domenica 19 nov
  • “Chiediamo i danni a Cosa Nostra” nella finanziaria regionale

    L’emendamento, portato avanti dagli onorevoli Cintola, Cimino, Cracolici e Apprendi, nato dalla petizione Chiediamo i danni a Cosa Nostra, è stato approvato ed inserito nella finanziaria della Regione Siciliana, diventando l’art.17 della stessa.

    Ci riteniamo soddisfatti del risultato ottenuto soprattutto perchè è il risultato di un’iniziativa nata da semplici cittadini.

    Siamo, adesso, in attesa della discussione della mozione Costituzione di parte civile della Regione e degli enti locali di sua pertinenza nei processi di mafia presentata in concomitanza all’emendamento e ci auguriamo di riuscire ad ottenere lo stesso riscontro positivo.

    Il nostro entusiasmo non si è certo placato, ma anzi, è cresciuto ancora di più dopo il successo conseguito. La petizione “Chiediamo i danni a cosa nostra” non si arresta e non si arrestano neanche le iniziative, infatti, stiamo già lavorando a nuove proposte di carattere locale ma anche nazionale. Siamo felici di poter dire che i cittadini, i siciliani liberi, spinti dall’amore per la propria terra stanno facendo qualcosa per migliorarla.

    Ospiti
  • 17 commenti a ““Chiediamo i danni a Cosa Nostra” nella finanziaria regionale”

    1. bene!

    2. penso che dobbiamo solo imparare a reagire concretamente, fino ad ora il siciliano si è limitato alle lamentele…
      questo ci insegna che portare avanti con coraggio delle iniziative può portare buoni risultati.
      grazie per avermi dato la possibilità di partecipare
      donatella 29 anni palermo

    3. Benissimo…adesso non bisogna fermarsi!!

    4. Vicenda esemplare!

    5. Complimenti a tutti quelli che, come la mia amica M., hanno portato avanti con caparbietà e fiducia questa iniziativa. Continuate e continuiamo così…

    6. Cintola…quello quello? Spero di no perché sarebbe un paradosso…

    7. Rino, tutta l’iniziativa è un paradosso…pubblicitario!!!
      Ho letto l’articolo della legge e ti assicuro che non c’è niente di interessante o di nuovo!!! Regione e comuni un sacco di volte si sono già costituiti parte civile, non c’era bisogno di un articolo in finanziaria. Ma si sa, la visibilità di questi tempi fa comodo….

    8. Questo a chi diceva che era solo publicita’!!!
      Adesso perchè non chiede scusa?

    9. mcluso…perchè si continua (non so sotto l’effetto di quale tipo di ipnosi)a pensare che invece la regione (il comune poi manco a parlarne…prima ancora che si cattura un mafioso il comune è già costituito…) si sia costituita parte civile non so quante volte per reati di mafia,senza tuttavia riuscire a portare qualche esempio per avvalorare la propria convinzione…io ancora aspetto con grande curiosità di conoscere almeno un caso, dico, almeno uno!
      Quella che si costituisce e ha pure ottenuto risarcimenti è la provincia, tanto per dirla tutta.
      Infine perchè vietarsi il piacere di negare l’evidenza? 😉
      Detto ciò, i miei complimenti a tutti!
      E’ il nostro primo piccolo grande successo!

    10. …e finalmente qualcosa di concreto!!!

    11. e questo giusto x una piccola idea sul lavoro fatto http://it.youtube.com/watch?v=HeX8lAfRY4M

    12. Ad Amelia, che pretende di avere lezioni di diritto e storia siciliana gratis. Un solo esempio (per gli altri ti posso consigliare un paio di libri): la Regione è parte civile nel processo contro Rina e Provenzano.
      Notizia: Beni per un valore di 300 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia all’imprenditore della grande distribuzione Giuseppe Grigoli, ritenuto un prestanome del boss trapanese Matteo Messina Denaro, ultimo capo storico di Cosa Nostra ancora latitante.
      E questo non avviene certo per l’insignificante iniziativa di chi pensa che basti pronunciare le parole Lotta alla mafia per farsi notare.

    13. Ovviamente rimane la buona fede di chi ha sostenuto l’iniziativa senza accorgersi di essere strumentalizzato

    14. Senti Ioioioioo, la Regione Calabria ha chiesto un risarcimento di 3 miliardi di euro in un processo contro una famiglia ‘drina (‘ndrangheta), visto che ti senti molto informato mi dici quanto ha chiesto la Regione Siciliana agli ultimi due capi dei capi di Cosa Nostra? Ho paura che rideremo …

    15. Ovviamente rimane la figura barbina di chi parla a vanvera senza accorgersi di avere detto cose imprecise.
      Il punto non è la costituzione di parte civile nei processi penali a carico di mafiosi: tra l’altro, e ci sarebbe molto da ridEre e da ridIre, le nostre impavide pubbliche amministrazioni non hanno fatto neanche questo, come molti attenti commentatori non hanno mancato di sottlineare.
      Il punto è la promozione di giudizi civili per il DANNO ALL’IMMAGINE, che costituisce infatti l’inizio di tutta la faccenda, dal servizio della Petyx alla mobilitazione per le firme “Chiediamo i danni a Cosa Nostra”.
      Una lezione (piccolissima, per carità) di diritto. Gratis.

    16. Ragazzi c’è molto da fare se ci vogliamo riprendere la nostra bella isola..

    Lascia un commento (policy dei commenti)