lunedì 11 dic
  • 21 commenti a “500 al Politeama”

    1. Forse sarebbe stato meglio che il “Lapo”, invece di venire a Palermo per fare promozione ai suoi improbabili occhiali, fosse presente per la presentazione della nuova 500: visto che vive per come vive grazie alla Fiat, almeno potrebbe dimostrare un maggior senso di “appartenenza”…
      E poi, scusate, ma questa considerazione ve la vorrei proprio dire.
      Un blogger, in un altro sito, ha ricordato come la Fiat, in tempi di vacche magre, sia ricorsa spesso agli aiuti dello Stato (leggi cassa integrazione, cioè soldi dei contribuenti) per pagare i SUOI dipendenti. Adesso che è riuscita a risolvere la crisi e si trova in attivo, grazie finalmente a dei modelli di auto azzeccati (Panda, Nuova Punto e, si spera, Bravo e 500) non sarebbe il caso che RESTITUISSE i soldi agli italiani?
      Oppure, visto che ha le potenzialità per farlo, provvedesse a SUE SPESE a realizzare opere pubbliche (che ne sono, qualche ampliamento di autostrada, la Siracusa-Gela, il…ponte sullo stretto?)
      Che ne dite, proviamo a chiederlo a Lapo la prossima volta che ci onorerà della sua presenza a Palermo?

    2. Più o meno a proposito del lancio della 500 vi segnalo un post sul blog di Gianfranco Miccichè

    3. Io stamattina ho notato come sempre che i telegiornali nazionali danno notizie manipolate, parziali, superficiali, da sudditi. Per quanto riguarda la FIAT 500 hanno detto en passant, velocemente, ma si è comunque capito, che questa macchina è costruita in Polonia (preferisco limitarmi all’allusione e non commentare questa delocalizzazione, cosi non sballo di testa di prima mattina e resto ZEN fino a mezzogiorno almeno).
      A cio’ che dice Fabrix io aggiungo che i piemontesi, oltre ad aver vissuto di soldi pubblici e di finanza virtuale, hanno tanti debiti nei confronti dell’ex Regno delle Due Sicilie. Per quanto mi riguarda non contemplo il simil-paese italia, imposto con forza e dopo rapine che hanno svaligiato il sud che invece poteva essere in grado persino di comprare tutto il nord della penisola in bancarotta e sottosviluppato. Quindi per me finchè non sono ristabilite regole, giustizia, equità e verità, finchè non avranno pagato(tutto il nord) tutti i debiti nei confronti dell’ex Regno Delle Due Sicilie non sono benvenuti e provo disgusto solo a guardarli. Potrebbero dire che c’è una fabbrica a Termini Imerese, non basta ad equilibrare tutto cio’ che vengono a incassare in Sicilia, anzi, briciole in confronto. Questi quasi 150 anni di simil-paese imposto hanno generato in Sicilia una classe politica incapace e assistita che sa solo programmare assistenzialismo, tanto che oggi ci si chiede se non è piu’ conveniente stare con il simil-paese piuttosto che autonomi con questi pseudo-politici locali.
      E come ciliegina finale chi è interessato puo’ leggere questo articolo: http://www.elcubanolibre.net/DOSSIER_FIAT.htm
      Per quanto riguarda il gossip: roba per fighetti superficiali e insignificanti.

    4. Ho seguito e seguo da tanto il progetto di FIAT in merito al restyling del vecchio simbolo di ripresa economica e industriale, la 500…
      importante per il nostro paese a tal punto che anni fa si è stilato e approvato un disegno legge per permetterle la circolazione nonostante le normative in merito l’ambiente –
      E’ stata presentata come tutti sappiamo ieri nella sua città natale, Torino ed è stato scelto un giorno particolare infattti, il 4 luglio, coincide con il 50° anniversario del lancio della vecchia 500.
      Ottima la comunicazione che hanno reso l’attesa divertente grazie al Progetto Web “500 WANTS YOU” con tante attività e interazioni nel sito.
      Le dichiarazioni di Marchionne mi hanno stupito positivamente … lo spot che troverete di seguito da lui ideato è veramente bello… http://www.fiat.it/cgi-bin/pbfiat.dll/FIAT_ITALIA/home.jsp
      racconta i 50 anni della nostra Italia e ammiro in questo AD l’efficacia delle sue attività Manageriali è andato avanti a testa bassa senza chiedere aiuti allo Stato anzi molte banche hanno cambiato strada richiedendo i prestiti fatti in precedenza… e così è stato …

