martedì 21 nov
  • Via alle riprese di “The Palermo shooting” di Wim Wenders

    Wim Wenders

    Prendono il via le riprese di The Palermo Shooting, il film di Wim Wenders dedicato alla città.

    I protagonisti del film saranno Campino, cantante dei Die Toten Hosen, Giovanna Mezzogiorno e Dennis Hopper. Nel film dovrebbero apparire anche personaggi come Lou Reed e Patti Smith.

    Wenders ha detto di Palermo: «È una città complessa e conflittuale, bellissima ma nello stesso tempo piena di ferite. Cicatrici che Palermo mostra con onesta». Il regista non ha voluto svelare molto della trama. Ha detto che il film parla della vita e della morte, che non si parla della mafia e si sa che il protagonista è un fotografo di grande successo che in seguito a sconvolgimenti occorsi nella sua vita molla tutto e va a vivere a Palermo dove incontra una bellissima restauratrice.

    Il film è co-finanziato con fondi del Por 2000-2006 (asse II – Risorse culturali) che si sommano ai budget stanziati dai produttori privati e da istituzioni pubbliche tedesche e italiane.

    Palermo
  • 13 commenti a “Via alle riprese di “The Palermo shooting” di Wim Wenders”

    1. Non mi sembra l’ora di vedere questo film… sembra essere molto interessante!!!!

    2. come al solito non si può mai sapere dove fanno le riprese e prima ancora dove poter inviare il curriculum x lavorare come spazzino del set…..

    3. eh già…

    4. Film finanziato con il POR, è ridicolo tutto ciò togliamo soldi ad altro per finanziare un film che vedranno 4 pseudo intenditori di cinema e rimarrà sempre un filmetto di serie C

    5. è molto semplice: il finanziamento Por, Beni culturali e compagnia bella, si rivolgono a progetti culturalmente elevati ed apprezzabili o a nomi risaputi a cui è impossibile rifiutare il finanziamento altrimenti sarebbe una polemica o uno scandalo sui giornali.
      ho reso l’idea ?
      E così un progetto come quello del film di Wenders che mi auguro andrà bene riceve milioni mentre i Por potrebbero essere utili a Palermo ad altri operatori culturali fuori dal giro e dai giochi dei pochi che decidono le sorti della cultura di Palermo – non giri politici perchè ormai è tutta una finta, ds e sin collaborano e fanno finta di litigare in tribuna e giornali –

    6. Veramente il bando si trovava “dappertutto” sui siti di aspiranti attori e comparse(anche quelli a pagamento). Magari basta informarsi e smuoversi un attimino, e smettere che le cose ci cadano dal cielo.
      Sicuramente non sarà un film di serie C,magari non sarà diffusissimo come le “cavolate di Natale” di De Sica e Boldi, ma se avete visto “Il Cielo sopra Berlino” o “Così lontano, così vicino” e la loro estrema poesia, capite di cosa sto parlando. Sennò è meglio neanche scrivere la propria opinione, no?

    7. l’opinione uno la scrive perchè è sacrosanta e da rispettare semmai la si può contestare, base della civiltà del conversare, chi non la pensa così è meglio che si nasconda presto.

    8. la realtà è che il film resterà poco visto, un film su palermo doveva portare la città in giro per il mondo un po come ha fatto il film the italian job con venezia (benchè non ne avesse bisogno)

    9. no secondo me la realtà è che al posto di essere una nuova opportunità per Palermo è stata la solita operazione economica in cui qualcuno ha mangiato abbondantemente, condita dalla pubblicità enorme visto che quando si parla di cinema a Palermo si parla solo di mafia o delle cose di cipri e maresco.

    10. Palermo international set.
      Ritengo che questa sia un’oculata e ruffiana operazione di
      marketing culturale progettata a tavolino dalla Regione Sicilia e dagli enti preposti palermitani(Quali ? Top Secret !) e dalla (sic!) un poco ingenua ma poetica casa di produzione di Wim Wenders. Il nostro benefattore purtroppo non sa o forse non immagina quale ordalia ha già
      scatenato e/ o provocherà ai nostri beneamati (?) concittadini che disgraziatamente e con poco tatto culturale
      si sono impossessati i diritti ed i rovesci del nostro.
      E chi vuole capire capisca.
      Già di fatto la città di Palermo, la mia città, ha cambiato aspetto; una vecchia baldracca triste e decadente alla quale giocoforza hanno rifatto il Lifting che adesso aspetta di ricevere a braccia ( o a gambe) aperte i suoi nuovi clienti.
      O tempora o mores, Tuonavano gli antichi.
      E poi si aggiunge DavidLinchEnricoGhezziBattiatoCampinoTornatoreOrnellaMutiSgalambroPhilippeDaverio, e chi altro…?
      Poi faranno la scuola di Cinema ( …?)
      Temo che tutto questo ben DIdio non ci appartenga, e comunque fa puzza di bruciato. E non di stigghiole.
      Però posso dire che c’ero nel set almeno una volta.
      Viva la folla, viva palermo e santa Rosalia!
      Ci vediamo all’improvviso!

    11. ah, dimenticavo!
      C’è pure Amenta ( quello del documentario su Provenzano)
      che sta per fare il 12milionesimo film di mafia.
      Curremu picciotti, ca ni pigghianu in Castagna!
      Ci vediamo all’improvviso!

    12. Sbsglio,o se ne è parlato un pò troppo di questo film di Wenders?Palermo non è Lisbona…

    13. qualcuno saprebbe dirmi dove si trova il set? vorrei vedere la meravigliosa giovanna…sarei disposto a venire da catania apposta per lei! se qualcuno ha notizie certe mi manda una mail a iani77@jumpy.it….? grazie!!!!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)