mercoledì 22 nov
  • Manifestazione per le dimissioni di Cuffaro

    Alcune centinaia di persone hanno manifestato nel centro di Palermo per chiedere le dimissioni di Salvatore Cuffaro, condannato a cinque anni in primo grado nel processo per le “talpe” alla Dda di Palermo. Il corteo ha raggiunto la sede della Regione Siciliana, dove già ieri stazionavano manifestanti.

    La manifestazione era organizzata dai consiglieri de “L’altra Palermo” ma oggi anche Azione Giovani Palermo ha chiesto le dimissioni.

    Manifestazione per le dimissioni di Cuffaro a Palermo

    Manifestazione per le dimissioni di Cuffaro a Palermo

    Manifestazione per le dimissioni di Cuffaro a Palermo

    (foto di Tommaso Santoro)

    Palermo, Sicilia
  • 285 commenti a “Manifestazione per le dimissioni di Cuffaro”

    1. ok, adesso ci siamo, e comunque, per quel che può servire (cioè nulla) su http://temi.repubblica.it/repubblicapalermo-sondaggio?pollId=499 c’è un sondaggio dove “solo” il 95% dei partecipanti chiede le dimissioni di Cuffaro. E’ un buon inizio, ma noi rosaliani, in maniera assolutamente bipartisan niente possiamo organizzare??

    2. Raccolta firme stile V-day?

    3. Stile V-day sarebbe a dire che dopo mesi non si sarebbe ottenuto nulla? 😛 Preferirei stile petizione no mafia. 😉

    4. si ma petizione no mafia è on-line, non è controllabile, le firme possono essere multiple e anche non valide. Se sottoscrivi con documento d’identità alla mano invece ci metti il coraggio come scriveva Gery P nell’altro post. Poi gli scatoloni glieli molliamo davanti palazzo d’Orleans col carrettino siciliano. Almeno sti 24 caporedattori si passano un po’ il tempo!

    5. invece mi chiedo, ma questa indignazione è solo palermitana? in fondo lui è il governatore di tutta l’Isola. Quali sono gli umori (Raffadali a parte)nel resto del mondo siculo? Ne sapete qualcosa?

    6. D’accordo con Siino che già nell’altro post aveva esortato di non stare con le mani in mano, ma daccordo anche con Vertigo per trovare un modo per cui “illo” non possa dire : ” i miei elettori non usano internet, non è una raccolta valida, io rappresento gli ignoranti ( questa è buona, è venuta naturale)”.
      Bisognerebbe accordarsi per organizzare dei banchetti, io ho già lo slogan, lo hanno fatto “loro”, ” LUI C’ENTRA”

    7. Toglietevelo dalla testa. Cuffaro NON si dimetterà, e sotto sotto neppure uno dei magnifici 90, compresa l’opposizione, vuole queste dimissioni. Si farà un bel rimpasto di governo, e via. Almeno fino alle elezioni europee, o alle nazionali, se Prodi si dimette lui. In ogni caso, terranno tutti fino alla primavera del 2009, per salvarsi la pensione.

    8. Lo slogan è grandioso! Mi spiego meglio: non credo che una raccolta di firme generica possa essere sufficiente. Io penso che vada trovata una “leva” più efficace.

    9. slogan eccezionale! almeno una cosa buona in questa giornata.

    10. @Tony: giusto è… “leviamolo”, ma come? 🙂

    11. siete bravissimi (nelle foto) a fare sembrare un incontro tra quattro gati in un’imponente manifestazione… Fate prendere d’invidia Santoro.
      Sig Puglisi peccato che non ha accennato, per dovere di imparzialità,o anche agli altri articoli del GdS che davano ragione a Cuffaro a non dimettersi.
      Poi qualche petizione contro qualcuno che si faceva portare la coca (non cola) al senato e ci rappresenta ad alti livelli? No ah) ART. 2
      Tipologia delle spese ammissibili

    12. Luisa il post dice che i manifestanti erano alcune centinaia e le foto a nostra disposizione sono queste. Non mi sembra che si stia manipolando la realtà.

    13. scusa luisa parli a ragion veduta? tu c’eri? Io sì ed eravamo un centinaio almeno, pochi sì, ma, permettimi, “buoni”. E poi cosa c’entra un “vizio” deprecabile ma privato con una condanna penale? Sono tante le cose che non vanno e le persone che non vorremmo ci rappresentassero, vogliamo fare una petizione per ogni cosa? Iniziamo almeno da qualcosa di molto grave come i fatti di ieri.

    14. no. solo per chi ci deve rappresentare

    15. La raccolta di firme in più punti della città potrebbe essere una buona idea. Ma bisogna soprattutto fare notizia. O si organizza una bella veglia nella cattedrale di Palermo per pregare il Signore affinchè illumini il cervello di questo delinquente e lo costringa a dimettersi oppure un assedio permanente a piazza indipendenza, anche facendo i turni se è il caso. Infine si potrebbe organizzare un bel corteo tra qualche giorno coinvolgendo in particolare i giovani, gli studenti universitari e quelli liceali. L’importante e non fermarsi adesso.

    16. le foto rendono giustizia al corteo che è stato organizzato in pochissimo tempo e che era comunque un bel corteo.

      certo, si dovrebbe sollevare una rivoluzione al giorno in questa città, e ahimè non succede.

    17. @ luisa.
      Io c’ero e ti posso assicurare che c’erano almeno 500 persone, le vedi tu stessa dalle foto, almeno che non pensi che siano taroccate….
      chi ha fatto le foto è un Santoro anche lui, qualche problema particolare con questo cognome?

    18. …e non solo a Palermo. qui si parla del governatore della Regione non del sindaco (quello è un altro libro che per il momento è meglio non aprire).

    19. @goku 🙂

    20. non mi interessa parlare con chi ritiene che tutto sia normale, e scredita chi fa qualcosa. Ma mandare per esempio una “caterva” di lettere di protesta alle varie istituzioni, da Prodi al capo dello stato, al suo protettore Casini e infine ai maggiori giornali nazionali per manifestare il nostro dissenso in maniera assolutamente bipartisan all’essere governati da un delinquente! Lo slogan è grandioso!

    21. Edoardo De Filippo la soluzione l’aveva, era pressapoco questa:
      ..allora..voi vi mettete bene ordinati ai lati della strada dove “lui” entra ed esce, ogni volta che lo fà.., voi gli fate una pernacchia, ma..lunga.
      Quella pernacchia vuole dire: Tu sì a schifiezz rà schifiezz rà schifiezz ell’uommin’

    22. Altra cosa, parlo anche perche la questione mi riguarda. Mi piacerebbe che a questa protesta potessero partecipare anche coloro che sono costretti a vivere lontano dalla Sicilia, per questo, sono si d’accordo alla raccolta di firme (anche se non mi sembra molto efficace) ma da associare ad altro.

    23. Ciao,

      vi segnalo questo indirizzo:

      http://www.petitiononline.com/mod_perl/petition-sign.cgi?88888886

      Si tratta di una petizione on-line per le dimissioni di Cuffaro.

    24. ok, volantino con foto (non quella del pellegrinaggio a Compostela, vi prego) e scritta: Io c’entro. imbustata e spedita a cuegghié ? ci dividiamo i ministeri?

    25. no, no non ce li dividiamo li spediamo a tutti, magari le raccogliamo e facciamo un pacco. Facciamo una bella raccolta fondi per pagare la spedizione, pubblichiamo le fatture su Rosalio (per trasparenza) e via!

    26. Sig.ra Luisa citavo per dire: “Se lo dice pure il Gds…”. Quello era il commento, comunque, la presa di posizione della direzione e del giornale. Gli articoli che dice lei sono la cronaca dei pareri dei componenti della maggioranza di governo che pensano che Cuffaro debba restare al suo posto. E non possono certo essere censurati, tanto più che sono parimenti citate le voci di segno contrario dell’opposizione. Prima di parlare a vanvera e fare la figura degli ignoranti, bisogna imparare a leggere.

    27. Non c’è ragione per non dimettersi! Se mi dimetto nel caso di una condanna per associazione mafiosa (A) ma non mi dimetto se mi condannano per favoreggiamento e rivelazione di segreti d’ufficio (B), che cosa comunico? Nel caso (A) la sentenza ha per me un valore, nel caso (B) non ha valore. Contraddizione, messaggio paradossale, protervia? Ciascuno si formi la sua convinzione. Un governatore che viola continuamente il segreto d’ufficio è evidentemente parziale fino a prova contraria, nei gradi di giudizio successivi, e perciò rappresenta solo la sua parte politica e non, come dovrebbe, tutti i siciliani. In gioco c’è una questione di democrazia sostanziale.

    28. se ognuno di noi scrive una bella letterina, la mette in una busta (0,10€) ci mette su un francobollo prioritario (0,60€). ci mettiamo d’accordo e la spediamo tutti lo stesso giorno? (all’ufficio di presidenza? al corsera? a repubblica? a gds? (mmmhh)) chi ha il fax lo adoperi… l’importante è essere sincronizzati in modo da non essere ignorati… almeno se avrò dei figli, potrò rispondere, quando mi chiederanno spiegazioni….

    29. perfetto va benissimo!Secondo me pero è un’unica lettera sarebbe meglio. I concetti dovrebbero essere quelli della lettera di addiopizzo, a mio parere.

    30. se il postino si porta appresso 100-200 lettere fa più effetto

    31. D’accordo con voi. Ma le intenzioni del soggetto sono chiare : non si dimetterà, anzi mira alla piena assoluzione nei gradi successivi.
      Cercare di fare qualcosa è giusto e leggittimo, ma non aspettiamoci il risultato pieno. Mi accontenterei che la questione venisse sollevata in parlamento.
      Comunque, dai.. proviamoci…

    32. ribadisco la mia idea (e non sono un capopolo, anzi…).
      Ci si vede, si stila una bella lettera equilibrata e civile, si mette online con tutte le istruzioni per firmare con nome, cognome, indirizzo e professione e si recapita.
      Il dissenso resta così agli atti e non può dare adito a strumentalizzazioni.
      Finitela di ruggire come conigli. Bisogna mostrarsi e ragionare.

    33. L’importante è non passare dalla parte del torto con offese gratuite. Lui si offende già da solo. Bisogna fare il suo gioco.Recita la parte della vittima, del buon cristiano, stringe le mani e ringrazia tutti…Ma chi vuol prendere in giro. L’unica cosa vera è stata la frase da lui detta ” i siciliani mi conoscono”, infatti lo conosciamo e come se lo conosciamo…Dobbiamo dimostrare che i siciliani non vogliono essere rappresentati da lui. Ci vogliono i numeri,parecchie firme e migliaia di persone in piazza a manifestare pacificamente perchè vada via.Non deve essere una manifestazione politica ma la manifestazione dei siciliani, della gente.

    34. Noi siamo una goccia nel mare, ma se non ci fosse quella goccia non ci sarebbe il mare(Madre Teresa di Calcutta)… giusto per rimanere in tema di preghiere tanto care al nostro governatore.

    35. Tony, tu che sei una persona influente, puoi convogliare con un clic centinaia di persone in un posto per farle discutere. Io metto a disposizione casa mia. Non è buona volontà questa?

      Ora mi eclisso fino a buone nuove. Torno a vendere parole (queste erano gratis).

    36. gp, tu hai lanciato un sasso, non puoi ritirare la mano, io ti ho chiesto solo spiegazioni “terra terra” su ciò che intendevi e che si poteva fattivamente attuare. adesso è tutto più chiaro, però facciamolo, no?

    37. provo a mandare qualche email…

    38. …ok ditemi dove come quando.

    39. @ Katia, occupare la città non mi sembra una felice idea.
      Al contrario trovo geniale il vestirsi Tutti di nero un tale giorno per piangere la grave perdita della dignità.

    40. una lettera la possono fare anche da fuori palermo (pure da raffadali)

    41. Volevo imitare gli autotrasportatori.un modo per attirare l’attenzione. Dobbiamo manifestare e provocare, non deve essere una semplice manifestazione per questo ho proposto la veglia di preghiera o il vestirsi a lutto. Bisogna scegliere un giorno non troppo lontano nè vicino così da riuscire a coinvolgere molte persone ed eventualmente associazioni, nonchè qualche personaggio importante che faccia notizia.

    42. Reuters – Sab 19 Gen – 17.10

      MILANO (Reuters) – Il presidente della Regione Sicilia Salvatore Cuffaro ha detto che ricoprirà la sua carica fino al 2011 dopo che ieri un Tribunale di Palermo lo ha condannato a cinque anni di reclusione in un processo sulla presunta infiltrazione di alcune “talpe” nella Direzione distrettuale antimafia (Dda) della città.
      Pubblicità

      “C’è un presidente che ha scelto di rimanere fino al 2011 (…). Rimango qui a lavorare e lo farò con più forza, con più determinazione e sacrificandomi ancora di più”, ha detto Cuffaro in una intervista al Tg web della Regione Sicilia, come si legge in una nota.

      Ieri Cuffaro è stato condannato per i reati di favoreggiamento semplice, senza dunque l’aggravante della mafia, e per violazione del segreto istruttorio, secondo il dispositivo della sentenza letto in aula ieri.

      Lo scorso 15 ottobre la procura palermitana aveva chiesto otto anno di reclusione per Cuffaro, che ha sempre respinto ogni addebito.
      —————————————-
      Questa notizia mi conforta…
      Bravo Cuffaro! Tu si che ci sai fare… e pensare che siamo quasi coetanei, ma abbiamo scelto due strade diverse: io ho preso quella sbagliata, ma sono ancora in tempo e posso scegliere:

      ho 3 alternative…

      1 – andare via dalla sicilia
      per capirci anche voi piu’ andate al link:

      http://www.fondazionecurella.org/osservatorio2007.htm

      nel report sull’economia siciliana ci consigliano di farci un biglietto low cost sola andata per il nord o estero perche’ in siciia le cose non vanno tanto bene: tutti gli indicatori lo segnalano

      2 – diventare mafioso

      ma non mi conviene perche’ li stanno prendendo e li arrestano sul serio ( se lo meritano certo.. )

      3 – fare politica come Cuffaro

      penso che scegliero’ questa strada, cosi anche se dovessi commettere qualche cosa di illegale, non rischierei di farmi qualche annetto di carcere
      Grazie Cuffaro! Da te abbiamo molte cose da imparare

    43. Certo che quel che scrive Pequod “nell’altro post” è sacrosanto, più di quanto potremmo fare noi, se l’opposizione si rifiutasse di entrare in aula d’ora in poi..

    44. Immaginate l’impatto che potrebbero avere migliaia di persone in piazza vestite di nero…non potrebbero ignorarci.Bisogna intanto agire con le lettere di protesta(civili, niente parolacce, tanto la ragione e dalla nostra parte)da inviare a Cuffaro e ai giornali,devono piovere tante lettere e e-mail.L’idea di g.p. è buona.

    45. “L’opposizione” legge questo blog? O ci arrivano da soli ?

    46. ok oggi ne abbiamo 19 ce la facciamo a coinvolgere tutti i conoscenti in modo da spedirle giorno 30? (è impotante che arrivino tutte lo stesso giorno! quindi prioritaria)

    47. meglio poche parole chiare ed educate, che tante confuse e denigratorie

    48. Ok, non blocchiamo, ma nulla ci vieta di fare un corteo e di piazzarci in seduta perenne ad Orleans finchè non si dimette. E poi le manifestazioni lì sono all’ordine del giorno. Io passo da lì a piedi ogni volta che vado a lavoro.
      Abbiamo il diritto di manifestare il nostro dissenso, se lo facciamo civilmente nessuno ci arresterà. Forse in galera tra qualche mese finirà qualcun’altro…

    49. Per me il 30 per la lettera va bene, decidiamo a chi inviarla.

    50. se qualcuno trova l’indirizzo postale del suo ufficio….

      magari 1 giornale

    51. No, Massimo. Perdonami, ma la tua è una visione ingenua seppur animata dalle migliori intenzioni. I documenti ufficiali si pensano e, prima ancora, ci si conta. Poi si stila il testo, infine si firma. Con l’impatto del numero e delle agomentazioni si cerca di arrivare al risultato.
      Mi dovete perdonare, ma qui leggo proposte di una superficialità assoluta. Ragazzi, le cose si pensano. Quante manifestazioni vi hanno rotto i coglioni perché bloccavano il traffico? Quanti cortei non si risolvono in un coro di anime infelici e solitarie?
      Bisogna scrivere, mettere nero su bianco, avere coraggio e soprattutto – lo ripeto – civiltà.
      Buona serata a tutti.

    52. Sicuramente,ma lui negherà di averle ricevute. Propongo lettera a Totò e per conoscenza agli organi di informazione, evitiamo giornali che non fanno il loro lavoro seriamente.

    53. intanto mandiamo a tutte le rubriche di email di msn

    54. Allora o qualcuno si occupa di scrivere una lettera, poi ognuno di noi la stamperà, firmerà e spedirà oppure scriviamo quello che ci va e spediamo contemporaneamente.

    55. @q.p. dici di stilare un testo unico?
      secondo me è difficile mettere d’accordo le persone, e poi dà l’impressione di essere stato calato dall'”alto”, e poi è più prevedibile. Secondo me si rischia di essere strumentalizzati.
      i vari documenti ufficiali già li stanno scrivendo le varie organizzazioni, i partiti, ognuno sottoscrive quelle che condivide di più, qualcuno ci scriverà dei libri, o degli articoli di giornale.
      sarà ingenuo ma almeno è la dimostrazione che io come SEMPLICE cittadino vivrei meglio se chi è condannato non avesse il potere di decidere della mia istruzione, della mia salute, della mia viabilità.

      poi le petizioni e le raccolte di firme ben vengano!

    56. massimo, ma non mi pare che ci sia da mettere d’accordo nessuno, vogliamo tutti la stessa cosa: che si dimetta!

    57. Ok, hai ragione. Riparliamone domani, ma non tralasciamo l’idea manifestazione, perchè è qualcosa di visibile. Bisogna organizzare, tappezzare la città e le scuole di manifesti e coinvolgere autorità, devono partecipare da tutta la sicilia. Anche la manifestazione non va strumentalizzata, non deve essere organizzata da un partito ma dai siciliani indignati.

    58. Lo dico perchè non voglio che Cuffaro trasformi una manifestazione di dissenso contro di lui, presidente con condanna, in un attacco politico, perchè non è questo.

    59. Ragazzi il discorso è molto semplice, io sono uno di quelli che vorrebbe le dimissioni. Bene, da solo non servo a nulla.
      Diciamo le cose come stanno, noi sicialiani, come noi italiani, non siamo in grado di unirci in forme di proteste come si fa x esempio in Francia (loro ci sono abituati a farsi sentire…).
      Non sarebbe difficile mandarlo via. Basterebbe presidiare tutte le istituzioni paralizzando la macchina regionale. Compreso gli uffici contabili, pensionistici ecc… non so se mi spiego

    60. DA OGGI E’ POSSIBILE FIRMARE UNA PETIZIONE ONLINE PER CHIEDERE LE DIMISSIONI DI CUFFARO.
      http://www.cuffarodimettiti.blogspot.com

      “I giovani di An non solidarizzano con politici condannati per favoreggiamento e rivelazione di segreto d’ufficio. Noi stiamo sempre e coerentemente dalla parte della legalita’ e della lotta alla mafia nel nome di uomini come Paolo Borsellino”. Lo dice il coordinatore in Sicilia occidentale di Azione Giovani, Mauro La Mantia, dopo la condanna di Cuffaro nel processo per le ‘talpe’ alla Dda. “Il presidente Cuffaro e’ stato condannato per favoreggiamento, seppure semplice, a Michele Aiello -continua La Mantia- a sua volta condannato a quattordici anni per associazione mafiosa.Un fatto gravissimo. Prendiamo le distanze da quanti, all’interno della Casa delle Liberta’, hanno prima solidarizzato con Cuffaro e poi festeggiato per una condanna a cinque anni di reclusione e l’interdizione dai pubblici uffici.Cuffaro abbia rispetto per la Sicilia e si dimetta”. Lunedi’ La Mantia presentera’ alla riunione del coordinamento regionale di An un documento “che impegni il partito ad uscire dal Governo regionale dando l’appoggio esterno. Per fatti meno gravi -ricorda La Mantia- An ha chiesto, pochi giorni fa, le dimissioni del Presidente Bassolino. Sarebbe un grave atto di incoerenza non chiederle per Cuffaro. Allo stesso tempo auguriamo a Cuffaro di poter dimostrare la propria innocenza nei prossimi gradi di giudizio”.

