sabato 18 nov
  • È arrivata la Tarsu

    Approfitto (magari in modo improprio) di rosalio per chiedere se anche a voi è arrivata puntuale, come sempre (a ura di niesciri picciuli…) la cosiddetta TARSU. Mi sono chiesta cosa significhi la sigletta. Intanto, così per il suono, sembra il nome di una malattia, chessò io, un’influenza per esempio.
    Già vedo i titoli dei giornali: è arrivata dall’Asia anche quest’anno la temutissima epidemia: LA TARSU. Sintomi: mal di pancia, diarrea e nausea. Ad essere sincere i sintomi ci sono tutti. Aggiungerei pure il mal di testa.
    Solo che non è influenza. Non passa stando a letto tre giorni e prendendo tachipirina. È la tassa della munnizza che il comune ci invita a pagare.
    Per carità. Giustissimo. Che fa, non voglio pagare le tasse? Giammai. Anzi stonata come sono, mi è capitato di pagare due volte la stessa bolletta. Peccato che la solerzia impiegata nella riscossione dei tributi non sia la stessa dei rimborsi. Ma si sa. È la burocrazia…
    Due notazioni:
    1. ma chi è questo gran genio che ha stabilito che l’imposta venga calcolata secondo la quadratura dell’immobile e non per numero dei componenti del nucleo familiare?
    Magari sembrerà che tiro acqua al mio mulino, ma perchè io che produco, si e no tre sacchetti di munnizza a settimana devo pagare la bellezza e la freschezza di 250 euro? E, invece, poniamo i miei vicini, che sono 4 in 75 mq ne pagano 90 e di sacchetti ne sfornano 3 al giorno?
    Che fa, visto che la mia casa è più grande, faccio più spazzatura riempiendo sacchi di polvere? All’inizio mi ero rassegnata, poichè pensavo che si trattasse di un trattamento commune alla nazione, invece, ho scoperto che è un privilegio di noi palermitani (a questo punto, gradirei sapere chi devo ringraziare);
    2. in due anni il comune ha aumentato la tassa del 70%!
    Attendo lumi dai rosaliani.
    A mio modesto parere la sigla TARSU significa una sola cosa.
    T’ARSUverchianu piccioli? Certo, come no. 250 euro giusti giusti.

    Palermo
  • 59 commenti a “È arrivata la Tarsu”

    1. TA. ssa.
      R.ifiuti.
      S.olidi.
      U.rbani.
      Basterebbe solo il nome per non pagarla, o per pagarla in parte, cioè se ho “prodotto” roba liquida non mi spetta una detrazione?
      Se ho prodotto munnizza giu in cantina, a meno 2 dal suolo e quindi SUB urbana, non mi spetta una detrazione?
      potrei continuare con le fesserie, ma invece ti scrivo, Cara Maria che, a parte che l’aumento è del 75%, a parte certe iniquità che ci sono, la cosa SEMPLICE è solo una, perchè pagare un balzello per un servizio che NON viene reso?
      Ti lascio io con una domanda, anzi due; Perchè la Tarsu arriva quando comincia il carnevale?
      Perchè l’anno scorso è arrivata solo ad elezioni ultimate?
      Ai POST l’ardua sentenza.

    2. Non solo: perchè nel weekend, almeno nei pressi di casa mia, la minnizza resta dov’è fino alla domenica sera?
      Perchè i cassonetti elettronici non funzionano MAI?

    3. munnizza volevo dire…;-)

    4. vedi delibera del consiglio comunale n. 165 del 31/05/2006: l’importo per le abitazioni, locali di sgombro, box è di € 2,27 a mq (superficie utile da calcolare è quella interna calpestabile esclusi muri perimetrali, tramezzi e balconi) e questo vale per via Libertà come per qualsiasi altro quartiere.
      Le tariffe per le utenze non abitative variano in rapporto alla tipologia:sono ammesse riduzioni sulla tassa rifiuti per alcune categorie: nuclei familiari costituiti da un solo soggetto,nuclei familiari destinatari di buono casa o sussidi straordinari,singoli o coppie di anziani con reddito non superiore al doppio della fascia esente ai fini irpef etc.(http://www.comune.palermo.it/Comune/Servizi%20Tributari/tarsu.htm). La tassa sui rifiuti ha colpito, già nel giugno 2006, come una mazzata ceti interi e persone fisiche.Si sapeva che era il regalino per il dopo-elezioni.Lo sapevamo che i tagli agli enti locali(di matrice Tremontiana) fatti anche per contrastare l’esorbitante(fino a poco fa)numero di giunte di centrosinistra, avrebbe colpito anche il bilancio del nostro comune. L’ex governo Prodi, dalla sua, vanta lo spettacolo-mmonnezza di Napoli…. come dire non c’è speranza.

