mercoledì 23 ago
  • Un passo avanti in via Campolo

    Ieri il Consiglio dell’VIII Circoscrizione ha votato all’unanimità un OdG che impegna l’Amministrazione Comunale a prendere provvedimenti urgenti, volti a rendere più sicuro l’incrocio tra via Campolo e via Pacinotti.
    Il problema è stato sollevato in un’animata discussione di qualche settimana fa su Rosalio. Ci siamo trovati tutti d’accordo sulla necessità di intervenire al più presto per garantire la sicurezza in un incrocio che spesso è stato teatro di incidenti stradali. Come da impegno preso in quella discussione, ho presentato insieme al Presidente della Circoscrizione un Ordine del Giorno che ha il preciso obiettivo di creare, nel più breve tempo possibile, un tavolo tecnico che trovi una soluzione al problema. Ovvero che analizzi quali tra le proposte (creazione di una rotonda, installazione di semafori pedonali o attivazione del semaforo già esistente) garantisca allo stesso tempo la sicurezza dei cittadini e la fluidità del traffico.
    Questa vicenda, tutt’altro che chiusa, può essere l’inizio per la realizzazione di una vera partecipazione alle scelte dell’amministrazione, un esempio di come una proposta diventi atto concreto per rendere la nostra città più vivibile. Ovviamente ci vuole impegno e sacrificio da parte di tutti, amministratori in testa che devono uscire dai palazzi e ascoltare la gente e cittadini, organizzati o meno, che devono vigilare su chi li rappresenta, senza lasciarsi strumentalizzare da chi intende la politica come distruzione del lavoro di chi in quel momento governa.
    Si potrebbe pensare che realizzare una cosa del genere è facile se l’argomento è l’incrocio di via Pacinotti, un po’ più difficile se si affrontano temi complessi come ZTL, zone blu, addizionale Irpef, etc. ma credo che se si ha la volontà di contribuire seriamente alla costruzione di una città diversa, l’obiettivo sia alla nostra portata.

    Ospiti
  • 29 commenti a “Un passo avanti in via Campolo”

    1. e bravo Davide!!!

    2. Apprezzo molto il suo impegno, consigliere (e cittadino…) Gentile: Lei è proprio una mosca bianca.
      Non sono molti gli amministratori di questa città a dimostrare con i fatti sensibilità nei confronti dei loro amministrati.
      Lei ha parlato di impegno e sacrificio: dando per scontato che ciò avvenga spesso da parte dei cittadini, dato che sulla loro pelle quotidianamente vivono inefficienze e disfunzioni, credo sia auspicabile che analogo atteggiamento sia riscontrabile da parte di tutti gli amministratori.
      Concordo con Lei che trovare la soluzione al problema di un incrocio pericoloso sia molto meno difficile che affrontare l’argomento delle ZTL, delle zone blu o dell’addizionale Irpef, soprattutto perchè certe scelte del Comune vengono viste dal cittadino proprio come imposizioni decise senza aver prima, appunto con impegno e sacrificio, tentato altre soluzioni ed evitato che certi problemi sorgessero.
      L’addizionale Irpef, ad esempio: non era proprio possibile evitare spese inutili che riducessero le casse del Comune in tali disastrose situazioni?
      E le ZTL? Come si può spiegare al cittadino che non è una operazione per fare cassa, così come le zone blu?
      Perdoni lo sfogo, ma io sono stufo di un’amministrazione comunale che è sempre pronta a pretendere soldi e, in cambio, fornisce servizi da terzo mondo.
      Saluti.