    61. Non capisco come mai i giovani di An non solidarizzano con i politici condannati di favoreggiamento […] ma si da al Parito (che vuol dire?) il consiglio di collaborare esternamente (proprio non capisco). Penso inoltre che quello che ha combinato Bassolino sia grave tanto quanto, e auguro NON a Cuffaro di dimostrare la propria innocenza, ma auguro alla Magistratura di essere veloce!
      Ritornando al confronto con Bassolino. Il mio personale punto di vista è: non importa quanto grave sia il reato, si è compiuto un reato! e quindi a casa! anche se si trattasse del furto di una risma di carta dall’ufficio. VERGOGNA!

    62. DOBBIAMO FARE SCENDERE IN PIAZZA I GIOVANI CHE SONO IL FUTURO..DOBBIAMO TRASMETTERE LA PASSIONE CHE ABBIAMO NOI CHE SCRIVIAMO I COMMENTI, CHE SPREMIAMO LE MENINGI PER TROVARE UN OPPOSIZIONE AL GOVERNATORE!!L’AVANGUARDIA DEL FUTURO SONO I GIOVANI LIBERI NON MAFIOSI.C’E’ NE SONO TANTI CHE DICONO CHE LA MAFIA FA SCHIFO, SFIDUCIATI DAGLI ONOREVOLI, DALLA CLASSA POLITICA DI QUESTA REGIONE, DI QUESTA NAZIONE…RIBBELLIONE AL SISTEMA!

    63. ragazzi complimenti per le proposte e per il “fermento”…è indispensabile continuare la protesta ed è indispensabile riuscire ad organizzarsi in qualcosa di forte,che esprima il disgusto di tutti quei cittadini che vogliono le dimissioni subito!
      L’idea della lettera non è male,sopratutto perchè si possono coinvolgere anche tutti quelli che al momento sono lontani..e per il testo,perchè non un semplice:
      “Sig.Cuffaro chiedo le su dimissioni immediate”? … o semplicemente “dimissioni subito”…insomma, infondo,c’è poco da mettersi d’accordo,quando quello che vogliamo è questo!
      A presto

    64. Bravo Mauro…

      anche se non condivido le tue idee politiche, l’ho sempre detto… “un bravo picciotto.. di saldi principi”

      La cosa che mi scandalizza di più è il fatto che l’intera classe politica faccia quadrato, io l’ho sempre detto… Non c’è alcuna differenza tra certa destra e certa sinistra… ad ora di mangiare, mangiano tutti!

      Che vergogna…

    65. Le lettere possono andare bene, ma ho paura che verranno ignorate alla grande. Riusciranno a fare finta di nulla anche se ne arrivano migliaia. Quello che propongo è una manifestazione organizzata che coinvolga tutti. Fare quindi più pubblicità possibile, tenendo fuori i partiti. Manifestazione continua davanti il palazzo della Regione fino a quando si cala le corna, o fino a quando anche tra i tavoli del Parlamento arrivi la nostra voce. Deve essere organizzato tutto per bene: un giorno ne troppo vicino ma neanche troppo lontano, massimo 15 giorni. coinvolgere soprattutto gli studenti di tutte le scuole e i corsi di laurea di tutta la Sicilia.
      In ogni caso facciamo qualcosa…

    66. In questi ultimi tempi ho notato, con somma meraviglia, che a Palermo esistono diversi gruppi attivi che si interessano di argomenti diversi. Oltre a questi esistono gruppi politici diversi con i loro gruppi. Se per una volta tutti, per una cosa che indigna l’Italia intera e non solo Palermo, si unissero verrebbe fuori qualcosa di evidente interesse, che nessuno potrebbe dire che non esiste.
      Condivido per un incontro di “programmazione”, ognuno porti le sue idee e le confrontiamo. non è detto di non far partire più idee, ma bisogna agire e soprattutto non perdiamo tempo in discussioni sterili.

      Decidiamo luogo, giorno ed ora. Anche un posto all’aperto che sia punto di riferimento per tutti non credo sia male, in maniera tale da non rendere pubblico a mezzo mondo l’indirizzo privato di qualcuno.

      Spererei in un’azione senza bandiere. Questa non è un’azione politica, è un’azione popolare.credo che chiunque non approverebbe il comportamento di Cuffaro.

    67. Se capitasse ad uno di noi, di esser condannato, gli Amici non ci guarderebbero più e le persone ci saluterebbero a stento, o forse addirittura cambierebbero marciapiede vedendoci. Invece, in Italia, accade che un Politico venga condannato e gli venga data la solidarietà del Governo e degli altri politici. Accade che Cuffaro venga condannato a 5 anni e che lui rimanga seduto nella sua poltrona. E lui dovrebbe rappresentare me? Io ho la fedina penale pulitissima, quindi non mi rappresenta. Sono disgustata, Povera Patria!

    68. Sembrate tutti dei baronetti seduti comodi nelle vostre sicure case del centro città. A noi gente di periferia (che siamo molti più di voi, purtroppo) nn ce ne frega niente ne di cuffaro ne di questa vicenda. Nella periferia conta di più il fatto che abbiamo una gestione fallimentare di questa città negli ultimi anni, che hanno portato nelle nostre periferie la miseria. Il nostro problema è arrivare alla fine del mese e comunque il fine del mese è un problema perché dobbiamo pensare all’affitto del mese successivo. E non sono le vostre ricche case ma dei buchi negli quale viviamo è da dove rischiamo ad essere buttati fuori casa. Qui l’Azione Giovani, visto che ci siamo, potrebbe chiedere al suo partito un appoggio esterno a questo sindaco assente per motivi personale o meglio vizi personali come qualcuno diceva in precedenza, ed al suo assessore le dimissioni. Questa sarebbe responsabilità. Forse mobilitazioni di questo tipo non sono molto mediatiche o contrari all’orientamento di questo blog, quindi continueremmo a vivere nella nostra miseria. Continuate a fare finta di niente…

    69. Salve a tutti,
      io vorrei fare una riflessione che non so se qualcuno ha già fatto, ma questo è quello che penso.
      Voi dopo aver partecipato alla manifestazione di ieri (in cui comunque vi siete resi conto che la vostra tesi è poco suffragata dall’opinione pubblica siciliana), volete organizzare qualcosa di eclatante che faccia decidere al nostro Presidente (e dico nostro perchè non è solo mio, ma anche vostro) di dimettersi.
      Premesso che mi sembra più che volere le dimissioni del Presidente voi cerchiate visibilità.
      Come dicevo volevo fare una mia riflessione.
      Cosa arrecherebbe più danno alla Sicilia, le dimissioni di Cuffaro, al quale la giustizia italiana permette di avere tre gradi di giudizio, e che quindi un altro collegio giudicante potrebbe assolvere da ogni accusa e cambiare quindi la condanna in piena assoluzione, o il rimanere in sella alla Presidenza della Regione Sicilia, avendo dalla sua il consenso di circa 1.300.000 siciliani che, consapevoli delle accuse (commentando il dispositivo dei giudici a questo punto infamanti) mosse dalla Procura, lo hanno comunque eletto, giudicando quindi la sua persona degna di ricoprire la più alta carica istituzionale siciliana?
      Secondo me il Presidente fa bene a non dimettersi, nel rispetto di tutti i siciliani che l’hanno votato e nel rispetto di tutti coloro che invece non l’hanno fatto, ma che credono che RISPETTARE LA LEGGE, e quindi i tre gradi di giudizio, sia dovere di un’ISTITUZIONE.
      La mia opinione è che voi non state cercando le dimissioni per il buon nome della Sicilia (come dite), ma semplicemente per partito preso, non condividendo la politica, che comunque è da riconoscere come vincente e produttiva (lo dice il consenso elettorale avuto alle ultime regionali), portata avanti da Cuffaro.
      Allora abbiate il coraggio di dire le cose come stanno!!!!
      Non è nascondendosi dietro un dito che si portano avanti attacchi politici di questo tipo, anche perchè se diceste le cose come stanno, magari raccogliereste più adesioni rispetto al centinaio di ieri.
      Io credo che nella vita il RISPETTO (ci tengo a precisare non il “rispetto” ,come qualche mal pensante potrebbe dopo commentare) sia uno dei valori più importanti, per cui rispetto la Procura della Repubblica che ha portato Totò Cuffaro a giudizio, rispetto i magistrati che lo hanno giudicato e condannato, rispetto i tre gradi di giudizio che la LEGGE ITALIANA ci consente, rispetto la decisione del Presidente di non dimettersi e il vostro disappunto rispetto a ciò, confidando sempre nella GIUSTIZIA, come valore assoluto che farà emergere la VERITA’.
      Tentate di educarvi anche voi al RISPETTO, perchè sono convinto che solo in questa maniera riuscirete ad appianare quello che è il vostro pensiero per partito preso e inizierete a far emergere i VALORI, che a mio modesto parere, riesco ad intravedere, almeno in questo momento, solamente in alcuni di voi.
      Giuseppe Piazzese

    70. Caro Piazzese, il Presidente Cuffaro si è comportato come un amministratore infedele: ha favorito imprenditori amici con i soldi di tutti i siciliani (V. vicenda tariffario Santa Teresa che oggi costa molto meno al servizio pubblico). Un amministratore che lavora per sè o per la sua clientela non può continuare a essere l’amministratore di tutti: è Cuffaro che deve rispettare tutti i siciliani e non solo i suoi amici più o meno imbarazzanti. Il problema della Sicilia è che gente come te non capisce (o non ha interesse a capire) questa evidenza.

    71. trovo che piazzese aquesto punto sia incommentabile…
      ma in quale pianeta vive?
      ma di quale rispetto parla?

    72. …e ricordatevi sempre, cari politici, che noi siamo i vostri datori di lavoro e meritiamo rispetto!!e non ci rispettate con un presidente di regione a dir poco “imbarazzante” aggrappato alla poltrona come una patella su uno scoglio.

    73. Vorrei fare una correzione al Sig Donato Didonna:
      il primo grado del processo dice che il Presidente si è comportato come “un’amministratore infedele” come dici tu.
      Ma ci sono ancora due gradi di giudizio in cui la pena, guarda un pò, è sospesa!!!!
      Secondo te che vuol dire?
      Secondo me e secondo la giustizia italiana che che l’imputato ha diritto a ricorrere agli altri due gradi e che quindi viene garantita la presunzione di innocenza fino al terzo grado!!!
      Questa è l’unica evidenza di questo processo.
      X stalker:

      vivo nel pianeta terra e parlo del RISPETTO che ognuno di noi dovrebbe nutrire per l’altro, cosa che in molti di voi non riscontro!!!!

      Giuseppe Piazzese

    74. il rispetto va conquistato…almeno il rispetto che intendo io, credo in buona compagnia.
      o forse parliamo di un altro tipo di “rispetto”?

    75. Trovo che quello incommentabile a proposito del RISPETTO ( e come avevo già precisato non del “rispetto)non sia io!!!
      Cmq ti consiglio di andare a rileggere le cose prima di rispondere a un post e fare considerazioni che hanno precedentemente avuto una risposta.

      Giuseppe Piazzese

    76. Mi piacerebbe sentire l’opinione di persone che hanno sostenuto Cuffaro, nel 2006, ma che non facciano parte attiva del suo entourage. Gente normale che lo ha votato e che adesso, magari, si è sentito tradito.Questi avvocati d’ufficio con la tessera dell’Udc francamente sono poco credibili…e mi viene da pensare che anche loro potrebbero essere “amici” di Aiello… 😐

    77. Caro Piazzese, qui non stiamo parlando di un avviso di garanzia, ma di una condanna, che sarebbe definitiva se non venisse appellata, che ha accertato dei fatti gravi. In tutto il resto del mondo civile un pubblico (o privato) amministratore si sarebbe dimesso: solo qui l’assoluta mancanza del minimo senso civico e morale fa sì che si usi la legge per perpetrare un affronto a tutti i siciliani (che lo capiscano o meno, l’affronto rimane). Non tutto ciò che è legale è anche morale e Cuffaro può pure circondarsi di tutti i crocifissi e santini che vuole, ma continuerà a essere un uomo senza alcuna autorevolezza civica e morale, indegno quindi di rappresentare tutti i siciliani e non solo i suoi elettori.
      Ciò che è morale o giusto non si decide per alzata di mano, ma anche se fosse, tutti i sondaggi invitano oggi Cuffaro alle dimissioni.

    78. Sig. Piazzese, il fatto che sia stato condannato a 5 anni più le pene accessorie indica che un tribunale legittimo abbia ravvisato tra le carte processuali gli estremi per dare quella pena.
      L’unica cosa che NON E’ STATA DIMOSTRATA è la correlazione a cosa nostra.
      Ma resta sempre il fatto che una persona che detiene il potere in questa regione non abbia tenuto una condotta consona ai principi di legalità, che spesso sono usati come slogan della più populista campagna elettorale.
      Il buon senso dovrebbe obbligare questi pubblici amministratori condannati (perchè non è il solo) a dimettersi SPONTANEAMENTE, anche se in primo grado, perchè oltre ad essere amministratore è anche immagine.
      E l’immagine che il presidente Cuffaro (ma non solo lui) da alla regione Sicilia e all’Italia intera è quella della corruzione e dell’impunità nelle istituzioni (V. New York Times).
      Lo dico a lei in quanto rappresentante dei partiti tutti. RIPULITEVI. Perchè il problema grosso è che la misura è quasi (forse) colma e sarebbe auspicabile una soluzione razionale e indolore piuttosto che la terapia d’urto.
      Leggendo in giro è facile percepire un forte malcontento per il livello di corruzione che la società italiana ha raggiunto, e certe cose che si leggono fanno paura.
      Infine, non si perda appresso alla polemica politica da quattro soldi. Perchè in molti dei contestatori c’è la consapevolezza di non poter confidare in una alternativa politica decente. Quindi qua si parla solo della questione giudiziaria.
      Se dovessimo dare un giudizio della politica siciliana da destra a manca credo siamo tutti d’accordo, salvo coloro i quali hanno un tornaconto personale, con l’affermare che quella siciliana sia non-politica. E così pure a livello nazionale. Dal giudizio sulla politica da parte di quei cittadini che sono consapevoli, di voi politici non si salverebbe NESSUNO.

    79. In tutto il resto del mondo, aggiungo, ci sono persone che, per delicatezza istituzionale, si dimettono anche solo se indagate. Per non parlare della sempre citata – solo quando conviene – America, dove basta molto meno per distruggere una carriera politica. In certi casi, ovviamente, è un eccesso. Resta il fatto che un governatore non può ragionare con la logica del privato cittadino. E che una condanna di primo grado finisce col gravare come un’ombra sull’istituzione che rappresenta. Sono concetti elementari. Infatti tutti i commentatori dei giornali – Gds compreso – hanno auspicato le dimissioni del presidente Cuffaro.

    80. Signor Piazzese La prego, in nome del rispetto da Lei invocato: rispetti la nostra intelligenza.

    81. Ragazzi mi permetto di ripostare le parole di Paolo Borsellino relative alla vicinanza di ambienti della politica con ambienti della mafia. Chissà se non ce lo avessero portato via forse oggi le scriverebbe su Rosalio:
      “Vi è stata una delega totale e inammissibile nei confronti della magistratura e delle forze dell’ordine a occuparsi esse solo del problema della mafia […]. E c’è un equivoco di fondo: si dice che quel politico era vicino alla mafia, che quel politico era stato accusato di avere interessi convergenti con la mafia, però la magistratura, non potendone accertare le prove, non l’ha condannato, ergo quell’uomo è onesto…e no! […]Questo discorso non va, perché la magistratura può fare solo un accertamento giudiziale. Può dire, be’ ci sono sospetti, sospetti anche gravi, ma io non ho le prove e la certezza giuridica per dire che quest’uomo è un mafioso. Però i consigli comunali,regionali e provinciali avrebbero dovuto trarre le dovute conseguenze da certe vicinanze sospette tra i politici e i mafiosi, considerando il politico tal dei tali inaffidabile nella gestione della cosa pubblica. Ci si è nascosti dietro lo schema della sentenza, cioè quest’uomo non è mai stato condannato, quindi non è mafioso, quindi è un uomo onesto!”

      Spero che queste parole illuminate servano da monito a quanti ancora si ostinano a difendere la folle teoria del “favoreggiamento semplice”.
      Prima di partecipare alle manifestazioni in ricordo delle vittime della mafia forse bisognerebbe capire le idee degli uomini che hanno servito lo Stato.

    82. quindi piazzese, seguendo le sue argomentazioni, possiamo affermare che al capone non sia stato un grandissimo mafioso sanguinario ma solo un evasore fiscale, visto che riuscirono ad incrimanarlo solo di questo reato.
      ha detto bene tano vitello: rispetti la nostra intelligenza

    83. Spero di riuscire a fare delle interviste nella tua circoscrizione, fra i tuoi elettori, e dimostrarti quali menti sopraffine ti hanno votato.

    84. Credo che i ragazzi di azione giovani diano uno stano significato al concetto di legalità. Hanno votato e fatto campagna elettorale per chi era indagato per mafia e ora chiedono prima le dimissioni poi che AN esca dal governo e dia un appoggio esterno ( un pò confusi ). AN si è già dichiarata nella sua massima espressione che è FINI allora a questo punto i ragazzi di AN dovrebbero uscire dal loro partito e chiedendo di dimettersi a tutti coloro che a vario titolo si trovano nelle Istituzioni, se non quelli eletti dai cittadini almeno quelli nominati.Poi chiedono di uscire dal governo proprio a chi è stato in passato condannato per detenzione di armi. Storace è stato eletto nelle vostre liste anche se indagato per brogli elettorali!!! Più che un atto di onestà elettorale mi sembra pura propaganda.

    85. Scusate onestà intellettuale

    86. Notizia del GDS. Cuffaro fa ricorso in appello anche per quei reati che dovrebbero andare in prescrizione. Vuole confrontarsi e dimostrare la sua innocenza anche se tra qualche mese il codice penale non gli imporrà più di rispondere propriodi quei reati.Testuali parole “Voglio anch’io le mie soddisfazioni e dimostrare la mia innocenza…”
      A cuffaro viene imputato di aver preso soldi affinchè Salvo LIma nel 93 facesse passare un decreto peccato che i pm non si fossero accorti che lo stesso era morto da 2 anni!!!!

    87. Laila ti sei scelta il peggiore esempio perché proprio Francesco Storace si è dimesso.

    88. Da presidente della regione per poi ricandidarsi!!!

    89. ma mentre rispondi ai nostri blog aggiorni anche il sito di Miccichè???

    90. Per quanto riguarda qualche commento di prima che faceva riferimento a coca e non cola. e qualcuno ha difeso dicendo ma la coca è per uso personale beh vi ricordo come qualcun’altro in passato ci ha ricordato che acquistando la droga si finanzi la mafia e mi chiedo pure quanto si possa essere lucidi in parlamentosotto l’effetto di sostanze droganti.

