lunedì 21 ago
  • Iniziati i lavori a piazza Fonderia

    Sono iniziati i lavori per la riqualificazione di piazza Fonderia alla Cala, dove sarà realizzato un giardino pubblico di 1000 metri quadrati con angolo-giochi per i bambini e punti di ristoro. Lo spazio verde sorgerà davanti alle architetture delle fabbriche dismesse dell’ex opificio che nella prima metà del Novecento contribuì, con la lavorazione del ferro e della ghisa, allo sviluppo della città liberty. Le strutture in disuso verranno recuperate e potranno fare da cornice per attività culturali.

    I lavori dureranno 18 mesi. Il progetto, curato dal settore Centro storico, dispone di un budget complessivo di 720 mila euro, finanziato con fondi comunali. L’importo dei soli lavori, al netto del ribasso d’asta (7,314 per cento) ed escludendo le varie somme destinate a spese e oneri accessori, è di 425 mila euro.

    Palermo
  • 24 commenti a “Iniziati i lavori a piazza Fonderia”

    1. speriamo! a Palermo c’e` una totale carenza di parchi giochi per i bimbi!

    2. Per alcuni a palermo un c’è mai niente….mahhh basta saper osservare bene le cose

    3. l’angolo giochi bimbi mi sa di angolo cottura, stile bivani ben arredato affittasi.
      può darsi che non sappiamo guardare…può darsi che non c’è niente ma la verità è che sono risusciti a far perdere una città è non è con questi lifting – stile cool Zisa – che la faranno rivivere.

    4. perchè sarebbero meglio le macerie invece?? siamo l’unica città d’europa (insieme a genova) ad avere ancora le carcasse dei bombardamenti in piedi. quando si fanno le cose per bene vanno riconosciute per amore della nostra città e aldilà di ogni credo politico. per la cronaca, non sono di centrodestra.

    5. Purtroppo ci sono i cosiddetti NEMICI RA CUNTINTIZZA a Palermo, alcuni palermitani sanno solo distruggere, non sanno apprezzare quello che piano piano questa città sta costruendo. Loro non costruiscono e quando costruisce qualcun’altro loro criticano per i più svariati motivi che possono essere politici, depressivi, non saper osservare etc etc…..Guarda caso se chiediamo ad un anziano che ne pensa di palermo, la maggior parte ne parlerà bene, perchè gli anziani sanno da dove vengono e sanno vedere i progressi; se chiedi ad un giovane la maggior parte saprà solo criticare negativamente….povera Palermo

    6. Antonio io non so cosa intendi per anziani ma ti posso assicurare che è proprio tutto il contrario. Io che so come era prima l’Addaura,via Notarbartolo, via Libertà, ecc. prima della colata di cemento senza regole…! E’ vero che il centro storico era a pezzi e nel più completo degrado ma ti posso assicurare che Palermo nel complesso è peggiorata. Comunque l’intervento a piazza Fonderia è positivo.

    7. Ottimismo…come sempre!

    8. Palermo peggiorata?? assolutamente in disaccordo…..tu fai l’esempio di alcune zone,( tra l’altro libertà e notarbartolo saranno peggiorate urbanisticamente per effetto dei palazzi costruiti dalla mafia ma rimangono pur sempre zone belle) prendi tante altre zone migliorate, non si puo’ generalizzare come fanno tanti. E poi la rovina di Palermo è stata negli anni di Ciancimino sindaco, quello che si fa oggi da 20 anni a questa parte deve essere apprezzato dai cittadini facendo anche critiche ma che siano costruttive per Palermo. Palermo ha bisogno di questo, non sentirsi dire sempre che è peggiorata o cose del genere. facciamo tutti la nostra parte…….ma come si fa a non notare i miglioramenti?? Un po di malafede la intravedo sinceramente…….

    9. Trovo che siano normali le macerie al centro di Palermo dopo 60 dalla fine della guerra. Trovo che sia normale Borgo Vecchio (a trenta passi dal Politeama) assolutamente allo sfascio morale e materiale. Trovo che sia normale una Favorita in mano ai rom ed all’incuria più totale. Trovo che sia normale il ghetto di Romagnolo. Trovo che sia normale la fogna Oreto. Trovo che sia normale la “discarica”Quaroni in via Maqueda. Le “normalità” possono continuare, ma non voglio annoiarvi.
      Nemico della contentezza?, Forse si, ma “fissa” no!
      Viviamo in una città senza etica e morale, dove i bambini giocano nell’”angolo giochi” anzicchè in un parco, dove chiamiamo Giardino Inglese una spianata di cemento, un piano di lottizzazione il “giardino” della Zisa.
      Certo, abbiamo nella nobile via Notarbartolo la leziosità dei pavimenti per ipovedenti fa coppia con la fontanella (ma che fa babbiamo!!) all’angolo con via Sciuti, ma il resto, lo vogliate vedere o no, è un disastro!