    5. ….come direbbero ficarra e picone…”miiiii e la munnizza ce la mettiamo noiiiii”!!!

    6. scusate, (e sono serio) a Palermo esistono i cassonetti elettronici???

    7. @gigiottocrew : si si io li ho visti all’opera,per funzionare funzionano, ma haimè non vengono svuotati tutti igiorni come quelli normali e quindi l’incivile vedendo ke si sono riempiti lascia l’immondizia li’ davanti e non la va a buttare nel cassoneto “normale” piu’ vicino!!!

    8. A proposito di TARSU , un consiglio :
      se cambiate residenza comunicatelo subito al comune ( l’ufficio specifico è a piazza Giulio Cesare ).
      Non fate come me , io pensavo che cambiare residenza all’ufficio anagrafe bastasse , invece no , bisogna comunicarlo a ques’altro ufficio ( come se non fosse sempre lo stesso comune , mahh ).
      Il rischio è di pagare due TARSU !!! io mi sono salvato con certificati di residenza storici, lettere , colloqui alla m.Serit , insomma un casino.

      ciao

    9. Come detot prima, il bello e che devi paagre questa benedetta tassa ( appannaggio esclusivo di noi palermitani, sia per motodo di conteggio che per importo ), senza che ci venga reso un servizio!
      Come mai l’ immondizia vicino casa mia rimane ad accumularsi giorni e giorni, e non si vede NESSUNO, fino a quando uno incazzatissimo telefona all’ AMIA chiedendo perchè non passa nessuno!
      La risposta è che il camion e troppo grande per la strada e quindi ritardano! Ed allora, i “lapini”? che ci stanno a fare, la risposta è che sono in numero insufficiente!
      Ma la cosa bella e che uno penserebbe che basti una volta, va…ti faccio notare che a munnizza non la raccolgie nessuno li, e tu mi dici ok, ora mando qualcuno!
      Il buon senso vorrebbe che tu giustamente ti segni la zona, e ora che lo sai cerchi di far venire qualcuno come di consueto!
      Giammai!!! Ogni volta bisogna telefonare! Ogni santissima volta!!
      A questo punto forse bisognerebbe non pagarla la tassa, tutti insieme!
      Io pago per un servizio, se questo servizio non mi viene dato perchè devo pagare?

    10. Perche’ con la TARSU i cittadini finanziano tutte le procedure relative al completo smaltimento dell’immondizia. Dalla raccolta, al trasporto, alla distruzione nei siti specifici, non solo il prelievo davanti casa (quando c’e’…)
      Questo come principio generale.
      E’ ovvio poi che situazioni sgradevolissime non dovrebbero esistere e posso capire il tuo stato d’animo.

    11. e meno male che il governo ci ha tolto l’ICI per la prima casa..!!!
      P.S. dove l’asino cade……si alza….!

    12. anche secondo me la tassa dovrebbe essere calcolata in base al numero di persone residenti e non ai mq.
      un sogno poi sarebbe pagare in base alla monezza che si produce e probabilmente se ne produrrebbe molto meno, visto che non sappiamo più dove metterla.
      personalmente abitando in campagna ne produco pochissima.
      umido in compostaggio, carta bruciata nel camino ecc, senza contare che non amando i supermercati ma le botteghe risparmio anche sul packaging, solo che aihmè,
      ho un casa non piccolissima.
      morale…buttando quasi solo esclusivamente vetro alluminio e un po’ di plastica che potrebbero essere una ricchezza per il riciclaggio nella differenziata, pago più di chi ne butta una “lapa” a settimana.
      sul servizio lasciamo perdere…

    13. Picciotti, io pago di TARSU come se a casa mia ospitassi un esercito invece sulu sugnu…ma la casa grande è, e quindi a rigor di logica produco tanta monnezza…cosa non vera….
      Ma come si deve fare per non sopportare più tutte queste ingiustizie….dite dite

    14. Maria, Maria…che argomento spinoso!
      Ancora pochi troppi commenti e ancora troppo soft…mi aspetto altro! 🙂 E intanto, vado a pagare la mia munnizza!