    91. Da persone coerenti dovreste uscire da ALLEANZA NAZIONALE. che a quanto pare non vi rappresenta

    92. 38 di febbre mi hanno tenuto lontana dalla manifestazione di ieri( col cuore ero con voi!) ma do il mio pieno appoggio per qualsiasi azione che INVITI il “CARO Cuffaro” alle dimissioni
      facciamoci sentire…

    93. Noi ci siamo stancati di fiumi di inutili parole, ora di destra, ora di sinistra.
      A Creazzo abbiamo creato questa petizione provocatoria e contiamo che i lettori di questo blog, che pensiamo stufi, tanto quanto noi, possano firmarla per sbatterla in faccia ai nostri politicastri: basta!!!
      http://beppegrillo.meetup.com/459/messages/boards/view/viewthread?thread=4086144

      The Creazzo Beppe Grillo Meetup Group

    94. Aggiorniamo il curriculum di Cuffaro presente sul sito della Regione Siciliana: http://www.petitiononline.com/88888886/petition.html

    95. concordo con gonco:
      gonco scrive:
      20 Gennaio 2008 alle 11:53
      Sembrate tutti dei baronetti seduti comodi nelle vostre sicure case del centro città. A noi gente di periferia (che siamo molti più di voi, purtroppo) nn ce ne frega niente ne di cuffaro ne di questa vicenda. Nella periferia conta di più il fatto che abbiamo una gestione fallimentare di questa città negli ultimi anni, che hanno portato nelle nostre periferie la miseria. Il nostro problema è arrivare alla fine del mese e comunque il fine del mese è un problema perché dobbiamo pensare all’affitto del mese successivo. E non sono le vostre ricche case ma dei buchi negli quale viviamo è da dove rischiamo ad essere buttati fuori casa. Qui l’Azione Giovani, visto che ci siamo, potrebbe chiedere al suo partito un appoggio esterno a questo sindaco assente per motivi personale o meglio vizi personali come qualcuno diceva in precedenza, ed al suo assessore le dimissioni. Questa sarebbe responsabilità. Forse mobilitazioni di questo tipo non sono molto mediatiche o contrari all’orientamento di questo blog, quindi continueremmo a vivere nella nostra miseria. Continuate a fare finta di niente…

    96. Cara Eli ci terrei a precisare che è una sentenza di primo grado…come ben vedo dal tuo aggiornamento sopra citato in merito al curriculum, già dai tutto per scontato…potresti farlo solo alla fine del processo…poi fate voi…

    97. Pure il piccolo fiammiferaio di AG…sdegno, rimbrotto e disapprovazione, una città a maggioranza qualificata di vecchie zie…

    98. Le garanzie volute dal nostro ordinamento, con la previsione dei tre gradi di giudizio, non significano che dobbiamo aspettare il “giudicato” per sapere se Cuffaro sia moralmente e civilmente degno di rappresentare tutti i siciliani (e non solo chi lo bacia e lo vota). La domanda che tutti i difensori da strapazzo di Cuffaro dovrebbero onestamente porsi oggi è perchè negli USA, in Gran Bretagna, in Francia, Germania, ecc. un politico nella situazione in cui si trova oggi Cuffaro avrebbe rassegnato le dimissioni e qui invece si vuole sospendere anche il giudizio civile e morale oltre a quello processuale? Accà nisciuno è fess: ricoprire un incarico istituzionale non è un diritto fondamentale dell’individuo, ma un onere ed un onore.

    99. Laila credo di avere capito dove vuoi andare a parare ma non credo che ci riuscirai perché ti mancano elementi. Rischi una figuraccia, fidati. 😉 Non aggiorno il sito di Micciché, perché dovrei (e come potrei?)?

    100. Cuffaro è stato chiaro fin dall’inizio, se fosse stato condannato per mafia si sarebbe dimesso.
      La sentenza non è stata di questo esito..ergo…
      Se la gente non lo voleva non lo avrebbe votato poco più di 1 anno fa, adesso aspettiamo gli altri gradi di giudizio e poi commentiamo

    101. Per Piazzese. Ci terrei a precisare 2 cose. 1) Io ieri ho suggerito fortemente di organizzare una grande manifestazione cercando di coinvolgere tutti e non perchè sono in cerca di visibilità, mi basta stare in mezzo o nell’ultima fila e non essere ripresa. Visibilità di chi? Dei Siciliani? dobbiamo sorbirci Cuffaro che trasforma una sconfitta in vittoria, quasi un merito in più e non dire niente? Poteva dire non mi dimetto perchè mi piace stare lì, ma no non mi dimetto perchè mi hanno votato 1 milione e mezzo di siciliani, oppure i siciliani mi conoscono. I siciliani lo hanno votato prima di questa condanna, forse qualcosa adesso è cambiato.
      2) Io l’ho votato e quindi mi posso permettere maggiormente di contestarlo.
      Come vede in questo blog non siamo 4 comunisti invidiosi e inc…ati.

    102. Lungimirante fu la “chiarezza” di Cuffaro… La sua dichiarazione faceva riferimento al favoreggiamento AGGRAVATO. Toh, guarda… nell’accusa del 18.01 non si parla di aggravante… beh.chissà!

    103. Ma scusate piazzese chi è?
      e inoltre
      Da dove viene?

    104. cioè un consigliere comunale di circoscrizione?
      C’e’ i muariri

    105. Comunque se non ci muoviamo non succederà nulla. Non lo sfiduceranno in Parlamento perchè questo vorrebbe dire andarsene tutti a casa, e non conviene a nessuno perchè tra 5 mesi gli scatta la bella pensione per tutti. Dopo succederà il casino, perchè non lo vuole nessuno, nemmeno forza italia, sempre che non lo arrestino prima, considerato il fatto che è stata aperta una nuova indagine.
      Non lo avete visto in tv? Parlava con un filo di voce, è politicamente morto e sa di esserlo, è questione di tempo…ma non possiamo rischiare e soprattutto bisogna dimostrare che la Sicilia non è più quella di una volta, la cultura del silenzio deve finire.

    106. @elettore di cuffaro
      a questo punto e vista la sentenza, il tuo caro presidente non dovrebbe appigliarsi a una promessa fatta;
      adesso e dico adesso i siciliani vogliono che levi le tende (e presto anche)chi lo abbia votato un anno fa nn importa più
      adesso non è piu gradito

      p.s. io nn l’ho votato!

    107. mi siddia lòeggermi tutte le risposte e dico la mia NON a ragion veduta!

      Ma io vorrei capire! Tutti lo odiamo, tutti lo schifiamo…ma sto 60 e rotti percento di voti…CHI CASPITA GLIELI HA DATI!?!?!?

      Del resto come dice la spassosissima mail che gira in rete in questi giorni

      sei di palermo se… ” no quest’anno non ci voto per cuffaro e amici”, ma poi di accorgi che dai risultati ha preso il 70%!!

      W PALERMO!!!

      @Goku: vah una cosa… se ti faccio una bella foto presa dall’alto e con l’inquadratura giusta ti faccio sembrare un gruppo di 15enni che parla a piazzetta Bagnasco un esercito di 150.000 soldati pronto per andare in Iraq! Credimi! La fotografia è un’arte…e se ne conosci i segreti puoi fare questo ed altro!!

      ps: ma credete sul serio che facendo una petizione tirate giù un governo?

    108. Comunque non bisogna perdere troppo tempo,stabiliamo un giorno, di pomeriggio , e incontriamoci a Piazza Castelnuovo per discutere sul da farsi. Avrei un’altra idea, acquistiamo una pagina su un giornale e chiediamo a Cuffaro di dimettersi,firmando o “la Sicilia che ti conosce” oppure “La Sicilia indignata” o qualcos’altro che avete da suggerire.

    109. Prima di chiedersi chi possa essere il Sig. Giuseppe Piazzese, abbiate rispetto per chi come lui si firma col nome e col cognome. Poi abbiate rispetto per le sue opinioni che sono simili a quelle di tanti altri, che non scendono al livello di alcuni di voi all’interno di questo blog. Caro Rosalio credo sarebbe corretto rimuovere la foto dove si insinua che il Presidente della Regione sia un delinquente. Tranne che nel dispositivo di sentenza ci sia scritto anche questo.

    110. Come al solito approvo in pieno quanto scritto da Puglisi e Didonna.
      Responsabilità GIURIDICA (leggi: sentenze di condanne ancorché suscettibili di appello e cassazione) e responsabilità POLITICA (leggi: idoneità al governo espressa sulla base di valutazioni che hanno a fondamento l’etica, la morale e in ultimo l’opportunità) significano cose ben diverse e viaggiano su binari necessariamente paralleli.
      Se se ne sono accorti perfino al GDS, il che è tutto dire.
      Il fatto di avere ricevuto 1.300.000 voti non può e non potrà mai essere sufficiente a fungere da “lavacro” ipocritamente e fintamente “democratico” per non inchiodare TVV (Totò Vasa Vasa) alle sue responsabilità POLITICHE. Un voto popolare non ha la stessa valenza, né tantomeno potrà mai averla nelle moderne democrazie occidentali, di una sentenza della magistratura. Altrimenti, possiamo perfettamente azzerare il principio di uguaglianza, quello di legalità, e rimettere l’orologio della storia a prima del 1789. Oppure rimanere nel 2008 ma cominciare a ragionare da repubblica delle banane quale sostianzialmente ci accingiamo a diventare.
      Vorrei inoltre aggiungere altri argomenti all’opportunità che Cuffaro lasci la carica di Presidente della Regione che si ostina a ricoprire (visto che c’è qualcuno che continua a fare orecchie da mercante):
      -il reato di favoreggiamento appartiene alla categoria dei reati contro l’amministrazione della giustizia, ergo contro lo Stato inteso come istituzione: può secondo voi TVV continuare a fare il presidente della Regione (e quindi di un “pezzo” dello Stato) dopo una condanna del genere?
      -ragionando come fa Cuffaro, sia Storace quand’eraministro della Sanità sia Mastella da ministro della Giustizia non si sarebbero dovuti dimettere: e invece, correttamente, lo hanno fatto da semplici INDAGATI.
      -il processo ha dimostrato che Cuffaro aveva rapporti ACCLARATI con personaggi meno che raccomandabili: quindi delle due l’una, o era ben consapevole di chi aveva di fronte (e questo sarà il tema del giudizio di appello: Messineo ha già annunciato che la Procura appellerà la sentenza nella parte in cui non ha riconosciuto l’aggravante che TVV abbia favorito l’organizzazione mafiosa) oppure è un fesso sesquipedale. Tertium non datur. Ora, chiedo: può una persona del genere continuare a fare il presidente della regione? Avremmo due alternative: essere governati da un delinquente. Oppure da un fesso.
      -perfino nella sua coalizione politica, sono cominciati i distinguo e le prese di distanza da parte dei suoi alleati: segno che quando è troppo è troppo.
      Per concludere, mi rivolgo ad personam a tale Piazzese: nessuno sostiene che Cuffaro non abbia diritto a difendersi e protestare la sua innocenza fino in Cassazione. Ci mancherebbe.
      Ma lo può fare da solo. Senza trascinare l’istituzione che presiede in un girone dantesco di cui, francamente, non si vede il bisogno.
      Ovviamente non lo farà: perchè la dignità, così come il coraggio di donabbondiana memoria, se uno non ce l’ha non può darsela.
      Unicuique suum.

    111. Si dovrebbe censurare una foto di un manifestante?
      Roba da terzo reich

    112. Sono a favore di una manifestazione contro Cuffaro, non perchè ciò può servire a farlo dimettere, ma per lanciare un messaggio che in Sicilia non ci sono solamente i Sigg. Piazzesi.
      Vi sembra poco?

    113. Porca miseria, me la sono persa!!! Vedi che succede a non collegarsi ogni giorno su Rosalio!
      Comunque mi sento moralmente presente alla manifestazione. E’ semplicemente incredibile che un cavillo tecnico-giuridico faccia la differenza per essere rappresentati da un delinquente (almeno secondo il primo grado di giudizio) o da un mafioso.
      Ma cosa possiamo aspettarci da questa gente? Siamo noi che non dobbiamo permetterlo, quando siamo in quella maledetta cabina elettorale e ricordarcene.

      Un cittadino con poche illusioni.

    114. Una proposta, e se dopo quella terribile foto pubblicata da Repubblica, in cui il, Ahimè! nostro, Governatore, offre e mangia cannoli per festeggiare di essere stato riconosciuto delinquente ma non mafioso, propongo la seguente cosa: NON MANGIAMO CANNOLI FINO AL PROCESSO D’APPELLO! Perchè ancora una volta il cannolo è il simbolo di una certa Sicilia, quella che non ci piace…

    115. NIENTE PIù CANNOLI FINO AL PROCESSO D’APPELLO!

    116. fACCIAMO la dieta della giustizia: NIENTE PIù CANNOLI FINO AL PROCESSO D’APPELLO!

    117. per chi non l’ha letto, un bell’articolo su Puffaro
      http://palermo.repubblica.it/dettaglio/Lirresistibile-ascesa-del-golden-boy-cresciuto-nei-forzieri-della-Regione/1415695

      ps quella trasmissione me la ricordo…e a Puffaro in pochi gli avrebbero affidato anche solo una macchina da parcheggiare, cosa è successo nel frattempo?

    118. çlofranco
      piazzese si firma perchè cerca gloria essendo politico e “consigliere”.

    119. No signor Piazzese, la presunzione d’innocenza evita all’imputato la pena detentiva ma il rapporto di fiducia che c’è tra un governatore regionale e i suoi concittadini è leso fino a prova contraria. E’ governatore di tutti i siciliani (=riponiamo in lui la nostra fiducia) fino a quando non ci sono elementi per perderla, la fiducia. Mi dica, signor Piazzese: perché adesso io dovrei aver fiducia nel governatore? Per me, fino a prova contraria, egli ha rivelato dei segreti d’ufficio e non una sola volta. Mi dica che mi sbaglio, per favore.

    120. : NIENTE PIU’ CANNOLI FINO AL PROCESSO D’APPELLO!
      Per il dessert solo ” aPROFITTEROL”
      LA SITIUAZIONE NON E’ TRAGICA ma solo ridicola. VERGOGNA!!!!!!!!!
      DIMISSIONI SUBITO

    121. dimenticavo, signor Piazzese, dimissioni anche per la politica, vedi per esempio 4 termovolarizzatori quando la produzione di rifiuti in tutta la Sicilia ne richiederebbe 2 o forse meno. Il doppio delle spese per l’erario, il doppio dei guadagni per le poche imprese che ci lavoreranno. Sicuramente anche il doppio dei posti di lavoro, ma a che prezzo? Il doppio della diossina etc etc smetto di sgranare il rosario … ma queste valutazioni le ha fatta una commissione imparziale? Come sono saltati fuori ‘sti numeri?

    122. Giovanni non c’è scritto nel manifesto a chi si riferisce. È una foto della manifestazione, ritengo di potere, anche per dovere di cronaca, pubblicarla e che non sia lesiva dell’immagine di alcuno.

    123. E’ veramente assurdo vedere, come certe persone ,per avere visibilita’ nn perdano tempo ad invitare il proprio presidente della regione a dimettersi. Mi riferisco alla petizione che Azione Giovani sta portando avanti!! Io vedo in questo gesto veramente poca coerenza soprattutto perche’ tutti i vertici di An si sono espressi in maniera solidale nei confronti del Presidente.
      Io inviterei i nostri amici a spiegarci cosa ne pensano della posizione dei vertici del loro partito… e se vogliono realmente lanciare un messaggio forte li inviterei a lasciare il loro partito..
      Poi entrando nel merito della sentenza,indubbiamente si prende atto della condanna, ma nello stesso tempo si prende atto della assoluta estranieta’ del presidente negli affari di mafia…
      Come spero sappiate ,inoltre , il nostro sistema giudiziario prevede ben altri 2 gradi di giudizio…. questo sistema e’ stato fatto proprio per dare la possibilita’ al condannato di potere dimostrare la sua completa innocenza…
      quindi fatte queste rifflessioni invito tutti gli amici del blog
      a nn dare giudizi privi di fondamento…

    124. @donato didonna
      …secondo te negli usa, in gran bretagna, in germania ecc. si sarebbe mai potuto vedere un magistato che mentre indaga su un presidente della regione partecipa in modo eclatante alle manifestazioni politiche organizzate dal suo avversario politico? Purtroppo per episodi come questo la giustizia oggi in italia vacilla e non si comprende più bene qual’è il confine tra magistratura e politica, tra ricerca della verità e costruzione di teoremi per abbattere determinati uomini politici….Posto che io ho fiducia piena nella magistratura pulita, in tutti quei magistrati bravi e onesti che fortunatamente abbiamo…credo che sia necessario fare una lunga riflessione su tutto questo..
      @abacuc
      Cuffaro chiede 4 termovalorizzati per evitare che la sicilia possa diventare come la campania…E poi i termovalorizzatori non sono alternativi alla raccolta differenziati ma dovranno serviti per tutti quei rifiuti che non si possono riciclare. I rifiuti oggi o li sotterriamo o li bruciamo non ci sono alternative…se non quelle dell’attuale pietoso scenario campano. E poi non so se ti sei abbastanza documentato ma l’inquinamento che oggi più arrecare un termovalorizzatore è ridotto al minimo e non è ritenuto pericoloso.(come ha sostenuto anche veronese)

    125. @Giovanni Lo Franco:
      *******************************************
      Con il conforto di De Mauro:
      DELINQUENTE:
      http://www.demauroparavia.it/31150
      DELINQUERE:
      http://www.demauroparavia.it/31153
      DELITTO:
      http://www.demauroparavia.it/31167
      *******************************************
      si può affermare in tutta certezza che il termine usato, anche se colloquiale e poco tecnico (impossibile trovarlo in una sentenza di un tribunale), sia corretto.

    126. Volevo chiarire alcune cose sulla posizione di Azione Giovani: intanto AG non è il partito dei piccoli nel senso che ha assoluta indipendenza, la sua base militante e la classe dirigente ragionano, discutono ed il movimento assume delle posizioni. Se queste non sono uguali a quelle di An non per forza si deve uscire dal partito ma si combatte affinché esse possano essere condivise dalla maggioranza. Non credo che chi si iscrive ad un partito deve condividerne la totalità delle scelte. Non si è coerenti se si china il capo ai big ma se si crede in dei valori e si lotta per affermarli. Credo ogni uomo è libero di avere un suo pensiero, di valutare ciò che è giusto e ciò che non lo è. Se poi si vuole polemizzare a tutti i costi con Azione Giovani è un altro discorso.

    127. Secondo me siamo sciocchi a lamentarci,non apprezziamo abbastanza quanto la sicilia è straordinaria.
      Pensate,in quale altro posto sperduto e scognito del mondo c’è come governatore un condannato a 5 anni e non si dimette perchè:
      _I siciliani mi conoscono e mi vogliono bene-
      Ragazzi,apriamo gli occhi siamo davvero delle mosche bianche!
      Mischino u’zio totò,andiamoci a dare quattro vasate!

    128. “secondo te negli usa, in gran bretagna, in germania ecc. si sarebbe mai potuto vedere un magistato che mentre indaga su un presidente della regione partecipa in modo eclatante alle manifestazioni politiche organizzate dal suo avversario politico?”

      @laila, sbaglio o hai appena ascoltato tutte le str***te che casini ha appena detto da fazio?
      continuiamo a bercele tutte, mi raccomando!!

    129. …dopo di lui arriverà un altro totò vasa vasa e nulla sarà cambiato…

    130. Ragazzi penso che sia doveroso da parte dei SICILIANI e in particolare di Noi giovani manifestare un profondo dissenso verso 1 presidente della regione che festeggia per essere stato condannato per aver favorito dei boss…voglio e pretendo di essere rappresentato da 1 persona perfettamente “pulita” e non da 1 presidente che ha rivelato segreti d’ufficio a mafiosi!
      ORGANIZZIAMO 1 GRANDE MANIFESTAZIONE…non possiamo far passare tutto ciò come se fosse normale!

      mi raccomando…aggiorniamoci!

      Federico

    131. Per stasera vado a nanna, sognerò, sognerò di sbarcare a villa s. giovanni venendo dal continente e trovare subito la segnaletica : ” SICILIA regione decuffarizziata”.
      sognerò… .
      sognerò….

    132. Credo che sia necessaria una precisazione: la presunzione di non colpevolezza sancita dalla costituzione in questo momento impedisce di dare del delinquente a Cuffaro, per cui rimuoverò commenti che lo facciano (come ho già fatto). Vi prego di fare attenzione.

    133. Organizzare una grandissima manifestazione coinvolgendo tutti i siciliani: tutti vestiti a lutto per la vergogna!

    134. @Rosalio:
      puoi levare anche il mio, dato che per la “presunzione di non colpevolezza” ancora tecnicamente non può essere definito con quel termine.
      Certo chi non è pratico di queste cose non credo si faccia molti problemi ad usarlo. Nè credo che possa cogliere tale sottigliezza.
      La condanna, anche se di primo grado, avrà delle basi concrete.

