battuta “ti sei fidanzata”. Vedi? Il fatto che alcuni commentatori siano d’accordo con te, per te è importante? No perchè è già la seconda volta che lo scrivi. Evidentemente non sei abbastanza sicura già di tuo delle cose che pensi e hai bisogno di evidenziare il consenso degli altri. Ora basta perchè se sono sterili le tue considerazioni, le mie risposte e il “dibattito” che ne consegue non può che essere altrettanto, se non più sterile. Come hai fatto prima con Dario che cercava di essere diplomatico, stai facendo con me che ho provato a scherzare. Gli altri lanciano un segnale di tregua e tu ricominci ad attaccare. Se ti venisse in mente un giorno di cimentarti nel campo delle relazioni internazionali, non farlo. Per il bene di tutti, ripensaci.

    33. Lo capisci che il mio ruolo in questo blog è anche quello di raccontare gli eventi più carini della città, facendo una cronaca il più puntuale possibile? Guarda non è difficile da capire, se vuoi ti mando uno schemino in pdf.

    34. come vedi…
      ne tu ne io ci spostiamo di un millimetro…
      ed è giusto che sia così…
      ho apprezzato il tuo articolo quasi nella totalità…
      anche se mi rendo conto che del mio giudizio ti importa poco… ma sono sincera…
      il tono si è acceso ma non a causa mia io mi sono difesa…
      ho apprezzato anche l’ultima richiesta di chiarimenti di Dario ed infatti ho risposto in modo pacato…
      che dire…
      le opinioni diverse non necessariamente sono sbagliate…
      e visto che sono stata invitata, accetterò l’invito soltanto se con noi ci sarai anche tu…

    35. se leggi la mia ultima risposta a Dario vedrai che l’evento lo trovo carino da raccontare…
      è il Carnevale che non mi fa impazzire ma su questo sei d’accordo anche tu… mi pare…
      ed è quello che dico dal mio primo commento…
      mandamelo uno schemino…
      se ti fa felice…

    36. Peace & Love. Ci sarò. In particolare avevo già previsto di andarci domani con amicici per l’aperitivo, verso le 8. Se per te va bene, ti aspetto.

      Cristiana

    37. crì lascia perdere…non riesce! aveva scritto mi arrendo…ma le hanno spiegato che deve essere lei a dire sempre l’ultima…se no non vale.Comunque vi aspetto tutte e due…fatemi sapere quando. Daniela NonSoChiSei credo che sia più divertente dirsi le cose guardandosi negli occhi. Attendo

    38. fantastico alle 8…non posso mancare! crì la conosco…con te come si fa?

    39. E sticazzi !!! …,
      se i dj suonano,
      allora io che suono il sax sono un dj.
      😀

      dici72,per favore, puoi evitare di urlare ?
      http://it.wikipedia.org/wiki/Netiquette

    40. e meno male che ‘u sito ‘un è una ciàt… asinnò eramo consumati… l’appuntamenti, ch’i telefonini, a papà

    41. vi cerco io…
      a domani…

    42. Allora la prossima volta metterò: C’era “una ragazza” vestita così, “un altro” vestito colà… senza nomi, ok? se il fatto che delle persone vengano messe in evidenza con i loro nomi, in un articolo, ti reca così fastidio… credo che il problema sia tuo. Forse la cosa ti punzecchia in qualche modo. Resta da capire, se è così interessante, come e perchè. Comunque, siccome stiamo sfiorando davvero il ridicolo, ne riparliamo all’161 o quando vuoi. Mi piace confrontarmi con chi la pensa diversamente da me e magari ne può nascere qualcosa di buono. Dario: io naturalmente sarò quella vestita da Barbie Luce di Stelle! Perplesso, hai ragione! Si, in effetti Daniela, dovresti dirci quale sarà il tuo “segno distintivo”… Facciamo come Fantozzi, quando organizzò l’incontro al buio con Pina al congresso del Psi? Ci mettiamo tutti e 3 un garofano rosso nel taschino della giacca? Hahaha

    43. sarò vestita da pagliaccio…
      e mi scuso per il MAIUSCOLO non sapevo che fosse disdicevole in un Blog…
      a domani cri cri cri…

    44. Leggo 44 commenti. Poi vedo, scorro mi accorgi che a cantersela e suonarlesa sono in pochi. Più o meno gli stessi.
      Va meglio. O no? *azzo, ora ci sono dentro pure io.
      Bha!

