martedì 17 ott
  • Quelli della Piscina Comunale (prima parte)

    Quando mi sono tuffato – ovvero, quando mi sono calato in acqua nella classica posizione del pensionato morente, ripiegato su tre strati di panza – li ho visti. Cioè, ho avuto l’impressione di vederli. Quattro avvoltoi neri, a un cenno del più anziano, si sono staccati dalla balaustra della piscina coperta. Sarà stata senz’altro un’allucinazione dovuta alla certezza che non sarei sopravvissuto. Nell’ovattata Fata Morgana, il capo pennuto avrebbe sussurrato ai suoi accoliti in pennutese stretto: “Cu ‘stu Pacchiuni semo o’ puostu fino a Natale 2012! Mancu ‘u pizzettu ci lassu. Sghigna!”. Un miraggio, per l’appunto. O almeno lo spero
    Ma prima di narrare degli strani personaggi, degli incontri, delle armi, degli amori. dirò perché mi sono convinto ad affrontare la Piscina Comunale nel mezzo del cammin di mia vita, con una salute tendente al cagionevole-schizofrenico, peraltro resa terminale da un’ipocondria galoppante. Il perché è semplice: c’è sempre qualcuno che ti ama e che, bontà, sua ti compra il costumino arabescato con scene di caccia al cinghiale – a mo’ di implicita esortazione – la cuffietta a forma di squalo, l’accappatoio con su tatuato il seguente motto augurale già in voga a Sparta: “O con questo, o su questo”. Mi sono avvicinato all’esordio, sudando freddo. Ho accumulato la necessaria cultura sull’argomento. Ho letto sul giornale enciclopedie di articoli sui disservizi, sulla sporcizia. La mitologia della munnizza piscinatoria è stata accresciuta dai racconti orali tramandati dalla gente che usa frequentare. C’è chi – mischinu – si è preso il colera, la febbre terzana, l’otite, la depressione e il calcagno del riccio solo per avere osato pensare di entrare in una doccia a piedi nudi. C’è chi ha sfiorato con un lembo irrisorio di pelle la parete viscida e oleosa della suddetta doccia. L’hanno seppellito ieri. Anzi, hanno sotterrato quello che restava. Pare che il contatto sia risultato, al malcapitato, fatale più di un bagnetto nell’acido muriatico. Con questi e altri grilli pel capo, mi sono dunque recato alla Piscina Comunale di viale del Fante, convinto che non sarei tornato indietro. Proprio all’ingresso è situato lo splendido “Monumento all’audace nuotatore” di ignoto. Raffigura un tapino nell’atto di spiccare il tuffo, con le braccia allargate in un impavido segno di croce. Scroll, scroll, dicono qui. Ho oltrepassato il complesso bronzeo. Ho salutato il portiere con la baldanza di un ilote prima della pugna. Ed egli mi ha apostrofato: “Di là ci sono le femmine. I maschi di qua”. Insomma, stavo sgarrando spogliatoio. Il portiere mi ha seguito con la coda dell’occhio, uso: “Bruttoporcomaniaco, statte accuort”. Ecco quello che ho trovato, diviso per capitoletti tematici, nel fantastico mondo della Piscina Comunale. Che Ne(ss)ttuno l’abbia in gloria.
    Gli armadietti.
    I lucchetti degli armadietti della Mitica Piscina Comunale vincerebbero sempre e comunque per distacco il premio “Bastardissimo et Carognissima” di un anno qualunque a piacere della storia dell’umanità. Essi sono configurati con una foggia strana e ostile. Talché perfino Arsenio Lupin avrebbe difficoltà a domarli secondo le regole dello scassinatore provetto. Il problema è che i pertugi non appattano nemmeno ammazzati. Ergo, un disgraziato che paga le tasse deve grufolare sudando fino allo spasimo pur di inserire il catenaccino mignon di salvataggio nell’apposita fessura. Mi sono dato da fare, davanti allo sguardo divertito-attonito degli altri piscinatores molto più esperti di me. Sono riuscito nell’intento, più per un sussulto di natica che per reale consapevolezza dell’impresa. Colpo di scena! La chiavetta del catenaccino mi è scivolata dalle mani impiastricciate. Ha picchiato per terra e si è rincantucciata sotto l’armadietto zozzissimo dopo un rimbalzino alquanto teatrale (bottanissima, immantinente pensai). Come comportarsi? Immergere le dita nella morchia fetida del pavimento che niuno pulisce da millenni e decedere all’istante? Giammai. Il sottoscritto ha allungato, perciò, la tappina prensile oltre la mefitica antina grigia. Ho recuperato la chiavetta, bestemmiando in silenzio, bruciandomi tutte le indulgenze plenarie raccolte durante una giovanile militanza da chierichetto. Un lungo applauso ha accolto la fine dell’esibizione. Gli astanti mi hanno chiesto di replicare con grida accorate di bis. Ho declinato gentilmente l’invito, piegando ripetutamente la schiena al cospetto del cortese pubblico. Indi, sono uscito incontro alle vasche e al mio destino.
    (continuo o vi abbuttò?)

