giovedì 21 set
  • 86 commenti a “I programmi dei candidati a sindaco”

    1. Forse sarebbe stato il caso di pubblicarli un pò prima… o è che qualche candidato sindaco non lo aveva ancora pronto?!?

    2. La passata amministrazione vanta di aver implementato una serie di servizi scolastici ma a spese di chi? E’ vero o no che ha dimezzato il fondo di funzionamento ordinario e il fondo per i progetti dedicati ai portatori di handicap?

    3. chissà perchè cammarata è l’unico che ha la foto posata in studio dove è bello pettinato e sorridente…

    4. Grande Rosalio veramente complimenti.

    5. Chissà perché vedo il nome e il cognome di Zampardi scritto in nero mentre gli altri li vedo rossi

    6. 8 pagine di Bla, Bla, Bla, Bla, Bla. Mai una cifra. Mai un opera concreta.
      Sulla sicurezza prendo uno stralcio
      “Agli agenti delle forze di polizia, inclusa la Polizia Municipale, deve essere garantita – nel rispetto dei ruoli e in spirito di collaborazione – la possibilità di lavorare in condizioni di sicurezza e con dotazioni adeguate”.
      Non so gli vogliamo dare i bazzuca?

      Saluti

    7. Xtotò:
      No vabbè, quello è perchè gli altri nomi sono linkati ai rispettivi siti; che piraino non ha

    8. il programma di cammarata ha il budget alla fine. e mi pare pure una lista di opere in dettaglio

    9. Scusate ma vi sembra logico rendere pubblico un programma elettorale a 3 giorni dal voto? Perchè non sono stati pubblicati prima dai vari candidati??
      Inutile che scriva qual’e’ stato il candidato più puntuale nella pubblicazione del programma.. Cmq sarebbe stato logico, a mio avviso, dare qualche giorno in più agli elettori per leggerlo. Queste cose fatte all’ultimo minuto trasmettono molta insicurezza.

    10. Chissa’ cosa fara’ diego…per l’inquinamento, in questi 5 anni ha fatto cosi’ tanto..hahaha

    11. Francesca, secondo lei quante saranno le persone che andranno a votare avendo letto il programma? E pensa che x questo si sentiranno meno sicure?

    12. il programma 3 giorni prima è proprio degno del suo essere.

    13. Sig. Sedano e Carota io credo che sia un diritto per i cittadini avere la possibilità di leggere un programma elettorale e non una minestra riscaldata, se poi la gente decide di non leggerlo, è libera di farlo. Anche se la ritengo una scelta molto discutibile.

    14. Ma secondo voi tutti i Palermitani andranno a leggere i programmi? Penso proprio di no. E allora influiranno Ville al Mare fatte malissimo con piccole statuette tendenzialmente artistiche, rotonde mai terminate e Castelli della Zisa prima meravigliosi e poi abbandonati. Mi auguro che la gente prima guardi questo (gia permette una riduzione dei candidati votabili)e poi faccia la propria scelta!

      So che non sarà così, è tanto il fumo negli occhi! D’altronde siamo o non siamo la città più cool d’Italia?

    15. Sergio fino a qualche giorno fa il programma di Cammarata non era online e abbiamo aspettato per metterli tutti per par condicio. Non vedo dove sia il problema. Quanto alle foto (in studio o meno) direi che state un po’ esagerando con la fantasia…

    16. Ecco finalmente la faccia del candidato di Forza Nuova…non riuscivo a trovarla…così per mera curiosità…

    17. Il programma di Ca…; è stato svelato ieri sera alla Kalsa, dove con trepidio ed emozione un folto gruppo di nostri concittadini, tutti rigorosamente selezionati, e che particolarmente giornalmente si distinguono nel tessuto della nostra città, sono stati ad ascoltare in religioso silenzio( x meglio apprezzare).
      Alla fine i “baldi” soddisfatti, solo dopo ripetute insistenze, hanno accettato:
      Carni i crastu, mussu, carcagnolu, sasizza, lattumeddi,e…primizia..Babbaluci; il tutto appeeeeena inaffiato da vino doc!
      Chi avesse particolari più dettagliati di questa simpaticisssssima riunione li posti!