    10. Antonio fa parte di quella scuola di pensiero, (pensiero si fa per dire), per cui se un uomo cade nella fogna e subito si lava i denti è da considerare una cosa positiva e zitti. Chi invece dichiara di sentire ancora puzza per lui è in “malafede”. Buon per lui, chi si contenta gode…

    11. i palazzi di viale libertà (e tutti palazzi, in generale) vanno semplicemnete vomitare :X
      mia nonna mi ha raccontato che vi.le libertà una volta era piena di villette e che già a partire da villa sofia era aperta campagna

    12. messaggio corretto: i palazzi di viale libertà (e tutti palazzi in generale) vanno semplicemnete vomitare :X
      mia nonna mi ha raccontato che vi.le libertà una volta era piena di villette e che già a partire da villa sofia si era in aperta campagna

    13. Caro Zelig tu non hai detto di sentire ancora puzza, tu ha detto di sentire piu’ puzza del passato…c’è una bella differenza caro mio..ciao ciao

    14. Werner tu il centro storico lo frequenti?? Vedi solo macerie?? Non ti emozionano i palazzi restaurati?? Vedi solo le macerie?? alcuni di voi vedono solo quello che vogliono vedere, guardate oltre……io ti elencherei tutto quello che di nuovo è stato fatto a Palemro ma sarebbe tempo perso…certuni Palermo non la meritano, spero solo che chi la critica in maniera distruttiva nel suo piccolo faccia quotidianamente qualcosa per questa città, allora le critiche sarebbero piu’ comprensibili…

    15. Per finire Werner a te non piacciono i marciapiedi di via notarbartolo e mi confermi di essere un “nemico da cuntintizza.” Dove c’è il degrado c’è il degrado, dove viene fatto qualcosa viene cmq fatto male e fa schifo, ci si lamenta sempre come vedi col tuo post ne hai dato conferma. A Palermo potranno fare anche la migliore metropolitana del mondo, ci sarà chi si lamenterà lo stesso……meditate nemici ra cuntintizza meditate….e godetevi la città e la vita in genere….

    16. Sarei curioso di leggere l’elenco delle “cose” realizzate a Palermo negli ultimi 5 anni. Parcheggi? Ville? Case per i senza tetto? Gestione a fini sociali dei beni confiscati alla mafia? Lotta al precariato? Creazione di nuovi posti di lavoro? Vedi una città reattiva, con il morale alto? Vedi mezzi pubblici efficienti, un’igiene ambientale che funziona, tariffe adeguate ai servizi, dei politici al servizio della città che si adoperano per il bene pubblico?
      Vedi un’assistenza ai più deboli, emarginati, ai senza lavoro? Bene, se hai risposto ALMENO UNA VOLTA si a queste domande, sei un ottimista: DUE si, un poco attento osservatore, TRE un politico.
      Per le emozioni, mi emoziono di più a vedere l’assistenza sociale tagliata alla povere gente perché rifletto sulla condizione umana dove il più debole è sempre il più tartassato anche nei momenti peggiori: questa non è civiltà, caro Antonio!
      E mi dici di essere nemico della contentezza? Cosa c’è da gioire nello sfacelo? Possiamo scegliere tra un comune sull’orlo della bancarotta o il sest’ultimo d’Italia per qualità della vita.
      Se le cose vanno bene, se migliora (bada bene!!) il livello di vita qualitativo di ognuno di noi, fatto di servizi efficienti, rispetto reciproco, educazione, etica nel governare il bene pubblico, allora sarà la svolta: ogni singola opera pubblica fatta con questo spirito, sarà benedetta è non sarà solo pubblicità ad alto prezzo (visto che le cose siano esse utili o inutili, gravano tutte sul povero contribuente palermitano) ma sarà un opera che il cittadino palermitano avrà voluto e riconoscerà come tale, con tutte le ricadute positive che essa genererebbe.
      Non basta mettersi un caschetto giallo e con un sorriso a 54 denti fare finta di avviare un cantiere salvo poi a chiuderlo subito dopo per mancanza di fondi: questa è solo propaganda politica.
      La metropolitana? Che ben venga, sarei il primo ad esserne contento! Riguardo la vita, stai sicuro che me la godo, ho solo questa purtroppo!

    17. Werner mi arrendo hai ragione parcheggi a Palermo no ne sono stati fatti o cmq non ce ne sono in cantiere (come vedi o sei cieco o malinformato o un pochettino in malafede)….no ne faccio una questione politica non me ne frega un c…..o della politica (nonostante ne riconosco l’importanza) a differenza di tanti altri qui….chiudiamola che forse è meglio….i cantieri vanno a rilento?? Questo è un altro discorso, il cantiere della Cala doveva essere terminato da 4 anni ed invece ancora passerà qualche mese…..l’obiettivo finalmente sta arrivando anche se in grave ritardo…spero che presto arrivi anche il parcheggio sotterraneo del tribunale e tante altre opere in corso….