    15. SEMPLICE SOLUZIONE: si deve passare dalla tassa (sul mq) alla tariffa (in base a quanto ricicli)!
      Ma questo lo deve decidere il comune con un atto pubblico (delibera di consiglio).
      E se il consiglio non è sveglio su questo argomento, significa che la gente che abbiamo mandato al palazzo di città (destra e sinistra) sinni stannu futtennu !!!!
      U capisti u discursu ?????

    16. Gianni, scusa quale riciclo? A Palermo la raccolta differenziata non esiste. L’ho fatta per anni per poi scoprire che io differenziavo e loro rimettevano tutto insieme. Da quello che mi risulta – ma chiedo lumi a chi frequenta il blog e ne sa più di me – mancano i contratti di gestione con le aziende che si occupano di smaltire e riciclare i prodotti differenziati. Per ciò al momento, io metto il vetro nella campana del vetro, la plastica in quella della plastica poi passa l’autocompattatore e ricompatta tutto.

    17. Serena, temo proprio che tu abbia ragione.

    18. L’autocompattatore, proprio per come e’ costruito, puo’ raccogliere solo il contenuto dei cassonetti e non delle campane, per le quali, infatti, passano (quando passano…) dei camion provvisti di una speciale gru.
      I rifiuti cosi’ raccolti vengono trasferiti in un centro nei dintorni di bellolampo. Ecco come mai si sono avvistati camion pieni di plastica e/o vetri dirigersi la’. Ma i 2 tipi di rifiuti non vengono mischiati.
      Questo e’ quanto mi ha giurato, sulla nonna malata, un ex alto dirigente dell’AMIA…

    19. Ho insegnato a Padova per un anno.
      Appena arrivata(vivevo con una cugina) mi viene spiegata la ,per me,fantascientifica ,postazione in cucina:
      -sacchetto per plastica
      -sacchetto per vetro
      sacchetto per carta
      …eeee…attenzione s’il vous plait,
      -sacchetto per l’Umido (residui organici tipo “scorci ri mela” pasta d’una settimana prima ecc..)
      Oh!! Dopo tre giorni parevo insignata!! E che piacere andare a buttare la munnizza in quei contenitori puliti,assistemati sempre svuotati,non dico profumati ,ma quasi!!
      Tornata a Palermo,lo ammetto,mi passò il prio (per i motivi che avete già detto)!!
      Mi ostino ancora a raccogliere le bottiglie di plastica,ma una vocina mi dice quasi intenerita:” Ah..povera illusa!”…anche perchè arrivo al solito contenitore e riconosco il flacone di detersivo,sempre lo stesso,che è lì da almeno tre mesi!!
      PERMETTETEMI di riciclare…INVOGLIATEMI a riciclare..fatemi vedere che quelle bottiglie sono diventate il carrello della spesa,e che quella carta s’è trasformata,per magia,nel diario segreto di mia figlia,che il tufo del caffè e i gusci delle uova hanno concimato un campo di sparacelli e carciofi!!!
      E altro che TARSU a mq. di casa(davvero inspiegabile)!!
      Zero o minime tasse per chi ricicla!!! Perchè,non voglio fare la Cassandra,ma male va a finire(e abbiamo già visto rivolte ed esasperazione!)
      Grazie Marì…ce l’avevo quà,non sai da quanto tempo! 😉

    20. Maurizio, io però gli autocompattatori che scaricano le campane dentro confondendo i rifiuti li ho visti con i miei occhi