    3. Davide, quel fenomeno di cui tu parli si chiama CITTADINANZA ATTIVA !
      Esiste in molte altre città del nord Italia e Europa.
      Ogni cittadino che verifica una situazione critica che caratterizza negativamente la sua vita quotidiana, e quella dei suoi simili, nel proprio ambito territoriale, si attiva, con i mezzi messi a disposizione dalla legge, per interagire con l’amministrazione locale al fine di influenzare le scelte istituzionali. Il protarsi di questa costante attività cittadina di partecipazione alle scelte istituzionali sviluppa, nel tempo, nell’amministrazione locale la tendenza a creare dei tavoli periodici di concertazione per ogni decisione che ha una refluenza nella vita di tutti i cittadini.
      Affichè questo processo si avvii in maniera concreta e possa raggiungere la massima efficacia è necessario un ampio autocoinvolgimento dei cittadini all’attività del governo locale.
      Davide, non puoi immaginare quanto questo tuo intervento sia di notevole importanza per far aumentare nella cittadinanza palermitana la consapevolezza della necessità di interagire con la vita pubblica istituzionale!
      A riguardo del tema da te trattato, cioè problemi di mobilità, ricordo a tutti i palermitani che l’amminitrazione locale ha recentemente adottato il PIANO DEGLI INTERVENTI STRATEGICI DI MOBILITA’ SOSTENIBILE che è visionalbile alla pagina http://www.comune.palermo.it/Comune/mobilita_sostenibile/piano_interventi_mobilita_sostenibile.htm
      Sarebbe cosa utile che ogni cittadino ne abbia conoscenza, anche generale, così da comprendere quali azioni il comune “potrebbe” realizzare anche a breve termine per mitigare molte criticità della mobilità urbana a Palermo.
      Una buona cittadinanza attiva a tutti e una buona giornata 🙂

    4. bravo Davide!
      Spero che altri seguano il tuo criterio
      di approcciare i problemi di questa Citta’,
      un criterio tale che ti ha permesso
      con tempi compressi quasi a zero,
      di potere utilizzare
      “gratuitamente come consulenti”
      i vari cittadini che questi problemi li vivono tutti i giorni.
      ORA PERO’ TI VORREI PORRE UN QUESITO DIVERSO.
      Serve portare a conoscenza diffusa,
      a grandissime linee,
      la composizione delle “Entrate” nel Bilancio del Comune di Palermo,
      un piccolo report ridotto al minimo,
      tipo:
      ICI ……,00 euro
      tarsu ……,00 euro
      pubblicita’ ……,00 euro
      addiz .irpef ……,00 euro
      etc.
      Questo perche ‘ leggo tanti commenti che
      propongono una cosa piuttosto che un’altra,senza avere alcun numero di riferimento,col rischio di perdere e far perdere tempo prezioso…
      **************************************
      Per completezza un report analogo
      sarebbe utile in merito alle ” Uscite”
      spesso oggetto di polemiche.

    5. Non sono un tuo elettore (per scelta e necessità) ma ho ammirato il tuo impegno prima della campagna elettorale.
      In bocca al lupo
      Giovanni

    6. Questo è quello che ci vuole per dare credibilità alla democrazia in cui crediamo di vivere. Soltanto attraverso il coinvolgimento della popolazione si può fare in modo da non essere vittime delle scelte di pochi e di sopportarle nonostante sia chiaro quanto siano sbagliate.
      Auspico non solo che Davide non sia una mosca bianca ma che siano tanti i nostri concittadini che condividano questo modo d’operare. Con i fatti.

    7. Sono contenta di questo post, ieri ero presente al Consiglio e volevo rendicontarvi ma il mio post, sul quale avevo sollevato la questione, era troppo “lontano” e temevo non godesse più di molta attenzione. Davide Gentile è uno di quei giovani presenti e attenti, attivi anzi, come ha appena scritto Enzo76, che mi lascia ben sperare che, forse, la prossima classe politica (sempre che qualcuno molli la poltrona da sotto il deretano)possa essere pulita, trasparente e attenta ai bisogni di una società civile.
      Sono contenta di essermi sentita “cittadina” ieri mentre ascoltavo discutere le mozioni, contenta dell’unanimità con la quale sono state approvate, contenta della mancanza di polemiche politiche di “colore”, contenta che il presidente si sia accorto della presenza di tre “estranei, semplici cittadini” e ci abbia ringraziato, contenta di averne parlato a tavola con i miei figli adolescenti, contenta che qualcosa in questa città “funzioni”.
      E’ solo il primo passo, i risultati li vedremo …solo vivendo, ma oggi sì che mi sento più “cool” e volevo condividerlo con tutti voi e grazie ancora a Davide.