    Palermo
  • 53 commenti a “Quelli della Piscina Comunale (prima parte)”

    1. La prossima volta forse è meglio se parti da casa direttamente in costume…! 😉
      Ciao,
      Emanuele

    2. Dai, dai, continua…

    3. Giudicheremo alla fine… continua… 🙂

    4. Roberto, mi fai morire!!!
      Sei un grande!
      Dai, il resto quando?

    5. Anche io prima di iniziare ad andare in piscina, questo è il terzo anno, ho subito racconti apocalittici soprattutto da chi non c’era mai andato per questo sopravvissuto, c’e’ stato anche chi mi ha prospettato la diarrea per l’ingestione del cloro! I funghi poi, avrebbero dovuto diventare i miei compagni di vita, non è mai successo niente di tutto questo.
      Una volta sola, ho temuto malattie tropicali: prendendo una cosa dal borsone mi è volato sul pavimento, sempre umido e bagnato, il costume che ancora dovevo indossare è stato atroce, lo ho visto cadere a rallentatore e non volevo crederci. Sono ancora viva, comunque.

    6. meglio la palestra… li almeno i bagni li lavano più volte al giorno e poi ti alleni seriamente!!!!

    7. Frequento la piscina comunale da circa quattro anni…e ne ho viste…dai signori anziani che si appostano sotto la scaletta per guardare il posteriore di giovani, medi e vecchi, brutti, belli grassi…non importa.L’importante è fissarti!E se lo “denunci” agli assistenti bagnanti (figure oscure che spesso fanno cruciverba ai lati della piscina)ti fanno sentire una pazzoide con manie di protagonismo.L’acqua è sempre gelida…d’inverno è un piacere farsi le prime vasche. La pulizia è un concetto che non ha mai sfiorato nessuno di coloro i quali staccano i biglietti: se li conoscete sapete bene chi sono…quattro o cinque addetti.Uno controlla il tesserino, uno incassa i soldi , uno ti da il resto, un altro stacca il biglietto, un altro ancora strappa il biglietto.Il tutto parlando ad alta voce dei fatti loro e durante l’inverno con una stufetta elettrica sul tavolo. (be’ hanno ragione fa freddo…)Mah.Nonostante tutto continuo ad andarci perchè nuotare è meraviglioso e costa € 1,55 per un’ora.

    8. Ciao Chiccuzza, il resto domani. Se sopravvivo.

    9. mi sono successe le stesse identiche cose alla piscina del cus..tranne che per il fatto che mi butto in corsia baldanzoso…e mi apostrofano….qui ci sono i bambini, mi sposto, qui ci sono le corsie veloci ( già mi avevano inquadrato… ), mi sposto ancora e capito nelle corsie giuste ( che erano anche le più logiche dove andare ). Comincio a nuotare e vedo la gente che mi guarda muovendo la testa in segno di diniego….non ci siamo, noto senza stile, ovvero con lo stile mondello….testa fuori dall’ acqua!!
      Mi sono sentito quasi un verme….per lo meno è servito a farmi imparare a nuotare con stile…

    10. Alessà, non rubarmi il mestiere e aspetta la seconda puntata 😉

    11. siamo ansiosissssssssiiiiimmmmmiiii…..

      ti confesso una cosa quando ho letto avvoltoi ho pensato,Ecco visto Puglisi si droga 😀
      Aspetto la second parte .

