giovedì 17 ago
  • Via Pacinotti angolo via Campolo

    Sono le 13.29 di giovedì 11 ottobre ed in questo preciso momento sotto casa mia, via Pacinotti angolo via Campolo, c’è l’ennesima ambulanza, l’ennesima moto per terra, l’ennesima macchina ferma a metà incrocio ed io sono per l’ennesima volta stufa di chiedermi quando i “quattro” bassi più “due” alti, bellissimi semafori istallati da almeno “otto” anni enteranno in funzione????
    Già una lapide ricorda che dieci anni fa morì falciata sulle strisce pedonali, ormai sbiadite, una studentessa del Crispi poco più che quattordicenne. Io stessa e i miei figli minorenni abbiamo provato il brivido del paraurti cromato all’altezza delle nostre ginocchia quando tentiamo di “infastidire” la corsa delle formula 1 che arrivano in velocità dalla larga via Campolo. Di notte e la domenica non si contano gli urti che ci fanno balzare dal letto (e per conferma basta andare a guardare le denunce di sinistri che arrivano alla Polizia municipale). Leggevo sul giornale di qualche giorno fa che gli abitanti di viale Francia hanno ottenuto, dopo 5 mesi di attesa, l’accensione dei semafori… 5 mesi. Devo dedurre che viale Francia è troppo vicina all’abitazione del sindaco o sono la solita cittadina “malepensante”?
    Quindi, visto che da dicembre in poi, non potendomi permettere di cambiare l’automobile da almeno 11 anni, non potrò neanche recarmi a guardare le vetrine del centro, perché di shopping non se ne parla (quello solo le benestanti cittadine su fiammanti suv euro 4) permettete almeno a me ed ai miei figli di poter girare il mio quartiere a piedi senza temere per la nostra vita.
    Grazie, amministrazione comunale della città più “cool” d’Italia.

    Ospiti
  • 81 commenti a “Via Pacinotti angolo via Campolo”

    1. Ciao,

      ho passato 5 anni a ritrovarmi con gli amici alla villetta di Piazza Campolo e ricordo perfettamente quanto era pericolosa quella strada. Non capisco proprio perchè i semafori non siano mai stati accesi, visto che sono stati installati prima del 2000.

    2. Questo post (e non questo commento, badate bene) sarà cancellato presto perchè parla male della nostra ottima amministrazione comunale che “come lei non ce n’è”!!!

      E per fortuna, dico io!

      Cmq cara Marina, conosco bene la zona e so che anni fa i semafori furono accesi per un breve periodo, poi qualcosa accadde e vennero spenti di nuovo.
      Adesso mi sa che per riaccenderli ci vuole il morto…. qualcuno si sacrifica?
      That’s Palermo!

    3. Salve ragazzi. Purtroppo quell’incrocio lo conosco bene e conoscevo la ragazza, Rosanna, che viene ricordata da quella lapide sul marciapiede perchè era una mia compagna di classe al Crispi…
      Anche io pochi mesi fa ho avuto un’accesa discussione con un automobilista che ha cercato di falciarmi nonostante fossi sulle strice pedonali! E’ il caso di usare una mitica frase fatta: “se non ci scappa il morto non se ne interessa nessuno”.

    4. a meno che i cittadini non si incavolino davvero e facciano come gli LSU….si blocca la strada con la forza fino ad ottenere un diritto che dovrebbe essere scontato, dato che l’ amministrazione comunale non può neppure appigliarsi al fatto che mancano i materiali dato che i semafori ci sono…
      cos’è? indolenza? pigrizia? incompetenza? qualcuno non vuole che si accendano perchè la luce potrebbe dar fastidio alle case dei piani bassi??

    5. … accesi i semafori in via Francia? errore c’è! hanno montato anche un semaforo in via aldisio ma di accenderlo ancora non se ne parla. speriamo che non facciano come all’incrocio di viale strasburgo / vicolo pantelleria che si sono scordati di montare quello in viale strasburgo direzione via belgio!

    6. Marina
      credo che l’Amm. Comunale gradira’ la
      tua segnalazione che evidenzia un problema,che riguarda la Collettivita’
      Palermitana.Tutti di tanto in tanto
      ci troviamo a passare in via Campolo…
      “Alle volte” ho trovato dei Vigili
      all’incrocio.Forse ci vorrebbe il Vigile
      di Zona.

    7. Cara Marina, questa città farà un salto di qualità quando molti più cittadini, di fronte a cose che non vanno e per le quali c’è resistenza o negligenza a trovare rimedi, penseranno e parleranno come te, semplicemente come “condomini” che chiedono conto e ragione all’ … “amministratore del condominio Palermo” (il Sindaco affiancato dalla Giunta).
      Brava!

    8. Nessuno invece non sarà cancellato (semmai non lo pubblicavamo) e il tuo commento brillerà della sua stupidità. 😉

    9. Sono d’accordo con Donato
      e comprendo lo sfogo di Marina

      il disagio, le lamentele, le proposte vanno espresse nelle sedi più opportune in tutte le forme possibili anche con frequenza giornaliera tipo goccia cinese/gutta latina o “surci” panormitanuscumnoce.