    21. Serena,c’avrei scommesso ;-(
      Che vergogna,però…

    22. Come si fa ad inviare così tante cartelle sbagliate, sorge il dubbio che chi ci lavora non sappia completamente fare il suo mestiere. Sto tornando adesso da piazza Giulio cesare dove si trova la sede della tarsu ed un pò di gente come me, che ha ricevuto una cartella errata, ha occupato via lincoln… Come può un ufficio che invia migliaia di cartelle essere aperto solo tre giorni la settimana… ed il mercoledì solo per due ore. In questo ufficio, che è un esempio di efficienza tra i primi al mondo ti invitano a presentarti con un pò di anticipo per SCRIVERTI a turno. Pura Follia bisogna andare alle 6 del mattino per poter essere ricevuti verso le 11 se siete fortunati, se andate normalmente agli orari d’ufficio scordatevi di entrare CATEGORICAMENTE. Ma se il tempo è denaro ed un onesto cittadino vuole conto e ragione cosa si deve fare per non perderci troppo? Io non dovrei pagare nulla e devo andare lì per dimostrare che ho ragione e per parlare devo aspettare 4/5 ore. Chi è il responsabile?
      Che paese di merda.
      Buona giornata

    23. Ragazzi, bene…non riciclo più??

    24. intanto a Napoli, qualcuno c’ha visto del bello anche in questa situazione: gente allegra Dio l’aiuta..

      http://cgi.ebay.it/CALENDARIO-SPAZZATURA-2008-ORIGINALE-MADE-IN-NAPLES_W0QQitemZ110217968727QQihZ001QQcategoryZ41394QQssPageNameZWDVWQQrdZ1QQcmdZViewItem

    25. @Gianpaolo
      ho appena visitato il sito del Comune (http://www.comune.palermo.it/Comune/Servizi%20Tributari/tarsu.htm )perchè mia sorella, che non vive a Palermo da 11 anni, ha ricevuto a casa sua, in un’altra città, il bollettino della TARSU di Palermo!! e ahimè, con leggerezza, senza leggere, è andata a pagare perchè credeva fosse relativa al suo nuovo domicilio.
      Dicevo, ho appena letto che cambiare domicilio e residenza non basta a cancellare l’utenza TARSU: bisogna compilare un modulo e forse portarlo in piazza Giulio Cesare!!!

    26. DIMENTICAVO…

    27. DIMENTICAVO…
      Una volta, sempre di mattina: strada poco trafficata, lapino posteggiato, accanto nell’auto lo spazzino che dorme col sedile reclinato!!

    28. molti anni fa li vedevo radunarsi la sera a piazza marina, quando ancora c’erano le prostitute. sparite le signorine, spariti di lì anche gli spazzini.

    29. Puntualmente a me viene l’infarto quando mi arriva la munnizza….Fortunatamente mi sono letta tuti i commenti perchè io sto per cambiare domicilio e chiaramente davo per scontato che si occuppasserò anche di rettificare il cambio di domicilio….incredibile non sanno come fottere piccioli!

    30. L’Amia e’ una azienda nelle quale la gente che ci lavora
      conosce fin troppo bene diritti e doveri.
      Ieri 30 gennaio,splendida giornata “a pieno sole”
      intorno alle 10,30 ero sulla piazza di Mondello.
      La mia attenzione e’ andata su 2 (due)operatori
      ecologici,che portavano a spasso,lungo il marciapiede,2 contenitori “a rotelle”,con i cestini praticamente vuoti
      Sotto il marciapiede (circa 2 metri di ampiezza),lato mare,la battigia(circa sei metri),come al solito invasa da cassette,sacchetti,bottiglie,cartacce,stracci e
      tanto altro materiale vario.
      Mi e’ venuto spontaneo chiedere:ma perche’ non li togliete?
      Risposta:non e’ zona nostra,tocca alla Capitaneria di Porto (??!!).
      Ed allora buona passeggiata…
      Poi sono andata sul pontile,ed anche qui i contenitori
      stracolmi con svasature a terra.
      Grande dilemma:il pontile e’ terraferma o demanio e quindi Capitaneria di Porto?

