giovedì 14 dic
  • 14 commenti a “Danneggiato pulmino del Centro “Padre nostro””

    1. “Figlio di p…, ti faccio togliere il vizio… tu con la mafia, l’antimafia…. ti ammazzo, ti sparo in bocca”

      “Minaccia telefonica” non rendeva bene l’idea.

    2. Facciamo un flash mob a Brancaccio! Ci vediamo tutti davanti al Centro di Padre Puglisi e aspettiamo che arrivi il mafioso di turno con la sua molotov!Appena lo vediamo arrivare gli saltiamo tutti addosso!Sarebbe un’esperienza fighissima!!!

    3. Ecco, nella mia modesta opinione mi sa che se tutti fossimo uniti contro la mafia come quelli che sono stati uniti nel buttarsi a terra a Piazza Politeama forse Palermo sarebbe un posto un po’ migliore di come è adesso…

    4. FuoriTempo abbiamo dettagliato nel post che ne parlava.

    5. Non voleva essere una critica la mia.

    6. @ Nomad, stavolta voglio andare controcorrente.
      Scusa ma “che c’azzecca?”, nel senso che, la gente ha diritto a fare il “flash”, ha diritto alla normalità, POI…se ci impegnassimo TUTTI un pò di più magari.

    7. Flash mob a Brancaccio!

    8. Me l’accollo facile!Secondo me si può fare!E’ un modo di riprendersi il territorio e dare sostegno ai volontari!! t’immagini che flash!?

    9. Ma si… facciamoci vedere da quelle parti invece di scattarci le foto da fighettini al politeama… o se proprio vogliamo, cerchiamo la forza ed il tempo di fare entrambe le cose.
      Cambiamola questa Palermo.
      Ciao,
      Emanuele

    10. BLA BLA BLA

    11. È chiaro che sul accaduto la magistratura sta indagando e dirà alla fine se è stata una minaccia di tipo mafioso o altro.
      Mi sembra interessante però precisare alcune cose: Il Centro Padre Nostro non opera più solo a Brancaccio da diversi anni, quindi Flesciatissimo mi sa che dovrai aspettare prima che arrivi il mafioso con la molotov..
      Sicuramente è una realtà che si impegna molto nel mondo del sociale. Ma la grande parte delle loro attività si svolge nelle diverse case famiglia che gestiscono a Palermo e provincia e non più sul territorio di Brancaccio e quindi il motivo delle telefonate minacciose dovrà essere ricercato anche e soprattutto lì.
      Il centro Padre Nostro è una delle più grandi associazioni siciliane se la guardiamo da un punto di vista finanziario, infatti, sono poche le associazione non profit che possono vantare patrimonio annuale che sfiora il milione di euro e un centinaio di operatori di cui la maggiore parte operatori di servizio civile.
      Sarebbe gratuito cercare altre motivazioni per le telefonate in un momento nel quale il Centro Padre Nostro pare non avere avuto rinnovato il servizio civile, nel quale l’attuale Presidente del Centro Padre Nostro Antonio Di Liberto aspetta la riconferma (non certissima prima di questi bruttissimi eventi) come consulente del Sindaco o dell’Assessore per le Attività Sociale per la modica cifra di €. 80.000,00 annuo. Al massimo hanno fatto comodo (le telefonate) al Centro.
      La mafia a Brancaccio C’È. Chi vive a Brancaccio intravede quotidianamente “la mafia” davanti ai bar dove si spaccia, dai negozianti che (come si apprende dai giornali) pagano il pizzo etc…
      Ma questa Mafia non viene combattuta dal Centro Padre Nostro, come faceva Padre Puglisi. Il Centro è un’onesta associazione che fa quello che le altre associazioni fanno. Cioè fanno le attività che gli enti locali pagano meglio e non c’è niente di illegale.
      Sarebbe interessante fare il flash mob dopo che i flash dei riflettori dei media si saranno spenti per vedere se ci sono attività a Brancaccio che il Centro Padre Nostro fa e se queste possono dare fastidio alla mafia.

    12. Per esperienza personale, concordo pienamente con quanto scritto da Giacomo. Il Centro Padre Nostro è oggi tutto fuorchè ciò che aveva ideato P. Puglisi. Lo spirito del volontariato è totalmente assente, tutte le attività che gli pseudo volontari svolgono vengono scrupolosamente remunerate dagli enti locali che le finanziano. Pensate che tutto ciò potrebbe dare realmente fastidio alla mafia??

    13. Teoricamente non dovrebbero dare fastidio alla mafia vera e propria, ma ai piccoli boss di brancaccio, la cosidetta manovalanza.

    14. senza minacce non scattano i finanziamenti e altri vatri privilegi…..
      Ma buon Dio meglio questo che altro

      Cosi sia

    Lascia un commento (policy dei commenti)