      scusate errori nn rileggo vado di fretta!
      AH secondo mè nn si và al ballottaggio..hii,hiii. 😀

    18. Ed io dovrei andare nel sito di Walter Giannò, sorbirmi tutte le informazioni su Vizzini, i circoli, i quadrati e le ellissi di Forza Italia per vedere la foto del candidato di Forza Nuova?
      Ma dico: siamo impazziti!
      Pretendo almeno quella di Claudia Gerini (nuda, naturalmente!).
      Per meno non se ne fa niente!

    19. @Tommaso..Eri ironico?
      Se è tutto vero potevi avvisare che due babbaluci quasi quasi li accettavo, dato che sarebbero il simbolo ideale per Palermo, altro che aquila!

    20. Rosalio, scusami ma concordo con sergio e qui la par condicio non c’entra nulla…allora se qualche candidato non avesse avuto un programma cosa avreste fatto, magari avreste “evitato” di mettere on line gli altri programmi per “par condicio”?
      E’ semplicemente ridicolo che uno dei candidati abbia reso pubblico il suo programma 3 giorni prima del voto, così com’è ridicola la motivazione che avete addotto per non aver pubblicato prima i programmi degli altri candidati.
      Mi dispiace scriverlo ma la vostra decisione, più che di par condicio, puzza di censura.
      Scusami per la critica, che nulla toglie ai vostri meriti relativi alla creazione ed al mantenimento di un blog come questo (che considero una utile fonte di informazione su Palermo).
      Saluti leopardati.

    21. Leopardo di Via G8 la motivazione è quella che ti ho dato. Non abbiamo motivo di celare i programmi di nessuno, visto che non mi sta a cuore nessuno oppure mi stanno a cuore tutti.

    22. Solo per la cronaca: il primo candidato a rendere noto il suo programma su internet è stato Costa, a febbraio scorso. Anche senza arrivare a Cammarata gli altri hanno sciolto le ultime riserve da poco. Non è detto che sia un merito, ma è certamente un fatto.

    23. Gli ultimi saranno i primi! 😛

    24. Gent.mo Sig. Rosalio/Tony Siino
      permettimi sommessamente un consiglio: non insistere troppo con questa dissociazione.
      Bisogna avere chiara l’immagine di sè.
      A lungo andare oscillare rapidamente tra due diversi stereotipi potrebbe portare ad una dissociazione di tipo paranoide.

    25. Ti ringrazio per il tuo consulto psichiatrico non richiesto ma, come ho detto più volte, non sempre dietro il nome collettivo Rosalio ci sono io.

    26. @ Francesca, cà quali ironico? durante il pomeriggio mi ha smentito qualcuno?
      Altri particolari? La carne era tanta e tale che i più fortunati ne portarono a casa ancora cruda! il vino poteva essere “mmiscato cà azzusa o…varie” un numero ristretto sembra (stavolta solo sembra) sia riuscito a “tastare” “mmuccuna e ostriche”; il tutto è stato allietato da una “simpatica” orchestrina che cantava canzoni in “vernacolo Campano” (visto che piacciono gli eufemismi)!.
      Riguardo all’ultima parte…posso solo confermarti….HIII,HIIII. 😀

    27. Scusate invece di sparare cavolate, perchè non vi informate prima? I programmi vengono depositati il giorno di chiusura ultimo per presentare le liste. Quindi tutti i candidati lo hanno depositato al Comune + di 15 gg fa.
      Ciao