    8. BRAVO DAVIDE!!!

    9. Non posso fare altro che unirmi al coro di approvazione lanciato nei confronti del nostro concittadino Davide Gentile.
      Sono persone come lui che servono alla politica, giovani che, al di fuori di caste mangia mangia, s’impegnano in politica per il bene della gente.
      E’un modo di gestire la politica nuovo secondo una certa visione, ma che dovrebbe diventare la norma…non dimentichiamoci di tutti quei ragazzi che, come lui facenti parte di gruppi giovanili, s’impegnano gratis et amore dei per una città, per un’Italia ed alla fin fine per un mondo migliore.
      Grazie Davide continua così!!!!!

    10. noto che hai lo spirito giusto per affrontare i problemi reali della vita dei cittadini palermitani e ne sono contento …spero che il tuo impegno possa concretizzarsi nonostante gli ostacoli che si possono incontrare …..buon lavoro a presto

    11. Complimenti Davide, fare vedere alla gente che voi non siete soltato votati da noi elettori per poi fregarvene ( cosa che aimè pensa l’80% della gente ) , ma per mettervi a nostra e a vostra dispisizione per migliorare, quantunque sia solamente una piccola cosa, la citta’ di palermo.
      Continua cosi’ , ascolta le esigenze e cerca di farle divenire realta’ ( sempre nal limite del possibile ). Vi sono tante piccole cose da aggiustare in ogni quartiere, e io spero che i tuoi colleghi delle altre circoscrizioni vedano il buon esempio,e si mettano al lavoro come te.
      Ti auguro di riuscire nel tuo intento, sperando di vederne attuare altri in futuro.

    12. Mi associo al commento di Valerio e mi permetto di ricordare che Davide fa parte di un partito (Alleanza Nazionale) che ha sempre creduto nei giovani e nel rapporto diretto con la popolazione.

      Vero è che, talvolta, le attuali classi dirigenti non riescono ad interpretare e soddisfare al meglio i bisogni dei cittadini.
      Ma è altrettanto vero che la partecipazione popolare “incoraggia” chi fa politica ad essere più incisivo, soprattutto se giovane.

      A tal proposito vi invito a visitare il Blog dell’Osservatorio di An sulla qualità della vita a Palermo e in provincia: http://www.anqualita.tv

      Commenti, critiche e suggerimenti sono ben accetti!

    13. la CITTADINANZA ATTIVA fortunatamente è un sentimento individuale trasversale alle bandiere colorate di partito !!!
      🙂

    14. L’impegno e la capacità di un ragazzo come Davide Gentile, dovrebbero essere d’insegnamento a tanti vecchi politici-politicanti in giacca e cravatta

    15. A me personalmente non interessa che il signor Gentile faccia parte di AN piuttosto che dei DS: anche perchè per uno buono che abbiamo trovato in quel partito, probabilmente ne troveremmo altri in maggior numero che invece meriterebbero di essere presi a boffe…
      Qui non si fa e non si deve fare, secondo me, un discorso di appartenenza politica, bensì di metodo, quello appunto utilizzato dal nostro consigliere(che per la verità non conosco nemmeno) per conoscere il problema (il blog di Rosalio, appunto) e la sensibilità dimostrata nel tentare di trovare una soluzione.
      Per una volta, consideriamo il lato umano della faccenda, lasciando stare la politica…

    16. Apprezzo molto che l’VII°Circoscrzione nella persona del consigliere Gentile si occupi dell’incrocio via Pacinotti via Campolo,ma spero che non si dimetichi l’incrocio via Sicilia viale Lazio,che i marciapiedi della Via Sicilia sono in condizioni pietose,che l’illuminazione in piazza IV Novembre è insufficente ed è spesso teatro di scippi.Spero al più presto possbile che possano risolvere questi problemi

    17. mi sono chiesto perche’ c’e’ tanta partecipazione su Rosalio,
      e tanta poca partecipazione sul Blog di Cammarata,
      e non so dare una risposta.
      Ho appena finito di scrivere sul blog di Cammarata che andrebbe riprogettata
      la Home Page del Blog,per fare in modo che gli Utenti possano trovare un piu’ facile indirizzamento delle loro segnalazioni verso i vari Uffici e Servizi e/o Municipalizzate,non dimenticando di indicare un Focal Point
      per ogni Circoscrizione.
      Davide Gentile potresti essere il primo
      di questi Focal Point.
      Che ne pensi?