    31. Munizza, strano capitolo palermitano, A noi arriva ancora da pagare quella di via pagano 5, avete presente il palazzo crollato nel 1999? Ecco , quello.
      Forse si riferiscono alle macerie?
      Adesso dovrebbero essere i topi a pagare.

    32. Ciao Maria,

      pure ammè, che abito sul Lago Maggiore, mi arrivò qualche giorno fa la munnizza da pagare, quella di Palermo.
      Ma dico: se sapete il mio indirizzo è che sapete che NON risiedo più a Palermo ma qua, ‘ncapu u munnu, tra Milano e la Sbizzera: che mi mandate a fare la Tassu allora, per farici perdere tempo a mio padre che deve venire alla Serit?

      Con affetto.

      P.S.: sappiate che qua la munnizza nelle strade ammucciate o nelle spiaggette del lago c’è pure: cyclette, tv, cascitedde… però la televisione non lo dice mai, sennò Forminchioni s’incazza!

    33. Toccherà pure alla capitaneria, ma loro fanno finta di non vedere…

    34. Oggi alle 24.00 scade la 1° rata
      L’ho appena pagata on-line
      Modulo RAV Pagamento tributi

      xxx,xx davero tanto x un anno !!

      Casa ranni
      munnizza picca
      vivi sula
      allura ricca !!!

      Dopo le polemiche campane lamentarsi del nostro servizio è un optional.
      Ma che almeno funzionassero gli uffici della Tarsu !!!
      Qualcuno di voi ha mai provato a fare uno sgravio ?
      Tanto per fare un paragone
      vi ricordate gli uffici del collocamento una decina di anni fa ?
      In campania le barricate le fanno davanti alle discariche,noi a palermo li facciamo agli uffici dell’immondizia !!!
      Ma la Petix perchè non ci và,
      cinico tv al confronto è fumetto x bambini !!
      @Maria oggi scade anke il canone rai svisceriamo ?

    35. Sul canone rai stendo un velo pietoso!La munnizza la pagherò tutta in un’unica soluzione…però non posso fare a meno di dirvi che una serie di improperi quando il portiere mi consegnò la busta li ho lanciati. Non li trascrivo per decoro.

    36. Io penso che il calcolo della tassa dei rifiuti dovesse essere fatto in base al reddito. Quale sono i paesi che hanno meno problemi di rifiuti nel mondo? Quelli africani. Più c’é munita più c’é consumo e quindi munnizza.
      Cara Maria, sei proprio brava, trovo tutti i tuoi post sempre molti interessanti, complimenti.

    37. Maddalena
      per dare meglio una mano,
      puoi scrivere a quale sito ti sei collegata per fare
      il pagamento On-Line?
      E stato un Bonifico?O che altro?

    38. Certo il criterio e’ discutibile.
      Con la popolazione che invecchia,ci sono i superstiti
      che abitano case grandi,da single,
      e non e’ che producono tutta questa immondizia…

    39. mi sbaglio,o sul bollettino arrivato manca
      o e poco evidente la possibilita’ di pagare OnLine?

    40. Se è per quello che il cambio di domicilio va comunicato agli uffici di p.zza Giulio Cesare l’ho letto ieri, per caso, sul GDS. E se io non lo leggo? Che è la bibbia del palermitano? Ma per piacere…

    41. @supervisor
      Per pagare online devi avere un cc online
      Puoi pagare qualsiasi cosa bonifici,Rav, Mav ect
      ma naturalmente parti dal tuo conto corrente
      Cioè è la tua banca che ti mette a disposizione questi servizi onbaking.
      @ mariacubito
      come se bastasse solo comunicare che hai cambiato domicilio !!
      Da 4 anni nonostante ho fatto la cominicazione scritta
      di chiusura attività, mi continua ad arrivare la tassa per una attività chiusa.
      Ci ritorno tre volte, ogni anno e sempre con il foglio dello sgravio che loro ti rilasciano
      intanto …le cartelle vanno al ruolo…
      adesso c’ho fatto scrivere dall’avvocato…. ma si può !!!

    42. @mariacubito: Se sei single (dimostrabile con stato di famiglia) puoi chiedere lo sconto del 20%, che su 250 euro non è poco. Magari non lo sapevi… se lo fai ora, ti vale per il 2008, quindi per le tasse del prossimo anno.