    28. @ Tommaso mi fai morire da ridere

    29. Ragionandoci pirandellianamente, in effetti i programmi elettorali a Palermo a che servono ? Forse che per eleggere un Sindaco o un consigliere comunale ci vuole per forza un programma ?…ma cuannu mai…i programmi elettorali sono un optional, come recitava una reclame di tempo addietro, tu a facci cià taliàri….
      Ecco la faccia è obbligatoria da presentare, quella si, consiglio di studiare il candidato con attenzione, anche dal santino elettorale, io credo cha a un palermitano basta dare una taliàta, a volte anche la mezza taliàta, e lui capisce se quel faccione da moffoletta o quel profilo da cac*semola è meritorio di scranno oppure no.
      E’ difficile immaginare un palermitano che si va a leggere un programma elettorale o addirittura collabora alla sua stesura, collabora….solo a dirlo arrizzano le carni e ghisanu i pàpuli, ma qualcuno si sente in Svezia, ah ?
      Da noi si vanta il più antico parlamento europeo e forse mondiale, ci volete insegnare l’etica politica, l’ars oratoria noi che l’ARS l’abbiamo inventata quando in Europa vivevano sugli alberi….
      “I programmi a niente servono, poi sono tutti uguali, è tutto un manciamancia…, no io quest’anno non ci vado…lo sanno a chi devono impostare…”
      Palermo merita la classe politica che la governa, è espressione tal quale del suo variegato elettorato.

    30. Piero se ti rivolgi a me ribadisco che i programmi sono tutti online da qualche giorno.

    31. Un Programma e’ tale se contiene
      1.Oggetto dell’intervento
      2.Copertura Finanziaria
      3.Tempificazione dell’intervento
      4.Ricaduta Occupazionale
      5.Benefici attesi.
      Altrimenti si e’ compilato un
      ” Libro dei Sogni”
      (e,in qualche caso,si tratta di incubi
      con allucinazioni…..

    32. Caro Giuanni, vieni a vedere il mio di volantino…mi voteresti visto che la faccia non c’e’???

      E lasciatemi aggiungere che se in questo post, frequentato da persone che come minimo hanno dimestichezza con la tecnologia, si afferma che la presentazione del programma e’ inutile, vuol dire che siamo messi veramente bene…
      Senza un minimo di idee esposte non ci dovrebbero nemmeno essere le elezioni, altroche’!!!

    33. Il 6 agosto 2002 il Sindaco, Diego Cammarata, mi promise pubblicamente (Repubblica, rubrica “risponde il sindaco”) che avrebbe prestato la “massima attenzione” al derelitto Cortile Criscione a Piazza Indipendenza (che meriterebbe di essere intitolato a Danilo Dolci per l’impegno che vi profuse): a distanza di cinque anni non ha mantenuto la promessa, e quindi non lo voto (ho anche altri motivi, ovviamente).

    34. Ma lo state guardando il confonto televisivo su Rai Tre? Quando Costa saluta alzando le tre dita e dicendo «Antudo» mi ammazzo dalle risate! 😀

    35. Sì, in effetti sembra il tifo per una compagine sportiva: Fortitudo, Vigor, Virtus…

    36. oggi sono giù….palermo non cambierà mai…

    37. Risus abundat in ore stultorum.
      Se non conosce il saluto dei nazionalisti siciliani, tanto peggio per lei, se non si sente siciliano, quanto mi ci sento io, tanto peggio per lei.
      Auguri per la sua campagna elettorale.

    38. Conosco il saluto e mi fa ridere. Mi ricorda molto le ideologie nefaste del secolo scorso inoltre. Posso? 🙂

    39. Non conosco il saluto dei nazionalisti siciliani. E neanche la mia famiglia. E neanche quelle del pianerottolo. E nessuna dell’intero palazzo.
      Allora non siamo siciliani?
      Vuoi vedere che il nostro è un condominio scandinavo e non palermitano?
      Meno male che affacciandomi dal balcone vedo gli angoli della strada pieni di “munnizza”. Questo conferma, senza tema di smentita, che siamo a “Paliemmu”!