    135. L’inquinamento non è dannoso (entro certi limiti) se il TV brucia i rifiuti secondo i criteri stabiliti dalla normativa nazionale ed europea. Il governatore chiede 4 TV ma il piano regionale dei rifiuti non sembra corrispondere né alla normativa nazionale né a quella europea e perciò è stata avviata una procedura d’infrazione in sede UE a Bruxell. In Sicilia si darà la priorità all’incenerimento, che secondo la normativa è invece l’ultima fase del ciclo di smaltimento (che in Sicilia non è stato neanche pensato, non dico progettato). Di conseguenza i TV bruceranno rifiuti che non dovrebbero, con aumento della produzione in aria di diossina e di particolato ultrafine, in parte assorbiti dai filtri che però dovranno essere sostituiti con una frequenza ben maggiore rispetto a quanto è previsto (chi paga?) e con conseguente riempimento anticipato delle discariche (il residuo di combustione è tra il 15 e il 20%, da interrare in discariche controllate perché altamente tossico. Per capire come ci si è mossi in Sicilia vi annoio con un estratto di un articolo che linko alla fine. “… le quantità che la Regione s’è impegnata a conferire alle quattro Associazioni Temporanee di Imprese che dovranno trattare i rifiuti sono praticamente pari al totale di quelli prodotti in Sicilia, con l’esclusione della piccola quota di raccolta differenziata che attuano i comuni e che, notoriamente, non supera il 6%. La capacità d’incenerimento degli impianti è addirittura superiore al totale dei rifiuti prodotti in Sicilia. Per essere ancora più chiari, il sistema è stato studiato per consegnare nelle mani delle imprese per i prossimi vent’anni, a partire dal 31 marzo 2004 o da quella data in cui verranno superate tutte le difficoltà insorte nel frattempo, l’intero settore dello smaltimento – dal trasporto alla discarica e all’incenerimento. E tutto ciò prevedendo a favore delle imprese garanzie più che straordinarie. Per esempio:
      a) la tariffa viene ritoccata al rialzo anche se diminuisce il quantitativo dei rifiuti conferiti – paradossalmente, più differenziata fai e più ti aumenta la tariffa;
      b) un impegno della Regione assolutamente acritico affinché “ le aree di interesse dell’Operatore Industriale siano rese disponibili, unitamente a tutte le autorizzazioni e permessi necessari alla realizzazione del Sistema e permettere il corretto svolgimento delle attività su tali aree senza impedimenti ed entro i termini previsti”. Un impegno che già faceva presagire il rigetto di qualunque fondata obiezione dei cittadini e delle collettività locali sulla scelta dei siti già fatta in splendida solitudine dall’Operatore Industriale e che ha prodotto pareri favorevoli a difettose Valutazioni d’Impatto Ambientale;
      c) nessuna penalità per il fermo impianti (basterà dire che si tratta di manutenzione), neppure a seguito di un eventuale sequestro della Magistratura;
      d) la promessa che quando l’Operatore si sarà stufato di continuare l’attività o (solitamente dopo dieci anni) non troverà conveniente rinnovare il termovalorizzatore, la Regione subentrerà nella proprietà degli impianti acquistando i ferrivecchi o pagando il canone di locazione;
      e) un organismo di vigilanza nominato dal Commissario delegato ma pagato dall’Operatore Industriale.”

      Chi ha letto fino in fondo, che opinione si è fatto?

      http://eddyburg.it/article/articleview/3381/0/150/

    136. ok rosalio, messaggio ricevuto.
      il mio post è già stato giustamente rimosso.
      troverò dei sinonimi legalmente e compatibili per esprimere lo stesso concetto. W i cavilli!! 😉

    137. ANSA) – PALERMO, 20 GEN – I sostituti della procura della Repubblica a Palermo stanno valutando se richiedere al Commissario dello Stato l’applicazione della legge che prevede la sospensione dalla carica di presidente della Regione per Salvatore Cuffaro, dopo la condanna a cinque anni per favoreggiamento.
      La legge cui i magistrati fanno riferimento e’ la numero 55 del 1990 (Nuove disposizioni per la prevenzione della delinquenza di tipo mafioso e di altre gravi forme di manifestazione di pericolosita’ sociale), successivamente modificata con decreto legislativo del 18 agosto 2000, in cui pero’ e’ stato lasciato inalterato il punto che riguarda i consiglieri regionali condannati per favoreggiamento.
      La procedura prevede che debba essere la procura della Repubblica o il Tribunale a segnalare la vicenda al Commissario dello Stato che a sua volta la gira alla Presidenza del Consiglio che deve adottare il provvedimento di sospensione.

    138. @laila: il tuo ragionamento porta anche alla conclusione opposta, si potrebbe supporre che il politico di un determinato partito non sarà indagato da un magistrato che simpatizza per quello stesso partito. In un caso o nell’altro spero che ciò non accada.

    139. Da un’ANSA di un’ora fa la Procura starebbe valutando la possibilità della richiesta di sospensione per Cuffaro.

      Atreju

    140. ops…. troppo tardi

    141. Ora un legale ci dovrebbe spiegare in questo iter chi deve e chi può.
      Cioè: quella della procura è una richiesta o un provvedimento? Il Commissario può o deve trasmettere? La Presidenza del Consiglio ha una discrezionalità una volta ricevuta la eventuale pratica?
      Attendiamo volenterosi.

      Atreju

    142. Allora giusto per fare qualche precisazione:

      1) Io non mando avanti nessun lacchè(semplicemente non sto tutta la giornata davanti al pc).

      2) la convergenza di opinioni è una cosa che esiste, esiste per voi che chiedete dimissioni per partito preso, esiste per chi vuole invece, aspettando che venga dimostrata la sua totale innocenza nei gradi di giudizio successivo, che il governatore rimanga tale nel rispetto della Sicilia e del risultato elettorale, che ha dimostrato una vittoria schiacciante.

      3) Io non metto il mio nome perchè perchè cerco “gloria essendo politico e consigliere, anche perchè sarei stupido a farlo in questo blog e soprattutto in questo post, in cui emergono per lo più opinioni tendenti alle dimissioni, quindi non comprendo la “gloria”.
      Oltretutto se così fosse, alla ricerca di “gloria” saremmo in tanti e per rispetto di tutti ve li metto in ordine alfabetico:

      Didonna Donato
      Gentile Davide
      La Mantia Mauro
      Lo Franco Giovanni
      Puglisi Roberto
      Scognamillo Marco

      La “gloria” non la cerco e soprattutto non su internet, la mia soddisfazione è riuscire a parlare con la gente, riuscire a soddisfare le loro necessità e lasciare un ricordo positivo in loro, e questo non lo faccio su internet ma nella vita di tutti i giorni.
      Questo è quello che mi chiede il mio mandato istituzionale!!!

      Metto il mio nome semplicemente perchè mi assumo le responsabilità di ciò che dico, consapevole di avere un ruolo istituzionale e politico.

      4)GOKU scrive:

      Spero di riuscire a fare delle interviste nella tua circoscrizione, fra i tuoi elettori, e dimostrarti quali menti sopraffine ti hanno votato.

      Premesso il fatto che dovresti avere rispetto per i tuoi concittadini che vivono nella mia circoscrizione.
      Premesso che nella mia circoscrizione risiedono molte menti sopraffine che tu sicuramente non conosci e che non puoi permetterti il lusso di schernire.
      Premesso che mi farebbe molto piacere che tu venissi a fare delle interviste nella mia circoscrizione, così come nelle altre, in modo da iniziare a stare in mezzo alle PERSONE, cosa che io faccio da sempre e che mi pare a te manchi da molto e in modo da iniziare a comprendere che non tutti la pensano come te a proposito delle dimissioni, ma che c’è tanta gente che vuole che Cuffaro rimanga al suo posto.
      Premesso tutto ciò ti chiedo di farlo e di rivelare l’esito di queste tue interviste, con l’onestà intellettuale, di pubblicarle tutte e non solo quelle che tifanno comodo.

      5) Io continuo comunque a non comprendere una cosa, o per lo meno, la comprendo ma la vorrei esplicitata da voi e da tutti coloro, esponenti politici compresi, che chiedono le dimissioni di Totò Cuffaro:
      Come mai, nonostante il Presidente avesse dichiarato già da diverso tempo che si sarebbe dimesso solo in caso di “favoreggiamento aggravato”, si levano solo adesso parole di indignazione rispetto alla sua non volontà di dimettersi?
      Come mai?
      Forse tutti voi che credete nella giustizia, lo davate già per condannato prima della sentenza?

      Noi che crediamo nella GIUSTIZIA, il Presidente per primo, abbiamo accettato il giudizio della corte, non spendendo una parola nei confronti della magistratura inquirente così come della magistratura giudicante, anzi Cuffaro ha già dichiarato che non si avvarrà della prescrizione, nonostante sia suo diritto farlo, perchè certo che la VERITA’ trionferà!!!
      Questo è l’atteggiamento di chi sa in cuor suo di essere colpevole o quello di chi confida nella GIUSTIZIA, consapevole che comunque rischia una condanna che altrimenti non arriverebbe?????

      Giuseppe Piazzese

    143. >anzi Cuffaro ha già dichiarato che non si >avvarrà della prescrizione, nonostante sia >suo diritto farlo, perchè certo che la >VERITA’ trionferà!!!

      Oddio! Siamo arrivati pure al DIRITTO alla prescrizione ???

    144. Vi prego di essere rispettosi nei confronti degli altri commentatori, grazie.

    145. Il sig.Piazzese e altri fans del governatore fanno giustamente riferimento al milione e trecentomila elettori che lo hanno scelto.
      Ho la fottuta idea che se fosse provato il collegamento mafioso, gli elettori anzichè diminuire potrebbero anche aumentare. Povera Sicilia!

    146. @ piazzese (o piazzista?)le rispondo
      1) non ha bisogno di mandare avanti lacchè perche lei è un lacchè. un miracolato della politica. ma la pacchia sta finendo
      2)noi non chiediamo dimissioni per partito preso. chiediamo giustizia e rispetto per le istituzioni.
      3) sul suo ruolo istituzionale si sciacqui la bocca, lei il suo capo e il suo partito le istituzioni le state infangando.
      4) sorvolo, lei che parla di onestà intellettuale è di una noia mortale.
      5)bla…bla..bla..reiterato alla ennesima potenza…politichese asfittico…retorica spicciola che nega le evidenze..ma non si annoia ad ascoltarsi?
      6)lo aggiungo io: ha mai lavorato in vita sua o ha solo fatto il “politico”.
      mi scusi ma leggendo i suoi post la domanda è lecita.
      BUON LAVORO
      e non continui con la solfa del rispetto ma faccia autocritica e impari lei a rispettare ed ascoltare!!

    147. zelig, hai centrato il problema!

    148. @ Rosalio . Sono felice che nessun altro potrà dare del delinquente al Presidente Cuffaro, hai ragione sul fatto che non c’è il suo nome sul cartellone della manifestazione, ma è pur vero che la manifestazione e il post sono contro… o su di lui, quindi sarei felice che tu lo rimuovessi. Grazie

      @ GOKU . Non meriti nemmeno risposte, abbiamo 2 diverse culture , nella mia si ascolta si parla e si dissente, ma sempre nel massimo rispetto e nella massima educazione…. mi dispiace per te, c’è tempo per migliorare.

      @ Azione Giovani . Non sono per nulla sorpreso dal Vostro atteggiamento, Voi come la sinistra non avete aspettato il processo, avete subito marchiato il Presidente Cuffaro come mafioso, sin dalla campagna elettorale, dimenticando forse la strumentalizzazione nata attorno al cognome Borsellino, da Voi spesso citato.

    149. dimenticavo piazzese, gradirei una sua risposta sulle responsabilità di al capone, secondo me era solo un evasore fiscale.

    150. @Il Leone. La condivisione è reciproca.
      @Laila. Il magistrato in questione avrà pure sbagliato sotto il profilo dell’opportunità, ma Cuffaro è stato giudicato da un intero collegio.
      @Piazzese. Vedo che per comprensibile mancanza di più solidi argomenti, eludi la questione vera: l’idoneità morale e civile di Cuffaro a rappresentarci tutti (anche se avesse avuto tre milioni di voti!).
      @Rosalio. Vedo che si sta sviluppando un processo di piazza (virtuale) a Cuffaro, con tanto di difensori e di accusatori. I commenti ad un post sono però inidonei a reggere un dibattito più articolato: perchè non apri un apposito forum?

    151. Egregio stalker,
      NON LE PERMETTO DI RIFERIRSI A ME IN QUEL MODO, IO NON CONDIVIDO, MA RISPETTO IL SUO MODO DI VEDER E LA SUA PERSONA, PRETENDO ALTRETTANTO!!!!!
      NON SONO IL LACCHE’ DI NESSUNO E LA MIA VITA LO DIMOSTRA, DICO SOLO CIO’ CHE PENSO!!!!!
      LE ISTITUZIONI PENSO LE ABBIA INFANGATE QUALCUN ALTRO, CHE SPERANDO IN UNA CONDANNA DI CUFFARO, CON SUCCESSIVE DIMISSIONI, AVEVA GIA’ INIZIATO LA SUA CAMPAGNA ELETTORALE… CI SARA’ RIMASTO/A MALE!!!
      MI RENDO CONTO CHE L’ONESTA’ INTELLETTUALE E’ COSA CHE NON LE APPARTIENE PER CUI LEI ANZICHE’ MANIFESTARLA CI SORVOLA SOPRA!!!!
      IO NON MI ANNOIO A FARE LE MIE RIFLESSIONI E NON LO FANNO NEANCHE I TANTI AMICI CHE MI STANNO A SENTIRE, MI ANNOIO PIUTTOSTO A LEGGERE I SUOI COMMENTI CHE HANNO MOLTO DI DEMAGOGICO E POCO DI REALE E VENGONO FUORI SPESSO PER PARTITO PRESO!!!
      GIUSTO PER ULTIMO, ANCHE SE NON MERITEREBBE RISPOSTA, NON HO SOLO FATTO IL POLITICO, ANCHE SE LA POLITICA NEL SENSO ARISTOTELIANO DEL TERMINE SCORRE DA SEMPRE NEL MIO SANGUE, LEI PIUTTOSTO FA DA SEMPRE DEMAGOGIA O SI DEDICA ANCHE A RIFLESSIONI CHE VANNO AL DI LA DI CIO’????

      GIUSEPPE PIAZZESE

      P.S. Chiedo scusa a Rosalio per i toni elevati, ma con certa gente è difficile mantenere la calma, soprattutto quando più che fare delle serie riflessioni e rispettare l’opinione degli altri, blaterano.

    152. @Piazzese: spiegare perché nel caso del favoreggiamento aggravato si sarebbe dimesso e col favoreggiamento semplice no. Se il vostro criterio è “innocente fino a prova contraria” allora non si sarebbe dovuto dimettere comunque. Se il criterio è etico, “favoreggiametno semplice” e “rivelazione di segreti d’ufficio” sono approvati dal suo elettorato? Perché delle due può essere vera solo una: o tenete comunque conto della sentenza di primo grado oppure non ne tenete conto. Si ha la sgradevole impressione, non il dubbio (non mi sfiorerebbe mai!) che l’elettorato UDC sia indifferente in materia di legalità.

    153. Egregio Abacus,
      la questione delle dimissioni è una cosa assolutamente personale di Cuffaro.
      Se devo esprimere il mio parere, anche se fosse stato condannato per favoreggiamento aggravato, non avrei voluto si dimettesse da presidente, perchè sono convinto della sua totale innocenza, ma questo è il mio giudizione personale.
      Per quanto riguarda la sua “sgradevole impressione in materia di legalità” le ricordo che Cuffaro non è stato votato solo dal popolo UDC, ma da quello di tutta la casa delle Libertà.
      Per quanto riguarda la nostra opinione in materia di legalità vada a leggere ” il nostroo no alla mafia: dalle parole ai fatti”, in cui sono racchiusi tutti i provvedimenti presi dal governo Cuffaro a favore della legalità e si colleghi poi al sito http://www.giovaniudc.splinder.com/ nel qule potrà trovare le nostre iniziative a favore della legalità.

      Giuseppe Piazzese

    154. egregio piazzese noto con dispiacere che siamo arrivati alle urla.
      per quanto mi riguarda la demagogia appartiene a lei.
      forse a me l’irreverenza, ma sono peccattucci espiabili con qualche avemaria e un vassoio di cannoli.
      lei si annoia a leggere i miei commenti io mi faccio il sangue amaro a leggere i suoi.
      la differenza tra me e lei è che lei dovrebbe rappresentarmi e lavorare per il mio/nostro bene/interesse/sviluppo invece di difendere l’indifendibile. da che parte sta la demagogia? direi anzi l’opportunismo.
      saluti

    155. Giuseppe,
      condivido in gran parte ciò che dici. Si mette nome e cognome per prendersi la responsabilità di ciò che si dice non per farsi pubblicità ed a Goku dico: attento a fare della facile ironia su eletti ed elettori, la democrazia è un pessimo sistema ma è l’unico praticabile. Se poi gli eletti sono quello che sono (nessun riferimento personale ai presenti), non è che gli elettori siano meglio ma attento, fra gli elettori ci stiamo tutti….
      Sul punto delle dimissioni di Cuffaro credo che il problema sia che il discorso sulle dimissioni non è mai stato chiaro sino in fondo e comunque non sarebbe stato utile polemizzare su questo prima della sentenza mentre lo diventa adesso.
      Solo ti invito a non pensare che chiunque sia per le dimissioni di Cuffaro, lo sia a prescindere o per partito preso, io ad esempio rifiuto l’etichetta di anti-cuffariano. Credo sia un politico intelligente e che abbia fatto molte scelte condivisibili ma su questo argomento, mi spiace, non sono daccordo. Essere inquisiti è una cosa, essere condannati è un’altra. Nel primo caso sei innocente sino a prova contraria, nel secondo sei condannato sino a che in un grado diverso la giustizia non abbia una sentenza diversa, infatti la Legge 55 funziona già dal primo grado.

      Antonio

    156. da domani iniziano i presidi a palazzo d’orleans dalle 18 in poi, ogni giorno e sabato manifestazione regionale

    157. Giovanni Lo Franco,
      cosa non ti sorprende di Azione Giovani?
      Che Azione Giovani riporti un’ANSA in cui si acclara il pericolo che delle scelte su Cuffaro, visto che per i Presidente la discussione sulle dimissioni è chiusa, sia chiamato a deciderne Romano Prodi?
      Che abbiano citato il nome di Borsellino? Ti stupisci? Sono orgoglioso che lo citino visto il livello di Paolo Borsellino rispetto a qualunque altro “competitor”. Peraltro alle nostre, se mi permetti le definisco così visto che sono stato tra coloro che hanno organizzato la prima, fiaccolate per Borsellino ci viene anche qualche giovane UDC.
      E poi “meglio un giorno da Borsellino che 100 da Ciancimino” mica lo hanno scritto Calogero Mannino o Pierferdinando Casini ma proprio AG nel 1992.
      Su tutto non capisco come possa creare scandalo il riferimento a Borsellino. Se poi insinui che AG abbia fatto campagna elettorale per la Agnese Borsellino allora ti posso dire che non conosci i ragazzi di AG per quanto vedere scritto Borsellino sulla scheda elettorale ha dato a me una certa emozione, poi ho ricordato che il Borsellino da ammirare purtroppo ci guarda da un altra assise e l’emotività è svanita.
      Sul marchiare Cuffaro come mafioso invece non mi risulta. Ma certo che affrontare le Regionali con un candidato Presidente accusato di Favoreggiamento a Cosa Nostra non aiuta la serenità.

      Antonio Triolo

    158. @Piazzese: mi spiace per lei che quì ha l’ingrato compito di parafulmine. Io le ho posto una domanda diretta lei elude citando un documento, io potrei citarle il “piano rifiuti” a cui ho fatto riferimento in un post precedente, ma lasciamo perdere. La dimissioni sono questione personale del governatore? Opinione singolare, il governatore è una persona pubblica, una persona che è al servizio della collettività in una carica istituzionale, perciò le sue dimissioni non sono questione personale, si possono chiedere eccome! Se non le chiedete è perché non c’è sostanziale differenza tra voi e lui ed è giusto che sia così. Lei insiste sull’innocenza, io non penso che è innocente e neanche che è colpevole, si potrebbe per assurdo verificare il caso che il signor Cuffaro viene assolto in Cassazione ed è colpevole o viceversa, di errori giudiziari è piena la storia. Il punto non è questo, voi lo eludete consapevolmente. Tutti sappiamo che la politica italiana è marcia fino al midollo e tuttavia in maniera più o meno ipocrita votiamo lo stesso i nostri rappresentanti, speriamo che siano onesti almeno come noi siamo, ovvero disonesti come noi. E’ sulla base di questa fiducia a priori che andiamo a votare. Se eleggere un indagato può essere comprensibile (io comunque nel dubbio non lo voterei, ma non tutti siamo ugualmente sensibili) altro discorso è sostenere un condannato per reati rilevanti dal punto di vista politico. Purtroppo si tratta di condanna, quindi colpevole fino a prova contraria. Se si fosse trattato di infrazione al codice della strada, costruzione abusiva, mancato pagamento dei contributi previdenziali, evasione fiscale etc forse il discorso sarebbe stato diverso, ma qui si tratta di una condanna per rivelazione di segreti d’ufficio e favoreggiamento, ciò ha poco a che fare con un comportamento degno di una figura istituzionale. Ma voglio spezzare una lancia in vostro favore: l’elettorato del Polo non chiede le dimissioni perché è garantista 🙂

    159. Dimissioni On. Salvatore Cuffaro

      E’ stata recentemente aperta una petizione per chiedere le dimissioni dell’ On. Salvatore Cuffaro.
      Clicca qui per firmare la petizione:
      http://www.petitiononline.com/cuffaro1/petition.html
      Ecco il testo integrale:
      To: Presidenza della Reg…

    160. Lo Franco mi dispiace non poterla rendere più felice.
      Piazzese più che scusarsi gradirei che disattivasse il Caps Lock e moderasse i toni (e non soltanto lei la seconda che ho detto).

