mercoledì 22 nov
  • A primavera…tutte le elezioni!

    C’è qualcosa di inquietante nell’aria di Palermo in questi giorni. La “settimana delle dimissioni” ha improvvisamente spalancato il sipario su una “tragedia” che sta per consumarsi: si voterà (forse) per (quasi) tutto! Pure il Comune? 😮

    Le elezioni provinciali erano già in conto e Ciccio Musotto, buon amministratore secondo molti (basta fare riferimento ai bilanci), sorride sornione a chi gli chiede che cosa ne sarà della Provincia. Probabilmente arriverà un uomo dell’Udc, forse Nino Dina o Antonello Antinoro, due vere “macchine del consenso”, rispettivamente da 25580 e 30202 voti).

    Il vero nodo è ovviamente la Regione dove le dimissioni anticipate hanno lasciato gli uomini di Cuffaro (che guiderebbe la lista del suo partito al Senato) avvelenati dai cannoli e dalle dichiarazioni di Gianfranco Micciché, entrambi non digeriti affatto. Non sappiamo se sia vero che il presidente dell’Ars abbia rischiato un incontro ravvicinato “pesante” nella notte di venerdì con qualche deputato inferocito per la convocazione straordinaria (la storiella dice che sia stato Cracolici a “salvarlo” con una telefonata cortese), ma sembra che i cuffariani non vogliano neanche sentirne pronunciare il nome ad oggi. Lui ha suggerito la Prestigiacomo, che ha gentilmente declinato. Non lo darei affatto per escluso perché Forza Italia ha già rivendicato per sé chiaramento la poltrona e perché un voto nazionale potrebbe innescare compensazioni tra cariche tali da renderlo più “digeribile” al centro siciliano (e alle correnti del suo partito che remano contro). Angelino Alfano, Renato Schifani e anche lo stesso Musotto (che potrebbe emergere in un secondo momento) potrebbero essere i candidati. Raffaele Lombardo (Movimento per l’Autonomia), successore quasi naturale quanto a formazione (come Cuffaro proviene dalla scuola di Lillo Mannino), non sembra interessato a prendere il posto di Cuffaro, forse perché qualche problema con la giustizia ce l’ha avuto pure lui. I primi nomi, si sa, si fanno per bruciare. Chi ha idee le metta nei commenti.

    Come? Non ho parlato del centrosinistra? Ah sì? Perché può vincere? Io non ci credo, soprattutto se circolano sempre gli stessi nomi già battuti e strabattuti.

    In apertura dell’articolo si parlava di Comune e, in effetti, ieri rimbalzava per Palermo l’ipotesi di una nomination per Diego Cammarata proprio alla Regione. Ci siamo fatti una risata. E però magari a Roma…

    Tra un puzzle di incarichi e pettegolezzi e la paralisi legislativa giungerà la primavera. Vi racconteremo tutto come sempre qui su Rosalio.

    Palermo, Sicilia
  • 154 commenti a “A primavera…tutte le elezioni!”

    1. mamma mia al solo pensiero prenoto una vacanza per tutto il mese di aprile!

    2. Già. A sinistra non c’è nessuno. Nessuno in grado di contrastare l’egemonia politica del centro destra. Persino la Borsellino, che tutti stimiamo, funziona bene come simbolo, ma ai fini politici dà la sensazione di essere il portavoce presentabile di qualcuno che invece ragiona alla vecchia maniera, dietro le quinte. Poi magari non è così, ma questa è la mia sensazione. E se togliamo la Borsellino, che pure è già stata sconfitta… non rimane nessuno. I volti nuovi del PD sono i soliti volti vecchi di sempre, gente che se mai dovesse vincere non sarà mai in grado di cambiare nulla, perché nata e cresciuta politicamente nelle repubbliche precedenti.
      Rassegnamoci, e speriamo in futuro, ancora molto lontano, in cui movimenti e liste civiche si riapproprino della res pubblica.

    3. La sinistra mi fa ridere ! ma è “lei l’assassina di se stessa” ! – Ricordo i veti del Rappa alla candidatura di un personaggio che ha avuto 31 processi (accanimento giudiziario direi) e assolto su tutti e 31 – direi che quest’ultimo è più pulito rispetto chi critica chi mette veti e non è mai stato sotto controllo – indagine e fa politica ma cmq …
      questa sinistra non ha amore verso se stessa e figuriamoci verso la Sicilia !
      Attaccati esclusivamente alla poltrona molti di questi sono infatti in grande crisi … hanno perso poltrone e potere che dovranno riottenere con l’aiuto dei Sindacati di proprio riferimento ad esempio …
      cmq, non voterò per questa sinistra ! non voterò per i perdenti Orlando, Borsellino e ne tanto meno Crocetta … l’unica persona capace potrebbe a mio avviso essere la Finocchiaro brava,educata e corretta !
      Ma gli accentratori come Orlando o le prime donne come la Borsellino o i comunisti sempre incaxxxti non penso la voteranno e magari ci ritroveremo in un film già visto … come quello che è accaduto alla Borsellino !
      Saluti !
      L.

    4. caro Tony,
      l’aneddoto delle tentate percosse a miccichè lo hanno raccontato anche a me…ma ti sbagli,non erano gli onorevoli dell’udc a volerlo picchiare ma quelli del suo stesso partito! Qualcuno vocifera che qualche forzista sia anche riuscito a mettergli le mani addosso…leggende metropolitane? bho!?!…del resto si sa, non fa piacere a nessuno dopo un anno e mezzo, andare a ricercarsi i voti…soprattutto a chi con questa legislatura troncata non è riuscito nemmeno ad assicurarsi la ghiotta pensione dei deputati regionali! =)
      Buona giornata a tutti!

    5. Francamente non credo a queste leggende e storielle e curtigghi !

    6. Maria Pia io ho scritto «qualche deputato inferocito» ma non di che partito. 😉

    7. Credo che per noi elettori e, in generale, per tutti coloro ch si sentono addetti ai lavori sarà un periodo davvero pesante. Riguardo gli amici del centrosinistra credo non ci sia sfida da un punto di vista elettorale. Vincerà nuovamente il centrodestra finchè quelli non si decideranno a fare una candidatura politica e non un “tecnico” o della società civile come amano dire. IO credo stia li il loro principale handicap!

    8. Eppure Tony….chissà…le “primavere” di Palermo sanno essere piacevolmente imprevedibili !! 😉

    9. In primavera si rischia il ritorno dell’autunno, se non dell’inverno …

    10. W Berlusconi ! W Sicilia W Berlusconi ! W!

    11. Siamo messi male malissimo!
      Siamo onesti, da qualsiasi parte ci giriamo, non possiamo vedere nessuno in grado di sedere con giusto sussiego in quella poltrona!
      L’unica, come detto sopra, era ed è la Borsellino, ma poi? Purtroppo è vero, La stimatissima ed apprezzatissima Rita, che avrebbe tutta la mia simpatia se sedesse al “trono”, forse è più forte come simbolo!
      Temo che se davvero si trovasse a palazzo reale, rimarrebbe sola, politicamente parlando! Si tratterebbe di 10 cani sopra un osso! E allora quanto resisterebbe? Ce la farebbe? Tuttavia…siamo onesti, quali altri alternative “oneste” ci rimangono? Nessuna, nada, zero….forse vale la pena rischiare!!!

    12. Alessandro considero una persona giovane e capace che possa sedere in quella poltrona, ma non è di sinistra bensì di Forza Italia partito poco amato in Rosalio.
      La persona è Angelino Alfano soli 39 anni vicino ai giovani ma non in chiacchiere ma con i fatti.

      Mi ha stupito un giorno … in segreteria … esce per ricevere una personalità un Assessore Regionale e invece di accoglierlo ha visto me e un mio amico che stavamo andando via … si è catapultato da noi scusandosi con l’assessore per salutarci e per chiedere come andavano le cose … come università lavoro etc. !
      sinceramente non ho mai visto in personaggi politici di questo genere un atteggiamento come questo ! …
      per quanto concerne la sinistra che dire … francamente dispiace non vedere una persona idonea che possa correre alla Presidenza della Sicilia.
      Dispiace perchè non vedo una competizione vivace e cmq competitiva – e che possa cmq in caso di opposizione farla veramente ! invece di fare assunzioni al Banco di Sicilia !
      Saluti
      L.

    13. @Giacomo: Cronologicamente parlando alla primavera è consequenziale l’estate!!! E se ne preannuncia una caldaaa per Palermo! 🙂

    14. e se mi candidassi io come Presidente mi votereste ?

    15. Carisssssimo Tony,
      ebbene si, in questo turbinio di nomi, cognomi e soprannomi l’unica cosa certa è che nessuno è certo. Per quanto riguarda le nazionali, questo folle sistema elettorale, unico al mondo, ha lanciato un nuovo sport tra i deputati, senatori o presunti tali: si chiama “futticumpagnu”. Per adesso sono tutti dietro la porta dei loro rispettivi segretari nazionali i quali, avendo la “ius prime electionis” devono decidere chi saranno i primi nelle liste, cioè quelli sicuri eletti. E’ normale che ne diranno di cotte e di crude sui loro possibili avversari (ovviamente del loro stesso partito). Tutto questo alla faccia del diritto di ogni cittadino di potere scegliere il proprio rappresentante nelle Istituzioni. Mi è sempre sorto un dubbio: fra tutti i santoni scelti dalle segreterie nazionali, quanti di loro riuscirebbero a superare le forche gaudine delle elezioni dirette? Quanti di loro hanno lavorato bene sul territorio? quanti di loro sono amati e stimati dagli elettori? Mah, chissà, ai posteri l’ardua sentenza.
      Per regionali e provinciali al prossimo post.