    40. Tony, e Mister B.(quindi anche Mister Sorriso) che ha scelto Forza Etc., populismo di impronta calcistica, e ha trasformato il linguaggio dei media e della politica in stile anch’essi calcistici, ovvero banalità per cose serie e gravi talvolta, che cosa ti provoca? Risate o cos’altro? Io l’effetto che mi fanno tutti i commedianti di questa casta non lo posso scrivere in pubblico!

    41. Voglio intervenire per l’ultima volta sul tema e auguro a tutti una maggiore serenità in questa avvelenata campagna elettorale.
      Il fatto che chi non fa politica non conosca questo saluto fa parte del processo di rimozione collettiva della memoria storica del Popolo Siciliano. Non ne ha quindi colpa. Nel merito può anche non piacere, questione di gusti e di convinzioni politiche. Anche il rappresentante degli indipendentisti che sostengono Orlando ha salutato così ieri nel suo appello finale alla RAI e chissà quanti anche tra i veri autonomisti (che pure ci sono) tra i sostenitori del candidato opposto conoscono e hanno praticato questo saluto. Sbagliano (secondo noi) collocazione, ma si richiamano ad una comune ispirazione. Denigrando i valori di cui sono portatore li stiamo soltanto invitando al voto disgiunto a mio favore.
      Aggiungo solo che le cose dette in quel confronto erano molto, molto serie e 2 minuti per ogni domanda sono un po’ poche(in tutto la RAI ha dedicato a L’Altra Sicilia meno di 10 minuti comprese le interviste obbligatorie quale quella in oggetto).
      Comunque sui temi sollevati c’è poco da ridere. E soprattutto c’è molto poco da ridere sulla sedia vuota che c’era accanto a quella mia.
      Che scorrettezza temeva accadesse l’attuale sindaco in un confronto in cui per ogni domanda c’erano appena due minuti e non si poteva replicare?
      La vera scorrettezza è quella di disertare un servizio pubblico di informazione (per quel poco che dà).
      Per il resto ognuno saluti come vuole e rispetti gli altri nelle loro convinzioni.
      Vado a chiudere questa campagna elettorale e W sempre la Sicilia!

    42. Egr. Dott. Costa,
      la ringrazio per i suoi interventi e, benché impossibilitato a recarmi a Palermo per votare, le auguro buona fortuna.
      In tutta onestà, non so se alla fine avrei scelto di votare proprio lei e la sua formazione, tuttavia per il tramite di Rosalio -che ringrazio- ho avuto modo di conoscere una persona seria che “fa politica” (a differenza di chi, invece, è “un politico” di professione e per convenienza) e dimostra, coi fatti, di amare davvero la Sicilia.
      Ad maiora.
      PS Quoto in pieno: “La vera scorrettezza è quella di disertare un servizio pubblico di informazione (per quel poco che dà).”

    43. X VOTALATRIPPA
      il problema non è sentirsi più o meno siciliani o palermitani di altri.il problema sollevato dal Dott.Costa è molto semplice,perchè farsi governare da politici a cui non interessa nulla della nostra città o regione?
      forse non abbiamo le capacità per governare da soli?VOGLIO FARTI RIFLETTERE SU UNA COSA IMPORTANTE SECONDO TE PERCHE I CANDIDATI A SINDACO DELLA NOSTRA CITTA’ HANNO AVUTO IL BISOGNO DI FARSI SOSTENERE POLITICAMENTE DAI LORO ILLUSTRI CAPI?LA RISPOSTA LA SAI GIA’ DATO CHE SEI UN ASSIDUO FREQUENTATORE DI ROSALIO.