    45. Polemiche a parte, a me stavolta quello che ha scritto cristiana è piaciuto molto. L’ho trovata molto divertente…..e l’ho invidiata tanto, perchè anch’io avrei voluto il vestito da barbie (è vero da piccole si è tasce) ed invece sono stata vestita da zingara e da ungherese con tanto di cappellino rotondo con i nastri colorati…

    46. Sottolineiamo “stavolta”! Uharte, a parte gli scherzi, grazie 🙂 Zingara e ungherese… Sono solidale con te, so cosa si prova. Vedo che tua mamma era in empatia con la mia, con la fissazione per i costumi “ettinici”.

    47. che bello allora vi incontrate!!se ti vesti da Barbie Luce di Stelle vengo pure io…vestito da Big Jim riconoscermi sarà molto facile: sorriderò tutto il tempo, se mi spingi la schiena si alza il braccio destro e poi avrò una tatuaggio sul cu*o con scritto “Made in Taiwan”.

    48. Capisco che qui tutti leggiamo Kant, siamo vegetariani und macrobiotici, suoniamo il mandolino cinese e abbiamo barbe pensose. Ma insomma… che male c’è?

    49. Non avete pace però :)!!!

    50. Ma insomma…, arrivati a questo punto mi pare che ci sarebbero cose più importanti su cui dibattere.Sicuramente più importanti di tuttu stu gran curtigghiu. Roba che secondo il mio saggio e vecchio giornalaio si è infine ridotta solo a chiacchiere e tabacchieri ‘i lignu

    51. Cristiana che dire? clap clap clap

    52. http://www.welove161.it/welove161.htm e poi click su “photogallery” appare “happy birthday Cirino” MA CIRINO POMICINO NON ERA IN CARCERE PER TANGENTOPOLI KIFFà NISCIU??

    53. Buongiorno :)!!! Ne avete scritte tante su Dario Riccobono e sull’ 161, ma secondo me, in realtà, nessuno ci ha preso!
      Ve le dico io due cosette:

      1) Dario è un gran signore(é uno dei pochi del ctp che ti saluta sempre e cmq, pur non conoscendoti).

      2) Ragazzi, il sito dell’ 161 è fantastico!!!

      A presto Rosalini :)!

    54. BUONGIORNO A Voi Tutte/i ed intanto un “Sono contento” per Dario Riccobono ed il suo locale che è riaperto nonostante i problemi di qualche tempo fa. Oggi più che mai cmq i locali sono luoghi di “passarella” ed hanno la loro fortuna per questo….. Poi ed è fatto apposta, si stanno concentrando tutti nella stessa zona 😉 ed è per questo che la gente “saltella” da un posto ad un altro e c’e’ chi alla sera si è ridotto “una scimmia” per un drink quà ed un altro la’ e chi invece è appagato perchè ha “assicutato” la “pupa preferita” e magari è riuscito a scambiare qualche chiacchiera e chi invece si è fatto “due palle giganti” perchè o non ha incontrato chi avrebbe avuto il piacere di incontrare o perchè ha avuto difficoltà ad entrare in quel locale perchè “non era in lista”. Questa è la più grossa “mega-stronzata” dell’ultimo decennio. Non si fa selezione così e cmq non è per niente legale, a mio avviso. Poi che si faccia passerella o meno, che la gente vada per farsi mostrare o altro conta poco… l’importante che TUTTI i locali siano alla portata di tutti e per tutte le utenze (educate e civili). PEr il resto sono a dieta; caro Dario Riccobono se vengo da TE al posto di un bicchiere di vino un succo d’ananas me lo offriresti ??? 🙂

    55. caro maurizio, le passerelle e le mode durano molto poco…non ho mai puntato sul fatto che il 161 sia un posto alla moda. Cerco di concentrarmi sulla qualità dei servizi da offrire, cioè sul far bere bene, sul far mangiare bene, sul cercare di dare un buon servizio, sul dare un posto in cui la gente entri e dica “carino”…sono queste le cose che possono far funzionare un posto nel tempo…poi il fatto che i VIPS come li chiamate vengano,- non li paghiamo, sono loro che pagano noi – dunque alla fine buono così! tutti quanti fate tanta ironia su questo, ma alla fine a tutti piace che ci siano…
      ps: Poborsky …chi sei

