mercoledì 20 set
  • Minacce per il giornalista Abbate

    Lirio Abbate

    Lirio Abbate, redattore dell’Ansa, unico giornalista presente alla cattura di Bernardo Provenzano e co-autore del libro I complici è stato minacciato nei giorni scorsi. Il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Palermo ha deciso di assegnargli un servizio di tutela.

    Attestati di solidarietà e incoraggiamenti sono giunti dalle più importanti cariche istituzionali.

    Rosalio è solidale con Lirio Abbate.

    Palermo
  • 20 commenti a “Minacce per il giornalista Abbate”

    1. Solidarietà a Lirio Abbate.
      Può apparire di circostanza, come la solidarietà data a chiunque subisca minacce,ma in questo caso gli perviene da un semplice cittadino di Palermo che ha letto il suo libro ” I COMPLICI “, scritto insieme a Gomez,ed è rimasto stupìto e sconcertato dalle storie di mafia che coinvolgono i politici e i liberi professionisti. Sono storie vere, reali poichè attinte dagli atti giudiziari e che dovrebbero indignare i miei concittadini. Ma l’indignazione è una manifestazione palese di opinione critica. Prevale l’indifferenza apparente, poichè le libere opinioni (che pure ci sono )sono confinate nella mente
      e non si possono esprimere e circolare liberamente perchè nei quartieri popolari, sopratutto,l’intimidazione ambientale con il controllo del territorio da parte della mafia,condiziona sia la libertà di parola ed, a volte, pure il libero voto.
      Quindi, se Abbate esce dal pensiero unico imperante nei quartieri rischia di essere minacciato. Ai cittadini-sudditi chi glielo fà fare di rischiare. Hanno altri problemi più impellenti. Trovare qualcosa da mettere nella pentola per i bambini, pagare l’affitto e le bollette.

    2. Forza Delirio… siamo con te anche da Roma…

    3. sò che è troppo facile dirlo, ma VAI AVANTI, dovremmo essere tutti così. quà tutti si lamentano degli atti mafiosi, MA IO NENTE SACCIU E NENTI VOGGHIU SAPIRI.

    4. Le solite esagerazioni, ora perchè il ragazzo del macellaio si scordò una testa di capretto davanti la porta di Lirio…; perchè il cassamortaro si scordò un tetro crocifisso, perchè l’armiere si scordò il proiettile….; ESAGERAZIONI!
      Và tutto bene!
      MAVAFFANCULO!!!!!!!!!
      E poi mi vengono a dire..che problema c’è? denuncia!
      1° fate dei figli, e vi dimostro di quanto si abbassa la soglia di coraggio!
      2° Siate seri, Assicuratemi che chi ha comprato un voto (anche uno solo) si farà 50anni di galera (visto che io penso che è un’alto attentato alla democrazia)e se li fà tutti!!!! e vi dirò, chi, indirizzo, cod.fiscale, gruppo sanguigno, malattie giovanili..ecc!
      PAROLE; SOLO PAROLE!
      “Le parole sono come i Gabbiani, belli, candidi…., ma con le estremità scure, e spesso rovistano tra i rifiuti”.
      Tommaso.

    5. solidarietà al giornalista Lirio, forse uno dei pochi cronisti che ha avuto il coraggio di guardare negli occhi la mafia

    6. Grazie a “l’avvocato” per la segnalazione;.
      Qui trovate un passaggio che rende l’idea di quel che volevo dire.
      http://mediacenter.corriere.it/MediaCenter/action/player?idCanale=Italia&filtro=Tutti&pagina=1&passo=5&uuid=961498d6-0909-11dc-94b8-0003ba99c53b&navName=1

    7. Lirio,sei un grande uomo!
      “Meglio un giorno da leone che cento da pecora”.
      FORZA LIRIO

    8. grande e profonda ammirazione e forse un pizzico d invidia, per la forza dimostrata, il coraggio, la dedizione allo Stato…e non quella di quelle quattro merde a Montecitorio!
      Grazie Lirio, ed anche a chi ti sta vicino…dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna

    9. Solidarietà totale e incondizionata a Lirio Abbate, soprattutto dopo aver letto l’agghiacciante libro “I Complici”.

    10. lirio il tuo paese è con te

    11. massimo RISPETTO e APPOGGIO incondizionato a persone estremamente CORAGGIOSE che non solo denunciano ma hanno la forza di esporsi. è coraggio e valore quello di lirio, a noi sta continuare a reagire e informare e diffondere. la mafia si può forse sconfiggere o quanto meno indebolire anche così

    12. Sabato non ci saranno solo i cronisti a manifestare, ma tutto il popolo del coraggio del No.

    13. LIRIO SEI ECCEZIONALE, L’UNICO A SFIDARE LA MAFIA CHE C’E’ IN SICILIA, LA CONOSCO LA MAFIA, SONO SICILIANA, NON ARRENDERTI MAI, POTRESTI AIUTARMI ? HO BISOGNO URGENTE DI SAPERE IL TUO INDIRIZZO E MAIL!

    14. Gradirei sapere perché è stato censurato il commento in cui dicevo più o meno quanto dico in questo post:
      http://www.xantology.com/2007/09/06/chi-minaccia-lirio-abbate/
      Mi par di capire che Rosalio si dice solidale con Abbate, ma che riportare anche solo un argomento del suo libro non va bene?

    15. Non mi sembra che essere solidali significhi tollerare commenti che violano la policy dei commenti e autorizzarti a scrivere senza regole in questo post. Forse il contrario, dato che la policy nasce soprattutto per impedire che ci siano commenti che in qualche modo configurano violazioni della legge.

    16. Mah. Non mi sembrava di aver violato la policy, ma se credi così qui è casa tua.

    17. Antonio, come già comunicato per e-mail (che rimane il canale corretto per dubbi e proteste su questo argomento) non ho rimosso un tuo commento da questo post.

    18. Ho letto “I Complici”, non ho parole, desidero esprimere la mia solidarietà al giornalista (uno dei poch veri) Lirio Abbate.
      Tieni duro, grazie

    19. Scriviamolo sui muri,sulle strade di tutta Palermo..(preferibilmente davanti la sede della regione sicilia):FUORI I MAFIOSI DA PALAZZO DEI NORMANNI!!!!…magari in tutti i palazzi in generale.

    20. Lirio! Forse sei di origina arberesh? Il tuo nome e cognome sembrano cosi. Io ti scrivo dall’Albania e sarei fiera fare un intervista con te. Sono giornalista. Mi puoi dare un tuo indirizzio e-mail?
      Abbia cura di te!

    Lascia un commento (policy dei commenti)