    16. Una breve considerazione. Non posso fare a meno di chiedermi fino a che punto le manifestazioni per le dimissioni di Cuffaro siano state semplice espressione di posizioni politiche avverse, e quanto invece siano state causa (o conseguenza) di un reale processo di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti della necessità della moralità in politica.
      Se prevale la seconda ipotesi, se qualcosa sta cambiando (onestamente è difficile da credersi, ma ci spero) forse allora una candidatura di forte stampo legalitario come quella di Rita Borsellino potrebbe avere più di qualche chance…

    17. Forse è vero che di politica non ne capisco nulla, che credo troppo nell’ideologia ma francamente che il Signor Coppolino scriva che il sistema elettorale attuale sia folle mi sembra l’ennesima dimostrazione di come tra politici e cittadini ci sia uno scollamento totale. Lei, signor Coppolino, fa parte di uno di quei partiti che vogliono le elezioni subito, con questo sistema elettorale folle, con questa “porcata”, come la definì Calderoli, promotore della stessa.I partiti mandano, dunque, consapevolmente allo sfascio il Paese e noi tutti solo per accaparrarsi questo cacchio di “potere” e chi si trova all’interno del meccanismo non fa nulla per cambiarlo per timore di vendette trasversali!Non riesco a non stupirmene ogni volta!Soltanto per questo motivo la destra non meriterebbe un solo voto, per il continuo e reiterato boicottaggio delle istituzioni e della democrazia! 😐

    18. Mah!
      Questa è la mia rosa di candidati per:
      al comune di Palermo Franco Franco
      alla provincia di Palermo Pancrazio Jughashvili Stalin
      alla regione Paolo Pol Pot
      alla presidenza del consiglio Demetrio Hitler
      A accussì non se ne parla più.

    19. Eppure Tony ti dirò se il centrosinistra, invece, di candidare la Borsellino – ottima persona ma che c’entra con la politica? – candidasse davvero la Finocchiaro forse qualche possibilità potrebbe averla.

    20. Sono daccordo sul fatto che questa legge elettorale va modificata prima di andare al voto..almeno con l’introduzione delle preferenze! Sono daccordo con chidice che non possono essere i segretari di partito a scegliere i rappresentanti di un popolo…credo che eletti direttamente dai cittadini i nostri duputati avrebbero molta più responsabilità nei confronti degli elettori(alemno si spera!)…però mi chiedo anche perchè quasi nessuno, nemmeno a sinistra, ha voluto firmare quella prosposta di legge del deputato saverio romano che proponeva l’introduzione delle preferenze…
      La verità è che fa comodo a tutti i partiti che a decidere candidati e posizioni in lista siano le segreterie nazionali…speriamo che Napolitano faccia un buon lavoro oltre che di sintesi tra le diverse posizioni politiche anche pensando seriamente al bene del nostro paese..

    21. poi qualcuno mi presenta il genio che ha deciso che le nazionali devono essere fatte in un giorno dedicato solo alle nazionali e le elezioni regionali in un giorno esclusivamente dedicato alle regionali? bella legge così invece di pagare una sola volta gli scrutatori li paghiamo tre volte (nazionali, regionali, provinciali). I contribuenti vivissivamente ringraziano.

    22. non sono d’accordo col tuo pensiero caro stanton, la critica che facevi al cons. coppolino.Credo, infatti, che a tutti i parlamentari che siedono sugli scranni romani possa fare veramente bene scendere sul territorio a cercarsi i voti. Anche perche la ricerca del voto implicherebbe una maggiore vicinanza al cittadino, non credi?

      p.s.: ti sta parlando uno che non è di a.n., quindi non difendo nessuno.

    23. Arrimina arrimina, ma nel pignatone ci sono sempre gli stessi.
      Invito tutti, destra o sinistra o centro, di votare volti nuovi: i vecchi, come dicono a Oxford “si ficirù schifiari”.

    24. OT ma non troppo 🙂 Se un politico non mantiene le promesse fatte ai propri elettori, non attuando ciò che si era proposto di fare durante il suo mandato, non è reato additarlo come un “buffone”. Non si tratta, infatti, di critiche alla persona ma al suo operato politico-amministrativo. La Cassazione ha annullato così con rinvio una sentenza di condanna per ingiuria, del tribunale di Poggio Mirteto, per un cittadino che durante un’assemblea pubblica, aveva interrotto il discorso del sindaco chiamandolo “ridicolo e buffone”. Gli ermellini infatti, nella sentenza 4129, hanno sottolineato l’esigenza di porre dei limiti alla “continenza verbale” che un cittadino deve mantenere per non offendere una persona e compiere reato. Nel caso in esame, il signor Franco, imputato di ingiuria aveva chiamato il suo sindaco buffone, in un’assemblea convocata dallo stesso presso l’università locale, al fine di “chiarire gli equivoci sorti in merito ad una scelta amministrativa”. Nella sentenza della Quinta Sezione penale, si ricorda che: “l’incontro era stato determinato dal clima di forte contrapposizione politica venutosi a creare tra l’amministrazione comunale e gli abitanti di una frazione a causa della mancata autorizzazione del sindaco alla chiusura della strada provinciale per lo svolgimento di alcune manifestazioni culturali”. Il sindaco aveva indetto l’assemblea per dare una spiegazione delle sue scelte, e diversi cittadini tra cui l’imputato lo avevano offeso con parole non dirette al sindaco in quanto persona, ma alla sua attivita’ politica. La Corte ha annullato la sentenza spiegando il rinvio con l’esigenza di specificare il significato della differenza che a volte alcune frasi assumono se rivolte a chi esercita pubblico potere in rappresentanza del popolo. Ricordano infatti gli ermellini che: “Il limite di continenza può ritenersi per sé superato, solo se il contesto si dimostra adottato dall’autore del fatto come pretesto per l’offesa alla persona, e di fatto dimostrando quel contesto, attraverso un’analisi compiuta, tale da consentire di ritenere superato il limite della continenza e giustificare in appello la riforma della sentenza assolutoria, che ha dato conto in dettaglio dell’accaduto” (Fonte ANSA, 28/01/08)

    25. Cara Serena condivido. Non è vero che il centrosinistra non ha esponenti credibili (perché i vari Cuffaro & cannoli, Miccichè & cocco lo sono???). La Sicilia per me resta un mistero: è l’unico posto in Italia dove DC prima e il centrodestra ora hanno dominato in modo incontrastato la scena politica regionale. Da 50 anni è così e da 50 siamo sempre nella m…… Eppure si continua a votare sempre allo stesso modo. Siamo davvero incredibili….

    26. Geggè, è tutto chiarissimo secondo me. I siciliani non votano il migliore, votano chi gli da un posto da precario. Lo hanno dimostrato tutte le competizioni elettorali. I politici locali e nazionali ci prendono per fame e noi ci facciamo fottere per 500 euro al mese in un call center. La verità è questa. Diceva qualche giorno fa un esponente di Forza Italia commentando la vicenda di Mastella che il clientelismo è politica, esattamente così in Sicilia far politica significa creare un regime clientelare e nessuno si scandalizza. Sembra ormai talmente normale che lo diciamo pubblicamente ai salotti della tv

    27. Serena, so bene che è cosi. Ma siamo proprio certi che il centrosinistra al governo della regione sarebbe cosi peggio? Che Cuffaro & c. sono il meglio sulla piazza (molto meglio di qualche altro esponente del centrosinistra???).
      In un sistema basato sull’alternanza, dovrebbero esserci esecutivi di differenti colori. Da noi no, e governano sempre gli stessi.
      Non ce la possiamo prendere solo con la classe politica, dobbiamo smetterla di Deresponsabilizzarci. La classe politica siciliano è lo specchio dell’elettorato siciliano. Che tristeza…

    28. cari amici di sinistra, geggè e serena, anzichè continuare a parlare e criticare cm state facendo proponete una, dico una, alternativa!E’ mai possibile che la sinistra critica sempre e non propone mai. E poi non credo vogliate essere amministrati da gente alla Bassolino o Jervolino.

    29. Una possibilità per la sinistra a prendere qualcosa in queste elezioni potrebbe essere la Borsellino candidata al Comune di Palermo. Qui a Palermo Lei ha un buon serbatoio di voti.

    30. Io un nome che mi frulla per la testa che potrebbe essere un più che degno presidente della regione ce l’ho! politico con grande esperienza, simbolo dell’antimafia in Sicilia, palermitano doc( nel senso di controllata e non cuffariana)… Vedremo

    31. cari ,
      è assurdo che ancora oggi parliamo di chi mettere al governo nazionale o alle regionali!!!!!!!
      oggi la gente in tutta italia non deve avere il problema di chi mettere o non mettere ,ma il vero problema è che non possiamo continuare ad avere politici con queste condizioni ,”privilegiati”- si rimescolano si rimpastano ma la sostanza è sempre quella da anni!!.!!!!!
      abbiamo bisogno di gente nuova ,giovane ,che non ha nessun precendente giudiziario ,di nessun genere , che sia pulito in tutti i sensi.
      prima di dare qualsiasi voto dobbiamo cambiare ste benedette riforme elettorali ,cioè che chi si candida debba avere un lavoro che gli permette di vivere, e che le loro poltrone non debbano avere fini pensionistici ,cioè che come tutti noi debbano raggiungere l’età pensionistica con i propri anni di lavoro.!!!!
      basta macchine blu ,privileggi ,anche loro, dal loro stipendio parlamentare che non superi i 3000 euro,ci devono pagare le tasse come tutti i comuni mortali ,tutti sti vecchi succhia sangue ,di senatori a vita che stanno li da 60 anni ,devono andare a casa e si godano gli ultimi gg.di vita con i loro familiari anzicchè ,continuare a svuotare le tasche di noi tutti finchè morte non ci separi !!
      i governi che governano ,prima che termini il tempo della loro legislatura ,devono fare il resoconto del loro modo di fare ,e se hanno creato buchi o terribili e spaventosi disagi economici alla nazione ,che riparino con i loro beni personali ,cosi il governo che governerà dopo di loro se sbaglino pure ,non possono addebitarlo al governo precedente .
      il governo che va a casa ,con i relativi elementi che non hanno saputo governarci ,che vadano per sempre a casa ,perchè non si può dare la stessa fiducia dopo 5 anni ad uno che 5 anni prima è stato un disastro.
      tutti i parlamentari e i governi regionali se hanno avuto problemi con la giustizia ,non possono essere riciclati da altre correnti politiche e che debbano scontare le loro pene come tutti gli esseri umani ,quindi l’abolizzione dell’immunità perlamentare.
      penso che basti……….italianiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    32. Geggè,
      mica devi convincere me io sono elettrice di centro-sinistra convinta.
      Giacomo io una proposta nome l’ho lanciata, invece di candidare la Borsellino, ottima persona per carità ma non ha alcuna dimestichezza politica, di bilancio, di economia, di lavoro, di sanità ect ect che il centro sinistra faccia una candidatura seria. La Finocchiaro a mio avviso ha qualche possibilità di pescare anche fra quelli di destra.
      Se, invece, dobbiamo farci sempre del male, allora la Borsellino alla Regione e Ferrandeli alla Provincia così arriviamo a non fare nulla come al solito.