    161. @stalker….
      I toni usati da lei mi sembrano alquanto spavaldi nei confronti di Piazzese, il quale stava solamente ed educatamente esprimendo un suo pensiero, rispondendo con altrettanta educazione alle domande poste a lui…
      Guardi Stalker non cè cosa peggiore di giudicare e poi essere giudicati…io eviterei toni pesanti come i suoi perchè rischiano di andare (anzi già sono andati) al di là dell’argomento principale, e quindi sono fuori luogo e con l’intento preciso di offendere ed essere presuntuosi pur di avere ragione…credo veramente che il punto più basso lo abbia toccato con la sua presunzione…è offensivo chiedere con presunzione e convinzione ad una persona se abbia mai lavorato in vita sua…questo purtroppo capisce bene e capite bene utenti del forum e rosalio che non è accettabile per il semplice fatto che si sono superati di buon passo i limiti della discussione e dello scambio di opinioni…scambiarsi idee non significa odiarsi e non significa offendere…vediamo di darci tutti una calmata affinchè possa regnare almeno il diritto di poterla pensare diversamente senza toni inquisitori…
      CALMIAMOCI TUTTI.

    162. Rosalio ti prego e ti scongiuro di portare questo forum a toni più pacati…grazie 🙂

    163. […] Manifestazione per le dimissioni di Cuffaro a Palermo. […]

    164. chi volesse firmare la petizione per le dimissioni di cuffaro si può collegare a questo link

      http://www.cuffarodimettiti.blogspot.com/

    165. @ Antonio Triolo . Mi hai frainteso su Borsellino, Paolo naturalmente, da anni partecipo anch’io con altri miei amici alle fiaccolate, per me Paolo Borsellino è un modello !!! e sottoscrivo….. meglio un giorno da Borsellino che 100 da Ciancimino ! sono cosciente degli errori talvolta gravissimi di alcuni democristiani nel passato. Detto ciò credo che questo cognome sia stato strumentalizzato alle scorse elezioni e Voi ne dovreste essere più coscienti di me (chiudiamo l’argomento comunque). A me risulta che alcuni di Voi abbiano imbrattato i manifesti di Cuffaro con la scritta mafioso. Non ho certezze di quello che dico, lo ammetto, anzi sarò felice di avere una tua smentita. Antonio non dimenticare tu e gli altri amici che sono più le cose che ci legano che quelle che ci separano.

    166. Salto i convenevoli, mi complimenterò prossimamente per il vostro sito.

      Direttamente da MARSALA comunichiamo la disponibilità a sostenere ogni vostra proposta.
      Anche se ideologicamente contrario, sosterrò e presenterò la petizione validissima, di azione giovani (Mi vinni n’zurro puru a scriverlo) SKERZO!!!
      Ho amici è compagni con i quali stavo programmando qualcosa.
      Siamo pochi, e marsala risponde tristemente così: non riusciamo a scuoterci, non riusciamo a mettere da parte i piccoli bisogni che ci trattengono chinati – con la testa bassa e la schiena curva – dinnanzi a tutte le nefandezze che accadono sotto ai nostri occhi. I pochi che non si piegano, i pochi che riescono a mandare a quel paese il becero compromesso sono sempre più pochi e più soli: veri e propri eroi, se è vero (come è vero) che la “solitudine” di fronte alla “impresa” è la intima caratteristica di ogni eroe.
      Attendiamo vostre notizie, e cacciamo via il fetente…

    167. A me sembra offensivo continuare a dire che chi vuole le dimissioni di Cuffaro lo voglia per partito preso!In qualunque caso,chiunque fosse stato al suo posto, la reazione sarebbe stata identica!!Invito cmq i sostenitori di Cuffaro a guardarsi le spalle, soltanto pochi giorni fa Marcello Dell’Utri, dalla sua autorevole posizione di ex senatore, di fondatore dei circoli del buon governo e di condannato a nove anni per concorso esterno in associazione mafiosa, ha detto di Totò:”fare il governatore non significa baciare ma governare. Cuffaro non governa per sua mancanza di capacita’, mentre e’ straordinario come macchina elettorale, averlo dalla propria parte significa raccogliere tantissimi voti, ma dopo di che a casa. Non lo si fa governare”.

    168. Mi dispiace deludere Davide Gentile ma quello che PM vorrebbero fare è inammissibile perchè l’art.15 della suddetta legge parla di imputati e condannati per i delitti previsti dall’art. 416-bis del codice penale ma poichè una SENTENZA ha deciso che CUFFARO NON HA FAVORITO LA MAFIA quella legge non è applicabile!!!!

    169. Cuffaro: Micciché, i siciliani si vergognano
      21 gennaio 2008 alle 09:45 — Fonte: repubblica.it
      voti
      — 1 commento

      “Ho ricevuto una marea di duri messaggi, di vero imbarazzo, da parte di nostri corregionali che abitano altrove e che ogni tanto vorrebbero, invece, provare il piacere di uscire di casa a testa alta in quanto siciliani.

      Io tutto questo non riesco a mandarlo giù. Diciamolo ancora più chiaramente: da oggi non perderò una sola occasione di critica su tutto ciò che non verrà immaginato, pensato e fatto per l’esclusivo bene della Sicilia”. Lo scrive oggi nel sul blog il presidente dell’Assemblea regionale sicilia, il forzista, Gianfranco Micciché, che da giorni ripete come la condanna del governatore Salvatore Cuffaro a 5 anni per favoreggiamento e rivelazione di segreto nel processo alle ‘Talpe alla dda’, “abbia indebolito la Sicilia”. Micciché aggiunge: “Sia chiaro a tutti quelli che, non sapendo cosa dire, continuano a darmi dello sciacallo, che io non voglio cambiare il governatore, voglio cambiare la Sicilia”.

      Per il l’inquilino di Palazzo dei Normanni, “non si può accettare l’atteggiamento di superficialità con cui è stata letta la sentenza di condanna da parte di chi rappresenta tutti noi. Sui giornali italiani e stranieri è venuta fuori ancora una volta una Sicilia culturalmente arretrata, non ancora attrezzata a fare parte del mondo evoluto. Sin dalle prime dichiarazioni sarebbe stato utile lanciare segnali forti di cambiamento. Cambiamenti di metodo per dimostrare, con nettezza, che da oggi non esisteranno più, neanche nei film, vaghe possibilità di contatto con il cancro mafioso. E invece, ad essere protagoniste sono state improbabili veglie in chiesa (normalmente i motivi delle veglie sono altri) e ingiustificate contentezze. Secondo me — sottolinea — non si sarebbe dovuta festeggiare neanche un’eventuale assoluzione”.

      AGI

      * italia
      * politica
      * palermo
      * cuffaro
      * micciché

    170. Tutto mi doveva succedere nella vita… ma essere anche d’accordo con MIccichè….

    171. Piazzese,la tu circoscrizione fa davvero paura,zeppa di delinquenza e la stramaggioranza dei voti provengono da li,lo dice la stroia,altrmenti il sig toto cuffarò non avrebbe mai vinto le elezioni.
      una volta c’erano i pacchi i pasta oggi ci sono le parole e gli occhi ciusi su certi comportamenti.
      e questo succede sia da un lato che dall’altro
      ma a me se mi condannano a 5 anni,o se solo si sporca la mia imagine,se sto li per rappresentare qualcun’altro,mi dimetto
      per questione di dignità morale e rispetto per ch rappresento e mi ha votato,poi risolvo le mei grane e se dimostro che io sono pulito,qualcuno oltre a chiedere scusa farà anche altro.
      per adesso le sue sono solo ciacchere di fumo
      conosco bene molte persone della sua circoscrizione,e dopo aver letto il suo mess,ho fatto qualche domanda e vuole detta la verita?
      A lei unnucanusci nuddu.

    172. @ Giovanni Lo Franco:
      Siccome le mani che hanno imbrattato i manifesti di Cuffaro come quelli di altri candidati dell’UDC alle Comunali sono le stesse che hanno scritto “Fascista” sui miei (stessa grafia e vernice) non credo siano stati i miei amici di AG.
      Per quanto riguarda le cose che ci legano sono daccordissimo infatti non metto in crisi le ragioni di un’alleanza ma le responsabilità personali e le vicende giudiziarie di singoli protagonisti. Per me l’UDC non è Cuffaro o chiunque altro ma un partito pieno di gente per bene e con cui condivido valori e molte visioni politiche. Come in ogni partito ci sono anche le mele marce ma su questo nessuno può fare il verginello.

      Antonio Triolo

    173. le parole di Tabacci, persona che seppur di idee politiche diverse dalle mie ha tutto il mio rispetto, dovrebbero far riflettere.

      “Il leader del suo partito, Pier Ferdinando Casini, ha tirato un sospiro di sollievo perché il Governatore di Sicilia Totò Cuffaro non è mafioso e dunque può restare al suo posto dopo una condanna a 5 anni. Lei condivide?
      «Non sono d’accordo con la sottovalutazione fatta da Casini. La mia solidarietà umana a Cuffaro è fuori discussione, ma nella mia coscienza emerge un dissenso politico per l’indifferenza con la quale si valutano le sentenze giudiziarie. Qui non stiamo parlando di un divieto di sosta».

      Quale il messaggio che viene fuori dalla vicenda?
      «Quello della furbizia. Non si può ridurre tutto ad uno scontro tra poteri, nel quale oltretutto non emerge un’autorevolezza della politica, capace di indicare la strada di un rinnovamento anche alla magistratura. Una politica che si erge invece a difesa della casta».”
      http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200801articoli/29453girata.asp

      @vittorino, la presunzione e l’arroganza del “potere” di chi si ririene unico portatore di valori(sigh!) sostenendo che chi la pensa diversamente sia a caccia di visibilità e non di giustizia, io le ho riscontrate nel post del 20 gennaio alle ore 12.03…poi faccia lei. per quanto mi riguarda la chiudo qui.

    174. @Rosalio Ti invito a eliminare il commento che diffidato ha scritto il 21 Gennaio 2008 alle 12:24, in quanto offensivo di una circoscrizione e di nostri concittadini

      @diffidato Magari i suoi amici non mi conoscono, ma come le può ben immaginare per essere eletti bisogna prendere dei voti e qualcuno deve pur avermeli dato non crede?
      La invito comunque ad essere più rispettoso nei confronti dei suoi concittadini che vivono nella mia circoscrizione, altrimenti sarò costretto a pensare che il suo è un atteggiamento qualunquista che vuole fare di tutta l’erba un fascio e magari farlo diventare un fascione così come è stato fatto con le foto

      @stalker le crede che io cerchi visibilità, rimanendo sul suo tema le allora cerca di nascondersi utilizzando un nick!!!
      Faccia come me si assuma la responsabità delle sue parole e sia fiero di ciò che pensa, altrimenti vorrebbe dire che si nasconde dietro ad un nick solo per fare demagogia, tanto nessuno sa chi lei sia!!!!!

      Giuseppe Piazzese

    175. no more cannolis!

    176. Cannoli? No thanks!

    177. SIG CONSIGLIERE CICOSCRIZIONALE 😀
      mi perdoni per aver riportato alla luce che nella sua circoscrizione c’e’ il più alto numero di delinquenza cittadina,la droga a calanu chi panari
      certo qualcuno le avrà pur dato i voti,ma quanti ne bastano per arrivare in circoscrizione?
      pochi,molto pochi e si conquistano facilmente.
      del resto chiunque si può portare alle elezioni per la circoscrizione
      inutile che si arrampica sugli specchi,è inteso che è ovvio che in quella circoscrizione ci siano cittadina onesti,ma i fatti dicono che purtroppo lo spaccio e i traffici illeciti sono superiori alla norma.
      quando lei con il suo impegno,sarà riuscito a pulire il quartiere allora le ciederò scusa,ma credo che questo non succederà mai.

    178. <> dice ilConsigliere UDC della II Circoscrizione Giuseppe Piazzese <> continua il Consigliere Piazzese<>.Conclude Piazzese <>
      infatti i magazini della mafia,di via hazon oggi sono diventati un centro culturale all’avanguardia,dove si ritrovano tanti ragazzi che invece di spacciare nel quartiere brancaccio/sperone si ritrovano li per imparare un mestiere o cercare un lavoro.
      chiacchere,ci riempite di chiacchere da molti troppi anni,e infatti non voto da molti anni per nessuno in particolare,e mi metto nella posizione di poter dire una parola in piùdi lei sig piazzese,lei oggi è rappresentato da uno che ha preso 5 ani,che ha favorito un MAFIOSO,che ha raccontato atti segreti,e pure nelle piccole aziende private c’e’ un regolamento aziendale,ed una voce che dice ce al dipendente è fatto divieto di divulgare problematiche aziendali e segreti lavorativi.
      e chistu chi fà?
      aiello staccura che l’amico che lavora per los tato nei carabinieri,mi ha raccontato che ci sono le microspie a casa di amici tuoi,o ti raccomando tieniti chiuso.
      SIAMO STANCHI DELLE TUE E DELLE VOSTRE CHIACCHERE,LO VOLETE CAPIRE?

    179. maaaaaa, dov’è finita la famosa “netiquette” ????

    180. @piazzese io non ho nulla di personale contro di lei e non mi interessa un battibecco sterile e noioso anche per gli altri utenti. sarei forse più interessata ad una sua opinione su quanto affermato da un membro illustre del suo partito come tabacci sulla questione che tanto ci sta accalorando.
      non penso che la mia sia demagogia, lo è più la sua che sostiene che cuffaro non si debba dimettere perchè è stato votato da un milione e trecentomila persone. mi sembrano argomenti un po’ deboli, dopo una condanna a 5 anni e l’interdizione…e proprio per il bene della sicilia dovrebbe fare un passo indietro.
      concludendo non mi nascondo dietro un nick, solo che il mio nome e cognome non racconterebbe molto di più di me. i gestori del sito hanno la mia mail. qualora fosse interessato posso fornirle anche il codice fiscale!!
      ultima cosa, non mi sembra di aver detto che lei è a caccia di visibilità, è il contrario, lo ha detto lei riferito a chi chiede le dimissioni di cuffaro. rilegga i suoi post.
      saluti

    181. Mi sembra che qui la situazione stia diventendo,come è solito al popolo italiano,una discrepanza fra destra e sinistra!!!
      Come si puo’ accuasare AG ???
      E’ la dimostrazione di come la destra, non necessariamente sia “A fovore delle politicanze di destra” , andando GIUSTAMENTE a protestare contro un uomo che sfortunatamente ha saputo dare un’immaggine di se’ tutt’altro che limpida…!!!
      Io chiedo a tutti quelli che hanno da criticare…aveta visto in questo blog un commento o un interessamento di qualche partito, o di qualche rappresentante di partito di sinistra?
      Io no!!!
      A questa sentenza e alle vicende mediatiche a se annesse gli unici ad insorgere(o quanto meno gli unici a farsi sentire VERAMENTE) sono stati i politici di DESTRA!!!
      Quindi cari visitatori di rosalio non prendetevela con AG perchè è sgomenta per una dimissione che non vi è stata,e non prendetevela con i partiti di sinistra perchè non hanno nulla da dire a proposito,ma prendetevela con il sig.Cuffaroche come etica e come professionalita’ dovrebbe prendere lezioni dal qualsiasi cittadino,sia esso di destra o di sinistra!!!
      Voi festeggereste mai 5 ANNI di condanna???
      Voi vi mettereste mai ad offrire cannoli dopo 5 ANNI di condanna???
      Smettiamola di fare discriminazioni e iniziamo a capire VERAMENTE come vanno le cose!!!

    182. Non ci sono commenti che violano la policy, quindi nulla da rimuovere. Gradirei invece toni più rispettosi.

    183. onestamente io non siederei nemmeno su una sedia dove in passato si è seduto miccichè,ma devo essere onesto e coerente,approvo un paio delle ultime sue uscite,specie l’ultima
      noi siciliani ci vergognamo di essere rappresentati da cuffaro.

    184. Mi ero perso quella frase di tabacci, grazie stalker. Mi fa pensare a quel passo dell’Antico Testamento in cui Dio vuol disrtuggere Sodoma e Abramno gli dice di non farlo per riguardo ai dieci giusti che potrebbero viverci (mi pare almeno che la storia funzionasse così)

    185. @Rosalio “la tu circoscrizione fa davvero paura,zeppa di delinquenza e la stramaggioranza dei voti provengono da li,lo dice la stroia,altrmenti il sig toto cuffarò non avrebbe mai vinto le elezioni”
      Questo non ti sembra quantomeno offensivo nei confronti dei tuoi concittadini????????

      @diffidato I magazzini di via Hazon diventeranno sede di Istituzioni, vi è già stato l’inizio lavori, ma cosa credi che nella vita reale ciò che vorresti fare lo fai subito dopo che lo pensi?????Ci sono dei tempi che devi rispettare, quando parlo di demagogia e di politica distruttiva che critica e basta, senza proporre faccio riferimento a tutti coloro che la pensano alla tua stessa maniera

      @stalker Riguardo a quanto affermato all’On Tabacci ritengo che ognuno ha la sua opinione ed è giusto rispettarla, io rispetto, ma chiaramente non condivido la vostra e quella dell’On Tabacci, è auspicabile che voi facciate lo stesso con la mia, che tra l’altro è la stessa di tanti cittadini siciliani.

      Giuseppe Piazzese

    186. sig Piazzese non si meravigli troppo. Se avessero insultato Miccichè o FI avrebbero già rimosso tutto. Viva la libertà su misura…

    187. ho letto parekki post e vorrei esprimermi in merito. ank’io chiedo le dimissioni d cuffaro, lo ha fatto un dirigente del palermo calcio ke occupa una carica minore solo xkè è uscito un articolo sul giornale dove si parlava d probabile collusione(cosa tra l’altro nn vera in base a quello ke si evince dal testo dell’articolo) ,figuriamoci se nn dovrebbe dimettersi il governatore di una regione. ho notato da parte della destra siciliana uno skieramento oggettivo contro cuffaro quindi partiti come AG e quant’altri nn sono assolutamente da criticare anzi sono da lodare x il loro impegno e x la protesta ke stanno muovendo contro colui ke sta dando un’immagine a livello nazionale pessima x la sicilia. come al solito xò troviamo coloro ke approfittano d situazioni come queste x criticare l’operato della destra e dei vari consiglieri comunali e d circoscrizione(parlo dei vari stalker leila e GOKU ke nn hanno nemmeno il coraggio d scrivere il loro vero nome nascondendosi dietro un nick). cio’ d cui s dovrebbe parlare è la mancanza del minimo senso civico e morale da parte di colui ke ci ha rappresentato in italia e in europa x anni, ke c ha fatto etikettare mafiosi agli okki degli altri e ke c ha preso in giro x anni e anni (anni in cui le istituzioni lottavano contro la mafia mentre lui la favoriva). bisogna capire ke siamo tutti sulla stessa barca quindi tutti dobbiamo remare verso lo stesso punto, quello della legalita’, e nn andarci contro reciprocamente.
      p.s.:rosalio specifica ke i toni rispettosi devono essere adottati dai sopracitati stalker leila e GOKU xkè da quello ke ho letto nei vari post sono loro ke devono essere ripresi…

    188. la mia non è una politica distruttiva,è realtà,facciamo un nodo al fazzletto come quelli di striscia?
      quando pensi che saranno pronti i magazzini di via hazon?
      2010?
      ci sono tempi? e quali tempi?
      la classe politica palermitana ha la DEMAGOGIA nel suo dna

    189. diffidato vedi che i locali di via Hazon sono di competenza esclusiva del sindaco di Palermo, un certo Camarata (per sentito dire… non sono sicuro che sia lui il sindaco, mai visto a Brancaccio) già da cinque anni ha promesso l’inizio dei lavori ma ad oggi non abbiamo visto niente. Anzi l’inaugurazione soltanto… ma niente lavori. Quindi caro diffidato se vuole prendersela con qualcuno quello è il suo sindaco forzista.

