giovedì 2 ott

Archivio del 27 luglio 2007

  • Performance di Maloberti a piazza Garraffello

    Stasera dalle 22:00 all’1:00 Marcello Maloberti realizzerà C.I.R.C.U.S., performance artistica a piazza Garraffello con live set di Igor Muroni. La curatela è di Francesca Pasini.

    La composizione dell’installazione coinvolge prevede duecento specchietti appesi a diversa altezza con fili di rafia sotto la copertura di un tendone da mercato. Dagli angoli del tendone sono tirate quattro corde legate a quattro automobili di colori e modelli diversi. Sul tetto delle macchine sono collocate quattro luci rotanti da sirena, una gialla, una verde, una arancione e una rossa, i fari sono accesi e puntati sugli specchietti che riflettono sull’architettura interna dei palazzi. L’Installazione/evento vive sospesa nel flusso di sonorità evocative e ritmate da cui emergono e riemergono “canzoni” della memoria collettiva.

    Palermo
  • Le parole INcrociate

    Potrete avere una splendida amaca che gode dell’ombra dei pini, potrete anche avere un dondolo sotto il portico fresco della vostra casa a mare, potrete avere una poltrona in salotto direttamente puntata sulla traiettoria del condizionatore, ma niente, nessun confort, nessun trono supererà mai il luogo per eccellenza in cui si fanno le parole crociate: il gabinetto. Da generazioni le parole crociate rappresentano il momento di conciliazione migliore tra te e il mondo, il massimo del relax, il modo per illudersi di allenare la mente mentre le falene volano dentro il cervello. In realtà, ammetto, il gabinetto, luogo deputato alla migliore stesura delle parole crociate, è preferito a tutti gli altri spazi della casa soprattutto in inverno. Confermo che d’estate anche sbracati sul divano o a pancia sotto all’ombra di un ombrellone si riesce ugualmente a lasciarsi cullare dall’incrocio di caselle nere e bianche. Tra le persone che conoscono, mia nonna è sicuramente una delle fan più sfegatate di questo passatempo (non solo in bagno) e, secondo me, ha capito perfettamente l’essenza delle parole crociate. Continua »

    Palermo
  • In memoria di Rita Atria

    Ci sono parole sparpagliate in memoria di Rita Atria. Somigliano a foglie secche sui viali di un autunno precoce. Ci sono associazioni e persone di buona volontà che tengono accesa la memoria e raccontano a chi non sa la vita di una ragazza che fu redenta da una luce fortissima, prima di precipitare nel buio. Non è una vicenda entrata nelle giaculatorie degli anniversari, e forse è un bene. Rita Atria sopravvive nei ricordi semiclandestini di chi l’ha conosciuta. Di chi, ancora oggi, tenta di tramandare con l’impotenza di una dolce rabbia un piccolo segno della sua fede. Perché questa è una storia di fede e di speranza. Anche se è finita male.
    Le informazioni necessarie sono contenute – tra l’altro – su www.ritaatria.it. La trama è nota. Un sito la ripropone con la freddezza della cronaca: “Sorella di Nicola Atria, Rita era una ragazzina quando il padre che adorava venne assassinato. E, poco dopo, venne assassinato a colpi d’arma da fuoco il fratello Nicola. Nonostante fosse cresciuta in una famiglia mafiosa, decise di testimoniare contro l’organizzazione. Fu condotta sotto protezione a Roma, dove visse con la cognata Piera Aiello, anche lei testimone d’accusa. sconvolta e spaventata dall’assassinio di Paolo Borsellino nel luglio del 1992, poco dopo Rita Atria si suicidò. Continua »

    Sicilia
  • In edicola “Carissimo fratello Salvatore”

    Daniele Billitteri - “Carissimo fratello Salvatore”

    Carissimo fratello Salvatore, la rubrica di Daniele Billitteri nata su Rosalio e proseguita su I love Sicilia, diventa un libro distribuito da oggi con il Giornale di Sicilia a 5 euro (oltre al prezzo del quotidiano).

    Il libro racchiude le strampalate lettere del palermitano Vincenzo Pensabene al fratello che vive a New York, lettere surreali sul mondo che si muove fuori dallo stabile in cui vive con la moglie e i figli Desirè e Geiar.

    Il libro inaugura la collana dei libri di I love Sicilia ed è arricchito dai quadri di Andrea Di Marco.

    Palermo, Sicilia
  • 189 corsi all’Università di Palermo

    Sono 189 i corsi di laurea attivati nelle dodici facoltà dell’Università di Palermo: 110 corsi di laurea di primo livello, 67 corsi di laurea di secondo livello o specialistici e 12 corsi specialistici a ciclo unico. Sono stati attivati anche 59 master (24 inediti) e due master di perfezionamento.

    Le iscrizioni ai corsi ad accesso libero si apriranno il 3 settembre e si chiuderanno il 5 novembre (31 dicembre con una mora). Tra le novità di quest’anno l’iscrizione online che permetterà l’assegnazione immediata del numero di matricola e un ritiro prioritario del libretto. Continua »

    Palermo
  • Criminalità minorile: rapine in aumento

    Uno studio della Procura dei minori di Palermo ha evidenziato una crescita delle rapine commesse dai minorenni nel 2007 rispetto all’anno precedente. Dall’1 gennaio a giugno le rapine a cui ha fatto seguito l’arresto dell’autore sono state 38.

    La motivazione principali sarebbe l’acquisto di abiti firmati.

    Palermo