    33. X Stanton:
      ma è possiblie che non si riesce a capire cosa c’è dietro? Se è vero come è vero che AN vuole le elezioni subito con questo sistema elettorale, qualcuno mi spiega perchè Prodi & C. in venti mesi non sono riusciti a modificare il sistema elettorale? Risposta: perchè fa comodo a tutti i partiti, da Rifondazione a Storace decidere chi mettere in lista e chi no! Secondo voi, Luxuria e Caruso sarebbero mai arrivati alla Camera? La madre di Carlo Giuliani avrebbe mai avuto i voti per sedersi al Senato? Mai e poi mai, credetemi. Certi elementi, di destra e di sinistra, non avrebbero la minima chance di essere eletti con il suffraggio elettorale.
      Per quanto riguarda AN e FI che vogliono subito le elezioni, mi pare scontato che, in un’ottica politica, i partiti della ex opposizione hanno urgenza di cavalcare la tigre dello scontento generale. Così come il centro sinistra ha intenzione di perdere tempo per fare calmare le acque e trovare nuove strategie elettorali. Ripeto: se avessero voluto, in venti mesi avrebbero potuto cambiare il mondo, con o senza il dialogo con l’opposizione (ne hanno fatto tante di leggi in questa maniera, una più una meno….)

    34. Giacomo, forse hai ragione tu: quelli di centrosinistra si lamentano in continuazione. Ma almeno fanno autocritica: c’è ad esempio chi dice che la Borsellino è un’ottima persona ma nn ha grande background politico, ma dall’altra parte è possibile che nessuno si lamenti? Che nessuno veda questo abominio? Nessuno mai che critichi cannoli e coppole in diretta tv davanti a milioni di telespettatori? Solo dalla sinistra deve venire l’autocritica?
      Forse Giacomo, hai ragione, dovremmo essere un po’ piu paraculi…

    35. Geggè, certo che si lamentano. Fino a due settimane fa Fini diceva: Berlusconi non è detto sia premier ora se l’è scordato, ma ha ragione Coppolino sono i giochi politici. E per questi giochi politici io che non volevo più votare alle nazionali se votiamo con questa legge vado. Sai perchè vado Giacomo? Perchè spero che Berlusconi vinca ed abbi al massimo tre senatori in più: Calderoli, Bossi e Maroni. Così finiamo sempre più in basso, tocchiamo il fondo e forse dico forse quando lo abbiamo toccato ci rialziamo e capiamo che ora di cambiare tutto

    36. Sul candidato del centrodestra non mi esprimo perché di fatto sarebbe come provare a giocare a tombola (perché non possiamo fare pure noi le primarie!!??) comunque l’ipotesi Cammarata mi sembra abbastanza campata in aria per una serie di motivi:
      1) questa massa di elezioni (provinciali, regionali, nazionali e comunali) non conviene a nessuno specie nel centrodestra che storicamente ha sempre avuto vantaggi dalla grande affluenza alle urne mentre questa maratona elettorale potrebbe favorire l’astensionismo
      2) Cammarata ha troppi progetti a Palermo a cui dice di essere legato per cui non mi sembra credibile che ne lasci la realizzazione ad un altro anche se fosse del suo stesso partito o coalizione
      3) Cammarata personalmente non riesce a dare un surplus di voti alla coalizione nella sola Palermo(sia nel 2001 che nel 2006 il cdx prese più voti in consiglio di quanti ne ha presi Cammarata come sindaco) figuriamoci nel resto della Sicilia dove è quasi un illustre sconosciuto

      PS:consiglio per il cdx: ha esperienza di governo, è di FI, ha ben governato per giudizio quasi unanime, ha un buon seguito elettorale personale, non ha scheletri nell’armadio per quanto riguarda la giustizia……..il nome? Musotto

    37. @ Jimmy Reptile. Cammarata quasi certamente si dimetterà a breve da Sindaco di Palermo (gravi problemi amministrativi) ma concordo con te che inadatto per la Regione.

    38. Diamoci al televoto. Mandiamo a casa tutti, diamo alle persone un bel cellulare parlamentare, diretta televisiva alle 20 dove un Governo tecnico propone la sua legge e poi tutti dalle 20 alle 21.30 possiamo votare la legge con il nostro cellulare 4401 per il Si, 4402 per il No….

    39. Cammarata si dimetterà ????

    40. Allora qualche idea su candidati che vorreste?

    41. Claudio Fava. Giovane, al di sopra di ogni sospetto, di grande esperienza anche internazionale, in passato non troppo sostenuto dai “colleghi” e che quindi ha sicuramente delle idee “alternative”!

    42. Francesco Forgione

    43. Angela Finocchiaro

    44. rosalio quando dici tu mi sblocchi o motivi il perchè di questi blocchi

    45. Spero nella Finocchiaro ma credo che alla fine candideranno la Borsellino. Per quanto riguarda il centro destra, credo che candideranno Alfano, non scommetterei nulla sulla Prestigiacomo invece.

    46. Sono d’accordo con gaetano,
      quando vuoi ci dai qualche motivazione…

    47. 1) Claudio Fava
      2) Anna Finocchiaro

    48. e se il centrosinistra mette qualche ex margheritone democristiano io mi prendo un bel periodo sabbatico!!!

    49. gaetano, niente spiegazioni…
      rassegnati

    50. Si facciano le primarie del PD o, meglio ancora, (di quel che resta) dell’Unione e così salterà fuori un nome. Ricordo che la Borsellino vinse le primarie e per questo fu poi la candidata del centro-sx. Ricordo anche che prese più voti come presidente della regione rispetto ai voti complessivi della coalizione che la sosteneva: in altre parole, il massimo risultato ottenibile in una regione come la Sicilia, noto bacino elettorale di centro-dx.
      Io personalmente, come ho già scritto altrove, vedrei bene Anna Finocchiaro.
      Per Coppolino: ammesso (e non concesso) che se in venti mesi non si è riusciti a fare una nuova legge elettorale è difficile credere che ci si riesca adesso, ma almeno vorrei capire perchè AN, dopo essersi spesa in prima persona per fare il referendum anti-porcellum adesso lo butta bellamente a mare in nome della chiamata al voto di Re Silvio. Che senso ha andare al voto con il Porcellum in aprile per poi trovarsi tra un anno a fare un referendum che molto probabilmente passerà? Con il risultato di avere un parlamento delegittimato dal voto referndario dopo appena un anno di legislatura.
      Si potrebbe invece fare il referendum il prima possibile (anche in aprile) per poi andare al voto con le nuove regole elettorali, legittimate dal voto popolare. In termini temporali non cambierebbe pressocché nulla.

    51. voci ben informate dicono musotto sindaco di palermo (entro giugno)

    52. @Coppolino, io capisco benissimo cosa c’è dietro. Lo schifo più totale. E lei viene qui a raccontarcelo con un candore sconcertante….
      @ Leone: AN cerca di rimanere in sella…non hai letto cosa scrive Coppolino? 😐

    53. Come sempre, se commenti vengono rimossi è semplicemente perché violano la policy. Vi ricordo che la procedura corretta per avere chiarimenti è inviare un’e-mail perché qui è off-topic e stiamo disturbando i lettori.

    54. Merci, era tanto per sapere.
      Invierò e-mail.
      Scusate il disturbo…

    55. Musotto un buon amministratore? sara bravissimo ad organizzare le feste della Provincia. Ma avete mai percorso una strada provinciale palermitana? Evidentemente no.Sono delle trappole che da 5 anni mettono a rischio la vita dei guidatori.

    56. Cioè dovremmo fare pure le Comunali??? Oddio già immagino la nuova follia: 1 candidato consigliere ogni due abitanti

    57. Andrea sai chi sembri? Gabriele Paolini, il disturbatore delle dirette tv… Senza offesa 🙂

    58. Vertigo ho provveduto.

    59. Stanton: ho letto, ho letto ma vorrei che rispondesse, così almeno rimane agli atti. 😉
      E nel frattempo è uscita quest’agenzia…

      15:58 Referendum, comitato: “Farlo il 20 aprile, poi elezioni l’8 giugno”
      “Sia in caso di governo istituzionale o di elezioni anticipate, votare per il referendum è possibile. Nessuno dei due scenari pregiudica la possibilità di votare per il referendum elettorale”. Lo sostiene Giovanni Guzzetta, presidente del comitato promotore del referendum, che propone due date possibili e compatibili con la situazione politica attuale: “Si potrebbe votare per il referendum il 20 aprile – sostiene – e per le elezioni politiche l’8 giugno. Non esistono ragioni politiche per negare ai cittadini di andare a votare per il referendum prima di eventuali elezioni”.