      Le forme di espressione sono tante :

      Mail/telefonata/lettera to consigliere di circoscrizione (o come schifiu si chiamano)all’assessorato competente
      e perchè no…
      Mail to : sindaco@comune.palermo.it
      o una bella letterina in quel di via belgio

      Extrema ratio : blocco stradale con attraversamento pedonale continuo dei residenti

      Solo una cittadinanza attiva può migliorare la propria qualità di vita

      Giovanni esule in roma

    10. Conosco bene quell’incrocio ma non condivido assolutamente il modo in cui, con questo post, si cerca di sollevare il problema.

    11. caro tony, ma non si era detto di moderare i toni?non mi sembra molto elegante bollare un post coome stupido, anche se non condivivi, come me tra l’altro, l’affermazione di nessuno…non dovresti essere il primo a dare il BUON ESEMPIO…???

    12. Certo Luisa, credo di aver indicato un buon esempio…di commento stupido infatti. 🙂

    13. Maria Luisa, e tu come l’avresti sollevato il problema? “scusi caro sindaco se mi permetto di disturbarla nella sua seconda partita di tennis quotidiana, ma, sa, temo per la mia vita, e se lei, magari fra 2 tre anni, potesse anche solo esaminare il problema, se saro` ancora viva, gliene saro` immensamente grata.”

    14. salve, desideravo chiarire che questa stessa mail è già stata mandata, insieme ad altre alla polizia municipale e anche a Repubblica lettere, Tony Siino potrà confermare che mi ero rivolta a Rosalio solo per ottenere suggerimenti per ulteriori appelli. Bontà sua, di Rosalio, la pubblicazione.

    15. condivido l’ idea di Giovanni!! Purtroppo questa nostra amministrazione è piuttosto sorda alle inziative diciamo “civili” come lettere, mail ecc ecc…
      Credo che l’unico modo per farsi ascoltare sia questo, attarversamento continuo sulle strisce, un pò modello “critical mass” si solleva il problema creando dei piccoli disagi e non si viola alcuna legge!
      Purtroppo è l’unica “parola” che la nostra amministrazione sembra capire…

      LSU docet…

    16. ah, ecco, vertigo è il mio nick, comunque sono io, marina.

    17. Marina, l’iedea del passaggio continuo sulle strisce è troppo carina dovresti organizzare un comitato di quartiere e ti mando le TV …

    18. caro Donato,purtroppo il “chiffare” per sopravvivere non mi manca ma vedrò di mobilitare i miei figli…

    19. @Dany: come ho già scritto, condivido le idee del post ma non i modi in cui vengono portate avanti. Ed ugualmente condivido la tua idea di rivolgersi direttamente al sindaco, ma non condivido assolutamente il tuo modo di esprimerti a metà strada tra lo sfotto e l’inutile sarcasmo. Tutto qua!

    20. @Maria Luisa: mi piace tanto questo blog, un po’ meno quando diventa occasione per pizzicarsi tra partecipanti. Comunque, Maria Luisa, non pensi che il sarcasmo spesso abbia origine dalla delusione e dalla stanchezza e che anzi sia una prerogativa tutta siciliana per sopravvivere dando sfogo in maniera innocua e anzi allegra alla nostra rabbia?

    21. Se poi si riesce a coinvolgere anche la Petyx di giallo vestita con striscialanotizia
      l’eco alla notizia arriva a livello nazionale e magari si attivano i semafori in qualche settimana…

    22. @ vertigo: Figurati, sono la prima a non gradire chi utilizza questi spazi per pizzicarsi. Ma altrettanto non gradisco di non poter esprimere la mia opinione, soprattutto quando credo di farlo con garbo nel rispetto degli altri e dell’altrui pensiero.
      Purtroppo un testo scritto non rende l’idea del tono che si utilizzerebbe se le stesse parole fossero pronunciate a voce. Personalmente non mi piace il sarcasmo, lo trovo improduttivo e, in questo caso, fuori luogo. Ma, ovviamente, è solo il mio parere…non volermene!

    23. @Giovanni: hai ragione, ma che tristezza doversi sputtanare su rete nazionale per ottenere i propri diritti di cittadini tassati e paganti…

    24. Salve sono un consigliere dell’Ottava Circoscrizione. Ho letto del problema, credo che la scelta di collocare un semaforo in quella zona sia assolutamente l’unica alternativa per scongiurare altri incidenti. Domani farò presente in consiglio questa situazione e cercherò di portare avanti questa idea…la mia mail è davide.gentile@hotmail.it sono a vostra comleta disposizione per ricevere proposte per migliorare la vivibilità del territorio della Circoscrizione.
      a presto

    25. ahinoi è amaramente vero…ma è un discorso che vale per l’intera nazione.

      ma vediamola da questa prospettiva:

      la cittadinanza palermitana ha l’opportunità di dimostrare che ha la forza e la dignità per chiedere ciò che le spetta, mentre il primo cittadino o chi per lui ha l’opportunità di rispondere alla carenza con un intervento rapido ed efficace …

    26. Ragazzi, a momenti mi prendeva una sincope!
      Un consigliere di circoscrizione che sembra si voglia occupare dei problemi della circoscrizione! Speriamo non sia un miraggio! Teniamo in evidenza l’e-mail.

