mercoledì 23 ago
  • Processo a Cuffaro, sentenza dopo l’Epifania

    I giudici del processo per “talpe alla Dda”, che vede tra gli imputati il presidente della Regione Salvatore Cuffaro, entreranno in camera di consiglio soltanto tra il 9 e il 14 gennaio 2008. Il 9 gennaio l’avvocato Antonino Mormino, difensore di Cuffaro, procederà all’ultima discussione dell’arringa difensiva e dopo ci saranno le repliche finali.

    Un verbale con le dichiarazioni dell’ex ministro dell’Interno Giuseppe Pisanu entrerà nel fascicolo del procedimento in corso a Palermo per decidere se distruggere o meno le bobine contenenti le intercettazioni telefoniche tra l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e Cuffaro. Nelle intercettazioni Berlusconi rassicurava Cuffaro sul processo in corso.

    Palermo
  • 18 commenti a “Processo a Cuffaro, sentenza dopo l’Epifania”

    1. al panettone c’arrivò

    2. La befana porterà carbone al nostro caro presidente …;)

    3. speriamo che la colomba pasquale ci porti una bella notizia 😉

    4. certo Nino Mormino, il difensore di boss come Riina, Madonia, Giuffrè e Bagarella..

      solo un uomo indagato per “concorso esterno in associazione mafiosa” può difendere uno come lui. Spero che la giustizia prima o poi arrivi in Sicilia.

      “Zio Binu invita i suoi alla calma. Il sostegno a Mormino deve avvenire dietro le quinte, la sua deve essere una candidatura bella, bella. Muta, muta per evitare di danneggiarlo e di bruciarlo.” [da I Complici]…

    5. si rassicurano tra loro…

    6. propongo un momento di fantapolitaca.

      secondo voi cosa avviene adesso?

    7. Chi verrà dopo? mah..considerando che chiù scuro di mezzanotte nn può fare….ogni alternativa risulta essere cmq migliorativa. Si spera che con la caduta di Cuffaro muoia anche un certo cuffarismo di maniera, eredità politica di una democrazia cristiana in avanzato stato di decomposizionea.

    8. il dopo Cuffaro?? i siciliani sanno sempre quali sono le scelte “giuste”… sono sicura che faranno lo stesso anche in futuro, se non sarà Cuffaro, sarà un altro come lui.

      “I siciliani, tra la possibilità di votare la Borsellino e il Totò Cuffaro che parla con i mafiosi ma dice di non conoscerli, ha scelto Cuffaro. Il popolo è storicamente il miglior giudice, si sa. Chiedetelo a Gesù e Barabba.”

      PS dopo i democristiani ci saranni i forzisti!

    9. ho una tremenda paura che anche questa volta le cose “si aggiusteranno” e ancora una volta non ci sarà giustizia.
      sono stanco di vivere in una città come catania e in una regione come la sicilia
      dove i “comitati d’affari” e l’ingiustizia regnano sovrane!

    10. Sono disgustata, amareggiata, siamo circondati da melma, governati da incoscienti, irresponsabili, ma la cosa che mi rende veramente triste è pensare che non esista neanche l’ombra della giustizia.
      La magistratura rappresenta il potere giudiziario ok, la magistratura è un organo indipendente ok, è inamissibile che soltanto si possa pensare che si lascino imbavagliare da chi? dai politici che rappresentano un’altro potere dello Stato .
      Incredibilmente triste, deprimente che un magistrato si lasci influenzare da questo o dall’altro politico.
      Avete un potere e anche un dovere, si il dovere nei confronti della Costituzione che è quello di applicare sempre e comunque l’articolo 3 della stessa”la legge è uguale per tutti”.
      Vostri colleghi, vostri fratelli sono morti in nome di quell’articolo, nel tentativo estenuante di farlo rispettare e a Voi tutti magistrati d’Italia mi rivolgo umilmente Giustizia giusta Vi chiedo e PER TUTTI, soltanto Voi con il vostro impegno, le vostre capacità, ecc…,ecc…. potrete finalmente dare dignità ad un paese come il nostro dove pupi e pupari costantemente non fanno altro che metterlo in ridicolo litigando per una poltrona. 2008 rinascita dell’Italia, Parlamento pulito , coscienze pulite.

    11. Con la gente che la abita è chiaro che l’Italia non ha speranze, figuriamoci la Sicilia… ma almeno ne potessimo vedere qualche altro piangere da dietro le sbarre come fa per adesso quella faccia tosta di Contrada…
      Non so cosa darei per vederci totò.
      Sarei per la reintroduzione del “pubblico ludibrio”… lui appeso in una gabbia e noi (o almeno io) a coprirli di uova marce.
      Sono disgustosi

    12. Io credo che a volte si fa del giustizialismo troppo facilmente…vi spiego.ho visto e rivisto “la mafia è bianca” e per tutto il tempo si procede dicendo che tizio è accusato di essere il referente politico di caio (che è il boss) ma si puntualizza contemporaneamente che non è stato provato nulla.Io credo che se Cuffaro sarà condannato è perchè è colpevole.Sesarà prosciolto è perchè le accuse nei suoi confronti erano infondate.Il cuffarismo c’è da tempi immemori ed è storia di tutti i partiti,che siano di destra o di sinistra!La Borsellino è ha sfruttato il nome che porta…ma per prendere voti si comporta come Cuffaro!Il sistema delle clientele c’è ovunque,non è solo una prerogativa della Sicilia.Io sinceramente me ne fotto se Cuffaro è colpevole o meno,penso a me stesso.Se da questa situazione ci posso guadagnare lo faccio.Se la corrente ha una direzione,è inutile nuotare controcorrente,chi lo ha fatto è rimasto solo ed è morto.Quindi o Cuffaro,o Miccichè o chiunque altro,a me non me ne frega nulla.Se chi è al potere può raccomandarmi per me va più che bene e lo voterò e lo farò votare fino alla morte.Fatevi furbi,con l’ideologia non si ottiene nulla,bisogna adeguarsi al sistema e sfruttare le sue anomalie per riuscire a campare!
      Io mi sto laureando e dopo la laurea non avrò un lavoro, perchè ce l’hanno solo i raccomandati e chi è vicino ai politici.Allora mi conviene di più lottare contro questa classe politica o farmela amica?Io credo di più nelle seconda ipotesi.
      Fermo restando che ancora non ho capito se le accusa contrò Cuffaro sono fondate o meno.Per me la Sicilia è cresciuta da quando è lui il governatore…
      Le sinistre hanno fatto e farebbero pure di peggio…