    60. se votate vizzini cambio pianeta!!!

    61. finocchiaro, perfetta che ne dite??

    62. ok anke claudio fava
      ottimi principi, buona scuola(quella del papà pippo) e sicuramente lontano da qualsiasi coinvolgimento di stampo mafioso

    63. provo a fare tre nomi per il csx:

      – Rosario Crocetta;
      – Claudio Fava;
      – Ivan Lo Bello;

      resta il fatto che a sinistra deve cambiare la mentalità dei partiti dominanti. altrimenti chi ci metti metti, i numeri saranno sempre gli stessi.

    64. forse è fuori moda ma … Simona Vicari?

    65. Depero
      si’,le strade provinciali lasciano a desiderare,come le vie cittadine.MA QUESTO CHE C’ENTRA?
      La Sicilia,finche’ non avra’ risolto i suoi problemi
      strutturali,si dovra’ rassegnare a camminare con le toppe.Per fare le strade nuove ci vogliono soldi.
      Sono soldi che rischiano di andare per cattive strade.
      Quindi meglio lasciare perdere per adesso,ed investire
      in altre attivita’,se c’e’ qualcosa da spendere.

    66. io terrei lontani gli affari e la politica, visto che uno dei problemi principali della sicilia è sempre stata questa commistione malefica.
      non escludo l’onesta dell’uomo Lo Bello, ma quanti “questuanti” (per usare un eufemismo) avrebbe addosso? e poi il conflitto di interessi è sempre in agguato!!

    67. @supervisor
      “Per fare le strade nuove ci vogliono soldi.”
      anche l’onestà. a farle bene o male spendi uguale, anzi, forse a farle male spendi di più 😉

    68. Supervisor
      La viabilità è un problema strutturale per l’economia di un territorio. La mia attività ne soffre parecchio.
      Non so bene a quali altri problemi strutturali tu ti riferisca, nè quali sarebbero gli investimenti virtuosi sui quali puntare.
      A mio giudizio un amministratore che trascura la viabilità come Musotto, non è un buon amministratore.
      Certo ogni anno noto che il programma della festa della Provincia è sempre ben nutrito. Sarà bravissimo ad organizzarla. Onore a lui. Certo se ogni tanto gli amministratori pensassero a chi lavora oltre che al solito panem et circenses forse la Sicilia godrebbe di un maggior sviluppo economico.

    69. Servono nomi nuovi,
      che abbiano dato prova di capacita’,
      di onesta’intellettuale,
      dotati di elevata piattaforma culturale,
      che dimostrino vitalita’ ed abbiano una certa esperienza nel management,
      che parlino le lingue e conoscano a fondo
      gli strumenti informatici,
      che abbiano qualche Master (serio) nel loro curriculum,e che non siano incappati in tragedie familiari.
      Forse c’e’ da cercare fra quanti sono emigrati e si
      sono affermati altrove,in posizioni di prestigio.
      Forse e’ il momento di fare ponti d’oro per il rientro
      di queste risorse.

    70. @stalker:
      capisco il problema della commistione affari e politica, ma al momento Lo Bello gode di una certa fama e visibilità, e potrebbe essere il soggetto giusto per fare breccia in una certa mentalità. Come ho già detto va cambiata la mentalità dei partiti che andrebbero ad appoggiarlo, che poi sono quelli che garantiscono la governabilità e la libertà di movimento a un Governatore.
      comunque l’ho gettata là perchè non vedo particolari prospettive per la politica di sinistra in sicilia.;)

    71. stalker
      ok.se manca l’onesta’ spendi di piu’
      e fai strade cattive.
      Comunque,ad evitare di rimescolare la stessa minestra,
      occorre avere il coraggio di scelte tanto nuove
      quanto difficili.Ora o mai piu’.

    72. come si fa a cambiare la mentalita’ dei partiti?

    73. @marco, ho premesso che non metto in discussione l’uomo, casomai il contorno, e cambiare la mentalità dei partiti la vedo dura, ne abbiamo perle ogni giorno, e nei prossimi tre mesi può solo peggiorare.
      preferirei un persona scaltra, già svezzata dalla politica ma onesta, insomma che conosca i meccanismi….insomma…che non sia a rischio presaperilcul-RAGGIRO.
      so che è più facile che domani vinca un superenalotto o come diavolo si chiamano!!

    74. poi l’importante è uscire da questa melma….

    75. sono d’accordo supervisor, molto d’accordo. Gente che abbia sperimentato altro.Che non abbia legami clientelari, e che abbia una visione piu` ampia del mondo per poter farfe della Sicilia quello che merita di essere. Mi sa che sto` sognando……..

    76. Depero
      per me il problema strutturale (di fondo)
      e’ legato all’apparato
      politico-amministrativo-imprenditoriale-giudiziario.
      Questo e’ il sistema integrato che ha generato la
      situazione che ci ritroviamo in Sicilia nel 2008.

    77. supervisor, sono d’accordo
      basta con gli sperperi e gli appalti mafiosi.
      tipo gibellina nuova, chiese crollate non ancora consacrate, strade che sembrano bombardate, e di soldi ne hanno stanziati tanti lì…solo la prima che mi viene in mente.
      a chi glielo dici??

    78. @stalker e supervisor:
      allora non c’è la benchè minima speranza. Forse Claudio Fava. Ma otterrebbe un risultato pari a quello di Rita Borsellino. Scontrarsi con la macchina elettorale della destra in Sicilia mi sembra un’impresa impossibile, a meno che non si provi qualcosa di veramente rivoluzionario. Che al momento non riesco nemmeno a pensare…

    79. Supervisor
      sono d’accordo credo con te in generale, anche se sei un po criptico, oppure sono io un pò tonto.
      Tieni però presente che i grandi cambiamenti, almeno per me, sono la summa di tanti più piccoli. Vedi, le strade non sono dettagli nella inadempienza generale del sistema, ne sono una componente insieme a tante altri elementi più o meno rilevanti. Se un amministratore comincia a gestire bene le piccole cose vedrai che otterrà grandi risultati anche nei temi di più ampio respiro socio-economico. Il “Benaltrismo” non porta a nessun risultato concreto.

    80. rileggiti bene i post

    81. certo che se penso a certi nomi voterei perfino paperino 😉 brrrr

    82. Ritengo che Rosario Crocetta potrebbe essere il candidato giusto. ha dimostrato di non avere paura dei mafiosi e sembra un uomo di grande sensibilità.
      Propongo per le elezioni di preparare manifesti con le liste di tutti i candidati che hanno subito condanne e di appenderli dappertutto, intitolandoli “Vota con coscienza sapendo che…” e giù i nomi, il partito di appartenenza e la condanna riportata.Perchè spesso la gente ignora chi sono i nostri politici.

    83. intendevo :marco,rileggiti bene i post.

    84. ci vorrebbero delle primarie, basta che non siano in stile piddì

    85. Depero
      in citta’ non c’e’ un gru in azione da oltre un decennio
      (salvo qualche intervento nel centro storico)
      mentre lo stesso centro storico si sta sbriciolando
      e vivere intorno ai 4 mercati popolari e’ un rischio elevatissimo (ad ogni acquazzone segue un crollo).
      Anche queste sono strutture che costituiscono un problema,ma io mi riferivo a ben altre strutture,
      come ho chiarito sopra.

    86. una gru

    87. @supervisor:
      scusa m’era sfuggito. sono d’accrodo con questo:
      “Servono nomi nuovi,
      che abbiano dato prova di capacita’,
      di onesta’intellettuale,
      dotati di elevata piattaforma culturale,
      che dimostrino vitalita’ ed abbiano una certa esperienza nel management,
      che parlino le lingue e conoscano a fondo
      gli strumenti informatici,
      che abbiano qualche Master (serio) nel loro curriculum,e che non siano incappati in tragedie familiari.
      Forse c’e’ da cercare fra quanti sono emigrati e si
      sono affermati altrove,in posizioni di prestigio.
      Forse e’ il momento di fare ponti d’oro per il rientro
      di queste risorse.”
      ————————————————-
      due domande:
      1) chi avresti in mente?
      2) chi li fa i ponti d’oro per i rientri, in una realtà come la nostra che più che altro favorisce le fughe? questi partiti? gli elettori?
      ho perfettamente chiaro il tuo pensiero e sono d’accordo. ma all’atto pratico?

    88. cara serena, mi piace molto il tuo ardore e voglio dirti che sono stato uno di quelli che ha chiesto le dimissioni di Cuffaro se no non ci sarebbe stata alternativa che… non so cosa! levarlo??
      Riguardo ai candidati dico Claudio Fava e Giangranco Miccichè!
      Quella sarebbe una bella sfida!!!

    89. Supervisor
      non capisco perchè tiri in ballo la città.
      Posso anche essere d’accordo, ma non parlavo mica di ciò.
      Il mio intervento nasceva da quanto letto nell’articolo di Siino. Ovvero: “Ciccio Musotto, buon amministratore secondo molti (basta fare riferimento ai bilanci)”. Io non condivido. Ed ho anche cercato di spiegare le mie modestissime motivazioni. Ogni volta che prendo una strada provinciale non manco di mandare un pensiero diciamo “affettuoso” al buon Musotto.
      Tu dici colpa dell’apparato
      politico-amministrativo-imprenditoriale-giudiziario.
      A me continui a sembrare criptico, oppure dai troppe cose per scontate.

