venerdì 24 nov
  • L’MpA con Cammarata, polemiche sull’acqua

    Diego Cammarata

    Il Movimento per l’Autonomia e Diego Cammarata hanno raggiunto in un incontro svoltosi oggi l’accordo per il sostegno alla sua candidatura a Sindaco.

    Leoluca Orlando

    Stamattina si è svolta nei locali dell’Ausl 6 una conferenza di servizi per parlare del livello dei solfati nelle acque cittadine. Cammarata ha dichiarato: «Tutto quello che è stato detto ieri sull’acqua è una delle più grandi bufale degli ultimi anni. Come tutore della salute dei miei concittadini e come sindaco mi assumo la responsabilità di ribadire che non c’è mai stato alcun rischio per la loro salute, come precisato dalla Ausl 6 e dall’Amap. […] Ho detto che farò una campagna elettorale non raccogliendo le provocazioni e le falsità del mio avversario ma se c’è una cosa che non gli permetterò è di offendere la mia onestà e la mia responsabilità. È evidente che al mio avversario dia fastidio e faccia rabbia il fatto che in città l’acqua adesso ci sia per davvero. Lui ha fatto la sua fortuna politica, in passato, puntando spesso sulla demagogia e fin troppo spesso sulla calunnia e sulla falsità. Su di me non può inventare che sono mafioso, non può inventare che non sono una persona perbene, non può inventare che non ho ben governato bene perché i risultati sono sotto gli occhi di tutti. So che in questa campagna elettorale dovrò fronteggiare tante falsità ma sarà anche un modo per confrontarsi sui valori: l’onesta la correttezza la responsabilità e soprattutto la verità» Il riferimento è alle affermazioni di Leoluca Orlando che ieri aveva annunciato un’interrogazione urgente al Presidente del Consiglio, chiedendo un intervento della Protezione civile perché i cittadini siano informati sulla reale qualità dell’acqua distribuita e aveva detto che ci sono «due miliardi di litri d’acqua buttati ogni mese a Palermo. E in 31 rilevazioni su 32, superati i limiti di legge per i solfati».

    Sinistra europea

    È stata presentata la lista della Sinistra europea che vedrà competere insieme a Palermo Rifondazione Comunista, Primavera siciliana e l’associazione liberi aderenti alla Sinistra europea. La lista sarà guidata da Marco Assennato e avrà al suo interno sia i consiglieri comunali uscenti del Prc, Ermanno Giacalone e Antonella Monastra, che quelli di Primavera Siciliana, Emilio Arcuri e Maurizio Caruso.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)