domenica 20 ago
  • Per Demopolis vincerebbe Orlando

    Leoluca Orlando

    Un nuovo sondaggio sulle intenzioni di voto effettuato da Demopolis tra il 10 e il 14 aprile vede Leoluca Orlando attestarsi al 40%, contro il 38% di Diego Cammarata e il 2% degli altri candidati. Il 48% degli intervistati ritiene che Orlando possa rappresentare gli interessi dei cittadini meglio del sindaco uscente (37%). Il 20% degli elettori rimane composto da indecisi. Il campione di 800 cittadini è rappresentativo della popolazione maggiorenne residente nel Comune di Palermo, stratificato per classi d’età, sesso, titolo di studi e numero di abitanti delle circoscrizioni di residenza.

    Nel voto proporzionale alle liste per il rinnovo del Consiglio comunale di Palermo è stato rilevato un ampio vantaggio (20 punti percentuali) della Casa delle Libertà (58%), contro il 39% dell’Unione.

    Palermo
  • 23 commenti a “Per Demopolis vincerebbe Orlando”

    1. Sentendo vox populi anch’io ho avuto la stessa sensazione

    2. quanto è difficile seguire le vicende di palermo da fuori palermo.
      grazie a rosalio che pur non essendo un organo di stampa “ufficiale” ci riesce a dare tantissime info vista la mancanza totale di testate giornalistiche siciliane on line.
      grazie a tutti coloro che ci lavorano.
      grazie toni che con la tua “idea” hai dato veramente un contributo valido in un periodo di magra informativa.

    3. Grazie a te mr.Tamburino. 🙂

    4. Calma, calma, è solo un sondaggio: la realtà potrebbe essere diversa.
      Intanto, non posso fare a meno di notare che, se si concretizzassero queste previsioni, ci sarebbero poi un bel pò di problemi: Orlando non avrebbe cioè una solida maggioranza di sostegno.
      Credo quindi che ci sia ancora parecchio da “lavorare”…

    5. il Vincente è Cammarata !

    6. Il vincente è Orlando!!

    7. La vincente dovrebbe essere Palermo!

    8. Speriamo che ,come al solito,la perdente non sara’Palermuzza perche’non lo merita,a volte mi fa veramente pena(mi pari piatusa)tanto splendida e bella quanto difficile e impossibile.Io cmq dico > perche’c’e’ bisogno di gente che appoggi la Borsellino nella lotta all’ illegalita’che rappresentea ancora l’unico ostacolo alla crescita della Sicilia e di Palermo……

    9. E i Palermitani onesti! Ciao!

    10. Beh, da ciò si evince che si dovrebbe andare al ballottaggio ed a Cammarata andrebbero i voti che andranno a Costa e Piraino. La CDL, comunque, è in netto vantaggio.

    11. Vedremo…

    12. Personalmente, ho sentito molto scontento su Oralndo.
      la percentuale di contenti credo faccia parte degli ex-detenuti, che doveva piazare alla vecchia legislatura, e che non hanno trovato come farsim pagare dai cittadini palermirani.
      Credo che stia giocando su vecchi crediti clientelari, onestamente.
      per il resto, Credo che Orlando abbia fatto bene, benissimo nel primo quinquiennio, meno bene nel secondo e nel terzo, in cui é stato latitante ed Ha lasciato tutto nelle mani di Arcuri, che é quello che é.

    13. Che strano questo sondaggio! Cosa hanno chiesto per telefono? Volete votare Cammarata, Orlando o “altri”? Chi mai può rispondere sì ad una risposta “altri”? Se io voglio votare per Costa o per Piraino (nel frattempo è spuntato pure Zampardi, OK) e l’intervistatore mi propone “altri” io mi mortifico e dico uno degli altri due o dico che sono indeciso, perché l’intervistatore già mi sta suggerendo i candidati che secondo lui contano. Oppure dico “altri”, ma solo se sono un ferreo sostenitore di uno di quei due. Non mi pare metodologicamente corretto.
      A me pare propaganda…

    14. Intanto domani all’Astoria Palace alle ore 10,00 c’è un incontro con i candidati a Sindaco organizzato dalla CGIL-CISL-UIL …sarà interessante da seguire

    15. Mica tanto!!! Diego ha declinato l’invito…forse era un confronto troppo pesante.

    16. …infatti. grossa delusione perchè avevo per un attimo pensato che per la prima volta avrei finalmente potuto sentire parlare Cammarata (visto che non ho mai avuto l’onore di incontrarlo) di Palermo e del suo programma per Palermo e confrontarsi con gli altri candidati a sindaco, e invece un comunicato in cui dice: “non voglio polemiche” mi toglie questo piacere …Ora scusatemi ma mi viene da pensare che se uno che si candida a Sindaco e non partecipa a questi incontro ha solo una grande paura di non poter dire nulla …o avere troppa paura di dire cazzate.
      Scusate, un’ultima domanda come mai non si racconta qui, con un post, anche quello a cui si sottrae l’attuale sindaco di Palermo? (qualcuno in un altro commento puntualizzò l’attuale carica del sig. Cammarata)