    90. la sfida che mi piacerebbe vedere è Fava contro Musotto

    91. a Marco
      1.i nomi vanno riscoperti
      (e’ difficile,ma la rete aiuta)
      2.all’atto pratico c’e’ la stessa difficolta’ che io
      ho intravisto nella tua affermazione di cambiare la
      mentalita’ dei partiti.
      Pero’ anche nei vertici di certi partiti c’e’ una
      posizione antipolitica rispetto a “questa politica”.
      E la cosa emerge sia a Dx che a SX

    92. Io ho maturato il sillogismo politico = corrotto, nepotista, colluso e pur facendo qualche piccolo distinguo, giusto per non fare di tutta un’erba un fascio, ogni tanto ne fumo un pò.
      Chi cavalva l’onda della morte, chi promette a destra ed a manca sapendo che dovrà disattendere il 99,99% delle promesse e che per essere eletto dovrà intavolare un’infinità di compromessi.
      Do pertanto il mio simbolico voto a quel fantomatico “nessuno degli eletti” per incapacità valutativa.

    93. Depero
      ho tirato in ballo la Citta’ per una questione di priorita’ di intervento.
      Se dovessi finanziare una strada alla Provincia,
      in alternativa ad un rischio abitazioni al Comune,
      sceglierei e finanzierei quest’ultimo intervento.
      Non ho elementi per giudicare Musotto e Cammarata.
      Sulla opportunita’ di un rinnovamento,mi sono espresso
      sufficientemente,ponendo anche attenzione al fatto che
      non si puo’ guardare al futuro dei Siciliani con
      legami a vicende negative ormai passate.
      Altrimenti non facciamo che alimentare in perpetuo le dispute ed i rancori.
      Ci vogliono menti svincolate da ogni condizionamento e che,forti della preparazione di base,siano capaci di mettere in pratica tutti i criteri di
      una sana amministrazione.
      Ma gia’ il primo ostacolo sta nella preparazione delle liste.
      Non e’ da sottovalutare la resistenza al cambiamento
      che verra’ dagli attuali partiti.
      I tempi potrebbero essere molto lunghi.
      Non credo di dare troppe cose per scontate.
      La mia opinione e’ che dell’attuale situazione
      ogni elemento del sistema ha le sue brave responsabilita’.
      E poi,io distinguo tra quello che viene detto e quello che viene fatto.C’e’ un abisso fra le due cose.

    94. Credo che ci siano pochi dubbi sulla candidatura Cammarata
      alla Presidenza della Regione.Si riassumono facilmente:
      1-La Presidenza(per il centrodestra)questa volta spetta senza dubbio al Partito del Popolo della Libertà(FI)
      2-La Sicilia non è pronta(arretratezza culturale)ad una Presidente donna.Peccato davvero.Perdiamo così la Prestigiacomo e la Vicari in un sol colpo.
      3-Guido Cammarata è per esperienza,look e carattere la persona più adatta a rappresentare la Sicilia.
      4-Egli ha inoltre fedina penale pulita e indubbio ‘aplomb’.Non è mai aggressivo verso gli oppositori,ed è rispettoso nei confronti di tutti.Inoltre è un laico,nel senso che non ostenta la propria fede,che rimane un fatto intimo e personale.
      5-E’giovanile,ma non giovane:quindi rassicurante.A parte
      il fatto che,dopo il tondetto Cuffaro,è un tipo affascinante e longilineo,con un appeal forte da ‘capelli brizzolati’,occhiali da presbite e abbronzatura
      da yachtman.Tutte cose che non guastano con l’elettorato femminile.
      6-Last,but not least:ha una ottima dizione con bassissimo accento locale,il che,dopo la simpaticissima
      prestazione vocale del Dr.Cuffaro,onestamente,per un Governatore,fa piacere.
      Insomma,Forza Cammarata!

    95. io penso che Alessandro Pagano sia l’uomo giusto per la candidatura alla presidenza. sera a tutti

    96. Rosario Crocetta è il candidato ideale. Un simbolo, un uomo eccezionale ed un politico che si è fatto le ossa sul campo, rischiando molto, ma sempre con grande coraggio e dignità. Sarei orgogliosa di essere rappresentata da lui.

    97. Supervisor
      Nel caso specifico non vi è da decidere alcuna priorità di intervento. Ti ricordo infatti che ogni passaggio di proprietà di veicolo viene tassato dal P.R.A. con un tributo, per legge dello Stato, trasferito alla amministrazione provinciale e destinato alla manutenzione delle strade provinciali. Dove finisca in provincia di Palermo non è dato sapere, o comunque io non ne avverto i benefici nella viabilità provinciale.
      Per quello che leggo dopo scorgo espressioni da giovane politico in erba pronto a scalzare il vecchio matusa di partito. Niente di male se sei in buona fede. Auguri.

    98. Anche a me piacerebbe Vizzini alla presidenza. Alla sinistra consiglierei Crocetta. Sarebbe una bella sfida tra due politici che hanno fatto della lotta alla mafia un credo.

    99. Io sono per la Finocchiaro. Ha una capacità politica riconosciuta da tutti, serietà, e cosa non irrilevante, non fa parte dei giochi interni alla Sinistra Siciliana anzi ha una visione piu ampia dei problemi per i ruoli ricoperti a livello nazionale.
      Su Crocetta se ne potrebbe parlare, personalmente lo ammiro molto, ma non credo abbia la capacità di attrazione tale da convincere molti siciliani, semplicemente perche poco conosciuto ai piu.
      A destra? Meglio la Prestigiacomo, almeno chiù…pi tutti!

    100. io però vorrei la prestigiacomo imitata dalla cortellessi!!!

    101. Siamo sempre i soliti pessimisti…
      Si prospetta un Marzo/Aprile pieno di feste ed aperitivi a sbafo…
      non vedo l’ora…
      Viva Viva Viva…

    102. Depero
      dove finiscono i nostri soldi?
      Credo sia sufficiente leggere i Bilanci.
      Se poi scopri che la gran parte serve a pagare Stipendi
      dovresti mettere a confronto gli Organici
      di Regione,Provincia e Comune
      con quelli di altre Regioni d’Italia.

    103. News dalla Provincia (da un consigliere prvinciale):
      Problema strade: la Provincia ha in dotazione circa 2.500 km di cui più di mille sono ex strade padronali, EAS, consortili etc. Tutte queste strade sono state rifilate alla Provincia senza un minimo aumento dei fondi destinati alla manutenzione.
      Il 72 per cento dell’intero bilancio della provincia viene destinato alle scuole ed alla viabilità, i due settori più onerosi di tutto l’ente.
      Quello che si riesce a fare è già un miracolo: per dare un’idea, l’ANAS, per manutentare le sue strade in provincia(circa 800 km escluse autostrade) dispone di fondi pari al 400 per cento dell’intero budget provinciale. Vorrei ricordare che la Provincia di Palermo è l’unico ente pubblico in Italia ad avere un rating internazionale AAA+.
      Festa della Provincia:
      l’evento, che prevede per un mese manifsetazioni culturali e musicali in tutti gli 82 comuni della Provincia, è stato giudicato un miracolo economico: con 700.000 euro annui si sono fatti 5 mega concerti a Piazza Magione (negli anni sono venuti artisti come Consoli, l’Orchestra di Pizza Vittoria, Goran Bregovic, Mono Vadia, Fiorello, Tinturia etc) e più di 160 manifestazioni nella provincia, tutti rigorosamente gratuiti.
      L’evento è stato copiato da oltre 15 Provincie, sia di detra che di sinistra.
      Per la cronaca, vorrei ricordare che ogni anno sono piovute sferzanti critiche dalla sinistra sulle spese sostenute dal Comune per il capodanno in piazza: quest’anno Cammarata ha tagliato la festa di fine anno per devolvere i fondi alle associazioni di volontariato ed ai centri di assistenza sociale e cosa fa la sinistra, Rifondazione in testa? lo critica definendola scelta demagogica perchè toglie la festa ai cittadini (ne organizzano una “alternativa” in Piazza S’Anna).
      Secondo me ci vorrebbe l’elettroshock!!!!!!!!

    104. Giacomo io non ho nulla contro Fava, anzi lo apprezzo moltissimo come persona e come politico ma penso detto in tuttissima sincerità che non avrebbe alcuna possibilità. Nessuna. Troppo odiato dal PD, non prenderebbe un voto a Catania, non avrebbe alcuna possibilità di riuscita. Ricordo dopo il 61 a 0 qualcuno che era PDS poi DS ora PD dire che il nostro obiettivo era fare un pò meglio (peggio mi veniva da dire è impossibile) ecco io vorrei che almeno per le regionali si avanzasse una candidatura che ha almeno una possibilità.

      Non penso che nè Crocetta, nè Fava e nemmeno la Borsellino abbiamo alcuna possibilità. Lo Bello ha già dato picche quindi per questo mi ostino a proporre la Finocchiaro perchè al momento mi sembra la sola che abbia una chance.

    105. Coppolino ha dimenticato di citare il concerto della Tatangelo e di Gigi D’Alessio che la Provincia ha offerto a tutti noi per la Santuzza. Quello si che è stato un grande evento culturale….

    106. Anche io quoto Rosario Crocetta; mi sembra davvero il candidato perfetto: una persona intelligente, ironica capace e “pulita”. Quindi…credo che la sua candidatura verrà bocciata inesorabilmente….purtoppo per noi. SOB 🙁

    107. x Micio Alfonso, chi sarebbe Guido Cammarata? Un politico nuovo che non conosco?? Perchè sia il nome che l’identikit che ho letto non mi ricorda nessuno

    108. Supervisor
      concordo

      Coppolino
      Io mi riferisco alle strade esclusivamente provinciali.
      Sono in uno stato pietoso (fai un giro ogni tanto). Qualche anno fa la situazione era nettamente migliore.
      Se non siete in grado di garantire i fabbisogni minimi, dimettetevi, questo si sarebbe un miracolo.
      Rating AAA+? dammi un riferimento voglio capire meglio.
      Sul risparmio del comune per la festa di capodanno condivido in pieno, dovreste prenderlo ad esempio.
      Evidentemente però organizzare concerti è una attività che vi viene più congeniale. Un suggerimento perchè non lo fate con i vostri soldi, aprite una casa di produzione.