    190. @ Giuseppe Piazzese.
      .
      Sò che stavi in pensiero, ma eccomi quà, scusa il ritardo ma ero impegnato a far salire il PIL del paese. ( come fareste senza di mè?)
      Certo che sei mefistofelico, continui a cambiare le carte in tavola, continui a portare avanti un discorso visto solo dal tuo punto di vista.
      Continui a dire che chi chiede le dimissioni lo fà per partito preso, perchè in caso contrario aspetteremmo che Cuff. dimostri la sua innocenza; ma non completi mai la frase correttamente.
      Ma chi ti dice che all’appello e in cassazione non gli venga data invece l’aggravante? visto che Messineo sembra già orientato in questa direzione? Ci giochiachiamo il 50 e 50 come con Gerry Scotty? Perchè vuoi imporre la tesi dell’innocenza e chi non ti segue lo insulti dandogli dello stolto e maleducato manifestandoti a tua volta come tale?
      Perchè continui a menare il can per l’aia e non rispondi alla questione pura; Cuffaro è un CONDANNATO ha o no delle responsabilità politiche che dovrebbero portarlo SPONTANEAMENTE a dimettersi, proprio per rispetto a quegli elettori che tanto decanti? dovrebbe o no dimettersi un’interdetto dai pubblici uffici e non continuare a parlare coi suoi avvocati coi telefoni che IO PAGO? dovrebbe o no dimettersi e non usare macchine e uomini dello stato che IO PAGO? .
      Riguardo ai suoi ed ai tuoi elettori, te lo ripeto, hai provato a TRADURGLI cosa vuol dire la condanna di CUFF.? l’hai detto che una ” Scintigrafia” da Aiello veniva pagata 5 volte tanto che in qualsiasi altra parte al mondo? l’hai detto che questo ha fatto sì che qualcuno di loro sia MORTo? che questo si è evoluto in deficit che LORO hanno pagato? del Tiket glielo hai detto? glelo spieghi di tanto in tanto ai tuoi elettori perchè è raddoppiata l’addizzionale regionale?
      Questi sono FATTI, se nò stiamo parlando di niente.
      Comunque, la responsabilità NON è solo sua è anche vostra, di gente come tè che non vede al di là del suo naso, che festeggia a cannoli una pena a 5 anni di carcere.
      Se così non fosse accetteresti/e la sfida, come partito, parlate alla gente e dite : Noi siamo convinti della sua innocenza, MA…CONSAPEVOLI..sappiamo che c’è la metà delle possibilità (dato oggettivo) che sia al contrario, perciò STILIAMO un DOCUMENTO che CUFF. dovrà firmare in un notaio, dove in caso di condanna DEFINITIVA, fosse anche SOLO a sei mesi, CUFFARO per l’offesa recata ai Siciliani tutti e ai suoi elettori in particolare, DOVRA’:

      1) Restituire tutti gli stipendi da governatore.
      2) Rinunciare alla lauta pensione
      3) Rinunciare vitanaturaldurante a qualsiasi azione espressione impegno Politico per sè o per altri.
      E’ Semplice no? QUESTI sono fatti e non l’ARIA FRITTA che da ieri continui a spruzzare da queste parti.
      FATELO e giuro che alle prossime vi dò il voto. FATELO e stai sicuro che nessuno avrà più niente da ridire sulla vostra onestà di pensiero.
      .

      Riguardo ” all’atturrata” che fai ancora sui nomi, ho già risposto al tuo ” galoppino”, e ripeto ci sei cascato con tutti i panni e qui ti hanno messo subito allo scoperto, TU qui hai avuto il BISOGNO di firmarti, perchè era necessario identificare proprio TE come paladino cuffariano; NOI non abbiamo quest’esigenza, siamo GOKU, Diffidato, Stanton;Steakler, SIAMO GENTE QUALUNQUE In una piazza virtuale, rappresentiamo ” quello che passa da queste parti, senza interesse “; e non confonderti con gente come Puglisi o Di Donna ti prego, loro si firmano perchè sono autorevoli autori di questo Blog, hanno altri ruoli in QUESTA piazza, magari in un’altra lascieranno traccia del loro passaggio chiamandosi ” pacchiuni” o ” jack lo squartatore”, non ci casco io nei tuoi subdoli giochetti.
      Riguardo invece alle interviste, ho avuto modo stamani di parlare con dei tuoi …come si dice? conciscrizionali? ( boh, comunque hai capito), non posso scrivere per rispetto della policy e d’onesta propria ( dovrei dimostrarti chi sono ecc,) quello che hanno detto sulla vicenda Cuff. ma una te la scrivo perchè è solo simpatica e va bene anche se dici che l’ho inventata, un certo ” Napoletano” (lo chiamano così perchè di napoli, magari lo conosci) ha detto : ” Chest’ è à giustiz’ ; a mè pì nù puoc’ è CD falsi m’hann’ rat’ 3 anni e nù miliun’ è multa, a chello cà si magnatte à Reggione cinc’anni e ò carcir nun ci vol’ ir,……..che piezz’ è mmerd’ “.

      INFINE, nel tuo commento sottolinei: ” NOI crediamo nella giustizia”, bene, allora ti prego, che ne pensi dell’iniziativa di Messineo di cercare la possibilità di SOSPENDERE Cuffaro?
      .
      .
      @ Giovanni lo Franco.
      ti ringrazio per non avere risposte per mè ( è difficile avercene), mi hai risparmiato un fastidio cercare di capire la tua cultura.
      ….ah, la mia è fatta di volti rughosi di vecchi bavosi e tremolanti che chiedono aiuto, di risate in taverna fra uova sode e stravecchio annaquato, di balate, vicoli e picciriddi col morbo al naso; per tanto….sì, abbiamo diverse culture.

      GOKU ( protettore dell’universo, supersayan di 4° livello, rido quando attacato dalle forze del male.)

    191. Prima di tutto vorrei ripetere come certe dichiarazioni in cui si richiede la sospensione di Cuffaro siano a dir poco infondate perchè Cuffaro non è stato condannato ai sensi dell’art. 416-bis!!!! Cuffaro sta ricorrendo all’appello anche per quelle condanne che tra qualche mese verrebbero prescritte!!! Questo per dimostrare la sua innocenza.
      Noto come quando non si hanno più argomentazioni logiche si sia portati a scendere sul personale ma addirittura insultare una quartiere no!!!
      Soprattutto se l’insulto proviene da chi per quel quartiere non ha mai fatto nulla e se n’è tenuto distante!!!
      La responsabilità di essere cittadini non deve appartenere solo ai politici ma in primis ad ognuno di noi!!!

    192. Mauro La mantia quandoi smetterai di farti campagna elettorale sulle iniziative o problemi altrui e proporrai qualcosa di costruttivo per questa città??? Magari non soltanto a Palermo Centro

    193. @ Dario
      Credimi sentivo la tua mancanza come quella della varicella.
      Comunque da queste parti ci sono abituato all’ultimo che arriva tomo tomo cacchio cacchio e si erge a supervisore.
      Allora, facciamo così, ti vai a rileggere tutti i commenti dall’inizio, vedi chi ha cominciato ad offendere e poi torni, ….aspetto qui.
      ..se poi, speri che io porga l’altra guancia..bè..mi dispiace amico caro, rivolgiti altrove.

    194. Goku for President 🙂

    195. @Laila e si vede come non scendi nel personale tu!!!
      Citi AG e Mauro La Mantia offendendo entrambi.

    196. @ mcluso allora perché non pubblicate anche i commenti a voi contrari?

    197. Stiamo/state diventando una barzelletta! c’è stata una sentenza al termine di un processo pronunciata “In nome del popolo italiano” POPOLO, non destra, non sinistra, nè fasci né falci e martelli ma POPOLO ITALIANO, ma è così difficile da capire? e soprattutto da accettare?
      E’ stato condannato, rassegnatevi!

    198. Goku se andavi avanti nel parlare con il napoletano ti avrebbe detto sicuramente quello che qualche post fa scriveva gonco:
      Sembrate tutti dei baronetti seduti comodi nelle vostre sicure case del centro città. A noi gente di periferia (che siamo molti più di voi, purtroppo) nn ce ne frega niente ne di cuffaro ne di questa vicenda. Nella periferia conta di più il fatto che abbiamo una gestione fallimentare di questa città negli ultimi anni, che hanno portato nelle nostre periferie la miseria. Il nostro problema è arrivare alla fine del mese e comunque il fine del mese è un problema perché dobbiamo pensare all’affitto del mese successivo. E non sono le vostre ricche case ma dei buchi negli quale viviamo è da dove rischiamo ad essere buttati fuori casa. Qui l’Azione Giovani, visto che ci siamo, potrebbe chiedere al suo partito un appoggio esterno a questo sindaco assente per motivi personale o meglio vizi personali come qualcuno diceva in precedenza, ed al suo assessore le dimissioni. Questa sarebbe responsabilità. Forse mobilitazioni di questo tipo non sono molto mediatiche o contrari all’orientamento di questo blog, quindi continueremmo a vivere nella nostra miseria. Continuate a fare finta di niente…

    199. In primis io non faccio parte di AG,in secundis andro’ a vedere il blog di ag.
      Ma kmq non mi sembra il caso di offendere gratuitamente

    200. @vertigo Grande!!!qui dobbiamo essere uniti sia destra che sinistra!!!

    201. @luisa: quanta rabbia nelle tue parole, Luisa. Ma non mi sembra questo il modo di risolvere i problemi. Intanto, se ti può consolare, a fine mese non ci arrivo neanch’io che abito in centro, ma questo è un’altro capitolo. E’ tristissimo affermare che a voi non ve ne frega nulla di questa vicenda: e invece questa vicenda sta proprio alla base della mentalità che tutti, centro e periferie, destre e sinistre, occupati e disoccupati dovremmo combattere, uniti dal nostro DNA, la Sicilia.

      Chiunque può arrabbiarsi, è facile.
      la cosa più difficile, è arrabbiarsi
      con la persona giusta, nella giusta misura,
      al momento giusto, per un giusto motivo e
      nella maniera giusta.
      Aristotele

    202. tanto per cambiare discorso:mastella è uscito dalla magioranza tempi bui: berlusconi nazionale, Miccichè regione siciliana – che brividi- Sapete come si prende la cittadinanza Nepalese?

    203. Grande Vertigo.
      ..e grazie per la candidatura.
      Un caffè pagato…hops, ma…non sò chi sei,…mannaggia vedi che succede a non firmarsi?
      Rimarrai sempre…l’irraggiungibile Vertigo. 😉

    204. Ragazzi ha ragione chi dice che non è una questione di destra nè di sinistra. Io sono indignata in quanto siciliana e sono stanca dei discorsi politici e delle polemiche,questa è una questione etica. Cuffaro forse crede che siamo una massa di imbecilli ignoranti, per cui far finta di aver vinto può farlo vincere veramente, ma chi crede che possa bersi questo messaggio? Cerca insistentemente di comunicare forza, sapete perchè? Perchè l’ha persa. L’Udc è sola, si capisce dalle dichiarazioni di Miccichè, potrebbero buttarlo giù con un soffio. Non lo fanno. Perchè? è triste ma aspettano tutti che gli scatti la pensione, il vile denaro, ha più valore della propria dignità…Tra qualche mese lo faranno fuori e si andrà alle elezioni. Si può andare avanti con questa classe dirigente?

    205. qualcuno saprebbe dirmi perchè quando vuoi inviare un testo che contiene la parola coca cola sul blog di miccichè il blog non la pubblica? Sarà saturo!!!

    206. lillo quello è il tuo sindaco,quel sindaco che appartiene alla tua classe politica
      io mi guarderei bene di voare uno che ride sempre anche quiando c”e i chianciri

      IO non voto per nessuno,e questo mi da la possibilità di poter parlare,senza sentirmi in colpa
      il giorno che qualcuno mi dimostrerà fatti concreti per la mia terra e cittò,lo voterò e sosterrò,di qualsiasi colore politico esso sia.
      ne rossi ne verdi ne neri
      voglio fatti per la mia terra
      e guarda che non son da solo ma siamo in tanti

    207. @dario, io non ho parlato contro la destra – non è questo il punto che mi interessa in questa discussione – e non penso di aver strumentalizzato la situazione.
      ho avuto una “scambio di idee” con un consigliere UDC che fino ad ora non ha risposto su questioni concrete e politicamente rilevanti ma ha sbandierato slogan facili facili senza sfiorare alcuna analisi degna di approfondimento.
      @GOKU tanto di cappello!! 😉

    208. Goku non fare lo pseudointellettuale ti prego!Però se ti candidi come presidente della Regione io ti voto! 😀

    209. @Dario: forse proprio questo non è chiaro, io non mi schiero. Condivido delle idee, non conosco personalmente, e ne avrei piacere, nè Goku né Mcluso. Hanno espresso pareri che condivido entrambi. L’intelligenza è apertura, non è faziosità, non è partito. Leggo e scrivo su questo blog perchè mi sembra assolutamente superpartes e non capisco perchè la gente che lo definisce diversamente non emigri altrove anzichè scrivere commenti che nulla hanno di costruttivo ma sono solo vuote, sterili, critiche. Che tristezza…

    210. @ dario.
      Grazie mille, punirò severamente il mio dito chiudendolo fra i cassetti e spezzandole la falange per essersi permesso di esitare un secondo in piu su quel tasto tanto da far uscire una doppia…come hai scritto..ha sì ..zetta.
      Ora, dopo che anche tu hai cominciato ad offendere ( non ti fai mancare niente monellaccio) ed ha dire chi ha torto e chi ha ragione, TI PREGO..l’argomento non sono io ( sò che t’affascino, ma puoi vedere i miei cartoni su italia 1), il Post è ” Manifestazione per le dimissioni di Cuffaro”.
      Aspetterò con ansia.

    211. @vertigo
      bravissimo…ma se hai letto il mio primo intervento io nn m skierzavo con nessuno e l’ho ribadito nel mio secondo post:siamo tutti presi in giro, tutti siciliani e quindi tutti interessati x questa situazione. e cmq sono altri ke scrivono commenti che nulla hanno di costruttivo ma sono solo vuote, sterili, critiche (come tu li definisci) e nn io…

    212. Dario, ok avanzo allora un caffè da Goku e un altro lo offro io a te. E’ stato un malinteso e quindi per chiarire ulteriormente non parlarmi al maschile, sono Marina. 🙂

    213. Ha ragione Goku!!! Arrestiamo a tutti, un parrassi chiu’ nuddu e eleggiamo un comitato pro-morale e pro-patria col compito di selezionare candidati inappuntabili, impeccabili, ca un grapunu vucca se non per dire: “onesta’, legalita’, siti un pugnu ri cuirnuti e mafiusi”. E poi si riaddormentano. E finalmente a Palermo una nuova idea: la politica dello stappo…stappa il tappo del che opprime la tua citta’ ed essa tornera’ a rispledndere per miracolo. E d’altro canto come si poteva solo pensare altrimenti: se uno ha a disposizione u napulitanu, i vecchi tavernari e i picciriddi strati strati come consiglieri, se uno e’ un Pasolini redivivo, si ghiuaca a dinari e carrica a bastoni, che problema ci puo’ essere. Un fiume in piena di proposte una piu’ innovativa e risolutiva dell’altra. Ottimo Goku.

    214. amico caro sei simpatico, fai molto ridere, ma x quel ke m riguarda nel precedente post nn ho dato torto e ragione a nessuno(e credimi sono andato a rileggerlo x vedere cosa avevo scritto) e t ripeto nuovamente (e questa è l’ultima volta birikino): hai cpt o no ke siamo entrambi siciliani e ke cuffaro c ha fottuti entrambi? hai cpt o no ke ank’io come te pagavo una “scintigrafia” da aiello 5 volte d+ ke in qualsiasi parte del mondo? lo vuoi capire o no ke ank’io come te ho delle ritenute sul mio stipendio ke viene dimezzato x pagare auto blu, telefonate e quant’altro d quel maiale? spero d essermi spiegato
      p.s.:nuovo erroraccio d grammatica:la parola “ed ha dire chi ha torto e chi ha ragione” si scrive “ed a dire chi ha torto e chi ha ragione” xkè la a dopo l’ed nn è verbo ma congiunzione…asinello.ciao caro!!!!!

    215. fratè ma chi fuvu un pazzu a fariti canusciri rosalio 😀

      Fratè mi esco il passaporto e vengo da te
      maffitti na stanza il tempo che mi attrovo una sistemazione 😀

      Perchè se aspetto che le mamme e nonne finiscano di calare la robba con i panieri da brabcaccio sperone mi faccio vecchio,per non parlare dei locali di via hazon
      tanto visto cuffaro non si dimette
      è una guerra persa in partenza
      e come cantava alamia
      si putissi mi inni issi a miarica.e scurdarimi sta terra nfami

    216. quello ke ho scritto nel post del 21 Gennaio 2008 alle 19:31 è x GOKU!!! SCUSATEMI

    217. @ Picaro.
      Grazie mille.
      Ottimo anche tu.

    218. @marina
      grazie del caffe’ marina ma nn bevo caffe’ magari un succo ace…e magari ce lo beviamo alla faccia del govarnatore ke tanto somiglia al comm. winchester dei simpson…e cmq da bravo cavaliere sono io a offrirtelo…

    219. @OT x dario, scusa ma me le tiri fuori con le pinze…
      invece di correggere tutti non potresti scrivere in italiano…o almeno in siciliano…che tutte quelle kkk e tutto il resto sembra che le parole te le ha smozzicate il cane??? uff…da mal di testa!!! 😛

    220. @ Dario.
      Bene, ora, a parte il fatto che sono sgrammaticato, se siamo sulla stessa barca come dici tu, e ne sono convinto, ed è quello che si è scritto dall’inizio del post; qual’è allora il TUO problema?
      Che dovevo accettare senza ” pipitiare” le offese di Piazzese?
      Fammi capire.

    221. Gia’ frate’, tempo di organizzare idee e truppe e ti risolvono tutte le questioni di Palermo e Sicilia. All’ombra di sti 4 cuirnuti e’ cresciuta una generazione di raffinati intellettuali e di uomini pronti a spazzare via il vecchio e far largo al nuovo….
      Arricampati ca nni stamu faciennu i filina sintiennu a chisti…

    222. fratè,non cambierà niente nella nostra città vero?
      Siamo stupidi ancora a credere a questi 4 politicanti?
      che se non hanno l’auto blu e gli elicotteri per viaggiare si sentono come noi poveri cretini?
      Dici che è meglio mollare e interessarci solo da fuori se il Palermo ha vinto?
      Cioè davvero non c’e’ più speranza di vedere lo sperione senza panieri che calano robba e bambini divedetta?
      o forse è più interessante che le poste dello sperone non abbiano problem di code e sportelli chiusi?

    223. Goku, ma scusami, stai facendo questioni di lana caprina. O meglio, stai facendo questioni di deontologia politica che sarebbero valide in un paese normale. Ma da noi che valore vuoi che abbiano? E’ come stare in mezzo alla me*da e “pipitiari”, come dici tu, che la cravatta non appatta con la camicia.
      Per carita’, ogni cosa ha il suo luogo, e qui siamo su un blog; ma che cosa ha risolto una citta’ sana in 20 anni di pipitiamenti sempre sugli stessi temi? Niente. Vuoi vedere che una certa lettura delle cose, a Palermo, per quanto sia forte, e’ sbagliata?
      Su Cuffaro: poiche’ e’ un politico, con le armi della politica si batte. Appellarsi alla magistratura e’ ed e’ stato negli ultimi 20 anni, politicamente e culturalmente disastroso. Come mi pare sia sotto gli occhi di tutti.