    56. maurizio dimenticavo a proposito di liste…capita che ci siano situazioni in cui il 161 è stato riservato per un evento privato, società che devono presentare o promuovere un prodotto, o semplicemente da clienti che hanno festeggiato un compleanno o una laurea…è ovvio che in questi casi chi ha pagato per avere riservato il locale abbia una sua lista di invitati…e chi non è in quella lista non può entrare; mi pare abbastanza normale o avete da sindacare anche su questo…per il resto se capita in serate normali che chi fa la sicurezza alla porta dica: mi spiace non è in lista! E’ perchè non ha ritenuto “simpatica” quella persona…eviterei tutti gli stupidi commenti su cosa vuol dire “simpatica” …ti è tutto chiaro?

    57. Caro Dario….. io sono intervenuto per parlare in generale….. ma ti ho tirato in ballo in quanto proprietario di locale. Da buon 42-enne giro la sera da tantissimo tempo e bene o male so come funzionano queste “liste” e talvolta mi vien anche da ridere…..potrei raccontarti un episodio capitato ad una ragazza organizzatrice in un locale a Terrasini per esempio ma nn sarebbe carino….. ed il discorso sulle persone “non simpatiche” o “poco gradite” è alquanto fastidioso (per chi riceve un’eventuale negativa) e spesso inopportuno e avventato per chi, stando all’ingresso di un locale, si sente chissacchessia. Simpatie, antipatie…. tutte queste cose non dovrebbero esistere. Poi non lamentiamoci se qualcuno esasperato si comporta adeguatamente…..Ps. u capivu; verrò da anonimo ed il succo d’ananas me lo pago io…..;)

    58. …maurizio non sono stato chiaro…il mio riferimento a “simpatiche” non voleva dire VIPS o “conosciute” …ma era riferito a quello che tu sottolineavi nel tuo commento…ovvero “l’importante che TUTTI i locali siano alla portata di tutti e per tutte le utenze (educate e civili)”….capisci? educate e civili! la persona che metto alla porta che fa questo lavoro credo da una trentina d’anni, ha questo compito: cercare di non fare entrare la gente poco “educata e civile” …ti assicuro che ve ne è tanta! anch’io ti potrei raccontare episodi che di divertente non hanno niente..poi è ovvio, anche lui può sbagliare nel valutare, in alcuni casi ce ne siamo accorti pure noi. Ma il suo compito e le disposizioni che gli diamo sono quelle! evitare che tu e magari – anche se non ti conosco – che sei una persona perbene e magari l’amica con cui sei, possiate essere infastiditi da qualche lestofante…tutto qui. Anche questo è criticabile?

    59. Dario Ti continuo a dire che io parlo in generale……e che cmq antipatia a livello visivo non vuol dire “inciviltà o delinquenza”. cmq Vi sottoporrò alla prova….. visto che ti senti parte in causa…..

    60. ..HO CAPITO CHE PARLI IN GENERALE…ma prima mi hai messo in mezzo come proprietario…e quindi io ritengo di doverti spiegare come noi gestiamo questa faccenda! ed evidentemente non riesco ad essere felice perchè mi continui a parlare di …antipatia a livello visivo che non vuole dire inciviltà o delinquenza…Maurizio!!!Ciccio – ovvero quello che sta alla porta non ne fa un problema di antipatia a livello visivo…come te lo devo spiegare? Fa questo lavoro da 30 anni e conosce tutta palermo, quindi ha una discreta capacità di distinguere il “fango”…riesco ad essere comprensibile o no

    61. INK come te la prendi…..Ciccio (credo sia lui) lo conosco dal tempo del Noctis… e sa fare il suo lavoro ma,parlando sempre in generale, ci sono posti dove, per antipatia a livello epidermico non ti fanno entrare manco con le bombe (forse)….. Capito mi hai?