    27. Grazie Davide, questo è lo scopo che mi prefiggevo di raggiungere chiedendo aiuto al blog perchè il messaggio si estendesse il più possibile. Tieni conto che i semafori già ci sono, sono otto e perfettamente “lampeggianti”. Aggiornaci sui tuoi progressi… incrocio anche le dita dei piedi.

    28. Bravo Davide Gentile! Questo è il modo corretto di porsi tra amministratori e amministrati: si ascolta un’esigenza, la si verifica nel merito e si porta la soluzione nella sede decisionale adeguata.

    29. Maria Luisa, non confondere il sarcasmo con l’ironia. Oltretutto il modo di porsi di Marina in questo post mi pare sia stato nel rispetto di ogni regola di convivenza. E` certo che quando si e` arrabbiati per una situazione difficile che devi affrontare ogni giorno, e che nessuno si e` preoccupato di risolvere, difficimente puoi essere conciliante…

    30. a Davide Gentile
      se lei risolvera’ questo problema,avra’
      dato inizio ad una inversione di tendenza
      nel recupero della fiducia verso i Partiti e gli Amministratori,da parte di
      quei Cittadini impegnati nell’osservazione delle tante piccole cose da fare,che poi trovano spazio nei
      vari Blog Palermitani.

    31. non capisco perchè all interno di questo blog domina la tendenza ad autodistruggere gli interventi (giustissimie meritieri di attenzione da parte dell autorità competente), i post , e le sollecitazione da parte di voi scrittori nonchè cittadini.

      In questo caso credo che potevi risparmiare quell utima frase “Grazie, amministrazione comunale della città più “cool” d’Italia”. Perchè questa antipolitca? perchè è l ultima moda del momento ? perchè questo attacco specifico al sindaco cammarata (per via del cool)? hai affermato che da 30 anni i semafori non funziona, quindi la colpa non è sola dei più “cool” d italia.

      Avrei tanto voluto risparmiami questo commento e parlare solo del problema che hai solleciato. sarà per un altra volta

    32. Caro Vincenzo, purtroppo credo che tu non abbia letto questo post con la dovuta attenzione. Nella mia scheda personale parlo di inefficienza delle amministrazioni comunali in genere e non di questa in particolare, inoltre, i semafori sono non funzionanti da otto anni e non trenta e comunque “otto” è più o meno la somma degli anni di carica di quest’ultima amministrazione comunale. Mi sono incaponita sul “cool” perchè l’idea che il nostro primo cittadino voleva dare al resto d’Italia era senz’altro quella di una città dove tutto è bello, efficiente e quindi “funzionante” e così non è, specie nel settore della viabilità urbana (buche, marciapiedi dissestati, rotonde inutili, doppiafila selvaggia e quest’ultima buffonata del centro storico per cui chi possiede una piccola utilitaria dovrà pagare quanto un possessore di Suv per circolare e parcheggiare). Non c’è niente di antipolitico nel mio intervento, è solo una critica costruttiva per salvarmi e salvarci la pelle.

    33. Se posso permettermi mi inserisco in questo animato dibattito che ha visto partecipare nientemeno che l’intervento risolutorio di un consigliere circoscrizionale.. e la peppa!!
      Se ricordo bene, e credo proprio di si, i semafori nell’incrocio di cui si parla furono messi vari anni fa, accesi e dopo poco tempo di prova furono irrimediabilmente spenti perchè si formavano file inaudite da tutte le parti.
      Magari mi sbaglio ma credo di no.
      D’altronde chi si stupirebbe? Il palermitano ama al semaforo esibirsi nel famoso ingorgo a croce uncinata di Bellavistiana memoria. Esempi? tutti gli incroci semaforici delle vie Notarbartolo-Leonardo da Vinci, tanto per dire.
      Se il palermitano imparasse a rispettare le precedenze forse, dico, forse, tutto ciò non servirebbe e non accadrebbe.. Basterebbe buon senso e civiltà…ops scusate magari ho esagerato, mi rendo conto che sono concetti estranei al civis panormitanus…

    34. Complimenti!!! hai risolto i problemi di Palermo. Togliamo tutti i semafori della città così evitiamo ingorghi.

    35. uhm, acuto lettore il consigliere. Dovresti riprovare a fare l’esegesi altrui, soprattutta la mia… Avresti potuto più brillantemente dire: hai risolto il problema, togliamo tutti i palermitani.. Ti faccio da ghostwriter?