    224. Non so frate’, ieri ho sentito mio nonno al telefono. Parlvamo di PAlermo eCuffaro e problemi vari. Finisco di parlare e lui, sta zitto 10 secondi e poi mi dice: “n’avi cura u maccaruni”? Cioe’ qual’e’ la coda e quale la testa dello spaghetto? Ti rigiro sta risposta alla tua domanda…

    225. I nostri politici sperano proprio in questo, nel fatto che rimarremo sempre convinti che nulla può cambiare. Non è così. Tutto può cambiare, ma bisogna essere in molti e bisogna crederci e volerlo. Se così non fosse, non ci sarebbero state le grandi rivoluzioni,noi siciliani dobbiamo smetterla di sottostare alle leggi di Jante. Se saremo in tanti a fare casino, se saremo più del suo milione e tre, sarà costretto ad andarsene.
      Mettiamo da parte attriti e differenze politiche, e guardiamo all’obiettivo, che credo sia comune alla maggior parte di noi. Non è un attacco a Cuffaro, poteva pure essere Rodolfo, Pippinu, Turiddu, ma a chi ha offeso la Sicilia e i Siciliani, trattandoli da cretini.

    226. @ stalker
      nn correggo tutti correggo solo ki fa errori grammaticali come GOKU ,ke tra l’altro si è autodefinito sgrammaticato (lo ha detto lui nn io, me ne guardo bene), e cmq parlo come voglio (e quindi in italiano) e nel linguaggio d noi giovani…eh eh…la k (s legge kappa) sta x ch…s scrive in questo modo così c s sbriga prima, cosi’ come s e c al posto d si e ci…quindi ora lo sai buona continuazione!!!!
      P.S.: m disp ma me le tiri con le pinze caro stalker…AH AH AH!!!!!!

    227. @ GOKU
      no caro GOKU ma secondo me piazzese nn t ha offeso, t ha esposto solo il suo punto d vista…

    228. @ dario, guarda che lo so come parlate voi gggiovani, solo che sembrate degli analfabeti di ritorno. sei liberissimo di scrivere come più ti piace.
      solo una curiosità, di tutto il tempo libero ke ti rimane per scrivere come se ti rosicchiasse un topo ke ne fai?
      ps. l’errore grammaticale di GOKU io lo metterei tra i refusi, sui tuoi mancati apostofi mi pongo qualche domanda. troppo poco tempo per schiacciare un tastino in più?
      miiiiii…..impegnati che siete!!!!
      ‘notte picciriddi beddi!!!

    229. @ Dario.
      Premesso che ho appena scoperto che è sparita la mia risposta a Piazzese e che quindi magari non hai avuto modo di apprezzare tutti i “momenti”, ti sembra acqua fresca uno che scrive :

      Premesso che mi sembra più che volere le dimissioni del Presidente voi cerchiate visibilità…
      .
      ..La mia opinione è che voi non state cercando le dimissioni per il buon nome della Sicilia (come dite), ma semplicemente per partito preso, ..
      .
      ….Tentate di educarvi anche voi al RISPETTO, perchè sono convinto che solo in questa maniera riuscirete ad appianare quello che è il vostro pensiero per partito preso e inizierete a far emergere i VALORI, che a mio modesto parere, riesco ad intravedere, almeno in questo momento, solamente in alcuni di voi.
      .
      Forse non sò scrivere ma so leggere e ” tradurre”.

    230. @ Picaro
      c’è molta verità in quello che scrivi, sopratutto nel finale.
      ma almeno da parte mia, non c’è nesssuna voglia di attaccarsi alla magistratura per una lotta politica, anzi manco ne volevo parlare di politica; nel post che m’è sparito, riportavo il tutto alla pratica semplice e spicciola di ogni giorno; Qui c’è uno, ma non uno qualunque, l’amministratore del condominio, che fino a oggi manco mi ero filato; ora, ho scoperto che si grattava i soldi.
      Ma porca della miseria è normale o no che pretendo che stu galantuomo un mi infila cchiù i manu n’sacchietta?
      Ora a puartanu n’politica, GOKU è comunista anzi nò fascista.
      insomma mè fari miettiri ù iritu ntò cu+u?
      .
      eppestasera buonanotte a tutti.

    231. Mi sembrava fosse cominciato un discorso di protesta su questo post che non riguardava nessuna fazione politica, ma solo il bene della terra. Torno a scrivere dopo un giorno e trovo la degenerazione di ogni discorso verso la deriva politica. Grazie a tutti.

    232. @mao:
      pienamente d’accordo. posso dire che se ci fosse la reale volontà di risolvere il problema, si dovrebbe dimenticare qualsiasi appartenenza politico-partitica.
      mi ha dato veramente molto fastidio la presenza di una certa bandiera alla manifestazione di sabato. e lo dico da elettore di quella bandiera.
      forse non si è capito che il livello di degrado culturale raggiunto, non solo della regione ma della nazione intera, sia tale da imporci l’abbandono di qualsiasi roccaforte ideologica per affrontare problemi pratici in maniera radicale.
      sarebbe auspicabile in una discussione del genere approdare a una iniziativa comune, per cercare di ripulire un minimo la politica.
      potrebbe essere un’idea la stesura di un “codice etico” da “imporre” a tutti i partiti. una cosa del genere potrebbe essere la chiave per capire se in realtà la maggioranza della gente vuole una politica più pulita di quella che c’è o se faremmo meglio a farci i fatti nostri perchè in realtà questo stato di cose garba ai più.
      ma la cosa più importante di una iniziativa del genere sarebbe l’appoggio da parte di elettori di tutti i colori, che essendo uniti da un intento comune, farebbero a meno di polemiche di parte da quattro soldi.
      credo che al momento serva spirito propositivo e non il solito arroccarsi su posizioni predefinite.
      leggere il New York Times dovrebbe fare male a TUTTI.
      buona notte, e grazie rosalio 😉

    233. @ stalker
      senti stalker hai questo brutto vizio d offendere lo hai fatto con me
      e anke con altri…s vede ke proprio senza offese nn sai parlare..
      cmq complimenti molto educato…poi volevo dirti ke nei miei post tutto
      è scritto in maniera esattissima(e qui faccio il presuntuoso) e nn c’è alcun mancato
      apostrofo, poi scrivo come m pare. e nn so se è da mettere nei refusi
      un erroraccio come quello d sbagliare un verbo tanto x voi come vedo
      l’importante è fare i politici falliti vero? l’importante è fare i saccenti
      e i grandi giuristi in un forum. se v sentite così preparati scendete in campo
      fate vedere a tutti quanto siete bravi(e d questo dubito fortemente).
      fatemi il piacere va’ e preoccupatevi dei veri problemi della sicilia!!!
      buonanotte!!!

    234. mao e marco scognamillo concordo pienamente con voi finalmente qualcuno ke ragiona e ke evita d fare del campanilismo gratuito…

    235. Lillo certo che avremmo rimosso, come rimuoviamo tutto ciò che è contrario alla policy dei commenti.

    236. @dario, guarda che era una battuta sulla scrittura alla t9 di “voi GGGiovani”, non sulla tua persona, se rileggi il primo post dove ti rispondevo “seriamente”, non c’è traccia di offesa…vuoi che ti metto le faccine? 😀
      miiii…permalosi
      ciao và!!

    237. Enza calmati. Qui nessuno si erge a giudice tranne te.
      Qui si commenta una sentenza,nessuno di coloro che scrivono su questo blog giorno 18 si trovava in quell’aula dietro un banco a leggere una sentenza. Capisco quanto rode questa sentenza, lo capisco perchè c’era nell’aria la possibilità che fosse assolto. Ma bisogna accettarla, l’ha accettato Cuffaro, ha pure festeggiato, fallo anche tu. E non ti permettere più di dare a nessuno del colluso o del burattino, nessuno di noi, credo, sia stato condannato per “favoreggiamento semplice.

    238. E per passare a cose serie…

      “MANIFESTAZIONE GIORNO 26 ALLE ORE 16 PER CHIEDERE LE DIMISSIONI DI CUFFARO”

      Mi raccomando impegnamoci tutti con il passaparola!!!
      Dobbiamo essere in tanti!!!

    239. @Dario:
      attenzione. il campanilismo lo hanno fatto i politici di professione che si sono presentati qua a difendere l’indifendibile. e da dietro un nick (che è una libera scelta, come quella di mettere il proprio nome) è facile che i toni sembrino più aspri.
      resta il fatto che per quanto mi riguarda su molti punti sono d’accordo con stalker e goku (un pò meno sulla forma).
      e per quanto riguarda te ;)…quando si tratta di scrivere qualcosa che non sia un sms (che concede un numero limitato di caratteri) sarebbe meglio scrivere le parole per esteso. l’Accademia della Crusca ha ferocemente condannato questo modo di scrivere e in questo li appoggio completamente.
      su quella piccola propostina che ho scritto, non avete nulla da dire? che sia una ca@@ata troppo grossa?

    240. @Katia:
      dove?

    241. Marco ma tu credi che il codice etico da suggerire ai partiti debba arrivare da noi?Il problema è che all’interno dei partiti vengono accettati personaggi che non hanno idea di cosa sia l’etica e ai partiti tutto ciò sta bene.Se non hai etica hai più voti!L’equazione è questa!Tutto è lecito pur di avere un minimo di potere!Le argomentazioni di Mastella, ex Ministro della Giustizia, delle ultime ore dipingono bene il quadro:lui ha fatto quello che fanno tutti,mettere a capo di alcuni enti personaggi a lui vicini perchè l’Udeur era rimasta senza rappresentanti nelle amministrazioni.Quindi ha favorito una nomina, non per meriti ma per appartenenza, e per lui è giusto così e pretende pure solidarietà e la può pretendere perchè sono modalità condivise. Di che etica vuoi discutere?

    242. Cuffaro Vs falcone(link preso dal post dove si dice che cuffaro rischia la presidenza)
      http://it.youtube.com/watch?v=F5MZmJLMQ9Y
      Per tutti quelli che ancora covano qualche dubbio sul sig.Cuffaro
      Non aggiungo altro

    243. @Stanton:
      ma infatti io non parlavo di discutere. io proponevo qualcosa del tipo: un grande movimento trasversale di elettori onesti fissa pochi ma chiari punti su cui non si può transigere nella scelta di coloro che andranno a governare, e nella condotta che va tenuta nel momento in cui sono messi a governare, unti anche da grosse quantità di denaro; gli stessi si presentano e dicono ai partiti: o chistu o pietre. nel senso che se non accettano il codice etico devono ripararsi dalle pietre.
      in senso provocatorio potrebbe essere inteso come: vediamo quanti sono gli elettori disposti a fare un’operazione del genere, cioè quanti sono coloro che vogliono ricattare i politici con lo strumento che a loro sta più caro che è il consenso elettorale.
      se non spunta nessuno, anche dopo una abbondante campagna informativa, possiamo anche smetterla e tornare ognuno ai suoi affari tanto speranze non ne rimarrebbero.
      dato che si parla di facciamo questo, facciamo quello, e alla fine si tratta sempre o di una manifestazione o di una petizione (in genere online) che in genere coinvolge solo una parte minima di persone, e dato che la proposta di grillo non porterà a nulla, cerchiamo di chiedere la stessa cosa da liberi cittadini, a partire dalla realtà locale. a maggior ragione sarebbe utile farlo adesso, che dalle parti dei partiti si avvertono dei mal di pancia che in questa situazione potrebbero anche rivelarsi convenienti.
      se, come dici tu, certi personaggi non hanno idea di cosa sia l’etica (e così a destra come a sinistra, aggiungerei, detto da elettore di sinistra estrema sdegnato) i cittadini gliela impongono. abbiamo idea di quali possano essere delle regole chiare per garantire l’etica nelle istituzioni? se sì scriviamole e cerchiamo di imporgliele. se non abbiamo la forza di fare questo, noi che siamo la loro fonte di sostentamento con i nostri voti, nè quantomeno di provarci, ma dove vogliamo andare?

    244. @marco, condivido in pieno la tua proposta ma temo che abbia ragione stanton, siamo arrivati a un degrado politico ,sociale e culturale che oggi craxi sarebbe un galantuomo. se a lui “abbiamo” tirato le monetine a questi che dovremmo tirargli?
      comunque ogni proposta e iniziativa è sempre meglio che lagnarsi e non fare niente, fosse solo per contarci.
      solo una rivoluzione culturale profonda potrebbe portare un cambiamento, ma la strada e lunga e intanto la società va al macero.

    245. Tutti bravi a parlare di etica, di morale e di educazione, tutti bravi ad offendere chiunque non la pensi come Voi. Complimenti

    246. La manifestazione si terrà alle 16 del 26 gennaio e partirà da Piazza Politeama. Se qualcuno ha altre notizie o se avvengono cambiamenti di programma vi prego di pubblicare sul blog.

    247. signor mcluso, stai tranquillo non sono di Palermo e neanche della sicilia occidentale (guarda un pò).

    248. @stalker:
      tutto ciò è molto triste.
      @katia:
      qualcuno garantisce l’assenza di qualsiasi bandiera di qualsiasi partito?

    249. @marco, lo so, me ne rendo conto.

    250. Mi pare che già da tempo si chieda ai partiti di non candidare pregiudicati, condannati e via dicendo. Sono ancora tutti lì!Questa dovrebbe essere la prima, inderogabile, regola.Io che non ho neanche mai preso una multa non ci sto che al Parlamento stiano persone condannate per reati gravissimi, nè che a “governare” la Sicilia ci stia Cuffaro!Sono dell’idea che nessuno in odor di reato debba poter gestire la cosa pubblica. Abolirei le cariche assegnate per chiamata diretta, che significherebbe annullare i vertici di mezza Sicilia. Vorrei meritocrazia, concorsi aperti a tutti, selezioni trasparenti….Ci sono decine di provvedimenti da prendere che fuori dai nostri confini sono la normalità!E’ questo che svilisce tutto!Per avere la normalità dobbiamo ricorrere a misure straordinarie!Quello che ci vuole è onestà!Possibile che mi debba sentire retorica e bacchettona mentro scrivo queste cose? 😐

    251. @Stanton:
      perfetto. allora è meglio che la smettiamo di lamentarci e ci mettiamo comodi sulla riva del fiume. ad aspettare che passi il cadavere di questa che ormai è una pseudodemocrazia. tanto il tracollo economico continuando di questo passo è vicino.
      la pensiamo allo stesso modo, ma se non ci mettiamo di buona volontà a cercare delle soluzione concrete è tempo perso. io col mio microingegno sono riuscito a partorire soltanto quel topolino. morto.
      se non c’è speranza di poter cambiare le cose, leviamoci mano.

    252. @enza allora non venire ad offendere cittadini onesti,se mai vai ad offendere qualcun altro,anzi non offendere proprio nessuno che è meglio!

    253. no, non leviamo mano, ma dovremmo riuscire ad avere un peso significativo e delle idee forti per scardinare questo malcostume.
      questa politica clientelare si è ramificata come un cancro e troppi hanno, o ancora peggio pensano di avere un loro tornaconto personale. ma se la maggior parte delle persone si sono abituate all’idea che sia normale che vengano eletti personaggi dal passato a dir poco torbido e non si debba mai chiedere il conto a nessuno. mangia tu che mangio anch’io…
      fino a non molto tempo fa si sperava che almeno una parte politica avesse a cuore la questione morale, adesso non c’è più neanche questa speranza e per la prima volta in vita mia avrei problemi ad andare a votare anche turandomi il naso e gli occhi.
      a chi glielo presenti un codice etico???

    254. INDIFENDIBILE: che vada a casa. E’ evidente la fine politica di cuffaro a cui, purtroppo ancora, dovrà seguire quella dei cuffariani e del cuffarismo.

    255. @stalker:
      a nessuno. per questo ti dico che è meglio levarci mano. perchè in questa condizione l’unica soluzione radicale che vedo è la “rimozione forzata” di questa classe politica.
      ma dato che tra tutte le soluzioni possibili, quella violenta è l’unica che non vedo praticabile (sia per indole che per convinzioni personali), meglio evitare di fare il fegato marcio appresso a queste vicende e levarci mano. che magari ci scappa anche un cannolo aggratìss 😉
      comunque sarebbe bello se potessimo incontrarci. mi piacerebbe conoscere di persona tutti coloro che stanno partecipando con tale e tanta passione a questo dibattito.

    256. oggi finalmente sono stati inviati dalla procura d palermo presso il commissario dello stato gli atti del processo delle talpe della Dda e i capi d’imputazione autenticati. in questo modo è stato avviato l’iter per LA RICHIESTA DI SOSPENSIONE (d quel gran buffone aggiungo io) DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE SICILIA Salvatore Cuffaro!!!!!!!!!!e finalmente qualcosa s muove dopo addio pizzo e altre iniziative d questo tipo. siciliani ora possiamo iniziare a sperare ad un ritorno verso la legalita’ anke se la strada è ancora lunga!!!!!
      P.S.: x ki critica la mia scrittura x me è fantastica e tanto piacere all’accademia 😉 ciao ragazzi!!!!

    257. @marco, fin quando avremo voce dobbiamo continuare a parlare…
      di cannoli mi hanno fatto passare la voglia….magari nu’ bell’babbà col rum, offro io 😉
      @dario, speriamo che qualcosa si muova davvero!
      ps vedi che ce la puoi fare?…ancora qualche i e ci siamo quasi!!! ti si gapisce anghe meglio 😉

    258. Premetto che non sono il difensore del Signor Cuffaro..ma vorrei permettermi di ricordare un pò a tutti che, indipendentemente dal fatto che si tratti di una carica pubblica, o di un qualunque cittadino, sarebbe un buon senso democratico non lasciarsi andare con “linciaggi” virtuali che potrebbero peraltro risultare del tutto gratuiti.
      Vorrei ricordare che comunque nella nostra cara Costituzione, tanto sconosciuta quanto odiata, esiste un principio che afferma “purtroppo o per fortuna” che l’imputato in un procedimento penale, deve considerarsi innocente, fino a sentenza definitiva, e non fino a sentenza di primo grado.
      E’ vero e, a ragione, che tutti coloro che ci rappresentano nelle istituzioni debbano essere i primi a dare l’esempio del rispetto della legalità e questo è ciò che noi cittadini PRETENDIAMO E DOBBIAMO PRETENDERE IN MODO INDEROGABILE, però è pure giusto che noi stessi cittadini siamo chiamati a rispondere con senso di civiltà. Ecco perchè ritengo che il Signor Cuffaro, così come qualunque altra persona al suo posto meriti quanto meno un pò di rispetto, in primo luogo perchè ancora imputato in un procedimento penale. Da ultimo vorrei fare presente a tutti che nel nostro Paese non esiste una giustizia sociale in senso proprio, ma una persona va giudicata in base alle risultanze conclusive di un iter processuale. Sarebbe troppo comodo fare spiare la pena ad una persona sulla base della semplice opinione comune.
      Ricordatevi di On. Avv. Turi Lombardo e di Enzo Tortora

    259. Gianluca, la tua opinione, in linea di principio, sarebbe in larga parte condivisibile. Se fossimo a Zurigo, a Sidney o a Berlino. Ma siamo a Palermo. In Sicilia. In Italia.
      Siamo in un posto dove il l’iper-garantismo ha -appunto- garantito non gli onesti, non il codice penale, non la civiltà giuridica ma solo mafiosi e potenti amici dei mafiosi. Se mi è consentito, ti consiglio, se non lo hai già fatto, di leggere I complici, il libro, eccezionale, di Lirio Abbate. Capirai tante cose di come funziona la nostra Sicilia e la nostra Italia. Di come il potere non conosca steccati ideologici di destra o sinistra ma solo denaro, potere e spartizione di privilegi. Anche scendendo a patti con la mafia. Facendola “mangiare” e progredire. Scoprirai quanti pseudo-garantisti, anche nei parlamenti nazionale e regionale, non sono altro che uomini di Cosa Nostra messi lì a usare il garantismo come mezzo per perpetrare gli interessi mafiosi. Per abolire o cercare di abolire il 41 bis. Per rendere i processi e soprattutto le condanne ai mafiosi sempre più difficili, ai limiti dell’impossibile. Per consentire ai politici collusi o mafiosi di restare sempre al loro posto, di non dimettersi mai, oppure, al limite di ricandidarsi.
      E’ ora di finirla con l’ultra-garantismo. E’ proprio ora di finirla.