    62. Caspita mi sento un’aliena….fortunatamente non frequento locali che richiedano particolari standard per l’ingresso…e a pensarci bene credo che mai li frquenterò…diffido dalle liste di “proscrizione”…sebbene possano essere ritenute cool e possano invogliare orde barbariche in cerca dell’esclusivo…per me sono sintomatiche di un’epidermica discriminazione.

    63. E a proposito di liste….ma chi sono questi illustri personaggi citati sopra? Scusate ma non me ne intendo di movida vip palermitana. E volerne scrivere le gesta, menzionandoli alla stregua di persone fatalmente riconoscibili al pubblico di lettori mi sembra provinciale provinciale e pacchiano. L’altisonanza dei nomi non so perchè ma mi suscita come inevitabile una sonora pernacchia.

    64. isola81 ….scusa la brutalità…ma non hai capito o non hai letto una mazza! Prima di scrivere non pensi sia meglio leggere quello che c’è scritto negli altri commenti?

    65. In effetti confesso…stavo leggendo Kant e tra una critica e l’altra avevo spulciato in maniera veloce e superficiale questo post. Mea culpa! Ma non mi pare i miei interventi possano essere così fuori tema rispetto al tenore del post e ai commenti successivi. E continuo a sostenere che certi locali ( ma perchè ti senti chiamato in causa quando si parla di “locali”? detieni forse la gestione di tutti i night e affini di palermo?)sono fuori dalla mia mortale portata. Non per i locali, credimi, ma proprio perchè “non è cosa miaaa”. In riferimento ai nomi, devo ammettere che avevo omesso la lettura di quanti ne criticavano al presenza. Di questa noiosa ripetitività mi scuso…ma certo vorrà pur dire qualcosa se provoca questo moto di fastidio al lettore medio. Invidia? forse si ma forse no….

    66. A parte i VUP (very unkowned persons) penso che tutto l’articolo sia un marchettone enorme al locale.

    67. Dimenticavo….riconfermo anche la sonora pernacchia. 😛

    68. Vi invito a essere rispettosi nei confronti degli altri commentatori.

      Alessandro questo blog non ha ricevuto alcun compenso per il post e gli autori sono liberi di scrivere quello che preferiscono. La marchettofobia dovrebbe sparire adesso. 😉

    69. Io credo che chi organizza una festa possa lecitamente riservarsi la facoltà di effettuare una selezione all’ingresso.

    70. …Tony non dire corbellerie…….
      i locali ove si consuma e si paga hanno libero ingresso altrimenti sarebbero “associazioni culturali non a fine di lucro” a tessere come il vecchio “Malaluna”, lo “Zelig” e tanti altri….. nn dire mega uccellate pure Tu (marchettone) 😉

    71. però avendo scritto “credo” nn ne sei sicuro e allora……..Ti perdono 🙂 e auguro a tutti una buona serata……

    72. Ribadisco ogni singola lettera e tutta la punteggiatura della mia frase di prima.

    73. ink picciutteddii dopo 12 ore di lavoro al computer oggi un cia fazzu cchiù a leggere tutti sti post aggressivi!
      a quest’ora della sera, le mie povere mani stanche su sta tastiera bianca riescono solo a fare i complimenti a me cucina cristiana! ;D addirittura accuse di marchette! azzarola!
      buona notte rosaliani, domani se ne avrò il coraggio vi leggerò!
      ciao anche a me cucì maurì 😀

    74. Non sono arrivato a leggere tutti i commenti ma solo la mole di tutto questo curtigghio è molto divertente. Mi unisco ai marchettari ed alle marchettare con grande piacere: complimenti a Dario per il 161 ed in bocca al lupo! In una città come questa ci vuole coraggio anche semplicemente pensare di fare l’imprenditore.

    75. Comunque, poi Dici72 non venne…

    76. ehi Dario mai sentito parlare di aderire alla lista.
      Sai di che parlo?
      E che ne pensi si può fare?
      Oppure non ci sono le condizioni per…

      ciao
      pequod

      p.s. magari se dai un segno + ..si ci vede.