    109. Salvo Coppolino
      indipendentemente dai contenuti,grazie per l’intervento che se necessario potra’ essere approfondito.
      Questo e’ il tipo di dialogo che ci si aspetta dal blog,
      riuscire quindi ad avere una controparte documentata.

    110. Nell’attesa di un gentile riscontro da parte della Provincia, ho cercato sul web notizie sul rating AAA+ che sarebbe stato assegnato all’amministrazione.
      Non risulta, le poche notizie riscontrate parlano di un rating tra A-1 ed A1 sino al 2005 (http://www.provincia.palermo.it/provpalermo/old_site/avvisi_vari/EMISSIONE%20PRESTITO%20OBBLIGAZIONARIO.pdf).
      Probabilmente la promozione ad un rating superiore è successiva ma non è documentata almeno sul web.
      Gradirei un chiarimento da una controparte documentata se non chiedo troppo.

    111. rating provincia, non ho 150 USD da buttare per vedere che c’è scritto nel documento, dal titolo si direbbe A1 😉

      http://www.alacrastore.com/storecontent/moodys/PR_127804_600049231

    112. L’unica cosa certa è che ci aspettano 4 mesi di campagna elettorale

    113. Abacus sei stato bravissimo,
      si senza dubbio è A1 nel 2007.
      Attendo chiarimenti provinciali.

    114. Abbiamo lanciato un sondaggio sul prossimo candidato alla presidenza della Regione. Hanno già votato quasi cento persone. La Borsellino è avanti a tutti. Votate anche voi: http://www.studiolegalelopiccoloilblog.blogspot.com/

    115. scusate per AAA+ , è stato un errore di battitura. Il rating è A1, ciò significa che, non avendo debiti, non avendo falsi bilanci, non avendo precari da stabilizzare l’ente provincia è ritenuto un ente più che sano. In termini pratici, possiamo chiedere mutui, emanare buoni ordinari, possiamo avere prestiti per progettualità e via di seguito.
      X Depero:
      che significa fabbisognini minimi? ma ti rendi conto che significa, per fare un esempio, asfaltare 50 metri di strada? sai quanto costa? Tu dici che fino a qualche anno fa erano buone? magari nel periodo che era presidente Puccio del centrosinistra? è facile parlare senza conoscere la realtà, è facile criticare senza essere costruttivi.
      E’ tipico della sinistra e lo ha dimostrato in 20 mesi di governo nazionale: sono stati 5 anni a criticare qualsiasi iniziativa o legge del precedente governo, poi, giunti al potere, sono stati capaci di rovinare un paese senza una legge costruttiva, aumentando le tasse ed i costi della vita, buttando fuori 50.000 detenuti (tutti rientrati con gli interessi), mortificando migliaia di famiglie italiane che non riescono più ad arrivare alla seconda settimana (altro che quarta). Poi nnì pigghiano puru pu c..u dicendo: peccato stavamo lavorando per dimezzare le tasse ed aumentare gli stipendi, questa crisi non ci voleva (come se l’Italia è un paese di pirla).
      P.S. Sono stato 3 anni presidente della commissione viabilità in Provincia, aspettavamo con ansia i 50 milioni di euro che Prodi aveva stanziato per le strade provinciali della sicilia nell’ultima finanziaria: dovevano arrivare a novembre, li stiamo ancora aspettando!!!

    116. 1) rating
      A1 non significa quello che dici, perchè non ci leggi il commento dell’agenzia di rating, visto che per noi mortali è a pagamento (150 USD se non sbaglio).
      La provincia ha emesso nel 2005 i famigerati BOP, Buoni del tesoro provinciali, in poche parole avete emesso obbligazioni acquistate dalle banche. Quindi sieti indebitati. Il vostro debito è a basso rischio lo riconosco, ma sempre indebitati siete a dispetto di ciò che dici sopra: “non avendo debiti”.
      Mi sembra che si semplifica un pò troppo in questa Provincia.

    117. 2) strade
      Non so quanto costa farle, ne mi interessa, ho un altra attività, e per questo che delego voi per gestire l’amministrazione pubblica.
      Si con Puccio andava un pò meglio, ed andava meglio anche con la vecchia democrazia cristiana, io non ho mai visto tanta incuria come negli ultimi anni.

    118. @ Coppolino, ferme restando le tue legittime opinioni pur diverse dalle mie, mi limito a elencare alcuni FATTI:
      1) tanto per cominciare, è opportuno ricordare quello che questo governo Prodi NON ha fatto: condoni, leggi ad personam per salvare Silvio dai processi (è di oggi la notizia che nel processo SME l’assoluzione per Silvio è avvenuta con la formula “il fatto non costituisce PIU’ reato”), guerre illegali (alla stregua di risoluzioni ONU e diritto internazionale pubblico) oltre che controproducenti e costose, leggi sulle TV come la Gasparri che hanno fatto accaponare la pelle all’UE.
      2) sull’indulto sono perfettamente d’accordo con te ma ricordo che il provvedimento d’indulto non lo decide il governo ma il parlamento con una maggioranza qualifacata di 2/3 (unici partiti che hanno votato contro: AN -bravi, te lo riconosco-, Lega e IdV).
      3) sulla pressione fiscale posso concordare con te: rimane però il fatto che quando Silvio lasciò Palazzo Chigi l’avanzo primario (entrate correnti meno spese correnti meno spese per interessi sul debito pubblico) era a MENO 1,7% e adesso è a PIU’ 4,4% dopo due sole finanziarie. Inoltre, sempre notizia di oggi, A PRESSIONE FISCALE INVARIATA, le entrate fiscali 2007 sono aumentate del 9,7% rispetto allo stesso periodo del 2006. Il commissario UE per gli affari economici e monetari Almunìa ha appena dichiarato: “Mi auguro che si proceda con le politiche lodevoli seguite sino ad ora dal governo Prodi”.
      4) sulle liberalizzazioni ha fatto più un governo di presunti “comunisti” in 2 anni e con una maggioranza risicatissima che un governo di (sempre presunti) “liberali” in 5 anni con una maggioranza schiacciante.
      (continuo?)

    119. Che la Provincia di Palermo sia un ente sano e ben amministrato mi sembra indubbio, che motivo c’è di negare l’evidenza?

    120. 3) sono d’accordo con te. La sinistra è incapace quanto la destra. La propaganda risparmiamela ti prego. Prodi non vi ha mandato i soldini, può essere, però sino al 2006 avevate un governo nazionale e regionale amico, il degrado era già in atto ai tempi.
      Noto che in Italia la colpa è sempre degli altri. Mai nessuno che si assume le proprie responsabilità. Concludo dicendo che se lo Stato non vi mette nelle condizioni di ben amministrare, sarebbe meglio dimettersi, autosciogliersi piuttosto che continuare a sprecare il denaro dei contribuenti.

    121. Siino
      ma su quali basi esprimi questi giudizi?
      perché hanno un bilancio in pareggio ed un rating accettabile? Certo ci sono amministrazioni in dissesto economico finanziario.
      Ma io mi chiedo, una amministrazione deve rispondere ai bisogni dei cittadini o accreditarsi presso le banche d’affari per emettere obbligazioni ed aumentare il debito pubblico?
      Siino ti consiglio di non prendere mai una strada provinciale che non conosci di notte, se hai dei soldi da investire, invece, i Buoni provinciali sembrano affidabili almeno per ora.

    122. Quoto Depero. Penso che il rating A1 significhi solvibilità stabile, remunerazione costante delle obbligazioni, ciò da una parte è positivo ma d’altra parte, in assenza di un un cospicuo incremento delle entrate, che voglio ricordare dipendono dal prodotto lordo regionale e nazionale, ciò significa mancanza di investimenti nelle infrastrutture, ossia la situazione attuale. Qualcosa la si può attingere dai fondi UE 2007/2013 ma dura quel che dura e intanto abbiamo già perso più o meno la metà dei fondi previsti nel 2000/2006. Se poi passerà il Fed Fiscale … in tal caso chissà se e come terranno assieme la compagine CdL … dovremo contare molto di più sul prodotto regionale e molto meno su quello nazionale. Haha! Ne vedremo delle belle.

    123. Io a Presidente della regione vedrei bene un nome nuovo come Bartolo Sammartino….

    124. Diego Cammarata è il nome perfetto per la Presidenza della Regione,ovviamente se contrapposto ad un candidato di centrosinistra debole.Ma ancora non si conoscono nomi.
      Ad ogni modo nel centrodestra siciliano il Sindaco ha ben pochi rivali,per simpatia,tatto,fascino…e buona dizione!

    125. questa perla è dedicata ai sostenitori di angelino alfano:
      “Sappiano i mafiosi che qualunque voto dato al centrodestra sara’ usato contro di loro” 🙂
      no comment!

    126. Per Coppolino:vedi che il Governo Prodi e Padoa-Schioppa hanno avuto oggi il grande plauso del Commissario Europeo Almunia.Questo Governo ha rettificato il deficit e le sanzioni del 2005,di cui hanno colpa Tremonti e l’ex-Premier.A me dispiace che le elezioni le abbia vinte Prodi,che ha dovuto fare il ‘lavoro sporco’tipico dei centrodestra europei.E’ andata così.Ora impegnamoci tutti per Diego Cammarata Governatore(sempre che la Prestigiacomo non ci ripensi!).Ma siamo sicuri che Lombardo sia fuori gioco?A me le dichiarazioni che lo riguardano appaiono un poco interessate.E poi il centrosinistra potrebbe avere l’asso nella manica.
      Intanto spiace vedere la velocità con cui si offusca l’astro Cuffaro.Che anche lui abbia in mente qualche sorpresina in stile Andreotti?

    127. @coppolino, non metto in dubbio la sua buona fede, ma quell’errore di battitura odora di “campagna elettorale”.
      AAA….+ elettori cercaNsi?
      che fa, ci si mette pure lei?
      per il resto non aggiungo niente a quello che ha gia detto il leone.

