giovedì 21 set
  • “Io, l’altro”

    Viene presentato oggi in anteprima nazionale a Palermo con la collaborazione della Fondazione Federico II il film Io, l’altro di Mohsen Melliti con Raoul Bova e Giovanni Martorana. Il film sarà nelle sale da venerdì 18 maggio.

    Alle 10:30 Melliti, Bova e Martorana incontreranno gli studenti presso l’aula magna della Facoltà di Giurisprudenza (via Maqueda, 172). Interverranno Carlo Vizzini (presidente della delegazione italiana Ocse), Giovanni Pepi (condirettore del Giornale di Sicilia, Francesco Messineo (procuratore della Repubblica di Palermo), Vincenzo Militello (ordinario di diritto penale) ed Enrico Del Mercato (giornalista di Repubblica Palermo). Alle 21:00 si svolgerà la proiezione al cinema Tiffany (via Piemonte, 38).

    “Io, l'altro”

    Io, L’altro è la storia di due amici, Giuseppe e Yousef, che lavorano insieme su un piccolo peschereccio usato che ribattezzano Medea. Dopo l’ennesimo attentato terroristico e durante una battuta di pesca la radio traccia il profilo del terrorista ricercato dalla Polizia internazionale. Il seme del sospetto e della paura travolgerà le loro vite. Per loro è una giornata e una notte di confronto drammatico e violento l’uno contro l’altro, con tutti i loro pregiudizi e con la loro sub cultura che riaffiorano dall’oscurità delle loro anime esasperate riportando sulla barca il simbolo dello scontro attuale di civiltà.

    Palermo
  • 7 commenti a ““Io, l’altro””

    1. Sono alla facoltà di Giurisprudenza. Ho ricevuto l’invito ad entrare in Aula Magna, ma è tutto pienissimo, soprattutto di ragazze in cerca di Bova. Molti sono in piedi. Ed io ho rinunciato ad entrare…la trama del film, comunque, è interessante. Avrei voluto sentire l’introduzione di Carlo Vizzini.

    2. Hai perso l’introduzione di Vizzini? Sei un uomo fortunato! la giornata oggi ti dice bene: sfruttala!

    3. ma biglietti niente?!?!Eh eh eh Rosalio….non ci coccoli più come un tempo!!!

    4. Vediamo che cosa possiamo fare per quando uscirà. 🙂

    5. Ok, bravo Rosalio! Mi posso prenotare fin da ora? 🙂

      Scherzoooooooooooooooo!

    6. sono stata alla prima di questo film.
      ma dentro la sala ad accogliermi c’erano solo politici!(e che politici). Insieme a loro tutta la Fondazione federico II, sponsor della serata.
      Tutta la fila centrale del cinema (più della metà dunque) era riservata ad eminenti personaggi politici e alla “famosa” fondazione, presidente incluso (Acierno!!), mancava soltanto Costanza d’Altavilla!
      per fortuna il cinema è rimasto mezzo vuoto così anche noi (comuni mortali) ci siamo potuti accomodare nei posti più centrali.
      Io ero presente grazie ad una mia cara amica che aveva lavorato nel film in questione e dunque era stata invitata alla prima, ma per lei (addetta ai lavori) niente posti d’onore! qual’è il senso di tutto ciò? la risposta è semplicissima e facilmente intuibile. provateci.

    7. il senso è che quando ci sono queste occasioni orchestrate ad hoc per avere un pò di cagnette che sbavano sulle scarpe di un divo belloccio, una manovra politica, interventi di personaggioni di grande calibro di Palermo come Pupella che però impallidiscono come cucciolini appena si trovano invitati (spiazzati) in questi super-eventi con Bova, e l’assenza di eventi interessanti e di ospiti importanti in una città che vanta seco cultura e storia della cultura, dovete disertare questi incontri.

    Lascia un commento (policy dei commenti)