    77. ….azz… tony ti sei dovuto pure prendere del marchettaro…che fantasia ragazzi….crì crì dici72 ci ha dato buca, mi ero preparato l’antidoto…non si sa mai. un’ora fa in mezzo alla bolgia infernale sono scesi 8 finanzieri in borghese…

    78. mi viene un pò da ridere…qui tutti a fare gli intellettuali, a disprezzare il gossip, i mondani e la mondanità, i locali e i frequentatori, i curtigghi, botte da orbi e critiche ogni qualvolta è possibile a questo 161…però mi sono fatta un giro ed è l’unico post con 80 commenti!!! la solita storia ..sempre a disprezzare e poi a comprare

    79. GRAZIE GIULIA!!! FINALMENTE QUALCUNO CI E’ ARRIVATO!!!

      P.S. Cristiana, scua x le maiuscole, ma…quando ce vo, CE VO : )!!!

    80. …ahi ahi ahi ahi. La cosa comica è che io parlo in generale, Dario ( che si sente giustamente parte in causa)se la mutrìa e la sua claque lo difende e attacca chi critica. Questa è Palermo ! ! ! Buon week end di pioggia a tutte/i. Ciao cucì Chiara. Ps. A miegghio si ttu che nn marchetti 😉

    81. Ma quale marchetta e marchetta? Ogni volta che farò un post su un locale direte che Rosalio, o io, o Tony facciamo le marchette? E tutti i post che ho fatto fin’ora? Ho sempre scritto di eventi citando anche altri locali, non c’è nessuna novità. Alessandro e Maurizio: ma perchè se scrivo bene di un locale dovete malignare e dire che “si fanno marchette”? Se si parla bene di qualcosa non lo si può fare incondizionatamente, bisogna percepire soldi x forza? Maurizio, non c’è nessuna claque e nessuno si è messo d’accordo con nessuno. Ah, che buonafede che avete: se si parla bene di un locale è perchè si percepisce denaro e se qualche commentatore “difende” l’161 o il mondo dei locali, è “la claque”. Dico solo una frase: si giudica come si opera. Non vi va giù che a qualcuno (a molti a dire il vero) questo locale, e in generale un contesto non necessariamente “alternativo”, piaccia davvero? Eccheppalle! Parliamo di cose serie: Dici72! Perchè non sei venuta ieri sera?

    82. Cristiana………e battete a mazze quando la briscola e a coppe. Ci ritorno per l’ultima volta. Io ho parlato di locali in generale…..del mal costume, del non savoir faire della gestione degli ingressi ai localo in di Palermo. Il 161 lo conosco anche se non lo frequento spesso e nn ho niente da dire. Poi, ripeto, se il titolare se la mutrìa ed alcuni lo difendono e mi attaccano io li definisco “claque”. Ora mi sto seccando….. o devo dare per forza ragione a qualche visitatore casuale che attacca il Blog???

    83. Visto che si parla di locali
      una domanda.
      sapete che cosa hanno in comune questi locali?
      Blow-up
      Parco letterario Tomasi di lampedusa
      Lulu bar
      Kursaal Kalhesa
      i Candelai
      Via di Mezzo pub
      Expa
      Enoteca del porto
      Espace
      Fresco
      Flash dance Bar-Caccamo
      Il Rintocco
      Malgiocondo
      ………………….
      non marchette ma stò parlando di:
      CONSUMO CRITICO.
      ciao pequod

    84. Ciao Dario! Scusa se non ti ho risposto prima, ma francamente non avevo visto il P.S., sono Manfredi, il fratello di Fabio. Non credo che tu ti ricorda di me, cmq appena passo all’ 161, ti vengo a salutare : )! A presto!

    85. Ecco un altro che se la canta e se la suona…
      Questo addirittura si fa la domanda e si dà la risposta…UN GENIO!!!
      Cmq, io lo so che cosa hanno in comune tutti questi locali: sono frequentati da persone ignoranti, presuntuose, arroganti e sporche che hanno letto 2 libri di filosofia e hanno imparato 4 assiomi a memoria che ripetono + volte con aria saccente…votano comunista e si vestono tutti spardati xchè va di moda, non hanno un lavoro nè obiettivi, se non quello di bere e fumare…tanto qualsiasi cosa succeda, c’è papà che paga…dicono che palermo è un paesanazzo senza futuro e quindi emigrano…di solito finiscono a lavorare x un multiservice di milano come factotum o come camerieri a londra…ah! dimenticavo, grazie x la mitica definizione CONSUMO CRITICO: è un’ ILLUMINAZIONE!!! Adesso anch’ io ho una definizione da ripetere in questi locali d’ elitè!!!

