sabato 19 ago
  • No alle cabine a Mondello!

    Segnaliamo una petizione sottoscrivibile online e diretta alla Regione Sicilia, al Comune di Palermo e al sindaco Diego Cammarata.

    Nel 2011 scadrà il contratto secolare con la Società ItaloBelga per la concessione della spiaggia di Mondello!
    Noi palermitani siamo stufi di vedere la nostra bellissima spiaggia invasa di cabine e riservata (a eccezione del bagnasciuga) solo ai soci delle stesse. Inoltre in estate la nostra spiaggia è “ingabbiata” da una lunga cancellata verde impedendo così la vista del mare.
    Quindi chiediamo alla Regione Sicilia, al Comune di Palermo e al sindaco Diego Cammarata di non rinnovare il contratto con la società ItaloBelga e di ridare, a partire dal 2011, la spiaggia a tutti i palermitani e senza tutte queste baracche azzurre che da molti decenni occupano tanti metri quadri di spiaggia.
    Solo un sogno? Tutti insieme ce la possiamo fare, Mondello senza cabine si può!!
    Firmate e fate girare questa petizione e spargete la voce ai vostri amici e conoscenti di questa iniziativa!

    N.B. Per coloro che volessero firmare questa petizione, ricordate di inserire anche il vostro cognome e un vostro indirizzo e-mail valido per rendere il tutto più credibile!
    Quando inserite il vostro indirizzo e-mail, se lo desiderare, potete cliccare sulla voce “Available to Petition Author” così non sarà visibile a tutti ma solo all’autore della petizione in modo tale che quando la petizione andrà in stampa per essere consegnata sarà visibile insieme alla vostra firma.

    Petizione No alle cabine a Mondello!

    Palermo
  • 17 commenti a “No alle cabine a Mondello!”

    1. Finalmente!

    2. “ridare la spiaggia ai palermitani”: questo, sinceramente, più che un auspicio potrebbe trasformarsi in alcuni casi in una vera minaccia. Dico la verità: io non ho molta fiducia nel senso di civiltà di molti miei concittadini. Basta fare un piccolo confronto in piena stagione tra le due parti della spiaggia (quella libera e quella privata), non solo a Mondello ma anche a Cefalù, Isola e tanti altri siti balneari. Io non ho mai avuto la cabina a Mondello: ci sono sempre andato su quei pochi centimetri di bagnasciuga o ospite di amici nei cortili (o, lo ammetto, da clandestino). Ma mi spaventa l’idea di una spiaggia violentata dalla cecità animalesca di tanta gente che non sa neanche togliere l’immondizia accatastata davanti all’uscio di casa propria dopo ammirevoli prove balistiche di lancio dela sacchetto dalla finestra. Figuriamoci uno spazio comune in simultanea condivisione. E’ ovvio che questo discorso non riguarda tutti, e men che meno tutti i propositivi fautori di questa petizione a cui rivolgo la mia piena condivisione negli ideali a monte dell’iniziativa. Ma non tappiamoci gli occhi o faremo la stessa figura di Cuffaro che si lamenta perche nei libri di geografia di alcune scuole estere qualcuno ha osato scrivere che in Sicilia c’è la Mafia.
      Dunque, con rammarico e un po’ di pessimismo, scelgo di non firmare la petizione. Cosciente che forse stavolta è meglio scegliere il male minore.

    3. Ti sbagli, perchè non volere le cabine non significa non affidare la spiaggia a qualcun altro che la sappia valorizzare creando lidi per chi vuole i servizi e lasciando una parte libera piu’ grande…è questa la direzione..cabine?? no grazie, altro che male minore

    4. Ricordando che a palermo si sta per recuperare la costa orientale, per cui molta gente che oggi va a mondello potrà essere dirottata verso altre spiaggie, così mondello sarà meno affollata e la qualità si alzerà sicuramente. per intenderci la Mondello che vedo io per il futuro è quella di una grande isola pedonale, piu’ o meno come quando viene organizzato il winsurf world festival, con lidi organizzati come si deve e una spiaggia libera per chi sceglie di non usufruire dei servizi..in tutte le parti del mondo è cosi’

    5. …a palermo si sta per recuperare la costa orientale…
      Ecco una delle caratteristiche di Palermo, elevata a sistema dall’amministrazione comunale. Anziche le cose farle, annunciamo che verranno fatte. Privilegiamo il futuro al presente. Il libro dei sogni a quello della realtà. Ed allora vai col tram, l’anello ferroviario, la metropolitana, etc,etc

    6. ….a Mondello pure io!!

