sabato 19 ago
  • Sospese le trivellazioni nel Val di Noto

    La società di ricerche petrolifere Panther ha comunicato a Salvatore Cuffaro, presidente della Regione Sicilia poco prima della presentazione dei lavori di restauro sulla cattedrale barocca di Noto (l’inaugurazione sarà lunedì) la sospensione delle trivellazioni in tutto l’abitato della città di Noto, in tutto il sito Unesco e nell’intera area di Noto Antica, oltre alla porzione di area vicina alla zona sud-est della riserva di Vendicari.

    Cuffaro ha detto che «è un risultato del quale siamo fieri perché in questi anni abbiamo lavorato e insistito moltissimo. Il governo regionale della Sicilia è sempre stato contrario alle trivellazioni nei siti dell’Unesco, che riguardavano comunque la ricerca di metano e non di petrolio, per la quale siamo contrari per tutto il territorio dell’isola».

    Nei giorni scorsi Andrea Camilleri aveva lanciato su la Repubblica.it un appello contro le trivellazioni e le prospezioni nel Val di Noto, ripreso anche da Rosalio.

    Sicilia
  • 11 commenti a “Sospese le trivellazioni nel Val di Noto”

    1. E’ tutto un BLUFF!!

      Infatti i Texani rinunciano
      All’abitato di Noto( e non hanno mai detto di voler trivellare nell’abitato), al Sito Unesco ( che è il centro storico di Noto e già era escluso)
      Alla zona di Noto Antica (che è zona archeologica E GIà ERA ESCLUSA)
      e alla zona a sud est della Riserva di Vendicari(che essendo vicino alla Riserva lo escludeva per motivi di opportunità).
      Bè praticamente nel 99% del resto del territorio del Val di Noto che gli era stato concesso resta in mano loro!!!
      DOVE E’ LA BELLA NOTIZIA???

    2. ^ MA CHE STAI DICENDO?? GUARDA CHE HANNO MOLLATO TUTTO!! NON SOLO, è STATO ANCHE DECISO CHE DA OGGI IN POI NON VERRà MAI + CONSENTITO DI TRIVELLARE NELLA SICILIA TUTTA!!

    3. Che paraculata!
      solo in Palermitano posso riuscire ad esprimere il concetto, e cioè..MI’ RA’ CURA!
      Senza parlare in “politichese” può il Governatore sottoscrivere DOMANI (dopodomani è già tardi) un documento che ATTESTA la sospensione TOTALE e PER SEMPRE ( non solo in vicinanza di lunedì ) delle trivelle in TUTTA la VAL DI NOTO?
      in caso contrario…. accollatevi di nuovo “l’inno Siciliano”

      1.SICILY IS BURNING.

      Kiss Kiss for ever.
      Sono Degi e lode!
      A Madonna mi brodegge.
      Vado al Raffadali Park.
      Uso fotosciò quando barlo.
      Copia & incolla.
      Ho guaddro cellulari!
      se ne accorsero bure i carabineri.
      Odio le cimici.
      “U curtu” provinciale giuro nn lo consoco.
      “U curtu” nazionale è amico mio.
      La mafia non esiste.
      Stiamo provvedendo.
      Misucacuoppola.

    4. scusate, mi ero lasciato trascinare dall’euforia da quelo che avevo appena sentito da Cuffaro al TGR delle 19:30. la verità, invece, sembra essere questa [da ansa.it] 🙁 : “La società texana Panther Oil ha comunicato al Corpo siciliano delle miniere che rinuncia alle trivellazioni in un’area di 86 chilometri quadri del Val di Noto, su una superficie complessiva destinata alle ricerche petrolifere di 746 chilometri quadri. L’area risparmiate alle trivellazioni è quella sottoposta alla tutela dell’Unesco e alcune zone cuscinetto.
      Da quanto si apprende i comuni interessati ai “tagli” sono Noto (21 chilometri quadri), Ragusa (17), Modica (9), Scicli (1), Caltagirone (23) e Palazzolo Acreide (un chilometro quadro).
      Nel resto del territorio le trivellazioni andranno avanti. La Panther Oil ha ricevuto nel 2004 dalla Regione siciliana le concessioni per la ricerca.” LE TRIVELLAZIONI ANDRANNO ACVANTI?? AL TG3 REGIONALE CUFFARO HA DETTO CHE NON VERRà PERMESSO DI TRIVELLARE IN TUTTA LA SICILIA. Se così non fosse, Cuffaro si dimostretebbe un vero buf…e

    5. Perchè ti autocensuri? Dillo apertamente, senza puntini di sospensione: BUFFONE!

    6. Cari Tony Siino, Rosalio e voi tutti…
      Ancora una volta mi decido a scrivere su questo blog – non capisco ancora perchè? – spinto, probabilmente, dalla voglia di ribadire ciò che ho detto in passato; indipendentemente da ciò che ha detto Cuffaro rispetto a questa vicenda la cosa più importante (che non puoi fare a meno di notare caro Tony Siino) è che era risaputo che le società texane si apprestavano ad effettuare le trivellazioni in territorio siciliano ma la cosa è emersa soltanto grazie all’appello di un intellettuale siciliano, lo scrittore Camilleri, appunto, questo è la conferma di ciò che dicevo rispetto agli intellettuali siciliani: hanno il dovere di prendere posizione rispetto alle problematiche siciliane, non rinchiudersi nei “salottini bene” per parlare dell’ultimo libro di quello e di quell’altro ma scendere in campo e dire ciò che pensano mobilitando attorno “masse” di volenterosi; abbiamo visto in questo caso il risultato: MOBILITARE L’OPINIONE PUBBLICA.
      E’ quello che mi auguro succeda pure a Plaermo dopo gli ultimi drammatici avvenimenti! Grazie e, ancora una volta, scusate il disturbo!

    7. Caro Riccardo, non saprei perché ti rivolgi a me. 🙂

    8. non e’ l’opinione pubblica che ha funzionato.
      Ha funzionato l’appello di Camilleri,che
      ha una sua notorieta’,intervenendo su
      una base di puro buon senso,in una materia non proprio di sua competenza.
      ***************************************
      Quando si muovono gli Opinion Leader’s
      il risultato e’ quasi sempre assicurato.
      ***************************************
      Di contro mi chiedo come mai l’Autorita’
      che ha rilasciato i permessi alla Panther
      Oil,non ha considerato l’esclusione di aree protette fin dall’origine.
      **************************************
      Ma che razza di Lavoro fanno questi?

    9. compagnia petrolifera=texas=bush=berlusconi (all’epoca delle concessioni era lui presidente del consiglio)=cuffaro (CdL). QUESTO PER DIRE CHE NON è DIFFICILE IMMAGINARE QUESTO SCENARIO ALL’EPOCA DEI FATI: UNA TELEFONATINA DA PARTE DI BUSH ED ECCO TUTTI I PERMESSI A PIOGGIA. vomito

    10. e cmq c’aveva ragione Salvo, è tutto un bluff!! il disimpegno dei texani è tutta un’operazione di facciata: un rappresentate del wwf ha detto poco fa al TGR che la Panther Oil ha rinunciato a zone che, in ogni caso, non avrebbe pututo trivellare. di tutto il resto faranno man bassa. :*(

    Lascia un commento (policy dei commenti)