    5. Amunì picciotti, accattatela senza tante storie! Comunque lo spot è di cattivissimo gusto!Siccome non è una pubblicità progresso non posso accettare che vengano usate le immagini di Falcone e Borsellino, di Piazza Fontana e di tante altre tragedie italiane per vendere una macchina!Soprattutto se poi, come in questo caso, la macchina la fanno in Polonia!Riconosciamo tranquillamente che stanno spendendo una marea di soldi per far esplodere la moda della 500, senza farci tanta dietrologia!E costa pure troppo!

    6. È una pubblicità istituzionale e non serve a vendere la 500; o meglio non serve a far vendere solo la 500.
      A mio avviso è ben fatta.

    7. Ciao,

      @Luca: purtroppo hai ragione (non “purtroppo” perché sei tu, eh!), il spot è molto bello e contiene molta sicilianità, nel bene e nel male: Nuovo Cinema Paradiso, Falcone&Borsellino, la Mafia, il cartello “non si affitta ai meridionali”. Mi fa pensare “che strano…”. La nuova Fiat appartiene a tutti noi.
      Non avrei messo il papa, il polacco, ma visto dove costruiscono la 500, era inevitabile. E anche la voce di Ricky Tognazzi, un po’ retorica.
      Ma…. Ma la Fiat ha fatto enormi progressi, dal coma con morte garantita, alla creazione di modelli di stile e funzionalità di questi ultimi anni, impensabili.
      E’ vero, forse la Fiat qualcosa dovrebbe restituire all’Italia (oltre a posti di lavoro). Almeno che restituisca un’immagine rinnovata e positiva dell’industria italiana.
      Giustifico il mio purtroppo iniziale: il glamour creato attorno alla nuova 500 non mi vede d’accordo: il Presidente del Consiglio alla presentazione etc.: ma mica abbiamo spedito un razzo su Marte o abbiamo trovato la cura del cancro.
      E’ solo un ripescare nel passato, nel rimpianto, cosa che riesce bene agli Italiani di quest’epoca.
      Speriamo che la prossima volta la Fiat presenterà una macchina che consumi 1 per 100 km fatti o vada, chessò, ad idrogeno. Allora avrà senso tutto questo clamore e glamour.

      A presto,
      Giovanni

    8. belli questi effetti speciali!

    9. Ci sono appena stata! La 500 è sempre miticaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

    10. Lo spot non mi piace.
      Ammicca eccessivamente ed in modo imbarazzante allo spettatore medio con l’obiettivo preciso di toccare le corde del cuore in maniera banale e scontata.
      Avrei preferito uno spot più giovane e più intelligente. Con il rispetto per cose e persone citate. Ma il richiamo l’ho trovato decisamente fuori luogo.
      Si poteva fare di meglio.

    11. Nella pubblicità del nuovo modello la Fiat stessa sembra riconoscere un certo “debito” nei confronti degli Italiani.
      E’ scritto infatti: “La nuova Fiat appartiene a tutti noi”.
      Certo, l’abbiamo già pagata anticipatamente con tanti anni di cassa integrazione per i suoi operai…

    12. il progetto 500 wants you è uno dei migliori progetti italiani di comunicazione integrata e sopratutto è uno di quegli esempi di approccio olistico che tutti rincorrono non sapendo nemmeno cosa vuol dire.
      ho visto lavorare su questo progetto direttamente a fianco di marchionne che è un grande e di comunicazione ne capisce veramente (certo da qua a dire che lo spot è stato “ideato” da lui, visto che c’è una coppia creativa ceh lo ha partorito! mi sembra un pò troppo)

      il progetto mira a far diventare degli italiani un marchio che volente o nolente ci rappresenta in tutta italia.

      si parlava di agevolare il restauro di tutte le vecchie 500 per farle diventare patrimonio di Italia…spero che il progetto vada avanti.

      d’altronde se andiamo a Cuba… rimaniamo sconvolti per le loro meravigliose automobili anni 50 (sono una delle attrattive), perchè non fare diventare un’auto strumento di attrattiva anche turistica?

      sono contento, ed apprezzo tutti gli sforzi che la fiat sta facendo.

      e guardate che il nostro amico Lapo sta lavorando e anche tanto!
      tutto questo è anche merito suo.

      quanto alla cassaintegrazione e ai problemi di lavoro, penso che in questo momento debbano essere messi in secondo piano (e potrei dirne tante visto che con il pane fiat ci sono creasciuto).