    44. Alla maleducazione ci passò sù con la pena; all’arroganza No!
      CHE SCHIFO!

    45. Tony,
      chiaramente prima volevo dire che non si puo’ prendere sul serio un “partito” che si fa chiamare con un termine calcistico e che ha degradato il linguaggio socio-politico-mediatico a livello di reality. Tutto questo succede mentre il sud del simil-paese Italia si fa superare per competitività e infrastrutture da Polonia, Ungheria e Slovenia, e mentre l’Irlanda ha una crescita del 5%, la Slovenia del 4,3%, la Spagna del 4%, l’Italia cresce del 1,9%, il sud Italia…Non sono un tuo avversario in quanto i riciclati(Amato and Co.) e la “gauche caviar”, quelli che hanno tradito gli ideali per far carriera, mi danno lo stesso fastidio dei tuoi amici politici. Io che mi astengo da 10 anni, stavolta voto Costa perchè la farsa del simil-paese non la sopporto piu’, come ha detto l’utente Michele i leaders etc…
      Solo un’autonomia reale, con Bruxelles interlocutore per i dossiers importanti (i legami con Roma si dovrebbero limitare all’ordinaria amministrazione) puo’ salvare la Sicilia. Se siamo capaci ci allineamo all’Europa se siamo solo dei quaquaraqua assistiti affondiamo totalmente.

    46. Io non parlerei di “Programmi”,ma di
      Intenti.
      E non mi pare difficile intravedere
      intenti sani,ed intenti malsani.
      Ecco,la cosa che mi sorprende,e’ che
      chi ha predisposto queste “comunicazioni
      d’intenti”non si rende conto di avere
      inserito “obiettivi” anomali,impossibili, devianti,irraggiungibili,improduttivi,
      pensati unilateralmente.
      Insomma,

    47. Cammarata ha dimenticato di scrivere un punto nel suo programma:

      “evitare scrupolosamente, puntualmente, assolutamente …qualsiasi tipo di confronto pubblico con gli svversari”

      …ed io ancora una volta mi chiedo: PICCHììì??????

    48. Insomma………..basta!

    49. Basta con i veleni in fondo ognuno ha ciò che si merita,e noi palermitani in fondo ci meritiamo il malgoverno,celato da buoni sentimenti sorrisi e pacche sulla spalla,fatto di campagne politiche assurde,in quartieri che per anni vengono abbandonati a se stessi per poi di colpo essere al centro dell’attenzione di politici da strapazzo capaci solo di guardare alle propie tasche ed a quelle dei loro amici e parenti,se tutti noi avessimo le cosidette palle ci ribellerremmo a tutto questo, utilizzando il voto in modo conscio e corretto, penalizzando quei politici che fanno i loro interessi.
      Guardate la Francia La Scozia,l’Inghilterra,in questi paesi i partiti politici sono sempre quelli di 50 anni fà con la differenza che gli uomini politici cambiano non sono sempre gli stessi come da noi dove cambiano solo i nomi dei partiti ma gli uomini rimangono sempre quelli,qui si aggrappano alle poltrone e non le lasciano più e sappiamo tutti il perche.

    50. Ottimo intervento quello di Michele: mi permetto però non vale solo per ora, lo allargo alle amministrazioni “in genere” “de-genere” di Palermo.
      1)busta numero uno: GENERALIZZO ?
      2)busta numero due: QUALUNQUISMO ?
      3)busta numero tre: NICHILISTA ?
      siete sicuri qualunque sia che sia la vostra risposta definitiva ?

    51. vabbè che a Palermo va di moda il provocatore arrabbiato che sputa sempre su tutto anche quando ce l’ha (il tutto)….leggete una letterina di Repubblica oggi

    52. leggo tra i programmi da Mille e una sega dei candidati a Sindaco del “Circo” del Teatro Massimo che davvero ForzaNuova non si smentisce mai, con quello naturalmente a mio avviso più patetico e più povero: pazienza per la collezione di grida e di attacco, pazienza per la mancanza di soluzioni e solo la dichiarazione che “serve un cambiamento” e pazienza per la mancanza dell’appena sfioramento alla Cultura ormai condannata a Palermo a sfornare occasionali oasi del momento legate alla distruzione o alla gloria (le ho messe volontariamente così) della passato-presente-futura amministrazione.