    43. Occorre precisare però che la riduzione per i single spetta solo se l’appartamento non supera i 70 mq.

    44. …ah vabbè. Se pago 250 euro…l’immobile è più di 70 mq. Penserò a un trasloco. Assurdo. Se sei ingle devi stare stretto, se no casa larga tanta munnizza…

    45. Maddalena
      io ho un Home Banking (con adeguate misure di sicurezza
      sufficientemente criptate).
      Per fare un bonifico devo dare le coordinate bancarie del destinatario.Le quali, sul bollettino Mp Serit non sono riportate.
      Sull’argomento Repubblica del 31 gennaio 2008 ha scritto
      che si puo’ pagare collegandosi al sito http://www.seritsicilia.it
      Puo’ darsi che chiedano i dati della carta di credito
      (che e’ una cosa che mi scoccia mettere in rete)
      Conclusione:faro’ la fila all’Ufficio Postale.
      C’e’ un altro aspetto della questione poco trattato.
      Se pago a rate,ho 4 scadenze e devo andare a fare 4 code.Preferisco pagare tutto una volta sola.
      Se pago in unica soluzione,quale e’ la scadenza?
      Sul Bollettino la voce scadenza e’ “blank”.
      Egregio Direttore Mp Serit
      ce la vogliamo dare una regolata?

    46. Cara Maria, la TARSU é una tassa patrimoniale, non é legata alla reale produzione di mondezza. Si mettono indici più alti a chi ha case più grandi, perché si presume che abbiano più disponibilità di pagamento rispetto a chi vive in 5 in 70 mq. Tutto qui.
      Poi, invece, la cosa comica é che fanno errori da circa 5 anni, da sempre, sulle attribuzioni di pagamento, questa é altra cosa.
      Ti faccio un esempio personale. Io ho una casa che affitto, in cui é specificato da contratto che le tasse d’uso (TARSU e TOSAP) sono a carico degli utilizzatori reali della casa (ossia degli inquilini). Mandiamo da anni a Piazza Giulio cesare la comunicazione, come anche gli inquilini, e la serit invia i bollettini di pagamento sia a noi che agli inquilini.
      Ho un ricorso in commissione tributaria, per il quale ho pagato 200 euro al commercialista, fra parentesi, per questo fatto lo scorso marzo, ed ancora non esitato.
      Quest’anno, nonostante il mio inquilino abbia fatto denuncia di avvenuta locazione dell’immobile all’ufficio di Piazza Giulio cesare, la serit chiede il pagamento a me ed a lui, della stessa tassa.
      Ho provato ad andare nel mio unico giorno libero nell’unica sede locale della serit. Arrivata alle ore 9.50 (tardissimo, mi rendo conto), con il numero corrente di 50 persone, ritiro il biglietto del turno al n. 603.
      Pensando che qualcuno possa andarsene, prendo il biglietto e vado a sbrigare altre cose. Torno alle 11.00. Arrivati a n. 150 persone.
      Sbrigo altre cose e torno alle 12.00, arrivati a n. 273 persone. Mi dicono che chiudono alle 13.00.
      Vado a sbrigare altre cose, pensando di ri-ritornare alle 13. Arrivo alle 12.55, e trovo il portone chiuso.
      La serit non é aperta di Pomeriggio, ed io ho un solo giorno libero alla settimana. Ho provato a pagare via talematica, ma non puoi fare pagamenti parziali, se c’é una cifra di cui contesti il pagamento.
      Domani proverò a pagarla a Partinico, dove insegno a scuola, magari riesco…..

    47. @ supervisor
      se hai l’accesso in home banking devi andare nella sezione pagamenti MAV – RAV – REP : nel caso di specie (RAV) devi digitare il codice numerico fatto da 17 cifre + lo zero iniziale (lo trovi nel eiquadro del bollettino e anche in basso sia sulla finca sx che su quella dx. Per quanto attiene alla scadenza del pagamento in unica soluzione: coincide con la scadenza dell’ultima rata (quindi è più vantaggiosa in ordine alla valuta).

