venerdì 24 nov
  • A Corleone “Voglia di libertà”

    Corleone festeggia l’anniversario della cattura di Bernardo Provenzano con la rassegna Voglia di libertà, tre giorni tra musica, manifestazioni culturali e onorificenze.

    Si inizia oggi con la “giornata della coesione sociale” nel bosco di Ficuzza, un happening fuori porta realizzato con Legambiente Sicilia a base di musica dal vivo e degustazione di prodotti tipici del territorio. A partire dalle ore 11:00 i giovani delle scuole, delle associazioni di volontariato locali e internazionali, suoneranno e canteranno musica popolare. È in programma l’esibizione di undici gruppi tra cui Asteriskos, Cialoma, I Tamburi di San Giusto, La zampogna di Monreale, Lassatilabbalari Quartet, Musìa e TrizziRidonna, Coral Caves, Accademia musicale Liscio 2000, Associazione provinciale Filarmonica trapanese e Accademia Epulae, bande e formazioni musicali provenienti dalle province siciliane e dal comprensorio corleonese. In programma anche la rappresentazione dello spettacolo musicale e folkloristico Sicilia ieri e oggi, con musiche popolari e recitazioni in lingua siciliana.

    “Voglia di libertà”

    Domani verrà conferita la cittadinanza onoraria al prefetto di Palermo, Giosuè Marino e al presidente del Tribunale di Termini Imerese, Leonardo Guarnotta.

    Dopodomani lo stesso riconoscimento andrà al pool di magistrati e di investigatori che ha lavorato alla cattura del boss Provenzano: Giuseppe Pignatone, Michele Prestipino, Marzia Sabella, Giuseppe Caruso, Giuseppe Gualtieri e Renato Cortese. Verrà ribattezzata la strada che porta alla masseria dove è stato arrestato Provenzano “via 11 aprile 2006 – arresto di Bernardo Provenzano – mafioso” e sarà proiettato in prima nazionale presso il Cine-teatro Martorana Semi di zucca, storie d’emigrazione e Resistenza, una ricerca teatrale e narrativa dedicata alla memoria di Epifanio Li Puma (contadino e sindacalista antifascista ucciso dalla mafia nel 1948).

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)