domenica 19 nov
  • Prescrizione per la “ripulitura” del covo di Riina

    Il processo per la “ripulitura” del covo di Totò Riina è virtualmente prescritto. La prossima udienza, in cui verrà dichiarata la prescrizione, è stata fissata per il 18 luglio prossimo. Cadrà quindi l’accusa di favoreggiamento aggravato sarebbe caduta per gli undici imputati.

    La villa in cui Riina abitava non venne mai controllata né perquisita per un “malinteso” tra Procura e carabinieri del Ros. Il capo del Ros, generale Mario Mori, e il “capitano Ultimo”, Sergio De Caprio, sono stati assolti nel processo a loro carico.

    Palermo
  • 5 commenti a “Prescrizione per la “ripulitura” del covo di Riina”

    1. un “malinteso” senza colpe o dolo.
      I fissa siamo sempre noi cittadini onesti.

    2. si cunfunniu a filippina…

    3. questa è un’altra storia: il patto tra mafia e politica era “noi vi consegnamo Riina, ma il covo non si tocca”.

    4. Penso che vertigo abbia detto il meglio di quello che si potesse dire

    5. sarà, ma ho l’impressione che di fronte alla magistratura reggerà solo la tesi di Picaro…mi piacerebbe leggere le tesi dei difensori dei due capitani…

    Lascia un commento (policy dei commenti)