    36. Cara Vertigo conosco personalmente il consigliere Gentile è una persona competente,attenta e corretta e sono fiduciosa che farà di tutto per risolvere il problema. Terrò anch’io le dita incrociate e auguro a te di poter presto girare a piedi il tuo quartiere senza temere per la tua vita, quella dei tuoi figli e dei pedoni tutti e a Davide buon lavoro!:)

    37. Anch’io ricordo le file di macchine quando i semafori di via Campolo funzionavano: si veniva a determinare un “blocco” terribile che comprendeva gli incroci di piazza Ziino fino a quello di via Leonardo da Vinci con via Galilei.
      E allora mi chiedo: visto che in città sono state realizzate tante rotonde inutili, non sarebbe forse il caso di farne una proprio lì?
      Se lo scopo principale è quello di ridurre la velocità delle auto nell’attraversamento dell’incrocio, forse può bastare questo tipo di intervento.

    38. Il problema è molto semplice, quando nel ormai lontanta estate dell’anno 2000 furono accesi i semafori ci si rese conto che non erano sincronizzati con quelli di Via Leonardo Da Vinci, con il risultato di intasare l’altro incrocio (quello fra via Pacinotti e Via Da Vinci).
      Piuttosto che cercare una soluzione si preferì spegnere l’impianto, forse valutando con maggiore attenzione il problema questi semafori non li avrebbero nemmeno installati… .

    39. Dato per certo che risolvere con facilità i problemi del traffico nel 2007 con l’enorme numero di mezzi circolanti è impossibile, vorrei dire che a Palermo non sembra che si siano fatti almeno tentativi per migliorarli. A me sembra che le regole vigenti siano le stesse di 20- 25 anni fa quando il numero dei veicoli era della metà. Qualcuno ha parlato degli incroci di via L.Da Vinci, è assurdo che negli stessi, da qualunque parte si provenga si possa svoltare in qualsiasi direzione. I palermitani hanno le loro colpe ma le regole vanno via via aggiornate. Non sono un esperto ma vedo nelle altre città che non sempre il percorso tra A e B è la via più breve. Per agevolare il traffico si creano percorsi magari più lunghi ma più fluidi.
      Altro esempio: l’attraversamento di via Carini chi rispetta il divieto provenendo da via Albanese o via Archimede? Confesso nemmeno io. Bisognerebbe creare un divieto d’accesso di modo che si sia costretti a confluire in via Carini e svoltare in un secondo momento. Altro esempio: all’ingresso del porto, in via Emerico Amari, sono consentite tutte le svolte, il risultato è che si formano dei blocchi continui specialmente negli orari di partenza delle navi. Si tratta di interventi che gli assessori al traffico dovrebbero mettere in atto anzichè perpetrare in un immobilismo scandaloso. Questi “dipendenti” dovrebbero mensilmente comunicare quali sono le loro azioni volte a migliorare i problemi della città.

    40. questo e’ il commento n. 40.
      finalmente possiamo riassumere:
      1.due semafori ravvicinati in serie non bloccano il traffico,ma tre semafori
      ravvicinati a L si.
      (in questo caso piazza Ziino fa L
      con gli altri due semafori,via campolo e via L.Da Vinci.
      2.Le svolte a “dx continua” possono fluire il traffico.
      Inserendo uno step in piu’
      non si avrebbe
      verde—rosso ma
      verde—verde a dx—rosso.
      3.Le rotonde SERVONO ad evitare il
      vizietto di sorpassi a dx e di ingorghi
      micidiali quando il flusso non e’ incanalato.
      4.FORSE,COME HO GIA SCRITTO,E’ MEGLIO
      METTERE DUE VIGILI.
      5.Se il problema c’e’ da 8 anni,
      Cammarata c’e’ da 6 anni.Quindi Cammarata questi “semafori impossibili” li ha trovati.
      Chi li ha messi ha sperperato denaro pubblico.
      6.Se non emergono altri casi di semafori spenti,si puo’ dire che a Palermo i semafori funzionano.
      7.Piuttosto e’ mai possibile che nessuno segnali l’opportunita’ di installare
      altri semafori in incroci a rischio?
      8.Gli altri punti evidenziati da Vertigo meritano Post dedicati

    41. …e comunque io evidenziavo il problema non perchè sono così preoccupata x il traffico e gli ingorghi ma per i pedoni che rischiano l’arrotamento… che dire? al prossimo “azzoppato” ne riparliamo.

    42. io (abito in via pacinotti) non capisco il motivo dell’inutilizzazione di quel semaforo. sempre che ci sia un motivo, potrebbe anche essere l’eccessivo imbottigliamento del traffico (già adesso consistente, in questo istante si alzano muri iperbolici di clacson) che potrebbe causare..la butto lì, magari non è così, ma dare il beneficio del dubbio alla situazione mi sembra corretto. appunto: penso sia utilissimo chiedere spiegazioni in merito, prima di dare per scontata la negligenza(che poi l’amministrazione sia negligente a livello generale quello è un altro discorso, eheh)

    43. ah ecco, non avevo letto tutti i commenti, vedo che se n’era già parlato..