      P.S. Scusate, stavolta ho un pò esagerato, ma sono veramente stanco di questi ipocriti scopritori d’ acqua calda che sono capaci solo di individuare e creare nuovi problemi, MAI SOLUZIONI!!!

    86. La stragrande maggioranza di indignazioni, botte & risposte che contraddistingue questo post (non il post da solo che era quello che normalmente e bene fa Cristiana) mi pare un sintomo preoccupante

    87. meno male che le SOLUZIONI li hai tu!
      sei anche parecchio offensivo ma ti lascio nel tuo brodo….sguazza pure poborsky!

    88. Io avrei da ridere sul menu del 161 ma non perchè non è all’altezza,ma perchè i palermitani non sono pronti per la cucina minimalistica fusion 😀
      Poi vorrei sapere se ai clienti spiegate il concetto fusion sullo sformatino di couscous,verdure,gamberetti e calamari,su crema di pomodoro e gelatina di basilico

    89. Buongiorno a tutti! Pequod se ho offeso te o qualcun altro, chiedo scusa. I miei toni sono stati volutamente accesi, non per colpire te, ma il concetto che trapela dalla bellezza di 89 commenti, cioè una lotta di classe + o – celata.
      Si era partiti da un articolo nel quale una ragazza raccontava le sue vicissitudini infantili nel periodo di carnevale( già solo x questo ci vuole molto coraggio!!!)e che chiedeva semplicemente di raccontare la nostra esperienza. Ha anche descitto una festa di carnevale in un locale (x fare imprenditoria a palermo e proporre una festa in maschera dire che ci vuole coraggio, è un eufemismo!)e si è finito con l’ accusa di marchettari ad entrambi(che tristezza!!!).
      Io le mie scuse x i miei toni accesi li ho fatti, mi piacerebbe che chi ha accusato qualcun altro di essere marchettaro o ha diviso le persone in consumatori critici e di massa facesse lo stesso:questa è la mia soluzione : )!
      Spero di poter avere ancora l’ occasione di dibattere con te e con tutti gli altri rosalini con toni + pacati. A presto :)!

    90. …ciao piccolo sacco…so perfettamente chi sei! mi fai così stonato? vedi io ogni tanto passo a leggere perchè mi sto obiettivamente convincendo che è divertente…scopri di quante specie è composta la razza umana…trovi gli sfigati, i repressi, i depressi, che hanno di che sfogarsi sparando a zero senza motivo, offendendo, criticando, ironizzando…c’è un tale che pensa di farlo sul menù, parlando di cucina minimalista fusion? sul dovere spiegare cosa c’è di fusion nello sformatino di couscous…scusa ma hai fumato erba scaduta? ma va bene così manfredi…anche loro hanno diritto di sfogarsi

    91. Per l’ennesima volta vi invito a essere rispettosi nei confronti degli altri commentatori.

    92. Caro Rosalio dove è andato a finire il tuo proverbiale ed indeflettibile rigore nel pretentere il rispetto delle regole del blog?
      Uno dice ad un altro: “…scusa ma hai fumato erba scaduta?” e tu ti limiti ad un generico richiamo?
      Per molto meno – in altre occasioni – hai giustamente cancellato dei post dal blog.
      Sono sicuro che farai lo stesso anche questa volta per non dare adito ai soliti “disfattisti, repressi, depressi” e chi più ne ha più ne metta che due più due fa a volte quattro a volte quattro e mezzo a seconda di chi fa di conto.
      Saluti

    93. Rino se non ti dispiace decido io che cosa fare. Grazie per il tuo interessamento.

    94. lotta di classe???
      No poborsky vedi se fai più attenzione vedrai nella home page di questo sito un banner e se alcuni della redazione di I love sicilia ,che il 5 maggio erano presenti con il loro stand..volessero,potrebbero spiegarti a te e ad altri che …..che cosa intendevo dire parlando di CONSUMO CRITICO in alcuni locali (quelli segnalati)….e di adesioni….
      non credo per questo di dover chiedere scusa a nessuno e accetto molto volentieri di “dibattere” con te
      ciao
      pequod

