mercoledì 22 nov
  • “La pace è finita”, cartoline a Riina e Provenzano

    Due cartoline dal contenuto inquietante (la frase «La pace è finita») sono state recapitate al carcere Opera di Milano dentro a una busta bianca. I destinatari sono i boss mafiosi Totò Riina e Bernardo Provenzano. Inquietante la data di spedizione (20 luglio, un giorno dopo l’anniversario della strage di via d’Amelio) e l’indirizzo, volutamente errato: via Borsellino.

    La procura di Palermo ha aperto un’inchiesta sulle cartoline che potrebbero preludere a una ripresa delle guerre di mafia.

    Un altro dettaglio che sembra significativo riguarda Leoluca Bagarella e Nitto Santapaola, capimafia entrambi detenuti: in occasione di un trasferimento che prevedeva lo scambio di celle tra i due entrambi hanno lasciato sul tavolo la propria fede nuziale. Il gesto potrebbe indicare una nuova alleanza.

    Palermo
  • 15 commenti a ““La pace è finita”, cartoline a Riina e Provenzano”

    1. “un trasferimento che prevedeva lo scambio di celle tra i due”

      vorrei proprio sapere qual’è il motivo di questo scambio … con tutte le celle che ci sono … a sto punto perchè non gli prenotano una stanza all’Hilton così stanno più comodi!

    2. Sarà una grossa illazione… ma la mafia sta più in alto di quanto si possa immaginare.
      Ovviamente però… quella all’antica, come la mala erba, non muore mai.
      Ciao,
      Emanuele

    3. mi vengono i Brividi !
      stamane presto in Tv sentivo questa notizie …
      come dire, “il buongiorno di vede dal mattino ” !

      speriamo bene !

    4. un bel campo di lavoro sotto il pico del sole, a spaccare pietre non sarebbe meglio?? Con quello che ci costano, quanto meno si automantengono, non gli vengono strane idee e soprattutto non rompono le …

    5. e io pago!!

    6. Andrea, paghiiiamo !

    7. Ad essere sincero, mi colpisce ancora di + il fatto che i signori Bagarella e Santapaola si dovessere “scambiare” le celle, e che ogniuno di loro, avesse lasciato le fedi su un tavolo in segno di chissà che cosa….

      francamente spero si tratti di una storiella perchè se davvero così dovesse essere, i suddetti signori hanno la certezza che nessuno tocchi nulla nelle loro “suite”….e che quindi, fedi a parte, fanno e sfanno quelle che c…o vogliono….

    8. che si siano fidanzati in carcere???

    9. M’incuriosisce San Siro.Mi spiego:poteva esserci una bella foto di Tindari,del Colosseo,del Duomo di Milano,perchè lo stadio milanese proprio in cui gioca il Milan di Silvio B.?
      La città del Cav. non è nuova a intrighi mafiosi-massonici;alla luce dell’inchiesta della Procura nissena sulle stragi del ’92 (che vede come mandanti occulti Berlusconi e Dell’Utri)la cartolina assume un significato da non sottovalutare.
      Quella a Binnu,poi,era volutamente indirizzata in “via Borsellino” nonostante il carcere del boss fosse ubicato in un’altra via!!!
      Eppur si muove…

    10. Mitico il commento di Bernardo P.!
      Cartoline pacifiste
      messaggio 1: “La messa è finita, andate in pace”;
      messaggio 2: “La pace è finita, andate a messa”;
      messaggio 3: “L’estate stà finendo e un anno se ne và”.

    11. drugo a san siro ci gioca anche l’inter di moratti e tronchetti-provera…. quello della telecom e delle intercettazioni a d’alema e fassino

    12. Spero che il Ministro di Giustizia apra un’indagine sullo scambio delle celle.
      Chi è il Min.? Mastella? ah bè, oh bè, vabbè, stiamo freschi ( noi fuori e non loro che dovrebbero già starci).
      Spero indagini accurate sulle cartoline dal Ministro dell’interno.
      Chi è il Min.? Amato? ah bè, oh bè, vabbè, saluti e baci dal viminale.

    13. nni manca sulu a guerra ri mafia… lassatici n paci cca io vogghiu iri u cinema, a viriri a paitita, nna mosssra, i turiste bbone ra gimmania ca cu a guerra ri mafia un biennu….

    14. a proposito dello scambio di fedi, la domanda inquietante è: escludendo che per coincidenza sia venuta la stessa idea ai due boss, come hanno fatto a comunicarsela visto che sono al 41 bis? Quanto al “la pace è finita”, lo collegherei al fatto che dopo 30 anni sono tornati a Palermo “gli scappati” sconfitti dai Corleonesi nella guerra di mafia. Forse ora vogliono prendersi la rivincita

    15. a proposito dello scambio di fedi, la domanda inquietante è: escludendo che per coincidenza sia venuta la stessa idea separatamente ai due boss, come hanno fatto a comunicarsela visto che sono al 41 bis? Quanto al “la pace è finita”, lo collegherei al fatto che dopo 30 anni sono tornati a Palermo “gli scappati” sconfitti dai Corleonesi nella guerra di mafia. Forse ora vogliono prendersi la rivincita

    Lascia un commento (policy dei commenti)