    48. “Si mettono indici più alti a chi ha case più grandi, perché si presume che abbiano più disponibilità di pagamento rispetto a chi vive in 5 in 70 mq”. Certo, magari sarà anche vero. Però lo trovo ugualmente uno sproposito. E non è per dire sempre che le tasse sono troppo alte e bla bla bla…è una condizione di stanchezza generale. Mio fratello vive a Londra, paga un botto di tasse. Ma riceve in cambio servizi che ce li sogniamo.Gli sportelli degli uffici funzionano. Tutti. Sempre. Fila di 30 persone: 10 minuti. Alle poste vicino casa mia, quando c’è il pagamento delle pensioni, la gente va scrivere il turno dietro la porta alle 4,00 di mattina! Ma che sistema è? M’abbuttò seriamente. Scusate tutti il tono. Ma la qualità della vita è anche questa… e qua siamo un poco scarsi. Pagherò e sorriderò come sempre, ma con un ghigno in più…buon weekend.

    49. Con quello che devo pagare tra Tarsu del 2004 e del 2008(siamo oltre i 1500,00… euri)
      mi restano sulu l’occhi pi chianciri , altro che munnizza!!!!!Ma niente niente che si paga pure per l’umito delle lacrime?Sono rovinata!Un manciu cchiù e un chianciu cciù . Chiedo alla…Comune il permesso di campare.

    50. Maurizio Salerno
      intanto grazie per l’attenzione.
      Quindi,se non ho capito male,posso pagare l’intero
      ammontare entro il 30 aprile,solo se in unico versamento?
      Ma perche’ non lo hanno indicato nella apposita casella scadenza,presente nel bollettino?
      E poi,per gli Internauti,era cosi’ difficile dare qualche indicazione operativa?
      A QUESTO PUNTO DOVREBBERO DARE UN COMUNICATO
      ALLA CITTADINANZA SULLA STAMPA LOCALE

    51. Maurizio
      l’operazione RAV e’ andata in porto
      (senza lo 0 iniziale).
      Grazie

    52. pero’ lo spettacolo a piazza Giulio Cesare continua…

    53. nel lontano 1998 ho cambiato residenza rimanendo a palermo a giugno dopo aver pagato la TARSU della vecchia residenza per i primi due trimestri

      successivamente l’anno dopo, all’arrivo delle quattro rate relative alla nuova residenza, ho pagato per il 1998 le rate 3 e 4

      sono stato prontamente invitato dal comune a pagare la tarsu dei primi due trimestri 1998 anche per la nuova residenza

      mi sono recato all’ufficio tributi del comune di palermo

      mi hanno detto che era tutto a posto, che i miei cambi di residenza risultavano, mi rilasciano un attestato di cambio di residenza e mi assicurano che più nulla era dovuto.

      Passano quasi 10 anni e il comune tramite la SERIT mi chiede nuovamnete di pagare con annessi oneri i primi due trimestri per la nuova residenza.

      insomma sono tornato indietro nel tempo a tentare di risolvere qualcosa di già risolto

      quindi sono in disaccordo con chi aveva detto di comunicare tempestivamente il cambio di residenza all’ufficio tributi

      non cambia niente

      il problema è strutturale

      non si guarda all’interesse del cittadino e non si chiudono i procedimenti se non a voce)

      si preferisce spedire il tutto alla SERIT prima ancora di verificare con l’utente la situazione

      LA PROX VOLTA ESIGERò NOME DEL FUNZIONARIO E CARTA SCRITTA

    54. Ci mancava solo sta tassa così abbiamo completato… cavolo mi avete fatto ricordare che oggi mi scade la seconda rata mensile… e noi paghiamooo!!