    13. Io, invece, penso che Rita Borsellino (e parlo di lei non della sinistra in generale) sia del tutto estranea ai sistemi clientelari. E penso che non abbia sfruttato “il nome che porta” (come se essere parenti di onesti servitori dello Stato morti ammazzati e fare politica fosse quasi una colpa). Penso che sia una persona trasparente con una forte carica positiva di umanità, infatti nei giochi di potere dei partiti non si trova certo a suo agio.

    14. Le prossime elezioni, regionali forse, ma sicuramente provinciali e comunali, saranno un modo per valutare l’azione del governo nazionale e di PRODI in particolare. Chiunque si presenterà dalle parti di una coalizione di sinistra prenderà batoste di quelle indimenticabili (la senatrice Finocchiaro ne è consapevole e già si è tirata fuori da una sua eventuale candidatura). Personalmente non ho votato e non voterò mai la Borsellino (a maggior ragiore ora) sia perchè ha dato un colore politico alle azioni (che non sono certo Sue) del fratello che si è veramente sacrificato per tutti i siciliani onesti (in altri passati miei interventi ho parlato dello sconforto e del senso di solitudine che mi è preso dopo la morte di Paolo Borsellino), sia perchè bisogna dare un segnale all’arroganza del governo nazionale e sia perchè bisogna prendere l’abitudine di non continuare a riproporre candidature già bocciate in passato.

    15. Cuffaro in galera è il miglior augurio di Buon 2008 a tutti i siciliani.

    16. “chi veramente priva della libertà non è chi ha soggiogato un altro,ma chi è in grado di mettere fine alla schiavitù ma non se ne cura”
      Tucidide
      A chi è rivolta questa citazione?Alla gran parte del popolo siciliano che,rassegnandosi al degrado della propria terra,si adegua al sistema,pensando di agevolare la propria vita.In realtà si danneggia da solo divenendo peggiore dei suoi governanti

    17. Caro Giuseppe (del commento del 3 gennaio), io mi trovo in mezzo ad una strada proprio perché non accetto queste logiche. Non sono ancora un pezzente e chissà se lo diventerò presto… Io credo di trovare più dignità in uno straccione che in un uomo in carriera cogli scheletri nascosti negli armadi strapieni di abiti griffati. Io credo che l’amicizia per farsi spazio nel privato sia tutto sommato lecita, e che nel pubblico sia sempre un reato. Io credo che a furia di pigliare gomitate in faccia si possa comunque arrivare sanguinosi e vittoriosi alla meta, o comunque campare come capita ma con maggior fierezza. Io credo che il mondo perfetto non lo realizzeremo mai, ma non per questo smetto di credere in qualcosa in cui valga la pena credere. Io credo che il cinismo di un picciotto mezzo analfabeta possa fare persino un po’ tenerezza, ma il cinismo di un picciotto studiato faccia cascare le braccia (e purtroppo in Sicilia e in Italia assai ce n’è di gente così). Io credo che quelli che credono ai titoli dei giornali e magari alle sentenze, senza approfondire dietro il perché e il percome leggendo dell’altro, o sono superficiali o ingenui o cinici: scegli tu chi vuoi essere. Io credo che però finché avrai il coraggio di parlare così apertamente, e non dietro avvocati o termini altezzosi e svuotati di significato, tu possa ancora cambiare il tuo credo.

    18. Salve a tutti, scrivo da Nantes (Loire Atlantique) Francia. Sono anchio siciliano a 19 anni visto che la mia famiglia mi ha educato nel segno della legalità e soprattutto i loro sacrifici( in particolare mio padre ha lavorato 30 all’estero per non piegarsi al solito sistema che ti vuole o lecchino o fesso) mi hanno permesso di studiare a milano, laureatomi in ambito sanitario nel 2006 ho avuto la possibilità di venire a lavorare qui, dopo 3 mesi di prova mi hanno assunto a tempo indeterminato lavoro 35 ore a settimana guadagno decentemente ma soprattutto NON DEVO DIRE GRAZIE A NESSUNO! Io ho venduto la mia professionalità non il mio fonoschiena! E di questo ne sono fiero, certo mi dispiace aver lasciato la mia terra ma l’ho fatto perché sono deluso dalla mia gente che non si rende conto che fin quando continuerà a vendersi (piuttosto di INCAZZARSI) per ottenere qualcosa che gli spetta di diritto non cambierà mai niente. Infine un consiglio al mio omonimo quando sarai a 90° cerca di star fermo perché più ti muovi più fa male, ma soprattutto ti auguro di crepare solo come un cane su un lettino in un corridoio d’ospedale in attesa di un medico che starà visitando qualche raccomandato. Scusatela cattiveria ma “chi è causa del suo male pianga se stesso”. A tutti gli altri siciliani onesti auguro un buon anno e vi raccomando di resistere, tanto sta volta Cuffaro lo condannano (almeno credo) il problema sarà il dopo…

    Lascia un commento (policy dei commenti)