    18. ..sempre così 😉
      Daniele (o..uca)

    19. Riki l’idea è interessante ma credo che i focal point dovrebbero essere i Presidenti delle Circoscrizioni. Spiegare perché viene scelto un consigliere anziché uno tra gli altri 14 sarebbe un po’ difficile…Cammarata credo che non sarebbe molto d’accordo a inserire me come referente preferendomi ai consiglieri del suo partito!
      Per quanto riguarda invece la burocrazia del comune e le partecipate basterebbe inserire ben in vista nella home le mail dei responsabili degli uffici che erogano servizi. Questo va bene per il blog del Sindaco ma la cosa più giusta sarebbe dotare l’amministrazione di servizi on line e modernizzarne la gestione.

    20. Palermo non ha mai adottato il Piano urbano del traffico art. 36 del nuovo codice della strada e non ha un catasto degli incidenti stradali, tutto questo è semplicemnte vergognoso.

    21. Bene,questo è un problema in meno.Quei semafori gialli non rappresentavano niente per molti…
      Almeno adesso non si correrà alcun rischio.MA aldilà del “problema” risolto volevo soffermarmi a pensare sul fatto che Gentile è un bel esempio di ponte tra la gente e l’amministrazione,con la A maiuscola.Non è facile trovare “rappresentanti” così sensibili ai problemi della gente.
      Inoltre Palermo secondo me negli ultimi anni sta cambiando volto sia dal punto di vista sociale sia dal punto di vista culturale,quindi è giusto che ad un cambiamento mentale ci sia una migliore vivibilità.Certo c’è ancora molto da fare,vedi i quartieri con le fogne aperte e le strade di terra battuta,però insomma certi bei gesti di senso civico e sociale andrebbero esportati altrove.
      Su Gentile ci metto la firma,ha fatto anche molto per la rimozione delle striscie blu.
      Saluti

    22. Davide,intanto
      vedi di seguire anche tu il blog di Cammarata,che prima o poi deve essere ristrutturato nei termini che io ho indicato in quel blog,
      al fine di trovare un modus operandi
      che nel modo piu’ semplice e rapido
      consenta di fare pervenire
      “LE SEGNALAZIONI AI DESTINATARI”
      ovvero ogni segnalazione al settore di relativa competenza.
      E’ un fatto puramente organizzativo
      e richiede come unico sforzo la “raccomandazione” ai vari Responsabili
      di guardarsi ogni mattina il blog per
      prendere conoscenza di eventuali messaggi (o commenti)
      nel Post di cui dovranno essere
      intestatari.
      ***************************************
      Se di Davide Gentile c’e’ ne e’ solo uno,
      Palermo nei guai e’ e nei guai resta,
      e gli altri farebbero bene a dare le dimissioni.
      ***************************************
      Se e’ vera la definizione :
      “politico e’ uno che risolve i problemi della gente”
      le persone che noi abbiamo votato
      sono i ” nostri Rappresentanti” ed
      hanno tutta l’autorita’ per fare le
      opportune pressioni,quando necessario.
      Il ruolo di Focal Point potrebbe essere svolto a rotazione da tutti e 14.

    23. Non avevo dubbi sull’operatività e la serietà del consigliere Davide Gentile… Complimenti anche per la celerità(continua così!)e buon lavoro 😀

    24. vedremo se alle parole e buoni proposito seguiranno fatti…

    25. Plaudo l’impegno del consigliere Davide Gentile e mi unisco alla speranza di vertigo: forse un giorno la classe politica palermitana sarà migliore.
      Tuttavia ricordate che in democrazia la classe politica altro non è che lo specchio della società che l’ha eletta.
      Sempre in ottica pontificatoria tardo-pomeridiana (mi scuso in anticipo ma è più forte di me), ricordate che nulla è dovuto e bisogna sempre lottare per quello che si vuole/in cui si crede.
      F.to: the pursuit of happyness.

    26. Bravo Davide e brava Marina che ha sollevato il caso. Ecco dimostrato come un mezzo di informazione e di comunicazione come un blog aiuta la crescita civile in termini di consapevolezza e di responsabilità.

    27. comunicazioni urgenti x Randisi. se lo conoscete o sapete l’email…..potete riferire?

    28. e bravo Davide…oltre che sapurito!!!

    29. Ad aprile 2009, un anno e mezzo dopo non è successo nulla………….

    Lascia un commento (policy dei commenti)