    44. non avevi letto il punto 1 del commento
      n. 40 che ti da la risposta,anche se non faccio parte dell’Amministrazione,e quindi il compito competerebbe ad altri.
      Comunque si potrebbe aggiungere che,dal momento che questi semafori di via Campolo sono installati,
      si potrebbe fare una serie di sperimentazioni riaccendendoli e variando
      i tempi dei singoli segnali ed i sincronismi con gli altri due semafori.
      Ma qui sorge un altro problema,visto che gli Ingegneri preferiamo esportarli
      all’estero…

    45. la curiosità mi sta mangiando viva, supervisor ma c’hai i semafori anche in casa tu?
      non prendertela scherzo, ma vedo che sei informatissimo….

    46. no,basta averli in testa,ed utilizzarli.

    47. per quanto riguarda gli altri argomenti
      da te toccati,perche’ non rimangano una astrazione,dovresti indicare
      via e numero civico in cui hai notato:
      -buche
      -marciapiedi dissestati
      -autoindoppiafila
      ed io aggiungo
      aiuole condominiali incolte
      (proprio di fronte al Caaf- Cgil),zona Campolo.
      Le Rotonde ben vengano
      La Limitazione in Centro Storico
      meriterebbe una indagine approfondita
      raccogliendo tutte le proposte degli
      intervistati per poi valutare e decidere.

    48. cioè ci vogliamo proprio fare odiare o diventiamo i paladini dell’area urbana panormitana????

    49. Intervengo per competenza territoriale (abito, rectius: abitavo, in zona).
      Per il problema correttamente sollevato da marina sono possibili varie soluzioni alternative tra loro, e quindi bisogna capire quale sia la più efficace.
      Riassumendo:
      1) l’accensione dei semafori genera più sicurezza ma al contempo più traffico (e quindi anche più inquinamento);
      2) l’ipotesi rotonda fluidificherebbe il traffico e contemporanemanete costringerebbe le macchine a rallentare, A CONDIZIONE PERO’ CHE la precedenza venga rispettata sul serio (cosa che a Palermo non accade, basta provare a percorrere (!) la rotonda di V.le L.da Vinci altezza Viale R. Siciliana: quel che accade è esattamente il contrario visto che chi ha la precedenza è costretto a fermarsi altrimenti quelli che gliela dovrebbero dare gli finiscono addosso);
      3) si potrebbero anche mettere i semafori in funzione lampeggiante sul giallo e contestualmente inserire dei dissuasori di velocità all’altezza delle strisce pedonali per chi viene da Via Campolo: si otterebbe così una riduzione della velocità delle macchine a costo quasi zero, senza accendere i semafori e senza costruire rotonde.
      Sebbene io sia un fan della prima ora delle rotonde con precedenza da dare in entrata (nate in Francia negli anni ’80, diffusesi in Svizzera e Germania nei ’90 e quindi dilagate nel Nord Italia negli ultimi anni), mi sembra evidente che la soluzione n. 3 possa dare il miglior mix tra esigenze di sicurezza dei pedoni, fluidificazione del traffico e contenimento della spesa.
      Davide Gentile, prendi nota e discutetene in circoscrzione.
      Dopo cortesemente informaci su come finì.
      F.to: su quelle strisce pedonali chissà quante volte ci sarò passato.

    50. Comunque, le buche sono ovunque perchè le becco tutte io quando cammino in motorino. Nella fattispecie tre sulle quali mi sono fatta proprio male sono: salita sottopasso via p.pe Villafranca, Foro Italico tra porta Felice e gelateria Ilardo, viale regione siciliana ingresso laterale all’altezza di via p.pe paternò.

    51. bellooo, i dissuasori mi piacciono, specie x chi scende a tutta velocità da via Campolo sbocciando chi attraversa, pedoni e motorizzati, da via Pacinotti!!

    52. Il Leone.
      Buona la trattazione.
      Pero’ sulla Rotonda di via
      L.Da Vinci-Circonvallazione
      c’e’ da aggiungere che e’ una
      “soluzione infelice”
      perche’ manca il Semaforo sulla X che si e’ creata all’apice della via L. Da Vinci
      e si ha un rallentamento notevole.
      Un’altra X c’e’ appena superato il Ponte.
      E ci vorrebbe un’altro semaforo.
      Questi 2 semafori sono sconsigliati perche’ sarebbero molto ravvicinati,
      e comunque molto vicini a quello di via Uditore.
      Le Rotonde funzionano bene quando sono
      di grande diamentro o,se di piccolo diametro,quando sono poste all’incrocio di due assi viari ortogonali.
      Nel caso da Vinci un asse viario
      incrocia ben 2 assi viari in ortogonale,
      (che sono gli scorrimenti laterali della circonvallazione)
      e questa e’ una complicazione.
      Un problema identico c’e’ in via LAZIO
      Altresi’ in via BELGIO.
      In conclusione il traffico degli incroci
      sulla Circonvallazione va completamente
      ridisegnato e riprogettato,
      ANCHE PERCHE’
      MANCANO I PASSI PEDONALI.