    12. …..Robbè, sopravvivi, e raccontaci tutto.
      Quando scrivi così mi fai scialare. 😉
      (oh, basta che alla fine non ci metti un morto a fondo vasca.) 🙂

    13. La coscienza di Roberto “Zeno” Puglisi .

      Continua che andiamo bene .

      Ciao

    14. Continua per favore …..
      Anch’io stavo pensando di iscrivermi alla Comunale 😉

    15. E chi lo sa Goku. Il morto potrei essere io (fai conto che ho messo la faccina sorridente, è che non sopporto gli smile)

    16. Io ho fatto piscina per un anno al CUS e adesso sono passato da un paio d’anni alla Comunale, più per motivi di distanza che per altro.
      Devo dire che il CUS mi piaceva di più, se non altro perchè frequentato quasi esclusivamente da studenti e giovani, mentre alla comunale trovi un po’ di tutto e anche le squadre che si allenano. Però devo dire che anche alla comunale si sta bene, e tutte le leggende che ci sono in giro restano tali, ma magari è un bene che ci siano!
      Ah, Roberto, adesso penso verrà il bello, quando ci descriverai com’è l’impatto con l’acqua e con i “compagni di corsia” (non ospedaliera)!!

    17. Hahaah continua! Io pure mi sono trovata in piscina in queste situaizoni imbarazzanti… che bello sapere che NON SIAMO SOLI!!!

    18. altro consiglio…sai quei cordoncini che dispensano in fiere eventi etc con portachiavi e possibilità di metterseli al collo? bhe attaccacci la chiavetta, una volta chiuso il catenaccino lega il cordoncino al passante dell’accapatoio e riponi il tutto nella tasca del medesimo. avrai la certezza di non smarrire la chiave e tranquillo non te la rubano. buon nuoto. la prima volta credi che gli altri notino la goffaggine ma nessuno in realtà si sofferma piu di tanto. poi sei mi hanno gurdato il c..lo non lo so …ero di spalle! (no la faccia no!) 🙂

    19. Vado regolamente in piscina comunale e non credevo che tanti “rosalii” frequentassero le torbide acque di via del fante.
      Roberto se ti becco ti vengo a salutare, anche se io normalmente arranco fuori …. molto meglio, al sudiciume nostrano si sommano le foglie e le alghette e il sapore dell’acqua è molto meglio (il cloro non si sente quasi per niente … c’è da preoccuparsi?).
      Per le femminucce che si avventurano da sole nello stagno interno o esterno che sia, occhio ai caimani!!

    20. scusasse Puglisi…..vossia m’ava perdonare!! 🙂

    21. Signor Puvglivsi stavolta pure se ci mette l’immancabile morto alla fine…non guasterebbe il piacere, anzi. Noto che lei in versione Fantozzi se la cava altrettanto bene, direi meglio che nei suoi racconti di morti disgraziate.
      Onestamente è ben scritto questo suo episodio, è divertente pure. Pagherie caro per ammirare la sua invidiabile silhouette in costume da bagno e cuffietta come dice lei. Signor Puvglivsi immagino la sua foto in atteggiamenti da nuovo Cagnotto, o Di Biasi a scelta, sui rotocalchi specializzati in gossip, vendita assicurata di milioni di copie.
      Aspetto impaziente il secondo episodio delle sue performances.

    22. …anch’io sono stato un frequentatore della piscina anche se da un pò non vado…ma tornerò(è nei buoni propositi da più di un mese…) e sempre rigorosamente al chiuso.
      allora si ci vede.
      pequod

    23. A metà tra un cinegiornale e una fantozziade.
      Molto delizioso.

    24. Prego continua.
      Bisognerebbe mandare una copia al Sindaco principalmente per quanto attiene alle feccie e le scorie ben sedimentate e mai rimosse.

    25. …continua.
      restando in argomento piscina…qualcuno dei frequentatori “rosalii” sa darmi news sulla chiusura della vasca coperta dalle 14 alle 15 per non meglio specificati motivi?

