mercoledì 23 ago
  • Polemiche sui solfati nell’acqua

    Nei giorni scorsi l’Ausl 6 ha rilevato un’eccessiva concentrazione di solfati nell’acqua che viene erogata in alcune zone della città. In alcuni casi l’acqua potrebbe essere stata non potabile. Ieri il sindaco Diego Cammarata ha dichiarato che «Non c’è mai stato alcun allarme né emergenza sui livelli di solfato nel sistema di distribuzione idrico cittadino. La situazione è sotto controllo e lo è sempre stata».

    Il limite previsto dalla legge per i solfati è di 250 mg e a Palermo il valore attuale sarebbe di 247 mg. Il centrosinistra accusa il sindaco di non aver avvertito la cittadinanza di alcuni sforamenti e non ha gradito i riferimenti al fatto che regioni come il Veneto e il Lazio abbiano una deroga ministeriale che porta la soglia a 400 mg.

    Palermo
  • 3 commenti a “Polemiche sui solfati nell’acqua”

    1. penso che l’acqua è un bene indispensabile,specialmente in Sicilia dove non se ne ha abbastanza,quindi bisogna salvaguardarla,

    2. ..e tutti quelli che sono contro la privatizzazione della gestione dell’acqua che ne pensano?
      …bella cosa pubblica.

    3. da alcuni mesi, tre per esattezza, bevo l’acqua che arriva a casa mia dall’amap (avevo sentito dire che l’acqua che esce dai nostri rubinetti a Palermo, e’ una delle migliori acque d’Italia!)
      Finalmente mi ero liberato d’acquistare cestelli d’acqua provenienti da ovunque, l’acqua che bevevo mi sembrava ottima (dopo averla tenuta in frigo una notte) ed ho apprezzato ancor di piu’ la voglia di berla!
      Devo ricredermi e ricominciare ad acquistare quei cestelli d’acqua tenuti chissa’ come e dove, per tanto tempo?
      Il sindaco Cammarata, beve la nostra acqua?

    Lascia un commento (policy dei commenti)