    53. La soluzione sarà anche infelice (e infatti lo è perchè più che una rotonda sembra un rombo), ma il tutto funzionerebbe senz’altro meglio se le precedenze venissero rispettate.

    54. Picciotti (e picciotte), ci ho abitato pure io in zona ai tempi dei semafori accesi e se li ha spenti il comune è stato solo per evitare una sommossa popolare ben più grande di quella causata dalla gente che si lamenta dei semafori lampeggianti!!!
      Le rotonde funzionano, ma in strade non eccessivamente trafficate come queste, dove già immaggino il caos stile piazza einstein.
      Siccome del resto i pedoni spalmati sul suolo non sono certo meglio, una soluzione intelligente potrebbe essere un semaforo a richiesta pedonale.
      Qui a milano ci sono semafori pedonali, collocati in arterie stradali trafficate, che lampeggiano normalmente, ma su richiesta diventano rossi.
      Chiaramente essendo una strada trafficata se il pedone ha pure fretta o da bravo aspetta il suo verde o attraversa rischiando, perchè pensare che il semaforo possa scattare ogni 60 secondi sarebbe assurdo.

    55. Prendo nota di tutte le proposte. In questi giorni vi comunicherò quando in Circoscrizione si dibatterà del problema in modo da permettere a tutti gli interessati di assistere e vigilare sui propri rappresentanti!!!
      Per la mia breve esperienza credo che per trovare la soluzione opportuna, verrà attivato un tavolo tecnico dal comune. Sui tempi non posso dare certezze. Purtroppo le deliberazioni delle Circoscrizioni non sono direttamente esecutive in quanto l’ente, al momento, ha solo una funzione consultiva. Ciò non toglie che spesso siamo riusciti a risolvere problemi del genere…
      Per quanto riguarda buche e cose del genere non esitate a inviarmi le segnalazioni tramite mail (davide.gentile@hotmail.it)mi occuperò personalmente delle questioni.

    56. Voglio lanciare una provocazione, abitavo vicinissimo a quest’incrocio e lo conosco benissimo.
      Possibile che in otto anni otto che hanno installato l’impianto semaforico, nessuno , dico nessuno, tra cittadini, politici,a tutti i livelli,si sia presa la briga di fare una telefonata, un sollecito, una petizione,un fax, una e-mail, una raccolta di non so che, insomma otto anni….
      E continuo a provocare, di chi sono le responsabilità, a tutti i livelli,di 2924 ( duemilanovecentoventiquattro )giorni di semaforo spento, di incidenti quotidiani, perchè i responsabili di questa che può apparire una stupidaggine rispetto agli altri gravi problemi di Palermo non devono rispondere nelle sedi opportune di questo assurdo comportamento ?
      Finisco la provocazione, mala gente che abita o gràvita su quell’incrocio, se in otto anni non è riuscita a prendere coscienza civile di questa cosa, si merita altri otto anni di semaforo spento.

    57. ammappa! Propongo Leone, Vertigo e, soprattutto, ma soprattutto, Supervisor, all’ufficio traffico di Palermo. Sono certo che troverebbero alcune soluzioni giuste. Vi ricordate per esempio un lampo di genio di questi esperti che avevano elaborato un piano traffico rivoluzionario per via Crispi, annunciato a mezzo stampa trionfalmente e altrettanto trionfalmente ritirato nel giro di 48 ora? Senza nemmeno aver visto attuazione!!
      p.s. Ma se le circoscrizioni sono organi consultivi, mi chiedevo, ma a che diavolo servono? Oltre ovviamente a garantire uno stipendio ai consiglieri? Di qualunque parte politica, per carità….

    58. l’osservatore
      non so se stai scherzando,comunque grazie.
      Ho ben altre cose di cui occuparmi,anche se poi insisto su certe cose.
      Oggi sono capitato sulla zona di corso Tukory (alta)sulla X che bisogna “affrontare” per immettersi a viale delle Scienze.
      E’ un percorso difficile ,che potrebbe essere migliorato
      disegnando una rotonda o un ovale dopo
      avere fatto “saltare” alcuni marciapiedi
      assolutamente inutili (e poco altro)
      che pero’ tolgono spazio alla circolazione.
      Quando vedo queste cose mi chiedo come
      mai una Citta’ come Palermo,che sforna Ingegneri ed Architetti,non e’ presente
      sulla soluzione di queste problematiche.