    260. aggiornamento sul maxi presidio davanti alla Presidenza della Regione Siciliana: Lunedì 21 Gennaio – 35 persone;
      Martedì 22 Gennaio – 25 persone – Scometto che la Repubblica dirà che sono state centinaia di persone come per la manifestazione di cui sopra: 1.000 persone quando in realtà erano 100 come dichiarato in precedenza dai partecipanti (io c’ero). Vi aggiorno ogni sera, mi viene di pasaggio al ritorno dal lavoro. Orario rilevamento dato: 19,15 circa.

    261. Dobbiamo finirla, ma come si deve fare a far capire al popolo Siciliano che questa situazione non è normale? Io credo che il cambiamento in Sicilia è in atto e la rete ci da un opportunità in piu rispetto al passato, fornire l’occasione di incontro tra gente che la pensa in maniera piu o meno simile, e questo ci consente di sentirci meno soli in questa battaglia. Senza internet saremmo presi dalla sfiducia totale e ci farebbe pensare in maniera totalmente populistica che nessuna battaglia si possa vincere. Ma qui siamo pochi, solo una modesta parte dei Siciliani usa internet, e quindi quello che ci vuole è diffondere questo messaggio in maniera trasversale, anche attraverso azioni plateali e visibili di protesta. A volte penso che per ribellarci non dovremmo votare alle prossime elezioni, di far passare questo messaggio quanto meno per protesta verso questo modo di attuare la politica. Cio non risolverebbe nulla ma quanto meno ci consentirebbe di capire a quanti di noi vabbene questo stato di cose, sapere quanto meno contro chi e quanti si combatte. Ma è una cosa sbagliata perche ho paura che ci consentirebbe soltanto di consegnare la Sicilia in mano ai mafiosi. Quindi anche se la strada è lunga, bisogna percorrere l’unica possibile ed è quella dell’educazione alla legalità.
      Intanto cominciamo con il fare sentire la nostra voce.
      Sono stufo delle chiacchere e delle polemiche.

    262. Intervista a cuffaro fatta da Pierluigi Diaco risponde a molte cose imprecise dette su Rosario. Visto che ci siamo perché Rosalio non lo ripropone come par condicio e per l’onore della verità. http://www.diacoblog.com/, Per si è per no provo a riproporlo. Se non verrà tolto…
      Presidente Cuffaro, se durante il dibattito d’aula dovesse percepire un clima ostile, ci vorrà più coraggio a restare al governo della Sicilia o a dimettersi? E lei cosa farà?
      “Ci vorrà senz’altro più coraggio a restare che a lasciare tutto e ritornare a vivere da privato cittadino. Ma io come Gandhi penso che “Nulla si ottiene senza sacrificio e senza coraggio. Se si fa una cosa apertamente, si può anche soffrire di più, ma alla fine l’azione sarà più efficace. Chi ha ragione ed è capace di soffrire alla fine vince”. Ed io che le mie scelte le ho sempre fatte apertamente avrò il coraggio di non fuggire e restare a governare la mia meravigliosa terra così come i siciliani mi hanno chiesto e continuano a chiedermi”.
      Quali sono le cose di cui và più orgoglioso della sua azione di governo?
      “In questi sette anni di Governo, la Sicilia è cambiata. E’ crescita sia in termini di prodotto interno lordo, sia in termini occupazionali che dal punto di vista della fiducia dei cittadini che ora finalmente invertendo una tendenza decennale ispirata alla ricerca del posto fisso o delle provvidenze dello Stato e sono diventati imprenditori. Imprenditori che hanno il coraggio di dire no alla mafia e al racket. Non credo di essere presuntuoso se affermo che il merito è dei siciliani, che hanno deciso di cambiare, ma forse un pò è anche dell’azione del mio Governo.
      Molti sono i provvedimenti di cui vado orgoglioso, da quelli per risolvere il drammatico problema della emergenza idrica, a quelli per eliminare l’emergenza rifiuti, al pieno utilizzo dei fondi Europei ma ciò che più mi rende orgoglioso è il fatto che tutto ciò si è realizzato con il massimo della traparenza e legalità.
      E proprio nel campo della tutela e della promozione della cultura della legalità che abbiamo profuso forse il maggior impegno anche in termini di risorse economiche. Lo abbiamo fatto nella certezza che, per debellare il cancro mafioso servono atti concreti e non facili slogan retorici.
      Parallelamente è proseguita la nostra azione volta a realizzare in Sicilia, uno sviluppo reale che sia da deterrente alla criminalità, perché sono convinto che ogni posto di lavoro onesto sia un’occasione in meno per la mafia. L’azione del governo è stata rivolta a tutti gli ambiti che potrebbero essere permeabili a fenomeni di infiltrazione mafiosa. Come ad esempio il settore degli appalti. Fra gli atti più significativi: il recepimento della normativa quadro nazionale in materia, l’emanazione della legge regionale con la quale sono state istituite nove stazioni appaltanti presiedute da prefetti e questori e magistrati in pensione e la sottoscrizione del protocollo di legalità con l’Autorità di vigilanza sui Lavori pubblici sia nel settore delle acque, sia dei lavori pubblici. Nella gestione dei fondi comunitari il governo regionale ha introdotto misure assolutamente innovative di efficace contrasto alla criminalità organizzata, tanto da essere state poi mutuate da altre regioni italiane, quale ad esempio il protocollo siglato con la Guardia di Finanza per il controllo di gestione dei fondi di Agenda 2000. Questo strumento ha consentito di raccogliere i frutti del lavoro fatto, come dimostrano i dati contenuti nel giudizio generale di parificazione della Corte Dei Conti circa le segnalazioni di irregolarità e frodi. Con coraggio ci siamo assunti la responsabilità di scelte ben precise quali quelle di chiudere 300 discariche abusive e aprire 30 discariche controllate, l’emanazione della direttiva annuale generale di indirizzo volta a garantire la trasparenza degli atti amministrativi, le iniziative in favore di vittime di reati di tipo mafioso, l’abbattimento dell’Irap per le imprese che si ribellano al racket del pizzo, l’insediamento del tavolo del partenariato che coinvolge tutti i soggetti attivi del territorio dalle organizzazioni sindacali alle organizzazioni datoriali che ci aiuteranno nelle scelte da operare per uno sviluppo compiuto del nostro territorio.
      Il governo della Regione ha anche realizzato una molteplicità di interventi che hanno come obiettivo la diffusione e divulgazione della cultura della legalità. Basti ricordare gli interventi sul piano formativo delle giovani generazioni, con campagne di educazione alla legalità mirate a tutte la popolazione scolastica di ogni ordine e grado sia attraverso il finanziamento di progetti proposti dalle scuole sia attraverso gli interventi previsti dal progetto legalità in memoria di Paolo Borsellino. In questo ambito basta ricordare il progetto “ i pizzini della legalità”. Sono stati poi finanziati progetti di recupero dei giovani reclusi nei carceri minorili della nostra regione allo scopo di favorire il loro reinserimento nella società. Sostegni sono stati erogati a numerosi consorzi che operano nel contrasto dei fenomeni estortivi e dell’usura. Un ingente investimento di risorse economiche è stato fatto, poi, per realizzare interventi infrastrutturali in favore delle forze dell’ordine, quali, per citarne alcuni, il programma di interventi per la realizzazione di opere di interesse sociale e di infrastrutture primarie, attraverso il quale sono stati finanziati 9 interventi per un valore complessivo di circa 8milioni 200 mila euro, il finanziamento della ristrutturazione dell’adeguamento di un capannone da adibire a laboratorio di indagine chimica della Polizia Scientifica, la cessione di un immobile regionale alla Prefettura di Palermo, quale nuova sede del commissariato San Lorenzo, il protocollo d’intesa fra Regione siciliana, Comune di Palermo e Ministero dell’Interno per facilitare l’iter di realizzazione del polo funzionale della Polizia di Stato a Palermo, previsto dall’accordo di programma quadro “Carlo Alberto Dalla Chiesa” siglato fra Regione siciliana e i Ministeri dell’Interno e delle Finanze.
      Ho scelto anche di utilizzare una quota consistente dei fondi riservati a mia disposizione per finanziare gli interventi in favore delle forze dell’ordine, perché solo sostenendo concretamente questi presidi di legalità si può realmente contribuire alla lotta alla mafia. Per supportare l’azione della Magistratura il governo regionale ha fortemente voluto l’approvazione della legge regionale 6 del 31 maggio 2006, ed ha scelto di promulgarla egualmente, nonostante l’impugnativa del Commissario dello Stato e di difenderne l’impianto presso la Corte Costituzionale, che, successivamente, ha avallato la scelta del governo regionale. Attraverso questa norma è stato possibile predisporre un piano straordinario di interventi in risorse umane e materiale in favore della giustizia ordinaria e delle giurisdizioni speciali nonché delle Avvocature distrettuali dello Stato. Per dare corso a tutta la procedura la spesa impegnata complessivamente è stata di quasi 2 milioni di euro”.
      Si aspetta una condanna a cinque anni?
      “No. Perchè ho la consapevolezza di non aver compiuto gli atti che mi vengono attribuiti, e sono certo di riuscire a dimostrare la mia totale innocenza anche per queste residue accuse nei successivi gradi di giudizio. Credo di aver ampiamente dimostrato di avere fiducia nella magistratura rinunciando per ben due volte all’immunità parlamentare e scegliendo di farmi giudicare. La mia fiducia resta immutata e così il mio rispetto per l’istituzione, chiedo solo che anche gli altri dimostrino lo stesso rispetto”.
      Cosa risponde a Miccichè che l’accusa di essere lei a dare l’immagine di “presidente dei cannoli” e quindi non i suoi detrattori a descriverla così?
      “Ribadisco per l’ennesima volte e solo per amore di verità che non ho nè festeggiato né esultato, perché sono perfettamente consapevole del peso della condanna a mio carico. Ho solo detto, e lo ribadisco da tre giorni, per chi vuole ascoltare la verità, che ho provato conforto per una sentenza che stabilisce che io non ho mai favorito né la mafia né i singoli mafiosi. L’ho detto e lo ribadisco, non sento nessuna voglia di festeggiare, evidentemente a qualcuno fa comodo strumentalizzare, anche i gesti più normali della buona creanza com’ è quello di offrire un caffè ai giornalisti intervenuti alla conferenza stampa.
      Ed è vergognoso strumentalizzare il fatto che abbia sollevato un vassoio (portato in buona fede da qualcuno dei tantissimi che si sono stretti a me per abbracciarmi) come i tanti giornalisti presenti possono testimoniare al solo scopo di toglierlo dal tavolo dove ci stavamo sedendo per fare la conferenza stampa. Io dico che a nessuno auguro il calvario che abbiamo vissuto in questi lunghissimi cinque anni io e la mia famiglia, ma, quelli che come me hanno dovuto sopportare per tanti anni il dramma di una accusa così infamante credo possono comprendere come ci si senta ad essere sollevati da un’accusa così pesante. Almeno in questo chiedo di essere capito”

    263. Ovviamente non viene tolto perché non viola la policy dei commenti.

    264. si ma pubblicarlo voi come post come par concio no eh???

    265. ops par condicio

    266. ma se sono sempre le stesse argomentazioni. se non ci fosse stato l’assist per parlare delle grandi gesta del suo governo, l’intervista sarebbe stato lungo un quarto della sua lunghezza reale.
      e sarebbero rimasti soltanto gli stessi argomenti che ha usato in tutte le interviste successive alla condanna (e che usa anche casini ad esempio).
      da ghandi, ai siciliani che lo hanno voluto, alla rinuncia all’immunità…bla bla bla
      se è consapevole della gravità della condanna, dovrebbe fare solo una cosa, invocata da più parti.
      e comunque la sentenza di primo grado, essendo di favoreggiamento semplice, stabilisce che siano stati favoriti dei personaggi, e non l’organizzazione. ma uno di questi personaggi è stato condannato nello stesso processo a 14 anni per associazione mafiosa. mica bruscolini. quindi può dire che sia stata dimostrata l’estraneità al favoreggiamento dell’organizzazione criminale, ma non di singoli mafiosi.
      sulla confusione creata su questo punto si gioca gran parte della difesa mediatica del governatore Cuffaro.
      non c’è storia. finchè non spunta “assolto per non aver commesso il fatto” in cassazione, si deve DIMETTERE. prenda esempio dall’altro compare d’anello di Campanella, che sta lasciando l’italia in balia di questa legge elettorale per moooolto meno.
      ma per favore.

    267. Forse le stesse argomentazioni sono perchè le acuse sono le stesse. Poi se uno si sente innocente deve andare avanti fino al terzo grado di giudizio.

    268. secondo me quell’intervista non chiarisce niente e non risponde a nulla.
      l’unica risposta moralmente accettabile che la gente (di destra e sinistra a quanto pare, anche alcuni suoi colleghi di coalizione) si aspetta, sono le dimissioni.
      mi sembra ci sia molto poco da chiarire.

    269. Cuffaro come Ghandi?
      non scherziamo…
      E’ stato condannato, e come pena accessoria si è beccato l’interdizione. Se come cittadino ha tutti i diritti di andare avanti nei successivi gradi di giudizio, come figura istituzionale ha il dovere morale di farsi da parte.
      La precisazione che non è stata riconosciuta la collusione mafiosa non regge : al momento è stato riconosciuto che ha rivelato segreti d’ufficio a persone estranee.Già questo basta.
      Ma realisticamente non mi aspetto che si dimetta. Purtroppo la classe politica attuale (destra o sinistra non importa), non sta dimostrando la moralità e la dignità che sarebbe necessaria in questi frangenti.
      Anche se la gestione politica del governo regionale del Pres. Cuffaro fosse stata esente da pecche ( e non lo è stata, a mio parere), il fatto stesso di essere condannato, gli imporrebbe di fare un passo indietro per rispetto alla carica, ma anche per rispetto a tutti i siciliani, che abbiano votato o meno per lui.

    270. Caro Tony,
      ho visto segnalate varie petizioni, noi del Meetup di Palermo e Bispensiero, insieme ai meetup siciliani e ai siti amici abbiamo dato ampia diffusione ad una petizione che da neanche tre giorni è giunta a più di 6000 firme, con una media spaventosa. E’ già in azione il tam tam di email.
      Vi rimando ad un post di Bispensiero dove potrete trovare i codici dei banners e il link alla petizione, insieme all’articolo di Bispensiero.
      Non disperdiamo le firme e convogliamo tutti in quella che attualmente è fra le prime 4 petizioni online del sito petitiononline, su scala mondiale.
      Firmiamo e facciamo firmare. E’ generica e non ha nessuna colorazione nè appartenenza.

      http://www.bispensiero.it/index.php?option=com_content&task=view&id=478&Itemid=34

      Un saluto,
      Massimo Merighi

    271. Purtroppo non ho saputo prima della manifestazione, altrimenti avrei senz’altro partecipato!!
      Basta con questa vergogna, siamo ridicoli persino agli occhi del Ruanda!!
      Cerchiamo di farci rappresentare da gente onesta e cacciamo a forza i delinquenti!!!!

      Un siciliano senza troppe illusioni!!!!

    272. il 26 alle 16 al politeama ce n’è un’altra.

    273. Faticosamente da un’ora mi accingo a leggere tutti i commenti a questo post. Dialogo costruttivo di cittadini indignati…di animi accessi pronti a scagliarsi gli uni contro gli altri…anche questo è un male della politica attuale, non solo raccomandazioni, personaggi collusi con ambienti oscuri, mafiosi e massoni, ma la totale mancanza di dialogo…
      Si è arrivati ad un punto in cui non contano le sigle, l’on. cuffaro è stato condannato in un processo che lo vede èprotagonista di diffusione di informazioni riservate dell’ente a cui lui stesso è a capo…già solo per questo, mafia o non, è giusto che si dimetta, perchè ha dimostrato (come minimo) di essere un cattivo amministratore.
      Personalmente ho letto attacchi ad azione giovani, sulla base di tornaconti elettorali, io trovo sacrosanto l’impegno che stanno mettendo i giovani di sinistra nel chiedere le dimissioni di cuffaro, apprezzo anche chi si mette in mezzo e in discussione da destra…qui per una volta deve contare l’essere siciliani ed il voler cambiare le cose che non vanno.
      Poi non penso che tutti i ragazzi di AG siano candidati da qualche parte…non penso che uno studente liceale od universitario cerchi voti gridando no ad un siostema di corrotti ed alla mafia…penso che voglia costruirsi un futuro.

    274. Ignazio Cracolici
      Vice Presidente della II Circoscrizione
      PARTITO DEMOCRATICO

      COMUNICAZIONE

      Il Vice Presidente della Seconda Circoscrizione del Partito Democratico Ignazio Cracolici.
      Dichiaro quanto segue :
      dopo la sentenza pronunziata dai giudici, mi sarei aspettato dal Presidente della Regione Cuffaro altre dichiarazioni, magari l’annuncio delle proprie dimissioni, ma purtroppo non ha avuto senso di responsabilità ed ha deciso, nonostante sia stato condannato a 5 anni di reclusione con l’interdizione dai pubblici uffici, di restare ancora alla guida della Regione Sicilia.
      Penso che questo non farà bene alla nostra terra.
      Chi verrà in Sicilia ad investire sapendo che il Presidente, il primo amministratore, favorisce soggetti che sono collusi con la mafia?
      Gli imprenditori andranno ad investire in altre Regioni o addirittura in altre Nazioni.
      Il Governatore Cuffaro ha perso l’occasione per fare del bene alla Sicilia;

      persino i suoi alleati credono che sarebbe stato meglio dimettersi; tra questi il Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana e leader di Forza Italia, Gianfranco Miccichè il quale pensa che questa sentenza sia pesantissima e che Cuffaro non sarà in grado di far ripartire l’azione di governo.
      Mi auguro che il Governatore Cuffaro faccia un passo indietro e rassegni le dimissioni, solo in questo modo la Sicilia riuscirà ad essere credibile al cospetto dell’Italia intera, in modo tale che inizi quel processo di sviluppo che porterà la nostra terra a raggiungere traguardi che a causa della presenza di Cuffaro sono stati sino ad ora irraggiungibili.

      Palermo lì,

      Il Vice Presidente
      Ignazio Cracolici

    275. Egregio Vice Presidente(e poi dicono siano gli altri a cercare visibilità),
      ho attentamente letto tutti i commenti fin adesso,e ritengo che Lei, invece di interessarsi, tra l’altro come parte in causa, visto che se non sbaglio suo fratello è deputato regionale del PD e quindi interessato ad alimentare un clima politico e di opinione sterile, dovrebbe piuttosto occuparsi di come siano stati definiti gli abitanti della sua circoscrizione, di come sia stato insultato il suo territorio.
      Io vivo nella sua circoscrizione e mi sento molto offeso da ciò che è stato scritto, perchè nella II circoscrizione ci sono tante persone che, gente magari povera, ma con grande umiltà, che non merita di sentirsi dire ciò che è stato detto.
      La invito quindi, nonostante sarebbe dovuto venire spontaneamente da lei, a difendere i cittadini e a lavorare per loro, anzichè spendere delle parole, per nome e per conto di altri, tralasciando i veri bisogni e i veri doveri che il suo mandato le impone!!!!!

    276. Egregio sig.re questo a me non lo deve dire, io posso dire veramente che vivo nella II° Circoscrizione,soprattutto perchè ci sono nato.e sono sempre a disposizione dei cittadini lavoro per loro, e sono a stretto contatto con loro.
      non dica queste sciocchezze,come li ha già dette ad un certo Piazzese Giuseppe come risposta dicendogli,che la sua II° circoscrizione fa davvero paura,perchè c’è tanta delinquenza.ma mi dica una cosa lei fa davvero parte della II° circoscrizione? mi risulta di no!!ma lei e carne o pesce,da quello che dice non si sa di dove.
      Io sono e mi sento orgoglioso di fare parte della mia II° circoscrizione.

    277. SABATO 26 GENNAIO
      PIAZZA POLITEAMA, ORE 16:00 PALERMO

      CORTEO CITTADINO PER CHIEDERE LE DIMISSIONI DI CUFFARO (promosso anche dal comitato addiopizzo)
      Aderisci anche tu senza bandiere politiche!

    278. […] scelte siciliane, ma sentire ieri Miccichè (il Miccichè che ha chiesto in nome della dignità le dimissioni di Cuffaro) dichiarare senza mezzi termini che mai si ritirerebbe a seguito del veto cuffariano […]

    Lascia un commento (policy dei commenti)