    26. a pequod: ma… il tornerò era una minaccia o una promessa? scherzo dài!

    27. Rob, hai messo d’accordo tutti, financo la tua salute! Unico appunto: ‘sto costumino arabescato… con un costume del genere di solito ci tagli ‘u muluni sulla battigia a Mondello.
      Anch’io aspetto l’epilogo (no, che hai capito eheheh… la fine della storia).

    28. Ma la seconda parte non doveva già essere online?
      Roberto, mi devo preoccupare, non sei sopravvissuto al secondo tentativo!? 😀

    29. Io la inviai. In attesa sono 😉

    30. fossi se negassi che molte delle cose scritte non rispondono a verità ma certo se la piscina comunale è monopilizzata dalla società con conseguente penalizzazione del pubblico non è colpa dei bagnini se i cessi puzzano non è certo compito del bagnino rispondo a trix che parla di questi essseri oscuri qual noi siamo, cara trix non è normale che il bagnino faccia i cruciverba, ma mandare un’intera categoria alla gogna scusami ma è qualunquismo spicciolo come di re che… non ci sono piu le mezze stagioni, in sicilia c.è la mafia ., quando c.era il duce si dormiva con le poert aperte ebbene io sono per le critiche ma quelle costruttive hai ragione la piscinA andrebbe chiusa ma ti chiedo hai voluto cammarata tienitelo

    31. faccio i miei complimenti all’autore del blog, ma non bisogna fare retorica ossia parlare di cio che no si sa a fondo la piscina è gestita da gente che non ha uno straccio di contratto di assicurazione giudiziaria ed è per questo che con gran dolore abbiamo proclamato lo stato di agitazione ci spiace per voi del pubblico per il quale per formazione politica sociale non posso non stare ma invece di darxci addosso chiedete al vostro sindaco se è giusto che una piscina comunale è di fatto in mano alle società , mi chiedo e vi chiedo ma impianto pubblico non ha a che vedre con gli interessi della collettività, beh la risposta la sapete già evidentemente il vostro sindaco per collettività intende la palermo bene delle società no certo il pubblico il comunissimo lavoratore che ha solo voglia di farsi un bagno….cari palermitani avete bevuto le palle di diego …ora c.è ben poco da accusare gli altri

    32. Io penso che Max ha ragione

    33. Perchè invece non vi installate una piscina in giardino.
      Oggi costano poco e si possono invitare anche gli amici.

    34. ciao a tutti io frequento la piscina comunale solo dallo scorso settembre e a dire il vero mi sono tovato abbastanza bene e’ vero ke gli spogliatoi non sono il massimo dell’igiene e ke l’acqua e’ un po’ fredda pero’ insomma e’ sempre la piscina komunale ma a me piace lo stesso….e riesco a passarci sopra tranquillamente!l’unika kosa ke adesso mi sta facendo girar le balle e’ l’ennesimo sciopero degli assistenti bagnanti ke per karita’ c’hanno pure ragione pero’ ki ci va di mezzo siamo noi..ovvero il pubbliko mentre le societa’ sportive possono allenarsi senza problemi!non so se avete sentito ke da lunedi’ 18 febbraio 2008 inizieranno i lavori per la ristrutturazione del tetto della piscina!MA QUESTO KOSA IMPLIKERA’ KE PER TRE MESI NON POTREMMO USUFRUIRE DELLA VASSCA?SPERO DI NO PERKE’ SAREBBE UNA GRAN CAVOLATA XKE’ SE COSI’ FOSSE AVREBBERO DOVUTI FARLI DURANTE LA STAGIONE ESTIVA QUANDO LA GENTE VA A NUOTARE AL MARE !AD OGNI MODO SE KIUDERANNO LA VASCA INTERNA SPERO CI DARANNO LA POSSIBILITA’ DI USARE LA VASCA ESTERNA IO CI VADO PURE SE FA FREDDO….BASTA KE NUOTO….