    59. per Davide Gentile
      su via Campolo,per completezza di trattazione,inserirei anche l’ipotesi di
      sottopassi pedonali…
      (anche se prevedo l’immediata bocciatura
      perche’ in poco tempo sarebbero trasformati a discarica)

    60. supervisor, non scherzavo. Bocciati i sottopassi comunque. p.s. Ma qualcuno ha mai capito per quale motivo la supposta (e qui uso supposta come verbo e anche come sostantivo) rotonda (incrocio?, boh), per salire da corso Tukory e viale delle scienze e scendere invece da questo verso piazza indipendenza, è stata modificata in senso del tutto peggiorativo? Ma saranno degli inetti i funzionari e tecnici del comune o c’è qualcosa che sfugge a me? Mai visto un giorno senza ingorgo!! Il che è ovvio visto che le macchine si incrociano ad X e si ostacolano a vicenda. mah che scoramento…

    61. Il palermitano (me compresa) dovrebbe imparare a “chiedere” alla Amministrazione. Cominciando dalle circoscrizioni fino al sindaco (dipende da cosa si chiede e da chi ha la competenza a deliberare).
      Siamo invece abituati a lamentarci tra noi senza pretendere il dovuto da coloro che abbiamo votato.

      A questo punto mi chiedo: potrebbero le circoscrizioni (cominciamo da loro) pubblicare (su questo blog? davanti il portone della loro sede?) i numeri di telefono, gli indirizzi email dei nostri delegati (ognuno farà riferimento ai propri) così che diventi più semplice contattarli?
      (mi spiace, in quel caso saranno svegliati dal loro torpore…. 😉 )

    62. non c’e’ piu’ cieco di chi non vuol vedere e piu’ sordo di chi non vuol sentire.
      Blog Cammarata,Rosalio,Blog dell’ARS,
      si sponsorizzano l’un con l’altro
      e sono quotidianamente ” battuti ”
      dalle stesse persone,tutti i giorni,
      da mesi e mesi.
      C’e’ chi si batte perche’ le cose cambino,e chi si batte perche’ nulla cambi.Ormai e’ evidente.
      PRENDO A PRESTITO
      il finale del commento di Piero Pellerito
      “…la maledizione di palermo. Perchè la mia città è Dannatamente Bella, Dannatamente Magica, Dannatamente Affascinante. DANNATAMENTE ADDORMENTATA.”

    63. Silvana non vorrei apparire pedante ma su Internet i link sono liberi e non credo che possano fare da indizio per una specie di congiura informazionale. Se il sindaco e il presidente dell’Ars hanno un’attenzione particolare per Rosalio per noi è soltanto un motivo di soddisfazione.

    64. io di informazionale percepisco solo caos
      in certi blog.La vostra risposta non fa che confermare la mia affermazione.
      Se Comune ed Ars vi seguono con grande attenzione,dunque sono ben informati sui moltissimi temi che giornalmente vi fate
      carico di attivare e di seguire,e questo
      va a vostro merito,senza ombra di dubbio,
      anche per l’equilibrio che dimostrate.
      Avete pure depositato Nomi e Cognomi
      e dato le vostre E-Mail.
      Nel vostro gruppo c’e’ chi si e’ dichiarato simpatizzante di Dx
      e chi di Sx.
      Quindi mi pare un blog ben impostato per
      seguire la vita della Citta’.
      Precisato questo,
      con rif. ad un commento sopra, VORREI SPIEGATO CHE COSA DEVE IMPARARE A CHIEDERE ALL’AMMINISTRAZIONE IL PALERMITANO COMUNE.
      Succede che il palermitano segnala e chiede interventi e rispondono persone (credo non autorizzate da nessuno)
      con argomenti
      che non hanno alcun senso logico,ed
      alcuna pertinenza con i temi aperti.

    65. Almeno, cara Silvana, le persone comuni rispondono, e in questo fortunato caso ha risposto un consigliere dell’ottava circoscrizione, che proprio perchè ha letto tutti gli interventi illogici e impertinenti, come li definisci tu, ci darà una speranza per la soluzione di questo problema.

    66. sempre per silvana: sai quante e-mail mandate alla polizia municipale che pure ha un U.r.p e mai una risposta? hai mai provato, non potendoti recare personalmente, a scrivere ad un u.r.p. di un assessorato per una semplice informazione? ma che uffici sono? a che servono? almeno ci confortiamo tra noi, solite voci fuori dal coro, tra tanti “vabbè niente ci fa”!

    67. davide gentile
      fatti punta di diamante
      su questo impegno che ti sei preso.
      Noi tifiamo per te.

    68. Oggi ho presentato un Ordine del Giorno relativo alla vicenda. Verrà trattato in Consiglio durante le prime sedute di novembre. Sarà mia premura comunicarvi la data esatta in modo da permettere a tutti di assistere. La mia intenzione è quella di far trattare l’argomento anche da una conferenza di servizi formata dai rappresentanti dei vari enti deputati alla risoluzione di problemi del genere. Ovviamente vi terrò informati sugli sviluppi. Chi volesse invece dare un’occhiata all’OdG che ho presentato può richiedermelo per e-mail.