    17. non so però, è ovvio che una cosa simile finisce a lite e provocazioni, certo sarebbe stato più opportuno affrontarla e non la soluzione (allora diciamo alla Cammarata)di sorridere al giornale e non esserci (in tutti i sensi).
      d’altro canto secondo me Papà Orlando voleva solo il pretesto per sputtanare il prossimo, come di consueto.
      io non so chi salirà, francamente non parteggio per Cammarata sono uno di quelli che non lo vede e che spesso non approva le sue cose, tuttavia avrei la curiosità e la voglia che salga Orlando solo (solo davvero) perchè chi lo sostiene veda come poi deluderà tutti (come è sempre successo, al di là di maschere di rivoluzioni culturali, di finte lotte alla mafia e di occultamenti dei veri problemi).
      ma molti di parte non ammetteranno mai ciò così come quelli dall’altra parte non potranno mai ammettere sbagli di Cammarata
      molto triste ma palermitano dunque vero

    18. Non sono d’accordo con lando.
      Il fatto che il Sindaco in carica, che peraltro esalta il suo operato, non voglia partecipare ad un incontro dove potrebbero esserci domande “scomode” per me ha gia’ detto tutto su quello che potra’ proporre. Gli altri tre candidati, che si sono sottoposti al rischio di ricevere domande e all’onere di dover rispondere (o promettere) adeguatamente. E questo non era un incontro indetto da chissa’ chi: era indetto dalle maggiori formazioni sindacali (anche se mancava quella storicamente legata alla destra).
      Questo e’ un netto punto a favore di Orlando (e anche Costa e Piraino)

    19. io temo di no perchè insisto sulla provocazione che credo 3 contro 1 avrebbero proposto: temo (posso sbagliarmi ma il bello e il civile di confrontare le idee e di non essere d’accordo è proprio questo) che insomma l’incontro scontro sia tra soli 2 blocchi gli altri faranno da cuscino, e in un incontro come questo chissà perchè ma se ci fosse stato aavrei pensato ai 4 candidati contro uno solo…
      ripeto non appoggio nessno e forse per questo pecco un bel pò di obiettività. Sono d’accordo con te Slovbrat che quasi probabilmente è stata una mossa sbagliata rinunciare, tuttavia ho questo presentimento, non mi convinceva nè che c’era nè che mancava, penso che c’è sempre qualcosa che vizia o che “non torna”

    20. Ancora non so, per non esserci potuto essere, se questo confronto diretto è stato 3 contro 1 oppure se qualche scontro tra Costa, Orlando e Piraino c’è stato, se è stato noioso oppure si è capita qualche differenza fra i 3 che almeno c’erano. Se qualcuno c’era sarebbe interessante saperlo perché i giornali praticamente non hanno detto niente.

    21. Grazie Claudio, è un po’ simile a quanto avevo letto sui giornali.
      Ho trovato di meglio finalmente però sul sito di Radio Radicale. C’è la registrazione integrale del dibattito. E’ davvero molto interessante e consiglio a tutti di ascoltarla.
      Piraino non c’è stato praticamente. I suoi interventi erano al cloroformio. La partita, retoricamente parlando, era tutta tra Orlando e Costa.
      Il primo mi è sembrato più esperto come oratore, si vede che Costa è nuovo della politica.
      Ma Costa ha picchiato giù duro soprattutto contro le contraddizioni di Orlando, sulle sue assunzioni di precari, sulla sudditanza alle politiche anti-siciliane nazionali che tolgono posti di lavoro a Palermo, insomma ha reso l’incontro vivo, ché altrimenti sarebbe stato solo un comizio di Orlando.
      La platea tributava molti più consensi a Orlando, ma, essendo sindacale, temo ci fosse una claque. Ma anche Costa strappava molti applausi e ovazioni e i sindacalisti all’inizio hanno dovuto bloccare l’entusiasmo di alcuni suoi sostenitori.
      Insomma fino a ieri ero ancora indeciso tra un voto “utile” a Orlando e un voto di principio a Costa. Dopo averli sentiti dal vivo mi sono convinto del tutto che Orlando è un parolaio pieno di sé e che una persona preparata e coraggiosa come Costa meriti almeno un incoraggiamento. Credo di avere finalmente deciso per chi votare in questa difficile consultazione.

    22. Mi dispiace doverti dire che probabilmente non e’ la migliore scelta…togliere un voto al candidato di centrosinistra potrebbe significare restituire la citta’ all’attuale amministrazione, cosa che non digerirei per nulla, ti dico sinceramente. Pensaci bene. In ogni caso Costa e Piraino hanno voglia di confronto e questo sicuramente e’ onorevole.

    Lascia un commento (policy dei commenti)