venerdì 24 nov
  • 18 commenti a “Capo Gallo”

    1. Incredibile, ma…vera!

    2. SEMBRA L’ISOLA TRISTAN DA CUNHA!!!!!!!!! (O_O)

    3. molto bella.no comment

    4. mi ha stupito molto la visione di Capo Gallo vista da un aereo. Mi ha stupito ed affascinato. Non sembra……ma è la nostra bellissima terra tanto maltrattata, spesso da noi stessi. Qualcuno che ne è capace potrebbe girare un video e proporlo a Licia Colò, inizialmente senza dirle che della Sicilia si tratta, ma dirlo solo dopo la visione? credo che lo apprezzerebbe molto e soprattutto lo manderebbe in onda nel suo programma.E’ un suggerimento, far girare il bello, il molto bello, che c’è in Sicilia a riscatto di tante bruttire.

    5. certo,da diecimila metri,sotto vedi
      solo prati all’inglese e la purezza delle linee della natura.
      Poi ci vai dentro di persona,e scopri
      quanto danno sono capaci di fare le
      orde scatenate di vandali.

    6. Scusate la precisazione, forse un pò troppo tecinica e poco romantica, la foto è stata scattata da una quota di poco superiore a 1000 metri, per poter atterrare a Punta Raisi, da 10000 metri non sarebbe stato possibile apprezzare a pieno il particolare di Capo Gallo. Comunque apprezzo i vostri bellissimi commenti, non pensavo che una foto potesse scatenare così tanti pensieri…

      Ciao
      Gilberto

    7. ok. hai fatto bene a precisare.
      Ma non credo che la cosa sposti alcunche’

    8. Gilberto

      questa foto è stupenda….posso chiederti in qualche modo di averne l’originale da potere stampare in alta risoluzione e metterlo in ufficio ? Lavoro lontano dalla mia terra e soffro di nostalgite acuta 🙂

    9. Ciao, Complimenti per il blog veramente interessante,curato e aggiornato.
      Vorrei farti notare però che dovresti cambiare lo sfondo è quasi impossibile leggere i link.

      grazie ciao.

    10. Bruno grazie ma i commenti non sono il posto adatto per questo tipo di comunicazioni.

    11. Ragazzi che bella la nostra Isola.. credo sia inutile mandare video o altro a Licia Colò o altri vi ricordo che tutta la zona che si vede nella splendida foto,è riserva e non ci si puo’ neanche avvicinare,anche se nella foto non si vedono ci sono delle boe gialle poste un alla punta di Capo Gallo ,l’alra in prossimità di barcarello, anche la navigazione deve essere al dila’ della linea immaginaria che si traccia tra una boa e l’altra… il bagno neanche a parlarne, sarebbe un ottimo luogo per attirare il turismo,c’è anche la grotta dell’olio ma non ci si puo’ piu’ andare.
      Complimenti Caudio una foto spettacolare.

    12. A proposito di Capo Gallo…

      qualcuno sa com’è finita la storia della spiaggia?
      Ho sentito dire che oltre a pagare il solito “pizzo”, per entrare nell’area della riserva, adesso hanno pure recintato la spiaggetta e non è più accessibile. Qualcuno sa qualcosa?

    13. trovi qualcosa sul blog Cammarata.
      Le 2 spiaggette pare siano accessibili,ma in modo disagevole.Comunque pare siano molto sporche.

    14. chi mi sa togliere un dubbio che ho da secoli? ma perchè si paga per entrare a capo gallo?la spiaggia appartiene ad una persona in particolare?è il comune che richiede quel pagamento?

    15. è un troiaio di rifiuti, uno scifo indicibile. il dazio che si paga è perchè la riserva altro non è che una propietà privata (il propietario di cognome credo faccia Vassallo o qualcosa del genere)

    16. andiamo per ordine.
      .
      1.Quella del PEDAGGIO e’ una storia antica su cui in passato e’ intervenuta la Magistratura,
      e quindi,se le cose stanno cosi’,si vede che non si puo’ fare diversamente (?)
      .
      2.Quella del rischio SALUTE e’ un argomento che riguarda
      l’Ufficio d’Igiene che,dopo i dovuti controlli,potrebbe decidere di porre il DIVIETO ASSOLUTO DI BALNEAZIONE.
      .
      3.Quella della Recinzione a ridosso della spiaggetta e’ una questione lineare su cui puo’ rispondere la Capitaneria di Porto.
      Quanto e’ larga la FASCIA DEMANIALE?
      O e’ tutto regolare,o non lo e’.
      Se non lo e’,c’e’ da capire chi ha messo la rete rendendo
      piu’ difficile l’accesso alla spiaggetta.
      .
      4.Poi c’e’ l’EDUCAZIONE
      E su questo c’e’ ben poco da fare,a meno di organizzare
      delle squadre in borghese autorizzate a MULTARE chi
      insozza il litorale.
      Intanto molti frequentatori di Capo Gallo
      dimostrano sensibilita’ zero verso l’ambiente.

    17. rileggendo vedo che ho omesso la cosa piu’ importante
      e cioe’ che nelle 2 spiaggette
      ” mancano i servizi igienici”.
      .
      Questo spiega tutto

    Lascia un commento (policy dei commenti)