    69. Ri-grazie

    70. Davide
      vedi se oltre ai semafori di
      1. via Campolo
      ci puoi infilare nell’OdG i
      semafori spenti di:
      2. incrocio Strasburgo -Aldisio
      3.incrocio Strasburgo – Francia
      4.incroci Leon.Da Vinci -Circonvallazione
      5?
      Grazie

    71. Caro Supervisor,purtroppo la zona Strasburgo fa parte della sesta Circoscrizione quindi non ho nessuna voce in capitolo.
      Sull’incrocio di via Da Vinci inizierò ad informarmi per capire il perchè sia stata fatta questa scelta.
      A presto
      Davide

    72. Davide
      sei Gentile ad avermi in qualche modo
      risposto.
      Spero che ci legga qualcuno della VI
      Circoscrizione.
      A me la cosa Strasburgo e’ stata segnalata da amici che sostengono
      che in quegli incroci si corrono rischi.
      Ciao

    73. L’argomento su via Campolo/via Pacinotti verrà trattato in consiglio di Circoscrizione domani 27 novembre. La seduta è convocata per le 10.00 presso la sede di via Filippo Cordova 76, quarto piano a destra.
      A presto per le novità!

    74. come e’ finita ?
      Ci siete?

    75. @supervisor: eccomi, ti aggiorno. il 18/01 il bravo consigliere Davide Gentile ha partecipato ad una conferenza di servizi con il presidente della circoscrizione, polizia municipale e settore mobilità del comune.
      dopo un’analisi della situazione si sta percorrendo la strada della rotatoria, ovvero si sta valutanto la sostenibilità che avrebbe tale opera sul territorio. l’idea riaccenzione semaforo sicuramente verrà scartata perchè creerebbe un tappo alla circolazione di tutta la zona. altra soluzione che i tecnici stanno valutando e quella del semaforo pedonale che sarebbe utile per la sicurezza dei pedoni ma non eviterebbe certo gli incidenti tra veicoli.
      i tempi? il vero mistero………

    76. forse sarebbe il caso di creare un
      Assessorato alle Rotatorie.
      Ci sono troppi incroci dentro Palermo Citta’ nei quali il problema e’ stato gestito da sempre con dilettantismo
      (iniziative e ripensamenti).
      Di tutti,ne vorrei segnalare uno che e’ il piu’ eclatante.In quale citta’ del mondo un rettilineo termina con una T ?
      E’ il caso della Favorita,venendo da Mondello.
      Chi non e’ di Palermo,e non conosce il trabocchetto,
      la notte va a sbattere regolarmente nei guardrail,
      e nessuna amministrazione ha mai voluto affrontare il problema.Eppure sono tutte aree libere,intorno ad una eventuale rotatoria,in quel punto.
      Tornando in via Campolo,il problema vero e’ che traversare quell’incrocio e’ un motivo di grande stress
      anche per gli automobilisti,oltre che per i pedoni,
      perche’ le auto o ti sorpassano a Dx o ti vengono addosso,e non e’ un bel vivere.

    77. Cara Marina,abitiamo nello stesso palazzo o meglio io non ci bito più,qui semafori hanno funzionato per due giorni consecutivi nel 1998 e poi “intasavano il traffico” e sono rimasti li come un monumento di sabbia!!!!!Invece di regolamentare la sosta selvaggia ed accendere i semafori magari con l’ onda verde verso via leonado da Vinci,il comune ci mette “quello del pane di Morreale” sotto casa…e se cifai caso all’ angolo tra via meucci e via Campolo non c’è più neanche il segnale di divieto di svolta a destra!!!!!!!!!

    78. “E’ il caso della Favorita,venendo da Mondello.
      Chi non e’ di Palermo,e non conosce il trabocchetto,
      la notte va a sbattere regolarmente nei guardrail”
      La prima volta che ho percorso la favorita, in piena notte, tornando da Mondello sono cascato nel tranello, e se non fosse stato per la mia abilità di guida “alla Niki Lauda” e non avessi sterzato prontamente, avrei mandato al campo santo 4 persone, e non ero ne ubriaco, ne andavo troppo veloce. La favorita di notte è immersa in un buio pesto, senza una minima segnalazione ne dei catarifrangenti nel guard rail per segnalare le curve, una mia amica è cappottata con la macchina in quello stesso punto. per non parlare poi delle condizioni della strada. tornando al problema, io abito in via pacinotti e se dovessero mettere una rotatoria come quella di via notarbatolo,allora è meglio che lascino le cose per come stanno…vorrei sapere proprio chi ha avuto la brillante idea di quell’obbrobrio che intasa il traffico peggio di quando c’erano i semafori!!!

    79. comunque passo da quell’incrocio ogni giorno, e se si attraversa con prudenza e a bassa velocità non succede nulla….oh scusate! Dimenticavo! Siamo a Palermo!!

    80. Ho trovato questo post per puro caso e mi ha colpito il fatto che dopo ben 5 anni dalla sua pubblicazione,a quell’incrocio non è cambiato praticamente nulla. I semafori sono perennemente a luce gialla lampeggiante. Noi si che siamo avanti!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)