      Ma perchè è stato scritto maiuscolo la parte sbagliata dei proponimenti ?

      questa, la cosa piu’ stupida, mi fa veramente….non saprei, ridere, incazzare, rimanere inebetito, …assolutamente indifferente….quale amministrazione devo fare contento se azzecco una risposta ?

    53. sergino, la presenza di Forza Nuova nell’Italia del 2007 è purtroppo la prova che la legge in Italia è disapplicata: nella fattispecie, quella sulla ricostituzione del partito fascista, peraltro “coperta” da norme di rango superiore quali le disposizioni transitorie e finali della costituzione.
      A volte purtroppo lo sciacquone della Storia non funziona a dovere…

    54. Fintantochè continueremo a disprezzare (o anche soltanto “ad ammazzarci dalle risate per”) i nostri simboli, fintantochè non daremo dignità e rispetto alla nostra cultura, alla nostra lingua, fintantochè non impareremo ad amare e a far sventolare la nostra bandiera, rimarremo sempre un popolo sottosviluppato, avremo una economia povera, vedremo emigrare ancora i nostri figli.
      C’è davvero poco da ridere…

    55. Ride bene chi ride ultimo. Vediamo chi riderà lunedì davanti ai risultati. 🙂

    56. Quanto all’assenza di Cammarata dalla tribuna elettorale di RAI 3 che ho avuto la fortuna di vedere (“fortuna” perchè non era neppure indicata nei programmi televisivi apparsi sul Giornale di Sicilia: per una volta lo zapping è stato utile!), quoto anch’io in pieno: “La vera scorrettezza è quella di disertare un servizio pubblico di informazione (per quel poco che dà).”
      A meno che non si sia sentito improvvisamente male (non ho visto l’inizio) questa assenza per me è una mancanza di rispetto per la democrazia e per gli elettori. Veramente vergognoso!

    57. Scusi, Siino, spero Lei stia scherzando (dalla faccina che mette credo di sì).
      Io parlo di emigrazione e lei mi viene a parlare di risultati?

    58. Io non credo che Lunedì, se le cose andranno come credi, molta gente riderà.. molte miglgiaia di persone in città non la pensano così. Riguardo al confronto televisivo, beh ho avuto un’ulteriore conferma che C tema il confronto con O, forse pensa di cadere al tappeto alle prime botte di dialettica.. Non ha dimostrato il contrario quindi per favore non ditemi che non è così. Ciao

    59. Personalmente anche se dovesse vincere chi mi auguro, penso che al massimo mi scapperà un ghigno di soddisfazione visto che per fortuna nn ho interessi personali nella contesa, quindi, se le risate sono l’espressione goliardica di un aspetto superficiale, racchiuso in questo contesto, allora ben vengano; in qual caso però andrebbero palesate meglio.
      SE finalmente l’inquilino mi lascia la casa..sono soddisfatto, ma se quando entro trovo tutto sporco, i mobili danneggiati e..il frigo vuoto..bè..c’è poco da ridere. LACRIME E SANGUE!

      @Francesca, scusa Frà, che vuoi, la lingua “impince” dove il dente duole. 🙂

    60. @ Siino,visto che ti occupi di scienze delle comunicazioni (ma anche di fantascienze”vedi Palermo 3.0″ :-D) mi interesserebbe conoscere il tuo punto di vista sulla diserzione di UNO dei candidati a Sindaco nel confronto televisivo di ieri.Grazie.

    61. vorrei solo precisare che non sono Sergio che ha postato i commenti, semplicemente per evitare confusione o che qualcuno pensi che scrivo con tanti nick.
      credo infatti d’ora in avanti di fare quello che ho fatto sempre altrove quando entro in un forum o blog, scrivere sempre con nome e cognome, francamente preferisco e nel bene o nel mal giudicato sapere che la gente sappia con chi sta parlando, anche se io al 90% dei casi non avrò altrettanto soddisfazione.