    95. Sicuramente puoi fare quello che credi ma non puoi impedirmi di essere dispiaciuto per quello che fai.

    96. A riccobono,io fumo erba da paura coltivata da me stesso,afghanistan,thc strong….ma il problema non è capire se l’erba sia scaduta o di buona qualità,il problema è che nel tuo sito e nel tuo locale,spacciate per cucina fusion quella che non è,guarda caso sono uno chef executive molto apprezzato nel mondo della cucina, lavoro in un hotel di 5 stelle e facio consulenze per locali di nuova partura e non e se mi permetto di scrivere qualcosa sulla cucina e perchè sò
      allora prima di dare del drogato alle persone senza conoscerle,fatti un esame di coscienza
      Tu invece,mi hai dato del frustrato,ma frustato forse è chi non ha saputo rispondere alla mia domanda,ripeto,spiegate il concetto di cucina fusion e minimalista ai vostri illustrissimi clienti?
      Il cliente va premiato anche con questo,spiegando loro….quello che gli offrite….tipo quella foto del sito di quel piatto che sembra tutto e niente,troppo decorato..
      è critica,serve per crescere a forse voi del 161 vi sentite già arrivati,peccato ch fuori Palermo,nessuno vi conosca
      la strada è lunga,sig Riccobono

    97. Piccolo chiarimento: il commento di Dario è al limite per la policy dei commenti perché per erba io (supponendo la “buona fede”…giusto?) intendo quella che cresce in qualunque giardino. Qualora Dario avesse voluto intendere erba…vietata dalla legge allora avrei dovuto rimuovere il commento. Nel commento non si da del frustrato a Nat.
      Ad ogni modo oltre alla policy sapete che qui è gradita la netiquette, quindi cercate di esprimere garbatamente le vostre opinioni e non costringetemi a intervenire.

    98. Due più due uguale?

    99. 2+2=5, ovviamente! 😀

    100. …executive chef…ho troppo rispetto per tony e per il suo lavoro e francamente non ho alcuna voglia di discutere con te e farlo peraltro sul livello e sui toni che metti sul piatto… nessuna voglia peraltro di farti cambiare idea. sono certo che capirai. ciao

    101. Io ho troppo rispetto per Ninni il tuo chef,ma ripeto,diciamolo chiaramente,ho cenato da voi qualche mepo fà ero con alcun persone,alle mie domande su concetto fusion,e su alcuni piatti,le persone addette al servizio non hano saputo rispondere,anzi una di loro ha dato la stessa risposta che tu hai dato a me,parlando di erba….cipollina che crece spontanea,fusion? perchè fumano mi hadetto.

      Bhè,la classe non è acqua,la professionalità non si trova nelle patatine,e quella che dovrebbe esserci in uno dei migliroilocali di Palermo è presa troppo alla leggera,intendo formzazione/selezione (quella la fate male anche all’ingresso)

      Auguro al tuo locale sempre belle cose,anche perchè con lui in piccola parte cresce Palermo

    102. Avanti Ultras !!!

      + sky
      – spy

    103. ..mia cara cri forse ti sei dimenticata di quella volta in cui, finalmente libera di decidere per te stessa, hai optato per una tutina attillata che mettesse in luce le tue fantastiche forme ?? ebbene si… Eva Kant !!! Si tratta di pezzi storici indimenticabili..hahahahahaha

    104. hahahahahaha. si, avevo rimosso. cmq anche lì mia madre ebbe un ruolo fondamentale nella decisione… per quel che mi rigurda, ero vergognatissima… grazie per le forme. Ah, le amiche! 😀

    105. Fusion o no…(a tavola le questioni di stile mi lasciano abbastanza indifferente), critico o no adesso ho la curiosità di andare a mangiare al “161”. Dal vecchio forse ritrovato amico Dario…
      Giuseppe

    106. leggo questa sfilza di commenti a distanza di parecchi mesi. Siete davvero grotteschi, Provate a rileggervi. troppo divertenti!
      Grazie!

    107. siete davvero forte questa e la prima volta che scrivo e mi piacciono i vostri commenti cosi divertenticiao e grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)