    128. Abacus
      “e intanto abbiamo già perso più o meno la metà dei fondi previsti nel 2000/2006.” ?????????
      Secondo qualcuno li abbiamo utilizzati tutti…!!!!
      Allora che e’ ?Il gioco delle 3 carte?

    129. Tony, hai cancellato il mio post che ho scritto in copia qui e nell’altro spazio “Pistorio for president”,
      da parte mia non è doppio per errore ma lo ritengo pertinente pure in questo spazio, trattasi d’errore, o altro? In ogni caso voglio dirti che non l’ho postato in due spazi diversi per “stulitanza”, è il mio commento anche per questo tuo post.

    130. supervisor io ricordo così, che sono stati impiegati quasi tutti quelli impegnati ma non quelli programmati sulla base della disponibilità strutturale … mizzica quantu m’abbutta trafichiari c’u sti camurria i nummari! Vado a verificare 😉

    131. Gigi l’ho cancellato io e non Tony e ti chiedo scusa…è stato un errore perché pensavo che fosse un duplicato. Puoi ripostarlo.

    132. Per la soddisfazione di supervisor e altri, vedere alle pagg. 12, 20, 65 e 66 😀

      http://www.dps.tesoro.it/documentazione/docs/uver/Previsioni_20070507.pdf

    133. …io non mi sono mai sentito italiano, perchè non significa proprio niente, chi ci crede si illude e basta. E’ una farsa messa in atto all’origine da delinquenti 150 anni fa, e oggi è ad uso di gente ambigua concentrata in precise regioni e nei centri di potere fine a se stesso. Insomma, il similpaeseitalia. Io sono per l’italia federale, ogni regione libera e indipendente, ognuna con relazioni dirette con la comunità europea, Bruxelles. Poichè noi abbiamo subito un passato equivoco amministrato da dilettanti buoni, forse, solo per amministrare un condominio, buoni solo per mettere in scena un teatrino squallido fatto di linguaggio banale -quando non si aggaddano per fare spettacolo, perchè non sanno fare altro…sono un mondo a parte parallelo, ma lontanissimo dalla società reale- e giochetti elettorali e strategie tendenti esclusivamente a perdere, e prendere, tempo e guadagnare e mantenere poltrone rassicuranti per loro,
      ecco, a causa di tale passato la Sicilia ha bisogno di un restauro totale. Si devono formattare i cervelli e riprogrammarli alla “normalità”. E’ necessario un periodo di transizione per arrivare ai livelli dell’Europa evoluta, per questo i primi dieci anni la Sicilia deve essere amministrata da veri e propri managers tedeschi, svizzeri, scandinavi, etc. mandati dalla comunità europea, dipendenti della comunità europea, pagati con obbligo di risultati. Insomma un commissariamento indispensabile, seppure insolito a prima vista, è vero, chi giudica razionalmente lo puo’ considerare surreale, invece è l’unica soluzione SERIA, la politica com’è intesa oggi nel similpaeseitalia è assolutamente fallita. In questo progetto gli aspiranti politici indigeni per poter intraprendere la carriera politica dovranno sottoporsi a veri studi di gestione della “cosa pubblica”, cicli di 5 anni nelle maggiori capitali europee, con esami finali, l’idoneità sarebbe valutata da istanze europee senza nessuna presenza italiana e senza possibilità di ammuini. Coloro che sarebbero ritenuti idonei verrebbero inseriti gradualmente accompagnati dai suddetti managers. Durante il soggiorno all’estero dovrebbero lavorare part-time come qualsiasi cittadino normalmente formato.
      Non vedo altre vie di salvezza per la Sicilia, nel sistema attuale sono previsti solo peggioramenti, nel senso che cresceranno le distanze in tutti i sensi tra il sud del similpaeseitalia e l’Europa reale.
      Tutti quei pseudo-politici che si esibiscono qui in questo blog e altrove, in Sicilia e nel similpaeseitalia, per fare teatrino, sanno che i loro discorsi lasciano il tempo che trovano. Io non voto piu’ dal 1997 dopo aver frequentato la politica e credo di aver capito l’inutilità della politica com’è intesa oggi.
      P.S. succederebbe, per esempio, cio’ che si verifica oggi nel calcio a Palermo: dopo l’avvento del RE MAURIZIO ZAMPARINI, i tifosi ci hanno preso gusto alla grandezza e mai vorrebbero tornare indietro, succederebbe la stessa cosa a livello amministrativo se si applicasse il metodo che io ho esposto sopra modestissimamente.

    134. La giunta di Musotto, nel 2005, ha emesso i bop, buoni ordinari della provincia, per ottenere i soldi necessari per l’acquisto di due immobili: il palazzo delle ferrovie di Via Roma ed l’ex centro di smistamento delle poste di Brancaccio. Totale dell’investimento: circa 10 milioni di euro contro un valore degli immobili che si aggira intorno ai 20 milioni di euro circa. In Via Roma sarà trasferito il CSA di via Praga (attualmente la prov. paga un affitto di 700.000 euro annui), mentre a Brancaccio sorgerà un campus scolastico dove saranno trasferiti 2/3 licei di Palermo, in atto siti in strutture prese in affitto.
      Riepilogando: Da un lato la Provincia investe 10 milioni di euro, dall’altro ha un ritorno del doppio come valore degli immobili, a cui si aggiungono circa 1 milione e trecentomila euro di affitti risparmiati all’anno.
      E’ evidente che non si tratta di indebitamento passivo ma di investimenti miranti ad un incremento delle risorse dell’Ente e ad un risparmio nelle uscite.
      Da qui il rating A1, cioè ente altamente solvibile e fiudciato perchè i suoi investimenti portano ad un incremento delle entrate e, quindi , degli investimenti sul territorio.
      Per quanto concerne Romano Prodi ed il suo P.Schioppa, anch’io posso dire che hanno attuato il progetto di risanamento iniziato da Tremonti, ma, purtroppo, quello che conta è il contatore: alla gente, al popolo “un cci ni futti nenti” dei complimenti della UE: non si risanano i debiti affamando la popolazione!!!
      E’ semplicemente demagogico non ammettere il totale fallimento di Romanino. Doveva diminuire le tasse e le ha aumentate, doveva dare un colpo di spugna alle missioni all’estero e le ha rifinanziate aumentandone i fondi (altro che diminuite), doveva tutelare le famiglie ed ha babbiato con i DICO, doveva aiutare il commercio ed ha liberalizzato mezzo mondo facendo arricchire i grossi centri di distribuzione (vedi farmacie negli ipermercati)e le lobby internazionali del commercio, doveva dare una svolta nell’ambiente ed ha confermato la TAV rifilandoci tra l’altro un emerito pirla come Pecoraro Scanio, capace di dire sempre e solo no a tutto, per non parlare di indulti, moratorie e sprechi nella politica (102 poltrone, non lo dimentichiamo mai).
      Perchè ricordare sempre quello che ha fatto e non ha fatto Silvio. Ricordiamoci ogni tanto quello che fatto Prodi all’IRI (svenduta e inchiesta isabbiata) alla Cirio (svenduta ed inchiesta insabbiata) alla Lira (svenduta con l’Euro e tassa di 60.000 lire a cranio per tutti gli italiani) e a tutte le tasse introdotte nel suo primo governo di cui ancora ne paghiamo le conseguenze (tasse sui conti bancari, sui medici di famiglia, sulle moto, l’invenzione dell’IRAP etc. etc).
      Non scherziamo con le cose serie. Fateci caso: dei suoi fedelissimi alleati, cci nni fussi statu unu che ha detto: Prodi è stato bravo, lo ricandidiamo come premier! U PUSARU RA BELLA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Per la cronaca e la verità dei fatti : i fondi UE 2000/2006 sono stati tutti utilizzati tant’è che la regione siciliana ha avuto un bonus dall’UE di (se non mi ricordo male) 6 milioni di euro. Lo stesso Cuffaro, in una conferenza stampa, ha voluto personalmente ringraziare gli assessori ed i direttori generali che hanno permesso il raggiungimento di questo obiettivo.

    135. P.S. faccio una precisazione che mi è saltata nel precedente post:
      ovviamente nell’applicazione del suddetto progetto la Sicilia avrebbe come interlocutore unico per i dossiers importanti, vitali, la comunità europea, con il similpaeseitalia i rapporti si limiterebbero alla burocrazia spicciola.

    136. @ Coppolino: innanzitutto ti ringrazio pubblicamente per il tempo che dedichi a risponderci su questo spazio pubblico e perchè dimostri comunque una volontà di dialogo che purtroppo altri della tua parte politica (intendo di coalizione), sempre su queste pagine, non hanno dimostrato.
      Ti dico subito dove concordo con te: TAV (ma solo in Val di Susa, nel resto d’Italia i lavori procedono) & Pecoraro Scanio (quest’ultimo a Roma viene indicato non a caso come “il SOLA che ride”) e le 102 poltrone.
      Qua invece non ti seguo: le missioni in Afghanistan e Libano non hanno nulla a che vedere con l’Iraq e poi comunque ti ricordo che il tuo partito ha votato il rifinanziamento delle prime. “L’affamamento del popolo” a me non risulta: i redditi sotto i 40.000 sono stati sostenuti e sono stati invece colpiti quelli più alti, come prescrive la Costituzione quando parla di “progressività delle imposte” (le aliquote salgono al salire delle classi di reddito). Tra l’altro, io ho fatto parte della seconda categoria di contribuenti e non mi sono certo sentito “affamato”. E poi quest’ultima finanziaria permette maggiori detrazioni sull’ICI: so che non è molto ma non è nemmeno “affamare il popolo”.
      Ma andiamo oltre.
      Secondo te il “tesoretto” poteva mai nascere senza una seria lotta all’evasione? Certo che no, non si improvvisano 20-30 miliardi di euro dal nulla, meno che mai coi condoni. E allora mi spieghi dov’è “il risanamento inziato da Tremonti”? Ti concedo che l’ultima finanziaria tremontiana (quella approvata nel 2005 per il 2006) aveva alcuni elementi di serietà nella direzione del risanamento. Ma le precedenti finanziarie che “elementi di risanamento” avevano? Nessuno. Eppure ne avete fatto ben cinque. Dilapidando l’avanzo primario. Magari il popolo se ne fotte, come scrivi tu, dei complimenti della UE: io invece penso che dovrebbe interessarsene un po’ di più perchè senza i complimenti della UE (o, peggio, con i suoi richiami) nessun governo, di qualunque colore politico, può pensare di creare un futuro per l’Italia. Quando hai 1800 miliardi di euro di debito pubblico hai solo due alternative: o lo risani o dichiari il default come ha fatto l’Argentina nel 2002. E a quel punto sì che il popolo verrebbe “affamato”.