    62. @Giuseppe
      mi racconti meglio questa storia del Cortile Criscione?
      La mia mail la trovi seguendo il link.

      Chissa’ se e’ piu’ democratico partecipare o non partecipare…

    63. …ribadisco a gran voce:

      NON MI SENTO E NON MI SENTIRò MAI RAPPRESENTATO DA UN SINDACO CHE NON ACCETTA IL CONFRONTO CON GLI ALTRI CANDIDATI

      La mia chiave di lettura su queste continue ASSENZE (e adesso non venite a dirmi che non gli si addice il termine SINDACO ASSENTE) di Cammarata è la seguente:

      Se non c’è nessuno che gli suggerisce o gli scrive quello che deve dire …non sa che pesci (o parole) prendere.

      W Palermo e W Santa Rusulia!!!!!!!

    64. Io penso che riderò per il numero dei voti del candidato che saluta come nei secoli scorsi, per il resto ghignerò come (non farà) Tommaso.
      Tommaso per il confronto di ieri tutto dipende dal punto di vista che adotti. Se mi chiedi quello del “marketing politico”, che negli ultimi anni è l’approccio principale (e non è detto che sia un bene) alla politica, Cammarata ha fatto benissimo. Essendo in vantaggio nei sondaggi aveva soltanto da perdere nel confronto e in questi casi gli spin doctor consigliano di non andare. 🙂

    65. credo che ognuno di noi abbia il diritto
      di scegliere “il circuito” o il “giro”
      o “il contatto” che gli pare.
      E’ segno di saggezza.
      Personalmente se io a uno non gli
      riconosco l’onesta’ intellettuale,la correttezza,la lucidita’,un certo senso etico,il rispetto per gli individui,
      preferisco stare assieme al mio cane.
      Tornando alle scelte di Diego Cammarata,credo che abbia il diritto di giocare le sue carte come gli pare.
      Se non vado errato circa settantanni fa
      ci fu uno che incantava le folle con la sua loquacita’ e poi si e’ visto come e’ andata a finire.

    66. Sig. Siino …lei ha la memoria corta ..perchè non è il primo confronto a cui si sottrae Cammarata …lo ha fatto anche quando ancora i “sondaggi” non lo davano vincente.

    67. Dipende da quali sondaggi. 🙂 L’unico sondaggio corretto alle politiche era quello fatto dagli americani e commissionato da Berlusconi. 😉

    68. orlando nel confronto diretto voleva fare qualche sceneggiata o trappolone mediatico
      Essendo Diego avanti, perchè doveva prestarsi al gioco dell’ex “podestà”?

      Da lunedì la sx a Palermo sarà più libera: una volta sconfitto orlando, si libererà dal complesso di un uomo che l’ha tenuta “prigioniera” e dovrà per forza individuare altre figure cui rifarsi per le iniziative degli anni a venire, e questo sarà un bene per tutti.

    69. Non sono d’accordo, Enrico. Credo che non presentarsi al dibattito sia stata una scelta strategicamente sbagliata (ovviamente mi riferisco a questo particolare mediatico, non sottintendendo un giudizio complessivo sull’uno o sull’altro). Qualunque fossero i motivi dell’assenza, ha dato buon gioco al suo avversario, perchè – in un contraddittorio da vicino o da lontano – è molto più facile demolire il silenzio di una sedia vuota che le posizioni di un interlocutore in carne e ossa.

    70. Siccome orlando la voleva menare in caciara e davanti alla rissa far dire da casa:”sono tutti uguali”, Diego Cammarata che è avanti, ha preferito evitare questo trappolone e per me ha fatto BENISSIMO.
      Ma avete visto o no che campagna ha fatto l’ex “podestà”? Sempre alla ricerca dello scontro,della provocazione,sempre alla ricerca della rissa mediatica. La storia dei buoni benzina e dei pacchi di pasta sono un classico dell’orlandismo vecchia maniera. Diego Cammarata ha mantenuto un aplomb veramente invidiabile non cadendo nelle trappole verbali.
      Una solenne bastonatura elettorale sarà salutare innanzitutto per la sx di Palermo che si libererà per sempre dal suo Crono.

