mercoledì 22 nov
  • San Lorenzo

    Quella mattina erano le tre del pomeriggio, ed il cielo era pieno di stelle…

    Cara Rosalia…beata tu, che sei la santa di Palermo, casa tua è sempre piena di gente, i devoti si fanno scalinate in ginocchio pur di incontrarti; aiutami tu, tutto mi va storto…..e la colpa è di Dalò, maledetto Dalò, chi è Dalò…un artigiano che costruiva scarpe magiche…..San Dalò…ti racconto meglio…
    Era il 10 agosto, la mia notte, milioni di persone attente ad osservare…e ad ogni stella cadente, un desiderio, chi chiedeva una fidanzata, chi chiedeva la promozione, chi il ritorno di Luca Toni al Palermo, chi Caracciolo all’Inter per fermare l’attacco….insomma Rosalia, apro la finestra, mi affaccio per assolvere al mio compito e rimango esterrefatto….il cielo insolito, la notte, come una tapparella, era calata fino a metà, una linea precisa divideva in due la notte dal giorno, non capivo…qualcosa mi stava pungendo il polso, era la lancetta dei minuti del mio orologio….la fisso per un attimo, e lei: Lorenzo è mezza notte! hai capito mezza…notte; all’improvviso come una saracinesca la notte cala del tutto e, le stelle cominciano ad apparire e farsi notare, elegantissime e luminosissime, e tutte indossavano le scarpette magiche costruite da Dalò…qual era la magia di queste scarpette, che avevano la suola anti scivolo….da quella notte, grazie a Dalò, le stelle non caddero più!
    Adesso la gente per esprimere i desideri aspetta San Daniele….quando cadono i prosciutti….o San Silvestro, quando cadono i gatti…
    Santa Rosalia sei l’unica che può aiutarmi…il 4 settembre “acchianerò Monte Pellegrino” e pregherò…..

    Ospiti
  • 4 commenti a “San Lorenzo”

    1. Surreale! Mi piace!

    2. Ciao amico! Che piacere trovarti qui 🙂

    3. E..infatti…che piacere…Ce l’abbiamo fatta!!!;)

    4. grande Ivan!
      un piacere leggerti qui

    Lascia un commento (policy dei commenti)