giovedì 17 ago
  • “Vuccirìa” chiude con Incudine e Antico

    Stasera serata conclusiva a palazzo Bonagia (via Alloro) per Vuccirìa – Sonorità Popolari Contemporanee, festival dedicato alla musica in dialetto siciliano promosso dal Comune di Palermo.

    Alle 21:00 aprirà Mario Incudine. L’artista ennese propone musica, teatro, danza e poesia, con un linguaggio innovativo che affonda le radici nella tradizione siciliana senza perdere la pertinenza con il più ampio panorama musicale mediterraneo. Stasera a Vuccirìa viene presentato il nuovo progetto discografico Abballalaluna. Sul palco con lui (voce e plettri) Antonio Vasta (fisarmonica e zampogna), Antonio Putzu (fiati), Salvo Compagno (percussioni), Massimo Laguardia (percussioni e cori), Franco Barbarino (corde), Angelo Scelfo (contrabbasso), Pietro Vasile (violino e viola) e Oriana Civile (voce).

    Alle 22:30 toccherà a Alfio Antico. Alfio Antico (voce, tamburi a cornice) è accompagnato da Alessandro Moretti (fisarmonica), Amedeo Rocca (contrabbasso), Salvo Amore (chitarre), Carlo Cattano (flauti e Sax), Simona Sciacca e Stefano Cardillo (coro) e Franco Farchica (percussioni).

    Il progetto e la direzione artistica sono di Giovanni Callea.

    “Vuccirìa”

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)