    13. …ci rappresenta in tutto il mondo (mancata rielttura!);)

    14. Grazie amico Lapo!

    15. Solo una riflessione, la macchina nata come democratizzazione dell’automobile per tutti gli italiani diventa oggetto cultuale anche nel prezzo. Listino macchina base ( e se avete esperienze di Fiat sapete cosa significa base, diciamo che manca poco che vi danno solo la scocca) 10.000 euro.
      La macchina per tutti diventa un oggetto elitario, perché caricato di significati altri (la stessa pubblicità che la propaganda lo dimostra, la 500 é la storia, se compri la 500 compri un pezzo di storia).
      Che dire?

    16. La nuova fiat appartiene a tutti noi?
      allora caro luke montezemolo domani sono a casa tua e me ne dai un pezzo.

      o forse voleva dire: per questo la pagate tutti

    17. E’ vero, è la macchina di tutti perchè la finanza virtuale si applica grazie ai soldi VERI degli italiani. Gli aiuti alla FIAT sono pure soldi VERI degli italiani. I gentili Agnelli and Co. per sdebitarsi la vendono agli italiani solo 10000€ affinchè oltre ad essere padroni possano anche entrarci dentro e guidarla felici. Per poter praticare un prezzo cosi basso i geni dell’industria italiana (ovvero del simil-paese chiamato Italia) sono andati a costruirla in Polonia con manodopera a basso costo e conseguenti maggiori guadagni. Se invece di festeggiarli come bambini noi siciliani avessimo chiuso l’ingresso della Sicilia a questi personaggi recidivi (vedi riferimento sopra alla falsa unità imposta con violenze e accompagnata da ruberie e malefatte di ogni sorta) forse avrebbero capito la lezione una volta per tutte.
      Ma noi per via del nostro DNA preferiamo lamentarci ammatula. Basta che ci dicano o che ci facciano sentire che siamo pure noi italiani e siamo felici.

    18. E’ una gran bella macchina? Si.
      Costa troppo? Decisamente si.
      E’ una vergogna che venga fatta in Polonia? Si, ma questo è il libero mercato.
      Lo spot? Ben fatto, furbo ma ben fatto.
      Spero solo che in Inghilterra, in Germania, in Francia ne vendano un fracco (perchè per essere cool è cool…)e una Fiat rigenerata e con i conti a posto inizi a fare piani di sviluppo come Dio comanda.

    19. veramente per libero mercato si intende altro, in questo caso si tratta di una società privata tenuta in vita con i soldi degli italiani, oggi che è resuscitata…
      Anche l’inizio della storia FIAT non è glorioso:
      http://www.elcubanolibre.net/DOSSIER_FIAT.htm

    20. Per libero mercato intendo che, nel rispetto delle leggi, un’azienda abbia il diritto di abbattere i propri costi come le pare e piace. Ignobile ma vero. E di aziende che non lo fanno ne conosco poche.

    21. Io invece intendo che si tratta dell’ennesima dimostrazione che questo è un simil-paese indegno di essere considerato uno stato unito. Se poi le aziende che lo fanno sono tante è pure un’aggravante e non una giustificazione.
      La FIAT moribonda non è resuscitata con i soldi dei Polacchi, e c’erano dentro pure quelli dei siciliani. E senza per forza voler parlare di sdebitamenti e riconoscenza è pure la dimostrazione che nel simil-paese vige una sorta di anarchia di comodo, dove la Sicila è considerata una roccaforte elettorale da assistire per opportunismo, e i siciliani solo clienti da dirigere e da spennare in tutti i sensi.

    Lascia un commento (policy dei commenti)