    35. ancora assistenti bagnanti in stato di agitazione alla piscina comunale di palermo?ma gli lsu non verranno tutti stabilizzati?io avevo letto cosi’ ieri al giornale di sicilia.. bah ke skifo…. 🙁

    36. Ragazzi è davvero insostenibile.
      La piscina comunale non funziona mai!!!
      In continuazione sciopero assitenti bagnini.
      E’ quasi un mese che non posso praticare!!!
      Non possiamo portare i problemi della piscina comunale all’attenzione di “striscia la notizia” ?
      CIAO

    37. Io non capisco perchè continuano a tenere chiusa la piscina al pubblico e non ai corsi privati…E soprattutto…al posto di non lavorare e di farci incazzare, che questi maledetti bagnini si uniscano a noi per migliorare la situazione…io francamente li odio…a bordo vasca con il maglione a collo alto…che servà per l’idrodinamicità?Io credo che si debba fare qualcosa…o ci si organizza per cacciare anche chi paga e diventa uno sciopero serio, o andiamo tutti alla piscina comunale ed entriamo e basta…credo ci siano limiti legali per gli scioperi…sono quasi 3 settimane!!!!!

    38. Scriviamo al sindaco le nostre lamentele:
      http://www.diegocammarata.it/
      TEMPESTIAMOLO OGNI GIORNO||

    39. sapete dirmi se la piscina comunale e’ aperta al pubblico?

    40. Perchè a Palermo c’è soltanto una piscina pubblica? Perchè a Milano c’è una piscina pubblica in ogni quartiere e sono aperte dalle 8 alle 22 anche il sabato e la domenica?
      Perchè sono anni che cambiano gli assessori e i direttori dell’impianto ma la gestione di un bene pubblico, così importante per la salute ed il benessere dei cittadini di Palermo, è sempre fallimentare?

    41. ciao cari amici , da anni non frequento piu’ la piscina comunale, prima facevo parte di una squadra, e mi allenavo ogni giorno..quando mi sono imbattuto in questa discussione pensavo che le cose erano migliorate e speravo di leggere parole capaci di farmi riconsiderare la possibilita’ di tornare a nuotare li, ma vedo che invece le cose sono peggiorate,e guarda caso anche qui c’è lo zampino del solito diego..lo chiamo cosi’ perchè di sindaco tra ZTL,BABINI DELLE CASE DI ACCOGLIENZA, PISTE CICLABILI,TRAM,AMAT,AMIA,SONDAGGI VARI”72000 EURO BUTTATUI ETC.ETC. non ha proprio nulla,il minuscolo e’ voluto..
      Anche io come Roberto, penso che max abbia ragione.

    42. Le novità a riguardo si trovano sulla repubblica (non internet) di oggi.
      Il comune non ha neppure i soldi per comprare il cloro!!
      E’ allucinante!!!

    43. L’amia ha toccato il fondo!!
      93.000.000 di debiti!

    44. Io ho nuotato per anni alla piscina comunale con una delle tanto criticate società, ma anche per i fatti miei per un piccolo periodo…Ormai è da circa un anno che non la frequento più e al di là dei disagi che ho inconttrato nel corso degli anni quel posto mi manca e penso di tornarvi a breve. La cosa più bella era potersi allenare tutto l’anno nella piscina esterna: il freddo si supera con qualche vasca di riscaldamento!
      Per quel che riguarda gli impiegati proprio l’altro giorno sono stata a trovare una conoscente agli uffici della regione di Via Cordova e indovinate chi ho visto? Vi ricordate la “Signorina” che stava all’entrata della piscina? Quella piccolina sempre truccata e vestita di tutto punto (pure un pò pizzuta se vogliamo dirla tutta…)che veniva identificata come la guardiana della piscina e faceva i blitz negli spogliatoi delle donne “cazziando” a destra e manca, per poi ritoccarsi il trucco a ogni blitz negli spogliatoi stessi…A quanto pare alcuni sono riusciti a farsi trasferire agli uffici della Regione…(Alla faccia mia, della Laurea dei plurimi Master e lavori a progetto che ho fatto…Ovviamente non a Palermo!).
      Cmq…alla fine qualcuno sa dirmi com’è combinata al momento la piscina? Funziona? E’ sempre aperta alle 8 di mattina?