    137. abacus
      dopo l’immagine non proprio soddisfatta di Danuta Huber
      (ma come avra’ fatto ad ottenere l’incarico di commissario?)
      che puoi vedere su Sicilia Tempo 2007,
      (nell’articolo si auspica l’arrivo di un supermanager
      ((Dio ce ne guardi bene)))
      e dopo tante polemiche,
      finalmente qualcuno ha deciso di mettere a disposizione
      un nuovo canale informativo su questo tema
      dei soldi (di tutti i Siciliani):
      http://www.euroinfosicilia.it

    138. Una plusvalenza sul valore degli immobili del 100%?
      Credo che neanche Ricucci e Coppola siamo mai arrivati a tanto. Consentimi di avere qualche dubbio sul valore da te dichiarato (20.000.000 di euro circa). Visto anche che manca una fonte terza in grado di darci una valutazione obiettiva dell’immobile. Non vorrei peraltro che come per il rating, le tastiere della provincia si siano incantate sullo stesso tasto. Prima sulle AAAAAA, ora sugli 000.000.
      In ogni caso apprezzo sul serio, la buona volontà di Coppolino che accetta di confrontarsi con un forum di cittadini. Certo un pò di autocritica ogni tanto non guasterebbe.

    139. Io mi autocritico dalla mattina alla sera: io partecipo a questi forum perchè cerco di capire quali sono i veri problemi della gente, i loro desideri ed i loro odi, aldilà delle facili parole e delle spudorate menzogne dei politicanti (non politici, quella è una razza in via di estinzione). Sono gli altri che non si autocriticano!
      Plusvalenza: non è che qui siamo Ricucci o qualche altro furbettino di quartiere, la risposta è molto più semplice: le Poste e le Ferrovie hanno messo all’asta i propri immobili. La Provincia è intervenuta ed ha fatto l’offerta di base, poi ha fatto valere il suo diritto di prelazione quale rapporto tra enti pubblici ed il gioco è fatto.
      Effettivamente hai ragione, forse il palazzo delle ferrovie vale di più (per intenderci è il palazzo all’inizio di via Roma sulla destra, immenso nella sua estenzione in larghezza ed altezza)

    140. Premesso che auguro a Coppolino di diventare deputato regionale, ritengo che lo Statuto siciliano correttamente non prevedeva le province. Non c’è nessuna delle competenze provinciali che la Regione non potrebbe esercitare anche meglio, interloquendo, semmai, con aree metropolitane. Le province andrebbero abolite in tutta Italia anche pere abbassare i famigerati costi della politica.

    141. @coppolino, apprezzo il tuo metterti in discussione e cercare di capire, però un consiglio….cambia tastiera!! 😛

    142. @coppolino, seriamente, concordo su alcune cose che hai detto sul governo prodi, specialmente sui DICO, un cavallo di battaglia della campagna elettorale, però in italia oltre la terza camera di bruno vespa abbiamo anche la quarta della CEI…non sarebbe ora di finirla?
      neanche la vecchia DC era così prona.

    143. Ma su questo non ci sono dubbi: che noi siamo in mano a parrini, magistrati e politologi parvenu e fuor di dubbio. Qualcuno ancora pensa che il potere temporale esiste ancora e qulcun’altro ritiene che una toga può fare tutto.
      Stalker, ti invito a riflettere su una cosa: Cuffaro è caduto per la magistratura, Prodi è caduto per la magistratura, a Napoli, dove fetono per la munnizza, inquisiscono Berlusconi perchè ha raccomandato 5 ballerine (tra parentesi lo inividio per quanto sono bone). Potrei continuare all’infinito ma ritengo che quello che sto dicendo abbia un fondo di verità: abbiamo assistito in prima persona ad un colpo di stato della magistratura. Mastella colpisce De Magistris, allora il suo collega di Santa Maria C. Vetere, non potendo affossare Mastella (ha l’immunità) colpisce la moglie. A questo punto potrebbe essere successo che i magistrati di Palermo, per controbilanciare, colpiscono in maniera dura un esponente di centrodestra alias Cuffaro. Infatti non gli danno l’aggravante (non c’erano i requisiti) ma lo colpiscono con l’interdizione perpeuta, che per un politico significa la condanna a morte (e da qui la giustezza, forse un pò tarda , delle sue dimissioni).
      A questo aggiungi che per ogni fegatino di mosca la Chiesa prende posizione con fare benevolo ma perentorio e capirai in che casino ci troviamo.
      Forse è fantapolitica, ma sai, non mi meraviglierei di niente.
      X Donato Didonna:
      Le provincie sono previste dalla Costituzione e non dallo statuto regionale. Oggi le provincie sono l’unico trait d’union tra le piccole realtà e il potere costituito, guai a levarle. Sono invece assolutamente contrario alle provincie farsa, come alcune della Sardegna che contano 50.000 abitanti in totale. questo sì che è spreco, e di brutto anche.
      Inoltre se la regione non comincerà a fare vere ed intelligenti politiche per il turismo, possiamo costruire 2000 alberghi, ma mancherebbe la materia prima, il turista!

    144. si chiama onesta? = si chiama onestà!
      poteva cambiare il senso

    145. Ok, sono daccordo con te.
      Propongo agli amici internauti la realizzazione di un decalogo: come devono essere i politici.
      Inizio io con dei suggerimenti:
      Iniziamo a non candidare chi è inquisito per mafia, appropriazione indebita o, comunque, reati legati alla gestione di fondi o reati che prevedono una condanna superiore ad un anno. Sarebbe meglio con la fedina penale immacolata.
      Facciamo piazza pulita dei falsi moralizzatori (vedi Di Pietro) e mettiamo un limite alle spese elettorali, le quali devono essere tutte rigorosamente certificate (per quella comunale c’è chi ha speso 400.000 euro). Avviamo una nuova riforma della giustizia dove è implicito che il magistrato che sbaglia paga andando anche in galera. Obblighiamo i nostri parlamentari nazionali a rispondere in prima persona delle c..te che fanno e, se li fanno, vanno a casa e ci restano per sempre. Mettiamo un limite alle ricandidature: dopo due legislature si va a casa. Aboliamo l’immunità parlamentare, esclusi i reati di opinione (Caruso, con tre denunce per eversione dovrebbe essere in galera, non in Parlamento). Diminuiamo il numero di deputati e senatori, mettiamo un limite ai ministri ed eliminiamo la figura del sottosegretario che non serve a un c..o, dato che esistono i viceministri. Limitiamo i loro benefit solo ai motivi di pubblico servizio (l’aereo per andare a Roma, per esempio), diamo incarico ad una commissione superpartes e non politica che decida quando è giusto aumentare le loro indennità (adesso se lo decidono da soli).
      Per ultimo, ovviamente, modificare il sistema elettorale e reinserire le preferenze.
      Se qualcuno ha qualche altra idea la dica, vediamo cosa ne salta fuori (ti piace questa proposta, Tony Siino?)

    146. Salvo sono d’accordo su quasi tutte le tue proposte. 🙂

    147. @coppolino, d’accordo su quasi tutto, sulle sfumature non mi soffermo che è tardi (e mi sa che frequenti il bolg del grillo parlante!!! ), meno che sulle due legislature. che fa…se per miracolo ne troviamo uno giusto (sogno) lo rimandiamo a casa???
      @rosolio, mio caro adorato, non voglio far polemiche, ma davvero…problemi col software…è saltato un altro mio post, quello su cui mi risponde salvo coppolino…è rimasta solo l’appendice…e ti giuro che non faccio uso di droghe allucinogene 😛 ma questi compaiono e scompaiono 😉
      meglio cosi, ti faccio le scuse per i mala pensieri, tu però provvedi!!!! ciao

    148. azz, che lapsus, volevo dire rosalio

    149. Stalker adorato se non usi l’e-mail per spiegarmi dettagliatamente che cosa accade (qui non è il caso, ribadisco) temo che ti salteranno molti altri pezzi di post (anche se a me non risultano malfunzionamenti)…

    150. Coppolino
      mi permetto di aggiungere che un uomo di Governo
      va valutato,oltre che per quello che ha fatto,
      anche per quello che NON HA FATTO.
      Io seguo l’idea che spesso i problemi piu’
      astrusi si preferisce lasciarli nel cassetto.
      E,secondo me,in Regione,e non solo in Regione, di cassetti pieni ce ne sono,e pure tanti…
      E molta gente non puo’ piu’ attendere.

    151. Ciao ragazzi. Che bello il decalogo sui politici.. ma quando penso alla Regione siciliana certe volte ho paura che non ci sia speranza.
      Un uomo di Governo in Sicilia dovrebbe semplicemente essere cosciente di ciò che ci vuole per rilanciare economicamente la regione e renderla finalmente vivibile… Rivoluzione liberale!

    Lascia un commento (policy dei commenti)