    18. ….tanto appena ci sarà il parcheggio al tribunale poi i signori palermitani diranno ” ma che dobbiamo farci con sto parcheggio , io piccioli un cinni rugnu, mietto a machina in doppia fila “…..Palermo cambierà veramente quando cambieranno i palermitani potremo avere anche le infrastrutture migliori ma prima bisognerebbe fare un corso di autostima del palermitano, un corso di amore del palermitano nei confronti della sua città. SENZA AMORE QUESTA CITTà NON ANDRà DA NESSUNA PARTE E NON VEDO AMORE NEI VOSTRI COMMENTI O POST, SOLO ASTIO E CRITICHE ESAGERATE, COME SE NON FOSSE ANCHE COLPA NOSTRA SE LA CITTA’ HA DEI GROSSI PROBLEMI….Io Palermo l’ amo e l’amerò sempre……

    19. Werner ricordati sempre che gli altri siamo noi…ciao

    20. Parcheggi a Palermo…un ossimoro!! Ricordo ancora le pubblicità sui cartelloni che reclamizzavano 10.000 posti auto, metropolitana, ricchi premi e cotillion. Prendiamoli questi parcheggi realizzati, vediamo se hanno risolto i problemi del traffico, vediamo se hanno migliorato Palermo. Certo, le coppiette in via Ernesto Basile hanno risolto il problema con il mega parcheggio, e così discorrendo potremmo esaminare quelli realizzati.
      Il parcheggio del tribunale, ne vogliamo parlare? L’azienda che gestisce a pagamento gli spazi all’interno della fascia del centro storico, non è l’amat, ma è la stessa che sta costruendo il parcheggio (o una sua controllata). Ad oggi i lavori di realizzazione del parcheggio hanno:
      – fatto perdere decine di ore di lavoro ai palermitani;
      – fatto sprecare decine di migliaia di litri di carburanti per inutili attese;
      – creato disagi nell’attraversamento della piazza;
      – fatto stabilmente posizionare dei vigili urbani (pagati con i soldi del contribuente) per un’opera privata a tutti gli effetti per gestire l’impatto abnorme e devastante che ha avuto sull’ambiente urbani e come se non bastasse si mandano a respirare veleni mortali per sei ore nel canyon di via Turrisi a padri di famiglia che hanno la sventura di fare servizio su quella via;
      – aumentati i tassi di polveri sottili da traffico (ma tanto nessuno li controlla nella zona!!);
      – aumentati i tassi di polveri sottili da scavo (sono state prese precauzioni?).
      Basta cosi? Cosa ha avuto in cambio il cittadino? Solo rogne, mi pare. In più, zone blu a mai finire, come dire per parcheggiare devi avere un sedere pazzesco.
      Non sarebbe stato meglio, per esempio, eliminare nei paraggi le zone blu, trovare dei percorsi alternativi a cura dell’impresa costruttrice che avrebbe provveduto poi anche a gestire il traffico veicolare? E’ mai possibile che nessuno indaghi su queste cose e che il palermitano debba essere sempre costretto ad ingoiare rospi di queste dimensioni? In nessun altra città del mondo le cose sarebbero andate così.
      E debbo poi essere contento di sapere che viene realizzato un giardinetto per la modica cifra di un miliardo e mezzo delle vecchie lire (di cui quasi un terzo riservato a progettisti, direttori dei lavori etc.) quando il comune avrebbe risorse professionali sicuramente idonee a realizzazioni altrettanto valide? Come vengono conferiti gli incarichi? Cosa conta, il peso, la statura, la tessera politica, il curriculum, perché è impossibile nel regno delle due Sicilie (in omaggio al nostro amico neo borbonico) avere gare di progettazione trasparenti anche per evitare che la grande quantità di giovani architetti e ingegneri se ne vada dalla Sicilia?
      A presto!

    21. Qui non si tratta di essere contenti, nessuno di dice di essere felice se non lo sei, ma neanche di distruggere o criticare tutto. Mi sembra un qualunquismo il tuo sinceramente..Ti dico una cosa vai tu in politica e migliora le cose tu personalmente…Proponi qualcosa tu, proponi qualcosa affinche le cose possano migliorare, proponi nuovi strumenti, nuovi metodi, è facile criticare come fai tu, quando si critica in maniera costruttiva bisogna dire le alternative quali possono essere per miglirare la situazione..la tua è una critica solo all’attuale amministrazione comunale, se ci fosse un’altra amministrazione probabilmente i tuoi post cambierebbero di toni. Sinceramente questo è quello che traspare…Prima mettiamoci tutti in gioco poi critichiamo quanto vogliamo…

    22. caro antonio, siamo lontani anni luce. Ti auguro tutto il bene illusorio possibile, io, francamente, mi accontento dell’impossibile.

    23. Salve, sto cercando di capire se la scena del film Nuovo Cinema Paradiso girata a Palermo in una zona di macerie rimanenti dai bombardamenri della seconda guerra mondiale è a Piazza fonderia. Potete aiutarmi a capire? Io sono a Roma e da qui diventa complicato.
      Grazie
      Rosanna

    Lascia un commento (policy dei commenti)