    45. CARISSIMI AMICI,
      VOGLIO PORTARVI A CONOSCENZA DELLE ULTIME NOVITA’ RELATIVE ALLA PISCINA COMUNALE:
      -BAGNI IN STATO PIETOSO;
      -PHON CHE NON FUNZIONANO;
      -PULIZIA GENERALE DEI BAGNI (NEANCHE A PARLARNE);
      – ANCHE OGGI CHIUSURA CAUSA AGITAZIONE PERSONALE LSU ;
      -ASSENZA DI BLOCCHI DI PARTENZA ANCHE IN OCCASIONE DI GARE REGIONALI;
      MA LA NOVITA’ PIU’ IMPORTANTE CHE MERITA SENZ’ALTRO UN OCCHIO DI RIGUARDO E’ L’AUMENTO DEL PREZZO DEL BIGLIETTO D’INGRESSO CHE IL CARISSIMO SINDACO HA PORTATO ALLA MODICA CIFRA DI SOLI 6,00 EURO!!!!!
      TUTTO CIO’ PER FAR FRONTE ALLA MANCANZA DI SOLDI NELLE CASSE COMUNALI CAUSA ABOLIMENTO ICI.
      COME POSSIAMO CONTINUARE A PORTARE I NOSTRI FIGLI IN PISCINA SE SOLTANTO PER ENTRARE OCCORRONO 72 EURO AL MESE? PARLO A NOME DI TANTE MAMME CHE COME ME ACCOMPAGNANO OGNI GIORNO I FIGLI CHE PRATICANO IL NUOTO A LIVELLO AGONISTICO MA ANCHE DEL PUBBLICO CHE OGNI TANTO DESIDERA FARSI UNA NUOTATA.
      COSA POSSIAMO FARE PER RINGRAZIARE IL SINDACO DI PALERMO PER QUESTA BELLA INIZIATIVA E CHE PENALIZZA LO SPORT A FAVORE DI ALTRI FESTEGGIAMENTI CHE NON SONO ALTRO CHE OCCASIONI PER SPRECCARE DENARO PUBBLICO????

    46. mi corrego il prezzo del biglietto è di 3,oo euro

    47. Mamma mia! io ho fatto appena oggi il tesserino…e sono, a dire la verità, un po’ confusa da tutti questi commenti contrastanti far di loro…spero che vada tutto bene, signor Roberto Puglisi le faccio davvero tanti complimenti, di cui sicuramente non mancherà mai, per l’esilarante intervento!

    48. Cara usagi, io è da due mesi che non riesco ad andarci, non per colpa mia, e ho detto tutto.

    49. raga’ mi sapete dire se la piscina e’ aperta al pubblico o no????

    50. Ciao ragazzi.Amo la piscina olimpionica di Palermo (Comunale) come se fosse una bella biondona magara e rosperosa.Sono seccato che dobbiam pagare un biglietto diingresso di 3 euro e avere un servizio così brutto, non affrontiamo il discorso spogliatoi maschili, lì c’è un vero porcaio e schifo,a livello di igene la piscina di pa fa schifo (mi riferisco alla striscia nera che va dagli spogliatoi fino alle scale).PS ma questo blog è ancora attivo?

    51. Finalmente hanno avuto l’imprimatur dei VV.FF.e la vasca coperta è chiusa!E’ caduto qualche pezzettino d’intonaco dal soffitto ed (apriti cielo!)necessita la revisione di tutta la struttura!Con lo stesso metro si dovrebbero chiudere tutte le strade di Palermo!Non esiste la manutenzione ordinaria? Non esistono le reti metalliche?
      Secondo loro si può utilizzare solo la vasca scoperta, tagliando fuori gli spogliatoi, con gli armadietti e le docce.Perchè, quando si potrebbe allestire almeno un passaggio coperto? Ora ci vorranno anni, come per il palazzetto dello sport!

    52. Ciao ragazzi.Siamo giunti al 5 dicembtre del 2008 e la ?Piscina olimpoica continua ad essere chiusa, ma camma a à fà?la speranza è l’ultima a muorire.VOGLIO NUOTARE!!!!!!!!!!!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)