lunedì 21 ago
  • Nuova intimidazione ad Abbate, solidale Napolitano

    Lirio Abbate

    Lirio Abbate, redattore dell’Ansa, unico giornalista presente alla cattura di Bernardo Provenzano e co-autore del libro I complici è stato oggetto di una nuova intimidazione. Sabato notte due individui hanno cercato di posizionare una bomba incendiaria sotto la sua auto. Gli uomini della scorta che gli è stata assegnata si sono accorti dell’anomalia evitando il peggio.

    «Lo sai perché non decido di andarmene? Per onore. Sì, per onore! Non per il mostruoso, folle, ridicolo onore di cui si riempiono la bocca mafiosi deboli con i forti e forti con i più deboli, ma per quell’onore che mi chiede di avere rispetto di me stesso, che mi impedisce di inchinarmi alla forza e alla paura, di scendere a patti con ciò che disprezzo. Quell’onore che molti siciliani hanno dimenticato di coltivare.» (Abbate)

    Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha espresso ad Abbate i suoi sentimenti di solidarietà e di augurio. Sabato alle 10:30 i cronisti palermitani si raduneranno a piazza Croci con un giornale in mano.

    Rosalio è solidale con Lirio Abbate.

    Palermo
  • 19 commenti a “Nuova intimidazione ad Abbate, solidale Napolitano”

    1. un abbraccio fortissimo a Lirio, con la speranza che continui a fare il suo preziosissimo lavoro.

    2. Scriviamolo dappertutto: la mafia ha rotto i coglioni.

    3. Gran bel lavoro!
      CON TE LIRIO.

      Pequod

    4. Con te, sperando che lo siano anche coloro che dovrebbero proteggerti!

    5. e se ci andassimo tutti alla manifestazione? Lirio scrive per la gente, siamo noi che vogliamo sentire le sue parole, o no? basta esprimere la propria solidarietà a parole?

    6. Sono con te Lirio. Non fermarti mai. Purtroppo di giornalisti motivati come te mi capita di vederne pochi in questa terra martoriata dagli uomini del disonore.
      Rimango stupita di una sola cosa…6 commenti su Lirio e più di 100 per la signora nessuno venuta da uomini e donne…mah!

    7. A….piazza croci anche noi,
      uniti con onore e lealtà insieme a te Lirio tutti quanti per combattere il sistema mafioso.

    8. Avevo già preso un’importante impegno, comunque farò l’IMpossibile per esserci.
      ADELANTE!

    9. E adesso….Bestemmio…, e se ci venisse pure il Sindaco????????????????????????????
      ( magari senza ridere).!
      ONORE!

    10. Onore a te, Lirio. Soprattutto solidarietà, che non è compassione. Perchè ci vuole coraggio e forza, in questa terra, non pena o pietà. E tu continua, con la tua forza, per te e per noi tutti.

    11. ciao Lirio,io sono napoletana.la mia città è simile alla tua,camorra e mafia ,la stessa schifezza. ci vuole coraggio,il coraggio delle persone come te .

    12. Forza Lirio…sei tutti noi !!!

    13. Tre semplici suggerimenti:
      1. chi non l’ha letto, compri e legga il libro “I complici” che offre una interessante e documentata lettura -non sconfessata dai politici citati- del malaffare politico-mafioso a Palermo;
      2. sostenere con la propria partecipazione la manifestazione indetta dai giornalisti sabato mattina (quelli con la schiena dritta non vanno lasciati soli);
      3. creare un filo diretto con Abbate attraverso Rosalio, ospitando un suo post, se non con un apposito forum, in modo tale da non lasciarlo solo.

    14. Indubbiamente non sarà una manifestazione di soli giornalisti. Non deve essere così.

    15. “I complici” è un libro diverso dai soliti libri di mafia: finalmente sposta il fuoco. Non tratta più soltanto della mafia militare. “I complici” mette al centro della scena gli uomini di Provenzano, non quelli che sparano ma quelli che siedono nei parlamenti, nelle commissioni, nei consigli comunali. Lo fa scrivendo nomi e cognomi, riportando sentenze che la stampa ha ignorato, raccontando storie che in tv non passano.
      Provenzano e i suoi soldati sono stati raccontati tante volte, da decine di libri e anche dalla tv. “I complici” racconta altro, è un libro diverso, un libro che sale parecchi gradini. Allora, chi minaccia Lirio Abbate?

    16. Anche se tu da molto tempo ai dimenticato le tue amicizie come sempre ti trovo cocciuto e testardo come un mulo comunque complimenti e continua nel tuo lavoro.
      P.s. Stai attento a non farti piegare perchè finalmente c’è qualcuno che parla di onore.
      Ti saluto Marco

    17. GRANDE LIRIO!!

      MAFIOSI PEZZI DI M3RDA!!!

    18. Tutta la mia solidarietà, rispetto e ammirazione per Lirio Abbate, che ci ricorda Falcone e Borsellino e che ci fa credere ancora che le cose si possano cambiare…Sara

    19. Rispetto massimo.

    Lascia un commento (policy dei commenti)