    71. Secondo me invece avrebbe dovuto partecipare, per mettere a tacere quantomeno le voci che lo dicono “latitante” nei confronti dei cittadini e certamente snobbando i suoi avversari non ci ha guadagnato. Poi ognuno giustamente fa i propri calcoli…

    72. NOTO CON DISPIACERE CHE NON SI POSSONO FARE COMMENTI SU QUELLO CHE DICE TONY SIINO,INVECE AL CONTRARIO LUI PUO’ PRENDERE IN GIRO CHI VUOLE.
      VERGOGNATEVI

    73. a me tony siino mi fà sorridere perchè è un ingenuo sognatore,è ora che ti svegli piccolo borghesuccio dal nome americaneggiante,in cerca di consensi per un parte politica discutibile,porta rispetto per le altre opinioni,questo forse ancora non te lo hanno insegnato,impara dai grandi statisti,leggi e troverai le risposte.

    74. Mikele se rispetti la policy dei commenti non ci sono problemi.

    75. Per me borghese è un complimento. 🙂

    76. rosalio o tony siino rispettate anche voi la policy e i candidati di altri partiti politici,cosa che fin ora non ho letto da parte vostra,tony siino continua a prendere in giro il candidato sindaco Dott.Costa e non siete mai intervenuti a sua giusta difesa chiedo che i miei commenti a difesa del Dott Costa vengano pubblicati per rendere più democratico il blog e il contraddittorio con il sig, siino.

    77. Infatti borghese è un complimento borghesuccio NO!!!!

    78. Antonio qui vige la libertà di pensiero, fatte salve le leggi, la policy dei commenti e l’educazione. L’ironia e la satira hanno lo stato cittadinanza in questo sito. La maleducazione no. Ti ricordo che il ruolo di moderatore qui attiene a me, se non altro perché ti trovi in casa mia. Qualora tu abbia da ridire sulle regole o su come vengano applicate (fermo restando che, per e-mail, sono disponibile a darti tutte le delucidazioni sulle violazioni che portano alla rimozione dei commenti) ti ricordo che nessuno ti ha obbligato a commentare.

    79. Heil Tudo! Ahahahah!

    80. e dagli con questi confronti!
      Non e’ su un incontro di 2 ore che si risolve la partita.
      Abbiamo visto all’opera l’uno (tre lustri),abbiamo visto all’opera l’altro
      (un solo lustro),abbiamo letto i proclami
      delle “nuove leve”.
      Ma veramente credete che un confronto ci faccia cambiare idea sui nostri convincimenti?
      Molti di noi hanno vissuto sulla propria
      pelle le conseguenze di “certi comportamenti”,di certi stili di governo della Citta’.
      State tranquilli.Il confronto lo abbiamo
      elaborato e ben metabolizzato,sui fatti accaduti a Palermo.
      Ci sono fatti che lasciano il segno per piu’ generazioni.E non possono essere dimenticati.
      Arriva sempre un momento in cui “i conti
      si chiudono”

    81. ROSALIO!!! ma come? io sono stato fino a quest’ora a lavorare per voi e voi…. mi fate sparire il post? ma comu fu?
      occhio Rosalio che dalle tue parti gira Siino che è un furbastro, non ti far fregare e vedi se ne sà niente del mio post. Grazie. 😉

    82. Invece di fare lo spiritoso ripassati la policy dei commenti.

    83. LO RIPOSTO?????????????

    84. Scusa (nn scherzo) mi dici quale sarebbe il passaggio censurabile?
      No perchè se è quello che penso io, ha violato la policy anche Tony.

    85. Il mio commento è in attesa di essere approvato…, vabbè vado a magnà e torno!

    86. Per e-mail, stiamo disturbando i lettori.

    Lascia un commento (policy dei commenti)