    55. Certo è che in questa Italia non ci si capisce piu’ niente. Tutto è dovuto e niente ti spetta.
      Ma come si puo continuare senza far nulla. Restiamo con le mani in mano ed aspettiamo la manna dal cielo oppure scriviamo per vedere se qualcuno ci risponde.
      Io viaggio molto per lavoro e posso dire soltanto che noto molto le differenze e capisco meglio cosa accade.
      Per esempio in Spagna in un mezzo pubblico come il treno che crea un disservizio magari perchè vi è un contrattempo non ti fanno pagare il biglietto.
      In Russia a Mosca un poliziotto che non puo campare con il proprio stipendio se ti ferma per strada per un’infrazione ti chiede soldi per non farti la multa. Ci stiamo arrivando anche noi.
      A Berlino se i politici mettono una legge che non piace ai cittadini se non la tolgono dopo il primo no popolare il giorno dopo quello che succede per strada non si puo descrivere altro che G8. Questo non lo vedremo mai sui nostri telegiornali perche da noi ti tengono calmo facendoti vedere (nei telegiornali)i litigi dei vip.
      Perche allora non fare qualcosa?! Beppe Grillo è fare qualcosa!

    56. Ciao. Sono un ex palermitano che, ormai da anni, vive al nord. Anche mia mamma, che da qualche anno (essendo rimasta vedova) è venuta a vivere qui, continua a ricevere le cartelle esattoriali della t.a.r.s.u. (che vuol dire: tassa asporto rifiuti solidi urbani). La prima volta che è arrivata la cartella (spedita al vecchio indirizzo e poi rispedita al nuovo) ha chiesto al comune l’annullamento in autotutela (mai avuto risposta). Dalla seconda volta in poi (spedite al nuovo indirizzo, quindi il comune sa che non abita più lì) ha fatto ricorso alla commissione tributaria provinciale di palermo (chissà quando risponderà).
      Lasciamo pure perdere ogni commento sugli impiegati comunali (… parlando di rifiuti, come dice un comico, NON GLI SPUTO SENNO’ LI IMPROFUMO!!!).
      Comunque, giusto per cronaca, qui il comune non ci fa pagare la famigerata t.a.r.s.u.!!!
      La t.a.r.s.u., infatti, è stata abolita dal 1997 e sostituita con la t.i.a. (tariffa igiene ambientale), che viene calcolata in modo completamente diverso (p.es. persone viventi nella casa). Purtroppo, però, la legge che ha istituito la t.i.a. ha stabilito (nel 1997) che i comuni – finché non approvano il regolamento sulla t.i.a. – devono continuare a far pagare la t.a.r.s.u. Quasi tutti i comuni del nord sono passati alla t.i.a. ormai da anni, molti del centro, pochi del sud e quasi nessuno delle isole. Quindi, la risposta che volevo dare a quelli che chiedono di chi è la colpa, è questa: la colpa è di Sindaci, Assessori e Consiglieri Comunali, ma prima ancora di tutti coloro che continuano a votarli. Saluti a tutti (vi invidio il sole ma il resto …).

    57. Per la Serit Sicilia
      la crisi è una ottima occasione di guadagni che cresceranno a dismisura. Spesso gli utili sono dati da more ed interessi su quanto la gente non riesce a pagare per tempo. Nel sito Serit Sicilia sono allegati i bilanci e gli articoli giornalistici sulla efficienza e capacità della Serit di riscuotere le morosità.
      Un’ azienda modello, un esempio da seguire per banche e chi ha soldi da investire !!! Altro che finanziarie.
      Se avete dieci minuti leggete qui:

      http://club.quotidianonet.ilsole24ore.com/artigianauta/andiamocene_tutti_a_santo_domingo_a_prescindere

      oppure:

      http://www.artigianauti.com/2009/09/spett-serit-sicilia.html

      Cordiali Saluti

    58. salve sono stata residente a castro caro terme..per un anno.poi x motivi di famiflia mi sono ritrasferita..nell’anno in cui ero residente..ho pagato.la tassa sui rifiuti.come mi sono trasferita chiaramente ho cambiato subbito residenza.dopo un anno mi ariva da pagare i rifiuti del \211 ma io non risiedo piu in quel comune ora i rifiuti li pago in qusto x dovrei pagare \2 volte i rifiuti e chi abita adesso nella nuova residenza dove prima abitavo io paghera anche lei i rifiuti cosi si prendono 2volte i rifiuti pagati da me e una volta dal nuovo inquilino..dico vi pare normale..e basta derubarci ..basta..non se ne puo piu..

    Lascia un commento (policy dei commenti)