    7. autofocus, in effetti non si sta recuperanndo nulla, cosa vuoi che ti dica, continuiamo a fare i distruttivi….il recupero è lento ma meno male che sia partito, mano male che gli appalti sul p tram, sull’anello ferroviario siano partiti, perchè ancora nessuno prima li aveva fatti partire….NON DIMENTICHIAMOLO…è un sogno?? ma intanto sono partiti…

    8. Ti chiedo scusa Antonio. Hai ragione tu: dobbiamo essere costruttivi. Allora cambio registro. Si sta facendo tantissimo; tutta la città è un cantiere a cielo aperto; operai in ogni dove; inaugurazioni a destra ed a manca, escavatori, pezzi di binari, gallerie…
      Ecco perchè la città è sotterrata dalla “munizza” nonostante la tassa sui rifiuti sia aumentata del 75%. Non di munizza trattasi ma di materiale di risulta!

    9. Sempre per Antonio: un piccolo fatto personale. Abito in via Dante. Come ho già scritto una volta stanno rifacendo i marciapiedi. Hanno cominciato circa sei mesi fa, io – forse sono cecato – non ho mai visto un operaio all’opera. Tali lavori – peraltro fatti a tre tubi – iniziati da via xx settembre sono arrivati a palazzo ziino. Dato che io sono distruttivo puoi risollevarmi il morale convincendomi che i lavori fatti o appaltati e controllati dal comune, siano arrivati – dopo sei mesi – a piazza p.pe di camporeale? Grazie

    10. eheh…
      intanto credo che autofocus debba desistere dall’avere il desiderio di vedere via Dante con i marciapiedi nuovi…
      con sto caldo vuoi fare lavorare? poi piove e i muratori siciliani non lavorano, poi c’è il tempo incerto e “siddù chiove poi chi faciemu!

      per quanto riguarda i materiali di risulta di questi eventuali lavori, spero che non servano per creare qualche altro prolungamento della terra ferma come è successo anni fa alla foce del fiume oreto.

    11. 1) d’accordissimo con il messaggio di antonio delle 11:59. ci sarebbe anche una terza via: nessuna concessione ad operatori del settore, spiaggia dunque totalmente libera e, per fronteggiare l’ovvia ordata barbarica, presenza massiccia di vigili pronti a sanzionare con multe da 4OO euro a RAFFICA chiunque osi sporcare. 2) è vero che nella costa orientale è in atto un prcesso di riqualificazione. basti vedere, ad esempio, le gigantesche palme ed essenze mediterranee varie che hanno messo (e stanno mettendo) ad acqua dei corsari-bandita che insieme al tappeto erboso che sorgerà ed alla depurazione del mare con le nuove condotte della cala renderanno balneabile e gradevole quel tratto di costa CONTRIBUENDO COSì AD ALLEGERIRE MONDELLO DA UN COSPICUO NUMERO DI PANORMITI TASCIULIDDI

    12. orda* barbarica

    13. c’è una soluzione secondo me.

      E’ vero e ormai è ASSODATO che il grado di inciviltà di una gran parte di Palermitani è pari allo zero o quasi.

      detto ciò è verissimo anche che le Cabine sono un vero scempio, il trionfo del brutto sul bello, e anche un vero e proprio ABUSO che deturpa la costa di Mondello nei mesi estivi.

      La soluzione sarebbe ad esempio, lasciare che la spiaggia venga definitivamente sgomberata da quelle orribili cabine, segno del degrado e dello sfruttamento intensivo di Mondello, ma continuare a mantenere la spiaggia a Pagamento (ad esempio due euro) in diversi punti, con servizio di bagnini e sdraio, in maniera tale che sia garantito un certo controllo e la cura e la pulizia della spiaggia.

      CHE NE DITE??

