giovedì 23 nov
  • È uscito il libro di Bernardo P.

    Grandissimi cornutazzi di lettori,
    voiattri che fate la bedda vita alla luce del sole e macari vi bronzate alla facciazza mia, voi tutti che vi riempite la bocca di questa cosa che si chiama mafia, che credete a quello che dice il televisore e parrate di pizzo e pizzini a mai finire, ma che minchia ne volete sapere voialtri?
    A mia che toccò di stare all’ombra della latitanza, in una barracca umida e fitusa in mezzo a capre, ricotte e cicorie, e ora mi tocca fari la muffa in questo puttuso di galera carcerata, io ciò i cabbasisi sputtusati di sentire tutti sti cristiani che babbiano a destra e ammanca, Bernardo P. di quà Bernardo P. di là.
    Per cominciare, io sono io e non mi devo presentare. Poi, siccome non solo cè chi jetta fango su di mia, ma anche cè che tutti cuntano la loro storia, pure se non tengono ungazzo da dire, allora mi feci deciso che è megghiu se in questo bisinès del libro ci entro pure io che di cose da raccontare ne tengo agliosa, e vi spiego come gira il mondo in cui caminate.
    Pecché vi dovete mettere ‘nta testa che iè propio grazzie a cuesti pizzini di carta che io in tanti anni ho messo apposto l’Italia e le cose vostre (che comuncue sono cose nostre di noialtri, se finora non l’avevate capito).
    Infine, amici miei, vi vogghiu inzegnare questa cosa: cè chi comanda e fa la storia, e chi la storia se la pigghia intera accussì comè. Il primo sa, non parra, e muto muto scrive;
    i secondi non capiscono, babbiano e quindi pace all’anima loro.
    Baciamo le mani,
    Bernardo P.

    “100 pizzini di Bernardo P. prima di andare a letto”

    N.d.R. (nota di Rosalio): 100 pizzini di Bernardo P. prima di andare a letto è un’idea lanciata in rete col blog www.bernardop.splinder.com da Marco Boccia e Andrea Pugliese.
    Dal 27 marzo è anche un libro (Baldini Castoldi Dalai editore) che propone una esilarante e inquietante parodia del sistema di comunicazione reso celebre dal capo di Cosa Nostra arrestato l’11 aprile del 2006.
    Dal covo della latitanza Bernardo P., con l’italiano stentato e pasticciato dei suoi pizzini, minaccia, aggiusta, ordina, consiglia, ringrazia.
    Come un puparo muove i fili del Paese governando appalti e politica, ma anche giornali, grandi opere, calcio, tv, persino moda e costumi. Nessuno viene risparmiato, da Silvio B. a Dolce & Gabbana, persino il Grande Fratello, fino ai potenti della terra.

    Ospiti
  • 3 commenti a “È uscito il libro di Bernardo P.”

    1. Direi che in tema di mafia l’ultima notizia riguarda l’arresto dell’Onorevole
      Bartolo Pellegrino, ex assessore regionale di un governo Cuffaro.
      Il Pellegrino è ricordato dalle cronache per aver definito ” SBIRRI ” le forze dell’ordine e di considerarlo un termine positivo. Mi chiedo per chi?
      Insieme al predetto è stato arrestato, pure, l’ex direttore tributario dell’Agenzia del Demanio di Trapani.
      Se avessero usato i ” pizzini “, certamente, non sarebbero stati intercettati. Dilettanti.

    2. non ho capito, chi materialmente ha messo in piedi questo libro? e bernardo p ne sa qualcosa o no?
      e cmq la frase su chi fa la storia e chi se la prende è sacrosanta verità… siamo burattiniii!!!

    3. ma vi sembra che Bernardo P. parla in catanese?? Io sono molto perplessa, bella l’idea ma poco convincente.

    Lascia un commento (policy dei commenti)