      NO ALLE CABINE A MONDELLO BASTA ACCORDI TRA IL COMUNE E LA SOCIETA’ ITALOBELGA. STOP ALLO SCANDALO !

    14. quoto quanti hanno scritto di non confidare nel senso civico di quei nostri concittadini BESTIE che popolano e devastano ogni giorno la spiaggia di Mondello!

      Sono un Mondellano (di quelli che non fugge via a settembre) D.O.C. e ogni anno soffro infinitamente nel vedere la spiaggia del MIO paese devastata da tanti, troppi buzzurri che, armati di birra, “muluna e pasta cu fuainno” riducono la spiaggia a mo di discarica!

      Purtroppo il palermitanomedia manca TOTALMENTE di senso civico e SCONOSCE il concetto di “res publica”!! “vabbeh…sta buttigghia a lasso ‘cca…tanto poi passa l’amia!”

      Purtroppo per sta gente altro che capanne! Ci vorrebbero i vigilantes!!

    15. Riporto un commento di un conoscente, andato ‘ospite’ a Mondello nella cabina di un suo amico.
      Mi riferì, esperirenza da non ripetere, quelle isole di spiaggia confinate dalle cabile ‘un carnaio’, appena mi muovevo, urtavo il tipo vicino, avevo quasi paura a sdraiarmi, per evitare l’eccessiva prossimità con il troppo contiguo e le inevitabili scuse o discussioni (del tipo ma io ero venuto qui prima, si stringa lei). Mi raccontò che ha passato una giornata in posizioni educatamente innaturali, con la preoccupazione, per andare a controllare cosa facessero i suoi figli, corsi subito alla battigia e verso l’acqua, e la difficoltà di scavalcare i corpi addensati, in slalom, quantomeno improbabili e sempre forieri di umano contrasto.
      MI disse, ho passato una giornata veramente stressante!
      Questo per dire due cose:
      1. Evitare la segregazione da cortile-cabina, sarebbe una gran bella cosa;
      2.le parti occupate dalle cabine, colonizzazione quasi-urbana delle spiaggie, conosciuta forse solo in Sicilia ( ho raccontato a miei amici di Ischia – mika nordici – delle cabine, e loro mi chiedevano cosa fossero mai);
      3. Evitare che una spiaggia al momento la sola pubblica della città di Palermo (aspettando Godot, per la zona di Romagnolo, peraltro fruibile alla balneazione fino agli anni ’40 del secolo scorso), diventi un luogo di ‘lottizzazione urbana’.
      Detto questo, l’inciviltà si combatte con le multe e con le faicilitazioni dei servizi, ossia, se si mette magari una pedana in legno ed a lato qualche contenitore, i più pigri rispetto al deposito dei rifiuti potrebbero essere invogliati dal non volersi fare la passeggiata sulla sabbia bollente
      . per i più riottosi, giusta l’idea del caro-multe che é l’unica campana che certi palermitani capiscano.

    16. Al limite all’americana, una punizione stile servizi sociali, ossia se vuoi evitare 400 euro di multa passi 1 settimana a raccogliere la munnizza lasciata lì dagli altri, vecchio metodo dell’occhio per occhio, dente per dente, sempre educativo.

    17. …questa sera ho fatto un giretto su google ed ho cercato i prezzi degli abbonamenti per i lidi balneari come quelli che sognamo al posto delle “capanne”.

      http://www.tuttoconsumatori.it/archivio/2007/06/carovacanze_neg.shtml

      http://www.codacons.it/pics_comunicati/Prezzi_stabilimenti_balneari_2005.html

      http://www.electionday2006.it/707-caro-vacanze-negli-stabilimenti-balneari.html

      I prezzi sono s t r a t o s f e r i c i ! ! !

      Se con le cabine e con i bagnini nostrani un bagno lo facciamo tutti, bene, penso che guardando un attimino al futuro, posto che i nostri concittadini veramente si possano adattare a tutto, per fare un bagno nel nostro mare dovremo prima valutare il nostro bilancio familiare….ma chi parte sa da che cosa fugge ma non sa che cosa cerca come dicevano montaigne e lello arena!

      Mimmo Mineo

    Lascia un commento (policy dei commenti)